Grande dizionario della lingua italiana

Prototipo edizione digitale

Risultati per: uomo Nuova ricerca

Numero di risultati: 40505

vol. I Pag.1 - Da A a A (1 risultato)

6-1-114: giusta cosa è che l'uomo sia soggetto a dio. passavanti, 11

vol. I Pag.2 - Da A a A (2 risultati)

magica molto più grande e degna dell'uomo: è quella di imprimere la sua volontà

, con fiera voce, comanda ogni uomo essere ad arme, e senza indugio seguirlo

vol. I Pag.3 - Da A a A (1 risultato)

, io disidero di sapere se ciascuno uomo, a bene di se medesimo, si

vol. I Pag.4 - Da A a A (1 risultato)

tirolese. d'annunzio, iv-1-874: un uomo la seguiva, a capo scoperto.

vol. I Pag.5 - Da A a A (1 risultato)

17: non si lasci adunque l'uomo menare alla vana speranza della lunga vita

vol. I Pag.6 - Da A a ABATE (1 risultato)

, diedero alla plebe un rettore, uomo del corpo di lei, nomato abbate

vol. I Pag.7 - Da ABATINO a ABBACINARE (2 risultati)

, iii-218: è mortificante che un uomo illustre come voi debba essere ripreso da

: lo 'mperadore fece abbacinare il savio uomo maestro piero delle vigne. boccaccio, 3-3-129

vol. I Pag.8 - Da ABBACINATO a ABBAGLIAMENTO (2 risultati)

il solo traslato di vincere la ragione dell'uomo, e quasi accecarla, ma a

un cardinale... aveva un uomo litteratissimo in sua corte, del quale

vol. I Pag.9 - Da ABBAGLIANTE a ABBAGLIARE (1 risultato)

3089: [l'agate] fa l'uomo vincitor nella battaglia, / discreto con

vol. I Pag.10 - Da ABBAGLIATAMENTE a ABBAIARE (2 risultati)

7-15: la zuffa de'cani dee l'uomo del tutto ischifare, cioè gli uomini

: abbaiar dalla sete, dicesi d'uomo che di sete si senta venir meno.

vol. I Pag.11 - Da ABBAIARE a ABBANCARE (1 risultato)

, v-376: conviene... all'uomo essere risibile, al cavallo essere rignevole

vol. I Pag.12 - Da ABBANCATO a ABBANDONARE (4 risultati)

da certaldo, 68: onora ogni uomo virtudioso, e spregia, cioè abbandona

e spregia, cioè abbandona, ogni uomo vizioso. fioretti, xxi-954 (28

palazzeschi, 4-268: la bocca dell'uomo si abbandonava ancora con la stessa freddezza

tesoro volgar., 7-25: vecchio uomo non si dee tanto guardare di nulla

vol. I Pag.13 - Da ABBANDONATAMENTE a ABBANDONATO (3 risultati)

nel- l'abbandonarsi la prima volta all'uomo. idem, iv-2-760: ella sapeva

follia sarebbe a rifiutarli, ché l'uomo non sa quando più a tal punto ritorni

femmina delle creature può emanare verso un uomo. moravia, v-21: quelle poche

vol. I Pag.14 - Da ABBANDONATORE a ABBARBAGLIARE (1 risultato)

di perdere la fede di sì vile uomo, con abbandonate redini riserbando le loro

vol. I Pag.16 - Da ABBARUFF AMENTO a ABBASSARE (1 risultato)

errore. fioretti, 1-186: l'uomo... debbe aumiliarsi molto, abbassando

vol. I Pag.17 - Da ABBASSATO a ABBASSO (2 risultati)

1-62: neuna maraviglia è se l'uomo non si turba nella tranquillità, ma egli

una parola, con una preghiera l'uomo s'abbassa; non si degrada se non

vol. I Pag.18 - Da ABBASTANZA a ABBATTERE (4 risultati)

boezio [tommaseo]: quanto abbasta all'uomo, alla natura sua, si può

: strana fellonia è di spingere un uomo nell'acqua per tramelo fuori, o di

arte che d'uccidere, non uno uomo..., ma infiniti, ed

. 2. colpire (un uomo, un animale, in modo da

vol. I Pag.19 - Da ABBATTIFIENO a ABBATTUTA (2 risultati)

: essendo gli stracci d'un povero uomo da tale infermità morto gittati nella via

prezzo. idem, 119: non è uomo sì savio che non pigli qualche volta

vol. I Pag.20 - Da ABBATTUTO a ABBELLIRE (1 risultato)

! varchi, 7-331: avendo l'uomo il libero arbitrio, certa cosa è

vol. I Pag.21 - Da ABBELLITO a ABBEVERATOIO (2 risultati)

... da sé, anche all'uomo che nasce il più schiavo. berchet

figur. viani, 19-393: l'uomo dovrebbe essere abbeverato come una barca,

vol. I Pag.22 - Da ABBÌ a ABBIGLIARE (1 risultato)

fazio, i-5-79: quando ne l'uomo un buon voler s'abbica / e mancagli

vol. I Pag.23 - Da ABBIGLIATO a ABBISOGNARE (1 risultato)

idem, conv., iv-iv-i: l'uomo abbisogna di molte cose, a le

vol. I Pag.24 - Da ABBISOGNEVOLE a ABBOCCATO (1 risultato)

catura e del ristauro continuamente abbisognevole dell'uomo. salvini, x-190: perché.

vol. I Pag.25 - Da ABBOCCATOIO a ABBONDANTE (1 risultato)

mari di aver abbocconato e inghiottito uno uomo in due bocconi, che era caduto

vol. I Pag.26 - Da ABBONDANTEMENTE a ABBONDARE (7 risultati)

ricche. beicari, 3-5- 115: uomo savio, e massimamente abbondante della virtù

cellini, 1-43 (115): questo uomo, ch'era abundantissimo di parole,

abbondante e rovinoso par più convenevole a uomo di corte e vanaglorioso, ch'a

di corte e vanaglorioso, ch'a uomo che intende d'insegnare la verità. palazzeschi

bibbia volgar., ix-329: il buon uomo proferisce il bene dal buono tesauro del

del suo cuore, e il male uomo proferisce il male dal malo tesauro: imperò

, 55: pogniamo che abbondino all'uomo i doni della ventura, cioè le

vol. I Pag.27 - Da ABBONDATO a ABBORDAGGIO (4 risultati)

quali l'ingegno e l'industria dell'uomo s'estende. tasso, 868: pregio

non andò mai a modo di alcun uomo, e bisogna sorbirsi i malanni di cui

, i-70: le cose di che l'uomo abbondevole si trova, infastidiano. idem

: abbonire, non solo calmarlo [un uomo irritato], ma disporlo bene.

vol. I Pag.28 - Da ABBORDARE a ABBOTTONARE (3 risultati)

i-340: in qual maniera abbordare un uomo di spirito? ho pensato più giorni attaccarvi

di mare, senza colpa o fallo d'uomo, si considera avaria semplice, e

378): la carità inesausta di quest'uomo... spiccava in tutto il

vol. I Pag.29 - Da ABBOTTINATO a ABBOZZATO (2 risultati)

prospetto d'un'opera sull'educazione dell'uomo. tommaseo-rigutini, 55: abbozzare,

. in legnami scavati alla figura d'uomo così alla grossa abbozzata. tasso, i-70

vol. I Pag.31 - Da ABBRACCIARE a ABBRACCIARE (2 risultati)

, 51: non avendo dunque l'uomo... miglior medicina della vita ordinata

imperando la dittatura proletaria, io povero uomo dalle mani senza calli dovrei esulare e

vol. I Pag.32 - Da ABBRACCIARE a ABBRANCARE (5 risultati)

abbracciar la nebbia. -abbracciare un uomo prima che un orso: locuz.

note al malmantile, 167: abbraccerebbe un uomo prima che un orso; cosi diciamo

intendendo che sia in età da bramar l'uomo, e da distinguerlo da un orso

in un letto / abbracciata ad un uomo. 2. avvinghiato.

di grossezza più dell'abbracciatura d'un uomo. 2. congiungimento carnale.

vol. I Pag.34 - Da ABBREVIATURA a ABBRONZAMENTO (1 risultato)

alle travate! / abbriva! ogni uomo spinga qùanto può / con la mano,

vol. I Pag.35 - Da ABBRONZARE a ABBRUCIARE (2 risultati)

dicevano assai su quella faccia abbronzata d'uomo di mare. fogazzaro, 4-21:

, 690: si trovò già un uomo che per acquistar fama abbruciò il tempio

vol. I Pag.36 - Da ABBRUCIATICCIO a ABBRUSTOLITO (2 risultati)

... anch'io sono un pover'uomo abbruciato di danari. 5.

, 18-108: 11 mangiare del santo uomo era quel de'poveri di quella maremma

vol. I Pag.37 - Da ABBRUTIMENTO a ABBURATTARE (5 risultati)

dimenticare gli attributi civili e spirituali dell'uomo e renderlo simile ai bruti; estremo

abbrutivano. negri, 1-319: l'uomo che molto pianse e maledisse / e s'

colleghi e dai miei superiori come un uomo disonorato, degradato, abbrutito, inebetito

i compari, abburattatoselo [il grande uomo] tra loro, lo dànno a palleggiare

in questo buio, mi sopragiunse un uomo grande, bello, con un barbone.

vol. I Pag.39 - Da AB ESPERTO a ABETINO (1 risultato)

intendo. tasso, 4-181: [l'uomo] non conobbe ab esperto e non

vol. I Pag.40 - Da ABEZZO a ABILE (9 risultati)

1-76: ah, diviene [l'uomo] pur piccolo, abbietto, inamabile,

: il signore deve occuparsi di quest'uomo abbietto più che di me, egli ne

una donna e fui abbietto come un uomo. piovene, 2-119: me ne

: non è gran fatto che l'uomo sia umile in abiezione e in stato

ero, di sottrarmi al potere di quell'uomo. deledda, ii-67: sentiva

il peso della sua abbiezióne quando l'uomo benefico, con uno sguardo dolce e triste

salvini, 17-567: né rassembro robusto uomo abigèo. targioni tozzetti, 12-9-151:

(anche a qualificare le attività dell'uomo: un gesto, un'azione, un

., non può mancare di essere abile uomo. pindemonte, 3-587: abili donzelli

vol. I Pag.41 - Da ABILITÀ a AB INITIO (2 risultati)

: se io passo presso alcuni per un uomo di gran talento, è appunto per

movente, però è necessario che l'uomo sia abilitato a ricevere la mozione del spirito

vol. I Pag.42 - Da AB INTESTATO a ABISSO (1 risultato)

morte di colpa e sé ed il primo uomo. pulci, 25-244: ella è

vol. I Pag.94 - Da ACCOMODATAMENTE a ACCOMODATO (3 risultati)

machiavelli, 49: né si trova uomo sì prudente che si sappi accomodare a

rimedio. foscolo, v-184: pareva uomo che essendosi in gioventù lasciato governare dall'

trattevole. d'annunzio, iv-1-565: l'uomo è, sopra tutto, un animale

vol. I Pag.95 - Da ACCOMODATORE a ACCOMPAGNARE (6 risultati)

correttore di queste leggi cefalo corintio, uomo di gran prudenza. accomodatura »

analogia; condiscendenza di dio verso l'uomo nel senso che manifestandosi attraverso la rivelazione

. ojetti, i-67: il vero uomo politico deve essere forte e parere accomodevole

forte e parere accomodevole. il vero uomo parlamentare deve essere accomodevole e parere forte

e uno degli accompagnanti il viatico, uomo per bene, ci assistè col torcetto.

all'altare. sbarbaro, 1-34: un uomo l'accompagnava che le si volgeva sorridente

vol. I Pag.96 - Da ACCOMPAGNATA a ACCOMPAGNATO (2 risultati)

, 3 (43): [l'uomo] accompagnava col gesto i pensieri che

crucciati mi volgerei, biasimandogli perché l'uomo, sopra tutte le altre creature nobile

vol. I Pag.98 - Da ACCONCIABILE a ACCONCIARE (2 risultati)

16 9: nel quale tempo fue uno uomo grande e savio, il quale cognobbe

acconciare il nemico a poter tentare l'uomo a peccare. m. villani,

vol. I Pag.99 - Da ACCONCIATAMENTE a ACCONCIATURA (2 risultati)

si potendo acconciare nell'animo che un uomo potesse cascare in amo ed ardere.

pelle si vestono e calzano; e ogni uomo sa acconciare le pelli delle bestie che

vol. I Pag.100 - Da ACCONCIME a ACCONCIO (2 risultati)

., 6-19: e naturalmente l'uomo è più acconcio all'avarizia che alla

, 2-2-5: la natura fa l'uomo acconcio, e l'arte poderoso. francesco

vol. I Pag.102 - Da ACCONTATO a ACCOPPIARE (2 risultati)

, 21-6: adattando egli [l'uomo] impropriamente le cagioni agli effetti,.

al vizio. viani, 13-32: l'uomo all'ingegno accoppiava anche la modestia.

vol. I Pag.103 - Da ACCOPPIATO a ACCORATO (3 risultati)

congiunto. baretti, i-112: era uomo di molta dottrina accoppiata a costumi umanissimi

l'accora. bacchelli, 5-193: l'uomo, che ripensa breve la sua vita

sentiva pur sempre di rimanere estraneo all'uomo che si disperava e si accorava in

vol. I Pag.105 - Da ACCORDARE a ACCORDATO (1 risultato)

e di piccolo legnaggio, uno grande uomo la toglie per moglie, e dà alla

vol. I Pag.106 - Da ACCORDATORE a ACCORDO (1 risultato)

perché in fatto d'agricoltura è un uomo raro. comisso, 12-8: la guerra

vol. I Pag.108 - Da ACCORRUOMO a ACCORTO (12 risultati)

la balia incomincia a gridare: accorr'uomo, soccorrete, buona gente, soccorrete,

pali e viti, gridando: accorr'uomo, accorr'uomo, con le maggiori

viti, gridando: accorr'uomo, accorr'uomo, con le maggiori voci che aveva

/ da quei che stando gridando accorr'uomo / già credevano ognuno esca di pesci

ii-298: -potevate difendervi, gridare accorr'uomo. = comp. dall'imp

. dall'imp. di accorrere e da uomo. accorsate, tr. (

posso bene accortare la vita d'uno uomo, e fare lui lungamente vivare. anguillara

: [piero da farnese] valente uomo fu in arme, e saputo e accorto

97): l'abate, che accorto uomo era, prestamente conobbe, costui non

b. croce, i-3-138: l'uomo accorto viene lodato; ma chi è

viene lodato; ma chi è soltanto uomo accorto, non può essere lodato.

donna può cadere nelle mani d'un uomo esperto, accorto, che sappia profittare del

vol. I Pag.109 - Da ACCOSCIARE a ACCOSTARE (2 risultati)

i-289: non aveva mai accostato un uomo al mondo né usciva mai di casa non

, 1-58: dignità che accosta l'uomo agli angeli. 3. tr

vol. I Pag.110 - Da ACCOSTARELLO a ACCOSTO (4 risultati)

sa bene. idem, 14-1-2: ciascuno uomo al suo simigliante s'accosta. g

quale [sacramento del matrimonio] l'uomo lascia lo padre e la madre, e

volgar., i-31: abbandonerà l'uomo lo suo padre e madre, e accosterassi

a diritta. quanto? ». un uomo dalla barba rossa è seduto vicino alla

vol. I Pag.111 - Da ACCOSTO a ACCOVACCIATO (5 risultati)

iv-131: egli è buona cosa che l'uomo s'accostumi a ben contare. bandello

biasimo. lambruschini, 1-188: l'uomo s'accostuma alla prigione, all'esilio.

iii-227: vedrà quanta diversità passa fra l'uomo accostumato nelle cose, e un altro

idem, ii-77: qual'è l'uomo vivo che non sia accostumato a soffrire?

d'aver fatto un'opera degna d'un uomo bene accostumato, uscii di là.

vol. I Pag.112 - Da ACCOVACCIOLARE a ACCOZZO (1 risultato)

zatore di sillabe metriche, ma un uomo libero, spirato dai numi a mostrare

vol. I Pag.113 - Da ACCREDERE a ACCRESCERE (2 risultati)

nell'accreditamento de'beni ricevuti, l'uomo generoso e prudente deve piuttosto abbon- donare

villani, 4-4: questo filippo fu uomo di grande valore, e molto accrebbe il

vol. I Pag.114 - Da ACCRESCIMENTO a ACCULARE (1 risultato)

. pirandello, 7-870: un pover uomo... che zitto zitto si accuccia

vol. I Pag.116 - Da ACCURATO a ACCUSARE (2 risultati)

ad una, le accuse ignominiose contro l'uomo di cui egli portava nelle vene il

. 10 son veramente colui che quello uomo uccisi stamane in sul dì. fioretti

vol. I Pag.117 - Da ACCUSATA a ACERBITÀ (3 risultati)

degli accusati, dunque, sedeva un uomo anziano, vestito di nero. dopo

zione di se medesimo, cioè che l'uomo si biasimi. bibbia volgar.,

-che accusazione avete voi contra di questo uomo? scala del paradiso, 460:

vol. I Pag.118 - Da ACERBO a ACERO (2 risultati)

: era nell'età in cui un uomo che non si può dire ancora vecchio

ritegno dei suoi anni, se è un uomo che si rispetta. 3

vol. I Pag.121 - Da ACETUME a ACHIRO (1 risultato)

, quindi non opera di mano d'uomo. panzini, iv-5: acheropìto

vol. I Pag.123 - Da ACIDOSALINO a ACONITO (1 risultato)

il tacere e tesser muto, propriamente dell'uomo;... ma questo modo

vol. I Pag.124 - Da ACONTISTA a ACQUA (2 risultati)

: mio padre [era] un uomo innocente come l'acqua. pascoli,

e, data l'acqua, mise ogni uomo a tavola. idem, dee.,

vol. I Pag.125 - Da ACQUA a ACQUA (1 risultato)

. panzini, ii-739: il suo uomo con la ghirba di tela gli portava l'

vol. I Pag.126 - Da ACQUA a ACQUA (1 risultato)

corrente. salvini, 16-583: come quando uomo fontanier da fonte / d'acqua bruna

vol. I Pag.127 - Da ACQUA a ACQUA (2 risultati)

e delle sua, ed è un uomo che viverebbe in su l'acqua.

, vane acque lustrali del battesimo! l'uomo seguita ad insudiciarsi perpetuamente!

vol. I Pag.130 - Da ACQUACCHIARE a ACQUAIO (1 risultato)

a. papini, 130: d'un uomo di poco intelletto si dice volgarmente:

vol. I Pag.131 - Da ACQUAIO a ACQUARIO (2 risultati)

stelle diciotto; signoreggia nelle gambe dell'uomo insino alla congiuntura del piè; fa

alla congiuntura del piè; fa l'uomo gloriantesi e di bella faccia e colorita,

vol. I Pag.132 - Da ACQUARIO a ACQUATINTA (1 risultato)

a. cocchi, 8-394: un certo uomo... avendo l'ufficio di

vol. I Pag.133 - Da ACQUATIVO a ACQUEDOTTO (1 risultato)

quali ha per conservazione della vita dell'uomo. campanella, 1061: molti liquori

vol. I Pag.134 - Da ACQUE ITÀ a ACQUETTA (2 risultati)

schizzato d'acquerella, è d'un uomo da bene, che non si cura d'

: un nostro pittore,... uomo pieno d'ingegno, acquerellista svelto

vol. I Pag.136 - Da ACQUIETAZIONE a ACQUISTARE (7 risultati)

infusa o acquisita, non può l'uomo ammaestrare e edificare altrui. ottimo, i-84

v-177: stimava fra le doti naturali all'uomo, primamente la bellezza; poi la

idem, 113: ed è ne l'uomo... l'appetito e desiderio

tal genere di sensibilità con cui l'uomo suol riguardare la donna, e la donna

riguardare la donna, e la donna l'uomo? acquistaménto, sm. disus

si è quella, la quale l'uomo fa per acquistare fama, onore e grandezza

la patria lasciare, acciò che l'uomo possa acquistare senno. dante, conv

vol. I Pag.137 - Da ACQUISTARELLO a ACQUISTO (2 risultati)

fama acquistare. idem, i-143: l'uomo che s'acquista la stima di una

s'impossessa del cervello d'un uomo, ogni ombra acquista corpo.

vol. I Pag.139 - Da ACRE a ACRIMONIOSO (3 risultati)

e accenna all'umore che muove l'uomo a esprimere quelle parole. può esserci

vagano [le mosche] alla ricerca dell'uomo per posarsi sulla pelle ignuda avvertita all'

a ogni modo (ed era forse) uomo dabbene, e compassionevole, e liberale

vol. I Pag.140 - Da ACRINIA a ACROMATICO (1 risultato)

di una donna già vecchia verso un uomo più fresco. = deriv. da

vol. I Pag.141 - Da ACROMATINA a ACUIRE (2 risultati)

di piante, di animali, dell'uomo). = lat. scient

, sf. medie. malattia dell'uomo e degli animali, provocata da varie

vol. I Pag.142 - Da ACUITÀ a ACUTAMENTE (2 risultati)

latice, i viticci, da che l'uomo / li difende li guida li sorregge

. frastuono supera le possibilità acustiche dell'uomo. sinisgalli, 6-167: questa costanza

vol. I Pag.143 - Da ACUTANGOLO a ACUTO (3 risultati)

acutamente, a questo stesso proposito, un uomo d'ingegno, le piace più d'

per l'acutezza del sogno, l'uomo molte volte si sveglia. crescenzi volgar

. idem, iv-1-393: perché l'uomo ha nella sua natura questa orribile facoltà

vol. I Pag.144 - Da ACUTO a ADACQUATOIO (1 risultato)

della casa, 564: un valoroso uomo e dotato di acutissimo ingegno e di

vol. I Pag.145 - Da ADACQUATORE a ADAGIO (1 risultato)

10-2 (410): ogn'altro uomo secondo la sua qualità per lo castello

vol. I Pag.146 - Da ADAGIO a ADAMO (9 risultati)

adamicità, sf. condizione di uomo primitivo. linati, 30-190: quella

), sm. il primo uomo; il capostipite del genere umano.

adamo, seme d'adamo: l'uomo. -il vecchio adamo: l'uomo

uomo. -il vecchio adamo: l'uomo che per il peccato d'origine ha

orriginale. idem, 130: per uno uomo, cioè per adamo, che fu

ii-165: nota che gli arabi chiamano l'uomo adam, e noi uomo. che

chiamano l'uomo adam, e noi uomo. che viene a dire adamo? viene

campo damasceno di terra rossa. « uomo » tanto viene a dire quanto « humo

[par., 7-26]: l'uomo che non nacque, id est adam

vol. I Pag.147 - Da ADANAIATO a ADATTATAMELE (3 risultati)

), dall'ebraico àdhàm 4 uomo adanaiato, v. addanaiato.

bilità che ho detto esser singolare nell'uomo, non è propriamente innata ma acquisita

7-95: l'adattamento è la forza dell'uomo: io mi sono adattato senza sforzo

vol. I Pag.148 - Da ADATTATO a ADDECIMAZIONE (6 risultati)

ne risulta quell'edifizio sovrano, che uomo tu nomini. ricci, 1-28: quantunque

discorso adattato, citazione adattata, perché l'uomo li adatta al proposito. ma

penitenza, e però sanza essa mai uomo non può essere adatto né abile a

. tommaseo- rigutini, 73: l'uomo atto alla cosa ha alcune delle qualità

una possessione..., ma l'uomo non era addanaiato sì che di

romano volgar., ii-2-20: se l'uomo dimanda quali opere e'conviene o s'

vol. I Pag.150 - Da ADDENTELLATO a ADDESTRARE (4 risultati)

gatto] in tutti i luoghi inaccessibili all'uomo: sulla piccionaia, nella gronda del

6-453: stata almeno foss'io consorte ad uomo / più valoroso, e che nel

, 1-159: dev'essere stato un uomo che conosce a dentro i fatti della

gli educatori troppo civili dimenticano come l'uomo sia da'primi anni addestrabile a esercizi

vol. I Pag.151 - Da ADDESTRATO a ADDIETRO (1 risultato)

[s. v.]: l'uomo è addetto, più o meno di sua

vol. I Pag.152 - Da ADDIETTIVAZIONE a ADDIMANDATO (5 risultati)

... pilato, per salvare l'uomo di nazaret, offerse al popolo l'

. bibbia volgar., ix-356: ogni uomo che addimanda, riceve...

la libertà, la quale nemo buono uomo la perde se non per morte. ammaestramenti

se'tu matto? -rispuose: -l'uomo matto non può te tacere. g

follia sarebbe a rifiutarli, ché l'uomo non sa quando più a tal punto

vol. I Pag.153 - Da ADDIMANDATORE a ADDIRE (3 risultati)

: avvisando che quelle addimandite di quello uomo fussino per temenza e non per sagacità.

. guittone, i-459-14: e adimorando l'uomo in grande beatitudine, fortuna di diverse

idem, 17-39: sempre stringe / all'uomo il cor dogliosamente, ancora / ch'

vol. I Pag.154 - Da ADDIRE a ADDISCIPLINARE (4 risultati)

d'annunzio, iv-2-194: era un uomo corpulento e truculento e zazzeruto come ad un

egidio romano volgar., i-1-5: ciascuno uomo abbisogna di conósciare il suo fine,

., 11 (204): l'uomo a cui renzo s'indirizzava, era

ediz. 1827 (201): l'uomo a cui renzo si addirizzava...

vol. I Pag.155 - Da ADDISCIPLINATO a ADDIVIDERE (4 risultati)

. bontempelli, 8-105 • chiamò l'uomo, che era il calafato, e gli

, additandolo come l'esempio perfetto dell'uomo normale, quieto, senza vizi. paolieri

: le luminose vie di questo grand'uomo [galileo] furono dichiarate assurde,

: fortuna comprende ciò che addiviene all'uomo di bene o di male. tesoro volgar

vol. I Pag.156 - Da ADDIVINARE a ADDOBBATO (1 risultato)

un'addizione gratuita, che fa l'uomo al sentimento soprannaturale di religione, così

vol. I Pag.157 - Da ADDOBBATORE a ADDOLCIRE (1 risultato)

[è la donna] delle afflizioni dell'uomo, e freno e addolcimento dei suoi

vol. I Pag.159 - Da ADDOME a ADDOPPIARE (3 risultati)

]. leopardi, i-1075: l'uomo si addomestica alla continua novità come all'

al più il vantaggio che ritrae l'uomo dal soffrire? l'assuefarcisi; perché dai

. idem, ii-4-68: lo chiaro uomo fa chiaro lo suo dono e 'l suo

vol. I Pag.161 - Da ADDORMENTATICCIO a ADDOSSARE (3 risultati)

[il loglio] grandissimo danno all'uomo, facendolo diventare stupido, attonito e

maniera di far parere addossabili al medesimo uomo nell'atto medesimo le malvagità più contrarie.

d. bartoli, 5-33: e come uomo s'addossi, in ristoramento della sua

vol. I Pag.162 - Da ADDOSSATO a ADDOTTORATO (3 risultati)

ragazza addossata al muro, mentre un uomo la inchiodava con la voce e con

addos satagli da un altr'uomo simile a lui. nido eritreo, i-102

addotto in prova della reità d'un uomo un giudizio segreto di que'tempi. idem

vol. I Pag.163 - Da ADDOTTRIN ABILE a ADDURRE (9 risultati)

informare, per dir così, tutto l'uomo, e ha in sé molte parti

. tommaseo-rigutini, 1477: può l'uomo addottrinarsi da sé, e non però essere

nei misteri imperscrutabili? viani, 14-229: uomo di pratica più che di teoria,

iii-2-100: questo san t'uomo, addottrinatissimo nella cognizion del peccato,

abbia conoscenza piena. tommaseo-rigutini, 3115: uomo addottrinato dice meno di dotto.

può possedere dottrina varia; può l'uomo essere addottrinato in varie scienze. panzini

del popolo semianalfabeta, uguagliato al voto dell'uomo addottrinato, fosse un'ingiustizia. b

quello dell'adulto, il dubbio dell'uomo incolto non è quello dell'uomo colto,

dell'uomo incolto non è quello dell'uomo colto, il dubbio del novizio non

vol. I Pag.164 - Da ADDUTTORE a ADEGUARE (1 risultato)

a così affermare si mosse questo grand'uomo. lancisi, i-707: questi è il

vol. I Pag.165 - Da ADEGUATAMENTE a ADEMPIERE (3 risultati)

alla virtù del cittadino sottentra quella dell'uomo spirituale, che si adegua alla verità

proporzione. manzoni, 141: qual uomo può conoscere, con certezza assoluta di

per essa, la missione universale deu'uomo. pirandello, 5-65: era segno

vol. I Pag.166 - Da ADEMPIMENTO a ADERENTE (2 risultati)

era l'aspetto teso e tranquillo dell'uomo nell'adempimento del proprio dovere.

di mandar d'europa colà alcun santo uomo, che prima coll'esempio de'costumi

vol. I Pag.168 - Da ADERPICARE a ADESO (2 risultati)

dorme, per prendere e legar l'uomo. 5. ant. mettere,

« adesione della mente e di tutto l'uomo al vero ». svevo, 3-574

vol. I Pag.169 - Da ADESPOTO a ADIETTIVO (1 risultato)

e hominem, accus. di homo 'uomo, individuo \ ad honòrem,

vol. I Pag.170 - Da ADIETTO a ADIRATAMENTE (4 risultati)

1-76: s'era abbandonato [l'uomo grasso] a un tremito che agitava l'

adipose. marotta, 1-236: era un uomo immenso, alto e adiposo al punto

col muso lungo un palmo come un uomo scontento. carducci, 76: grave

mente dissi che le mie brighe io ero uomo da per me a saperle finire.

vol. I Pag.171 - Da ADIRATICCIO a ADIUNGERE (8 risultati)

paolo da certaldo, 189: l'uomo ch'è adirato non è consigliato. fioretti

ch'io dissi, perché fur dette da uomo non solo iracondo, ma in quella

luca, 1-9-2-16: poco importa che dall'uomo o dalla legge si sia deferita ad

, 106: non volere essere amico all'uomo adire vole. = deriv.

costumi [della balia] dee l'uomo guardare s'ella è bene insegnata e di

, v-705: meglio viene a uno uomo che ami pace, in povera villa stare

in cittade. idem, v-710: l'uomo che è adiroso e questionevole, tanto

albertano volgar., 1-38: all'uomo adiroso nullo amico sarà, e ne'suoi

vol. I Pag.172 - Da ADIURARE a ADOCCHIATO (2 risultati)

, 7-50: tu hai promesso ad un uomo di essergli adiutore in una sua causa

, 924: una volta il sant'uomo adocchiò con una certa compiacenza la bella

vol. I Pag.173 - Da ADOCCHIATORE a ADOMBRARE (4 risultati)

un determinato periodo della vita, l'uomo crede che il destino muterà, che

è decisiva per la vita di un uomo, per un figlio di popolo in

quasi un modello o un tipo di uomo superiore al generale e maraviglioso,.

. i pensieri e i sentimenti d'un uomo singolare

vol. I Pag.175 - Da ADONE a ADOPERARE (3 risultati)

dolce sognare? palazzeschi, 5-229: uomo che, francamente, non era un

: e senza intaccare la dignità d'uomo onesto e dotato di molto ingegno, quale

volgar., i-124: la forma dell'uomo ha molto a vile l'adoperamento della

vol. I Pag.176 - Da ADOPERATO a ADORAMENTO (2 risultati)

retribuiti. settembrini, 1-16: l'uomo generoso ama la patria e si adopra per

contano le storie, il più savio uomo de'greci..., e perciò

vol. I Pag.177 - Da ADORANDO a ADORAZIONE (4 risultati)

egli sinceramente e pensatamente crede maggiori dell'uomo, largheggiano in adoramenti ridicoli a ladroni

vi lasciaste mai vincere di cortesia a uomo che viva; tanto meno vi las-

reggia. lambruschini, 1-59: l'uomo al contemplare, non può non adorare e

adoratrice del denaro, per la quale un uomo povero era un essere incompleto.

vol. I Pag.178 - Da ADORDIN ARE a ADORNARE (1 risultato)

. similmente come saluta l'uno uomo l'autro trovandolo in persona, così

vol. I Pag.179 - Da ADORNATAMENTE a ADOTTARE (1 risultato)

grave cosa d'avere adot- tanza di uomo troppo adiroso e pazzo. adottare

vol. I Pag.180 - Da ADOTTATIVO a ADSTRATO (4 risultati)

cui sia descritta tutta la presenza dell'uomo, si può dire tramontata ai nostri anni

legge dello 'mperadore, quando un uomo non ha veruno figliuolo, elli puote

elli puote eleggere un figliuolo d'un povero uomo. machiavelli, 406: la reina

è ben commesso il mio cranio d'uomo adriatico? = dal nome del mare

vol. I Pag.181 - Da ADUGGERE a ADULATORE (1 risultato)

appunto di aumentare così l'ebrezza dell'uomo, adulandone l'orgoglio. moravia,

vol. I Pag.182 - Da ADULATORIAMENTE a ADULTERAZIONE (1 risultato)

privata e pubblica, della dignità e dell'uomo e della donna, è il detto

vol. I Pag.183 - Da ADULTERIA a ADULTO (10 risultati)

che si ripete nella vita di un uomo; fornicazione. malispini [tommaseo

, sm. relazione amorosa illecita tra uomo e donna, in cui l'uno

quella che per denari con qualunque altro uomo stata trovata fosse. sacchetti, ii-193

fosse. sacchetti, ii-193: intendesi uomo che non abia moglie, con femina

è grande, né adulterio, come uomo amogliato con femina maritata. buti,

carletti, 137: pigliando gli adulteri, uomo e donna, fi mettono sopra un

sua presenza tagliano il membro virile all'uomo, con tanta pelle del corpo che

grillanda che mettono sopra il capo dell'uomo adultero. segneri, iii-3-252: tra

lambruschini, 1-319: la vita che l'uomo conduce da fan ciullo è

del filosofo e cioè la filosofia dell'uomo comune, c'è quella dell'

vol. I Pag.184 - Da ADUMILIARE a ADUNATO (1 risultato)

i tesori adunare, e ellesse, uomo divenendo, di nascere e di vivere

vol. I Pag.185 - Da ADUNATORE a ADUSARE (4 risultati)

, ii-193: le mani del venerabile uomo si tesero per adunghiare quel braccio.

detto, parte: e quei ch'era uomo esperto /... / al

7-8, 0: adunque dee avere l'uomo speranza in dio, ch'egli gli

cosa si sopporta meglio poi che l'uomo vi s'è ausato, che nel principio

vol. I Pag.187 - Da AERE a AEREO (1 risultato)

costumi [della balia] dee l'uomo guardare s'ella è bene insegnata e di

vol. I Pag.189 - Da AEROFONISTA a AEROPORTO (1 risultato)

e aeronautica: arte bambina, onde all'uomo è dato di innalzarsi per correre l'

vol. I Pag.190 - Da AEROPOSTALE a AFA (1 risultato)

. de marchi, 520: un uomo fatto a guisa di un pallone aereostatico

vol. I Pag.191 - Da AFACA a AFFACCENDAMENTO (5 risultati)

due disturbi cerebrali più terribili per un uomo di lettere, per un artefice della parola

osservato in napoli in persona di 'un uomo onesto tocco da grave apoplessia, il

. salvini, v-551: a un uomo afato, malsano, dichiamo volgarmente malescio

, soprattutto agl'inferiori. può l'uomo... essere poco accessibile; ma

con un tono affabile che lasciò nell'uomo una profonda impressione. marotta, 1-153

vol. I Pag.192 - Da AFFACCENDARE a AFFACCIARE (4 risultati)

volgar., i-78: i pensieri dell'uomo affaccendato e bontadoso sempre sono in abbondanza

uomini affaccendati nell'ozio. può l'uomo essere occupato e da pensieri e da studii

affaccendato dice anco l'esterna apparenza dell'uomo occupato. può uno essere immerso in

, e non prendere l'aspetto dell'uomo affaccendato, ch'è proprio dei faccendoni

vol. I Pag.193 - Da AFFACCIATO a AFFANGARE (6 risultati)

affamato e dall'assetato e da ogni uomo, il quale per alcuna altra cosa è

421: come è impossibile che l'uomo affamato non abbia memoria del pane,

sa che anche lui vive da pover'uomo, e si leva il pane di bocca

ingordamente come affamato; ma come temperato uomo dee fare. manzoni, 117: [

fare. manzoni, 117: [l'uomo] affamato di giustizia e di certezza

s. v.]: affamigliato, uomo con molta famiglia, ma padre di

vol. I Pag.194 - Da AFFANGATO a AFFANNO (1 risultato)

giovanni, 117: non trovai mai uomo di tanta umiltà quanto lui, e sempre

vol. I Pag.195 - Da AFFANNONE a AFFARACCIO (1 risultato)

che impaurisce, atterra e consuma l'uomo. manzoni, 773: ci par di

vol. I Pag.196 - Da AFFARATO a AFFARE (7 risultati)

che diano noia alla moralità: 'quell'uomo, quella donna è un affaraccio '

tommaseo [s. v.]: uomo d'affari, che attende di continuo

de'fatti loro. arila, 15: uomo d'affari dicono colui il quale meglio

crusca [s. v.]: uomo d'affari, diciamo colui che ha

dell'azione. idem, ii-6-156: l'uomo pratico, l'uomo d'affari e

ii-6-156: l'uomo pratico, l'uomo d'affari e di politica, considera frivolo

strada, non è buon segno di uomo d'affari. palazzeschi, 4-350: mi

vol. I Pag.197 - Da AFFARE a AFFARUCCIO (8 risultati)

tuo minore, / ché quanto l'uomo è di maggiore affare, / si è

trent'anni impera- dore, e fu uomo di grande affare e di gran valore.

avarizia non mi dèe avere assalito per uomo di picciolo affare. idem, dee

2-5 (162): io non conosco uomo di sì alto affare al quale voi

evo affarium comprendeva tutte le possessioni dell'uomo, i diritti su cui versavano le

a vederlo e a udirlo parlare è un uomo di grande affare, un de'più

e 'l brigliaino, cagnotto di casa, uomo di mal affare. guicciardini, v-4

m. -i). neol. uomo d'affari; chi si applica senza scrupoli

vol. I Pag.198 - Da AFFASCIARE a AFFATICAMENTO (2 risultati)

maggiori. negri, 2-817: un brav'uomo che, più per devozione che per

tommaseo [s. v.]: uomo ambizioso, affascinatore di uomini. grazia

vol. I Pag.199 - Da AFFATICANATURE a AFFATICATO (7 risultati)

e le difensioni largamente sono manifeste dell'uomo eloquente e affaticantesi facilmente, e difendente

di ogni fatica quanto alcun altro affaticante uomo. alfieri, 4-15: qual più saggio

tesoro volgar., 6-172: l'uomo giusto è affaticato da coloro che domandano

paolo da certaldo, 344: quando l'uomo o la femina è ben satollo e

esso. idem, 237: onde l'uomo s'affatica, quindi è il merito

. machiavelli, 438: né trovando uomo che lo seguitasse, né che della

dolcemente. foscolo, v-388: ogni uomo è nato o ad affaticarsi dì e

vol. I Pag.201 - Da AFFAZZONARE a AFFERMARE (2 risultati)

bencivenni, 4-55: ma quando l'uomo s'aggiugne a dio, e afferma suo

: protagora... affermava l'uomo essere modo e misura di tucte le

vol. I Pag.203 - Da AFFERRATO a AFFETTARE (3 risultati)

de sanctis, ii-12: quel vagare dell'uomo che non afferra la questione nella sua

annega. verga, 1-88: se quest'uomo è caduto qui, ha dovuto afferrarsi

fra giordano, i-176: qualunque cosa l'uomo disidera, ed affetta, se s'

vol. I Pag.204 - Da AFFETTARE a AFFETTIVO (1 risultato)

figur. nieri, 242: l'uomo aveva una fame che s'affettava col

vol. I Pag.205 - Da AFFETTO a AFFETTUOSITÀ (2 risultati)

, 10-90: il foglio che l'uomo mostrava a tutti, sgualcito dall'uso,

, 1-114: fue [antenore] uomo fornito di grande ingegno, e molto

vol. I Pag.206 - Da AFFETTUOSO a AFFEZIONE (5 risultati)

ero così sicura di lui! un uomo serio, già quasi vecchio, con moglie

uno mutamento di viso s'avvedrà l'uomo del pensiere e dell'affezione, ch'è

volgar.], 25-5: niun uomo vede gli occulti andamenti del nostro cuore

i-643: cagione dello snervamento prodotto nell'uomo dall'infelicità è la diffidenza di se stesso

., i-413: femmina non ama uomo con affezione di cuore, imperniò che nessuna

vol. I Pag.207 - Da AFFEZIONEVOLE a AFFIBBIARE (5 risultati)

vedute, e sempre quello che l'uomo non ha, si suole con maggiore affezione

maggiore affezione desiderare che quello che l'uomo possiede. ottimo, 11-479 [purg

che sono più o meno affezionevoli all'uomo, anziché affezionabili. affìaccare,

nel momento della disgrazia segreta che l'uomo non comprende. 2. stare

palmi / dal luogo in giù dov'uomo affibbia 'l manto. simintendi, 2-141

vol. I Pag.208 - Da AFFIBBIATO a AFFIDARE (1 risultato)

egli permesso a un generoso e nobile uomo di soggiogare e impadronirsi d'un nimico

vol. I Pag.209 - Da AFFIDATAMENTE a AFFIGGERE (3 risultati)

e affidandosi, vedendo ch'io era uomo e non fantasia, presemi per la mano

amici. leopardi, i-258: l'uomo di sentimento affievolito e intorpidito dall'esperienza

pratolini, 3-197: era il pianto dell'uomo inerme, che ha 11 mondo intero

vol. I Pag.210 - Da AFFIGLIARE a AFFILATO (2 risultati)

m. villani, 9-42: s'affilarono uomo innanzi a uomo, e misonsi in

, 9-42: s'affilarono uomo innanzi a uomo, e misonsi in cammino per li

vol. I Pag.211 - Da AFFILATOIO a AFFINATO (6 risultati)

ferro, così fa la correzione all'uomo. guittone, 3-56: e quasi

auro affinando, è propia tribulazione affinando uomo. iacopone, 54-10: questa corte è

donna alfine è il paragon de l'uomo. d. bartoli, i-444: il

: l'ultima buona disposizione salva l'uomo libero dalla perdizione eterna; ma poi la

da certaldo, 322: e 'l buono uomo impara e affina udendo dire e veggendo

udendo dire e veggendo de'vizi del reo uomo. sacchetti, 194-66: per avarizia

vol. I Pag.212 - Da AFFINATOIO a AFFIOCARE (2 risultati)

1-175: tutti gli parenti di quello uomo diventano parenti affini alla sua mogliera,

affinità. bisticci, 344: come uomo congiuntoli per affinità di parentado, egli

vol. I Pag.213 - Da AFFIOCATO a AFFISARE (3 risultati)

notte eterna. 2. dell'uomo: perdere la voce, divenir fioco.

. boccaccio, viii-1-182: suole l'uomo, per lo molto gridare, affiocare

che si veniva formando prima del primo uomo. pea, 7-561: la palmaria è

vol. I Pag.214 - Da AFFISATO a AFFITTANZA (2 risultati)

m. la- borde, è un uomo di mondo che veste alla moda, che

... aveva visto arrivare quell'uomo dalla barba rossa una sera che pioveva,

vol. I Pag.215 - Da AFFITTARE a AFFIZIARE (3 risultati)

nel benefizio si perde, se l'uomo può richiamarsi de'benefizi,...

qualcuno di fiducia, e manda all'uomo costui in luogo del carabiniere a offrire

carabiniere a offrire il contratto che l'uomo preferisca, di affitto a canone se

vol. I Pag.216 - Da AFFIZIO a AFFLITTO (3 risultati)

17-2: maior beneficio dà dio all'uomo quando l'afligge che quando il lascia

core il mal futuro, / che l'uomo aspetta e quasi lo indovina! scala

124: l'intenzione d'affliggere un uomo è sempre un peccato. lambruschini,

vol. I Pag.217 - Da AFFLIZIONE a AFFLUENZA (3 risultati)

veramente è grande afflizione e miseria all'uomo divoto, il quale volentieri vorrebbe essere

dentro, bisognava vedere come il povero uomo si afflosciò. idem, iii-

montemagno, 1-172: quale sarebbe quello uomo ottuso,... che ripetendo in

vol. I Pag.219 - Da AFFOGARE a AFFOGATO (3 risultati)

o altra- menti fosse stato il buon uomo ucciso, tutti affermarono del no;

v. borghini, 1-2-520: la parola uomo, dopo quelle gran piene de'barbari

207: se questa potenza è in uomo legato e prigione, ed affogato nella mala

vol. I Pag.220 - Da AFFOGATOIO a AFFOLTARE (2 risultati)

g. gozzi, 3-2-402: un uomo, che con le opere sue moltissime

i-61: tal è la disposizione dell'uomo, specialmente se sia riflessivo e troppo

vol. I Pag.222 - Da AFFONDATA a AFFORZARE (1 risultato)

cicerone volgar., 2-61: l'uomo nato alla gloria avrà una parte dell'

vol. I Pag.224 - Da AFFRANCATO a AFFRATELLATORE (4 risultati)

non affrancate »... l'uomo onesto si firma; l'uomo onestissimo si

l'uomo onesto si firma; l'uomo onestissimo si firma e mette il francobollo

della sua miseria, affranto come un uomo che non veda salvezza. deledda,

non laudabile affratellamento, che con quello uomo si prendeva. 2. etnol

vol. I Pag.225 - Da AFFRATELLEVOLE a AFFRETTARE (2 risultati)

e la paura non fredda affredda l'uomo. 2. figur. rendere

nell'amore temporale, sicché tanto l'uomo s'affredde nello studio del secolo,

vol. I Pag.226 - Da AFFRETTATAMENTE a AFFRONTARE (3 risultati)

, che non s'affretti troppo l'uomo, perché dice salamone: chi s'affretterà

della casa, 628: non dee l'uomo nobile correre per via, né troppo

questurino. deledda, ii-727: l'uomo che ritorna dal paese si dirige con passo

vol. I Pag.227 - Da AFFRONTARE a AFFUMICARE (1 risultato)

taglie. 4. prov. uomo affrontato è mezzo morto: « chi

vol. I Pag.228 - Da AFFUMICATA a AFONO (2 risultati)

v.). è l'uomo a stare lungo lo fuoco, che non

imagini antiche e affumicate, non fa l'uomo gentile. ariosto, 34-8: sì

vol. I Pag.232 - Da AGENZARE a AGERE (2 risultati)

: i latini vogliono che sia ogni uomo con la propria anima secondo aristotile,

lat. [homo] gentis 'uomo di razza, gentiluomo ').

vol. I Pag.233 - Da AGEVILE a AGEVOLE (3 risultati)

58: molto agevole cosa è diventare l'uomo ricco, perché non ha a fare

l'arte fa agevole ciò che l'uomo vuol fare. idem, 3-15: e

certaldo, 81: quello che l'uomo non guadagna è più agevole a spendere che

vol. I Pag.234 - Da AGEVOLEMENTE a AGGANCIO (3 risultati)

quiete e acconcie molto alla vita dell'uomo. 5. ant. rapidità

144): voi potete, come savio uomo, agevolmente conoscere quanta sia la fragilità

facilmente la paura di viaggiare con quell'uomo tremendo. [ediz. 1827 (

vol. I Pag.235 - Da AGGANGARE a AGGETTARE (4 risultati)

verità grande, ed è: che l'uomo più pretende l'altrui servigio,

] grossa sì, ch'aggavignato un uomo non l'arebbe con le braccia.

tu che la neve, che l'uomo bee di state, non aggeli e agghiacci

veramente giudico superfluo il rammemorarle con ogni uomo che sia qualche poco aggentilito negli studi.

vol. I Pag.236 - Da AGGETTATO a AGGHIACCIARE (2 risultati)

troppi. viani, 19-432: la parola uomo coniugata agli aggettivi: di villa,

villa, di contado, di città; uomo fatto e di toga, di sangue

vol. I Pag.237 - Da AGGHIACCIATO a AGGIARDINARE (2 risultati)

egli si scaldasse, questo detto buon uomo venne in tanta maraviglia di travaglio..

convenire. latini, i-1782: ch'uomo molto pregiato / alcuna volta faccia /

vol. I Pag.238 - Da AGGIGLIATO a AGGIOTATORE (1 risultato)

in val d'arno è comune d'uomo o bestia che di sana e gagliarda che

vol. I Pag.240 - Da AGGIRATA a AGGIUNGERE (2 risultati)

s'aggira tutta la vita teoretica dell'uomo. 8. intr. con

; cosi l'opinione pubblica aggiudica all'uomo un merito o un torto.

vol. I Pag.241 - Da AGGIUNGIMENTO a AGGIUNTO (2 risultati)

aggiungono. cellini, 508: nessuno altro uomo ancora non l'ha aggiunto. s

una, che lo aggiugniménto sia d'uomo con femmine. 3. gramm

vol. I Pag.242 - Da AGGIUNZIONE a AGGIUSTARE (3 risultati)

e bisogna confessare che quel barbuto è uomo di 4 mirabili aggiunti o adiettivi letterarii

cosa che un cristiano, e massimamente uomo di qualità e di giudizio, sentendosi

raccomanda di aggiustare la mira a mezz'uomo, perché il colpo rialza sempre un

vol. I Pag.243 - Da AGGIUSTARE a AGGLOMERAZIONE (2 risultati)

lavoro primitivo, indifferenziato, del l'uomo solo. che deve saper romper la terra

nica, -si adattava a fare l'uomo di fatica, e l'aggiu-

vol. I Pag.244 - Da AGGLOMERO a AGGRADARE (1 risultato)

finestra, ora in cuore tradisce l'uomo che la sera accanto a lei fa

vol. I Pag.246 - Da AGGRANDITO a AGGRAVARE (2 risultati)

d'inguaribile passione, attaccata al suo uomo con la te nacia d'

, 3-25: arrivò in piazza un uomo che aveva aggrappati agli orli del mantello due

vol. I Pag.247 - Da AGGRAVARE a AGGRAVATIVO (1 risultato)

della casa, 560: dee l'uomo recarsi sopra di sé e non appoggiarsi

vol. I Pag.248 - Da AGGRAVATO a AGGREDIRE (2 risultati)

cielo. goldoni, vii-1093: a un uomo che avesse mangiato troppo, che si

. marinelli, i-486: il terzo uomo è acro e severo: mi muove la

vol. I Pag.250 - Da AGGRESSIVAMENTE a AGGRONDATURA (1 risultato)

. d'annunzio, ii-727: un uomo egli era, e pur sentii la pelle

vol. I Pag.251 - Da AGGROPPAMENTO a AGGRUMATO (3 risultati)

: in disparte dal pubblico si stava un uomo ignudo nato; tutto aggroppato in se

. deledda, iii-230: l'uomo aggrottò le ciglia e chiuse un po'gli

. ant. munire di ciglione. dell'uomo se non le gambe prese nei fili d'

vol. I Pag.252 - Da AGGRUMO a AGGUAGLIARE (6 risultati)

un'aggruppamento di panno spogliato da l'uomo, come si vede fare a molti,

... aggruppando intorno a quest'uomo straordinario che fu il favorito di sei

fanno agguaglianza de'fatti d'un giovane uomo a'fatti del popolo, che non

sapete ancora come le lettere agguagliano l'uomo di lettere all'uomo ricco, e

le lettere agguagliano l'uomo di lettere all'uomo ricco, e fanno che l'uno

sofferenza corporea, quel suono che agguaglia l'uomo che soffre al bruto che soffre.

vol. I Pag.253 - Da AGGUAGLIATAMENTE a AGGUANTARE (5 risultati)

che 'l mio marito / a sì fatt'uomo il vorresti aguagliare? boccaccio, i-78

bandello, 1-6 (i-89): fu uomo ne le cose militari senza dubio da

tesoro volgar., 6-26: l'uomo giusto è agguagliatóre tal fiata,

almeno. tasso, n-ii-355: se l'uomo torrà in moglie donna di condizione inferiore

mare. cavalca, 8-387: nullo uomo savio fa agguaglio dal male al bene.

vol. I Pag.254 - Da AGGUARDAMENTO a AGGUATO (1 risultato)

libro di sentenze, 23: l'uomo si è mente incarnata, fantasima del

vol. I Pag.255 - Da AGGUATTARE a AGHIRONE (3 risultati)

il tronco di un albero diventa un uomo in agguato, un asciugamano è la fantasima

idem, 37: il buon uomo per la paura che ebbe, credendo che

alla vita sotto la scorta di un uomo tanto debole. = deriv. da

vol. I Pag.256 - Da AGIAMENTO a AGIBILITÀ (2 risultati)

egli molto spesso, sì come agiato uomo, dava di buone pietanze a'frati.

beccaria, i-403: a misura che l'uomo diventa più agiato si allontana dal penoso

vol. I Pag.258 - Da AGIOGRAFIA a AGITAMENTO (1 risultato)

sat., 3-244: ma se l'uomo è sì ricco, che sta ad

vol. I Pag.259 - Da AGITANTE a AGITATO (2 risultati)

, i-292: gran maladetta sorte di quell'uomo che non abbia mai potuto trovare un

morto. idem, 19-374: l'uomo giungendo le mani, le cui dita

vol. I Pag.260 - Da AGITATORE a AGLIO (2 risultati)

b. croce, i-3-146: l'uomo, che si considera indurato a ogni sorta

è pur sempre sensibile e sofferente: l'uomo, che pare calmo, ha tuttavia

vol. I Pag.261 - Da AGLIONZA a AGNELLO (5 risultati)

colore, che essendo nella faccia dell'uomo, denota poca sanità. -mangiar vaglio

fiorentini, 194: nella primavera dee l'uomo esere vestito di robe che no sieno

, l'agnello divora: e l'uomo non ha in odio l'uomo, ma

e l'uomo non ha in odio l'uomo, ma i vizi dell'uomo.

l'uomo, ma i vizi dell'uomo. lorenzo de'medici, i-258: l'

vol. I Pag.262 - Da AGNELLOTTO a AGNOSTICISMO (1 risultato)

]: sia pertanto adunque lo giusto uomo in continua paura, e considerando la

vol. I Pag.263 - Da AGNOSTICO a AGO (1 risultato)

il cammello, che non puote l'uomo ricco salire a cielo. francesco da barberino

vol. I Pag.264 - Da AGOCCHIA a AGONE (4 risultati)

maestro alberto, 26: paolino uomo consolare, le cui ricchezze i

patimento. papini, 27-273: un uomo che era riuscito soltanto a ottenere il

facevano a troia, esso vinceva ogni uomo. alfieri, 1-274: e in

salvini, 34-99: né di bacco alcun uomo in sacro agone / venne dotto a

vol. I Pag.265 - Da AGONE a AGORAFOBIA (4 risultati)

artista talora prova... e l'uomo dal sensibile cuore umano per coloro che

di sovranità. papini, 20-136: l'uomo è animale agonistico. = voce

un'angoscia più terribile di quella dell'uomo che agonizza nel fondo. d'annunzio

sembrano ricominciare a vivere mentre un uomo esplora i loro sepolcri nell'agorà. c

vol. I Pag.266 - Da AGORAIO a AGRARIA (2 risultati)

faccia. pavese, 143: l'uomo solo ripensa a quei campi, contento

disturbi... terribili per un uomo di lettere...: l'afasia

vol. I Pag.267 - Da AGRARIO a AGRESTO (3 risultati)

altre industrie di sostituire al lavoro dell'uomo quello delle macchine. idem, i-685

tesoro volgar., 2-108: l'uomo che viene meno in queste conversazioni,

...; danari due per uomo il giorno per e'lingi, cioè tovaglie

vol. I Pag.268 - Da AGRESTONE a AGRIFOGLIO (2 risultati)

più dolce, e niuna più degna dell'uomo libero. idem, 2-15: gli

la prima operazione che fece il primo uomo fu il coltivare la terra, ararla

vol. I Pag.269 - Da AGRIGNO a AGRO (3 risultati)

sm. (plur. -gi). uomo che si nutre di carne cruda e

. secondo l'uso della natura l'uomo nasce col capo innanzi, e co'piedi

che le cose un poco agre dilettano l'uomo, e confortano l'appetito. crescenzi

vol. I Pag.272 - Da AGUGLIARA a AGUZZARE (2 risultati)

tommaseo]: né carlo i fu grand'uomo e fiero, / naso aguglino

tesoro volgar., 7-55: quando uomo bene aguroso è amato, ciò

vol. I Pag.273 - Da AGUZZATA a AGUZZO (3 risultati)

ingegno, aguzza il giudizio e fa l'uomo accorto. palazzeschi, 4-209: sentiva

per tanto s'aguzza in esso [nell'uomo] la curiosità del trovarla [la

ira. d'annunzio, iv-1-51: un uomo quarantenne, quasi tutto calvo, sottile

vol. I Pag.274 - Da AH a AIA (3 risultati)

! montale, 1-45: ah l'uomo che se ne va sicuro, / agli

! ah! ». quando l'uomo è felice non c'è di meglio che

pellico, ii-94: ahi! che l'uomo è pieno di contraddizioni. leopardi,

vol. I Pag.276 - Da AITA a AIUOLA (1 risultato)

. moravia, v-116: era un uomo giovane, molto grande e aitante nella

vol. I Pag.277 - Da AIUOLO a AIUTARE (4 risultati)

iperbole, come se parlando d'un uomo piccolo lo nominassimo pigmeo: e dante

medico, e quando giudice, e quando uomo di corte, e quando barattieri,

: il pane non dà vita all'uomo, ma è uno disponimento e aiutaménto

dinanzi avea fatto ciò che appartiene a uomo sano e aiutante. ariosto, 7-75

vol. I Pag.279 - Da AIZOON a ALA (3 risultati)

18-4-2: tu dai aiutorio al rio uomo, e con coloro che odiano dio

alcuno, con ciò sia cosa che l'uomo abbisogna di molte cose, a le

pena secreta, il mio dolore / d'uomo giunto a un confine. onofri,

vol. I Pag.280 - Da ALA a ALA (3 risultati)

i latini si ricordavano della prima ala d'uomo caduta sul mediterraneo, dell'ala icaria

imitazione di cristo, ii-4-1: l'uomo è sollevato dalle cose terrene con due

spazio dalla sapienza e dall'ardimento dell'uomo, non avrà mai la vita d'

vol. I Pag.283 - Da ALACREMENTE a ALANO (1 risultato)

fido alano. 2. figur. uomo feroce. pulci, 15-82: credo

vol. I Pag.286 - Da ALBATA a ALBERATURA (1 risultato)

erano maestri. gentile, 3-9: l'uomo... è naturalmente artista;

vol. I Pag.289 - Da ALBERINO a ALBERO (1 risultato)

perde foglia. cavalca, 17-ii-166: l'uomo di parole e non di fatti è

vol. I Pag.290 - Da ALBERO a ALBINO (2 risultati)

da parecchi monelli ed anche da qualche uomo serio. in cima all'albero, un

. d'annunzio, iv-1-558: un uomo d'età inconoscibile, biondiccio,

vol. I Pag.291 - Da ALBIO a ALBORE (1 risultato)

, 141-54: questo albitro stava come un uomo di legno; e brevemente, se

vol. I Pag.292 - Da ALBORELLA a ALCADE (1 risultato)

[bibbia], 107: perciocché niun uomo, in cui sia difetto, vi

vol. I Pag.293 - Da ALCAICO a ALCHEMILLA (1 risultato)

638: vedevam laggiù / correre un uomo dietro una grande alce. tombari, 2-128

vol. I Pag.294 - Da ALCHERMES a ALCHIMISTICO (2 risultati)

questa novella essere femina, ed era uomo. alchìmico (alchèmico),

di più di settant'anni, piacevolissimo uomo: questo... faceva professione

vol. I Pag.296 - Da ALCOOLIMETRIA a ALCUNO (5 risultati)

alcolizzato, notissimo in città, l'uomo a cui l'alcool aveva a poco a

novellino, 2 (n): l'uomo era molto savio: quando vedeva alcuno

ed attento d'ogni bene, che uomo avesse fatto. michelangelo, 38 (

alcuno, non se gli dee l'uomo avvicinare sì, che se gli aliti nel

e il giovanile trasporto mi sembrò l'uomo adatto per ritentare la prova. saba

vol. I Pag.297 - Da ALDACE a ALDINO (6 risultati)

: e certo, come che l'uomo sia il più del tempo acconcio a

nel cui lavoro non credo bastasse / anche uomo, né forse angel alcono, /

1-12 (29): era questo uomo di bellissima forma, alda- cissimo

maggiori, perché questo è uno animo d'uomo troppo alda- cissimo. idem,

idem, 2-13 (327): questo uomo era superbo, aldace, animoso

oltretomba, il mondo che attende l'uomo dopo la morte. deledda,

vol. I Pag.298 - Da ALDIO a ALENA (2 risultati)

. ammaestramenti, 7: lo savio uomo è contento di sé medesimo, non

terrena..., restituire l'uomo nella sua serietà e nella sua attività:

vol. I Pag.301 - Da ALFABETO a ALFINE (3 risultati)

), raffigurato in una testa d'uomo con una specie di casco: i

donna alfine è il paragon de l'uomo. abbellì, iii-179: fatto ai

. d'annunzio, ii-723: o uomo occhicèrulo, m'odi! / lascia che

vol. I Pag.302 - Da ALFINO a ALGEBRICO (1 risultato)

faldella, iii-74: osservai che l'uomo non è individuo ma è genere,

vol. I Pag.303 - Da ALGEBRISTA a ALIANTE (2 risultati)

tesoro volgar., 7-20: quando l'uomo mette tutta la sua cura nelle

li uccelli s'azzuffano, quando l'uomo trova la donnola nella via...

vol. I Pag.304 - Da ALIARE a ALIEETO (1 risultato)

l'arte sia amorale e che l'uomo possa praticamente procurarsi nell'arte un alibi

vol. I Pag.305 - Da ALIENABILE a ALIENAZIONE (2 risultati)

è tanto insistito sul tema dell'uomo alienato. allenatóre, agg.

5. filos. l'estraniarsi dell'uomo dai prodotti della sua attività e dall'

vol. I Pag.306 - Da ALIENIGENA a ALIMENTARE (4 risultati)

appresso li giudei, a con giungersi con uomo straniero »). cfr. casiodoro

me. ojetti, i-5: più l'uomo è modesto ed alieno dal lusso e

, 4-8: sta sempre [l'uomo generato a cristo] con la mente con

in tutto fa [l'amore] l'uomo alieno da se medesimo e proprio de

vol. I Pag.307 - Da ALIMENTARE a ALIMENTO (3 risultati)

sempre accompagna fuori delle sue case l'uomo esule, e sventurato. idem,

vale generalmente ogni cibo di che l'uomo si nutrisce; ma si debba intendere per

storico come tale è contemplatore, non uomo pratico e politico: se non scatta quella

vol. I Pag.309 - Da ALISTERESI a ALITO (4 risultati)

con alcuno, non se gli dee l'uomo avvicinare sì, che se gli aliti

bibbia], 1-4: iddiò formò l'uomo della polvere della terra, e gli

nari un fiato vitale: e l'uomo fu fatto anima vivente. d'annunzio,

fra giordano, 1-15: tirando l'uomo a sé l'alito sì lo

vol. I Pag.310 - Da ALITO SO a ALLACCIATO (1 risultato)

taglio e a tutte maniere che l'uomo volesse avere, e tutta la settimana sta

vol. I Pag.311 - Da ALLACCIATO a ALLAMPANATO (2 risultati)

, 7-359: scarpe alte quasi da uomo, allacciate con le stringhe a croce

dal soffitto, e in fondo, l'uomo vi era allacciato con una più piccola

vol. I Pag.312 - Da ALLAMPARE a ALLARGARE (2 risultati)

barche. idem, 19-379: un uomo che aveva la camicia di marmo come una

machiavelli, 888: chi è stimato uomo da bene, e che vaglia,

vol. I Pag.313 - Da ALLARGATA a ALLARME (1 risultato)

non seppi trovar cosa che per un uomo sanamente spregiudicato potesse aver nulla, direi

vol. I Pag.314 - Da ALLARMISMO a ALLATTAMENTO (2 risultati)

direbbe quella di opporsi ostinati all'opera dell'uomo saggio e di tirare la folla,

: che è che non lascia l'uomo allassare? -il guadagnare. giov. cavalcanti

vol. I Pag.315 - Da ALLATTANTE a ALLEFICARE (2 risultati)

. segneri, iv-711: è un uomo beneficato sommamente da dio,..

, 1 (18): l'uomo che vuole offendere, o che teme,

vol. I Pag.316 - Da ALLEGABILE a ALLEGARE (1 risultato)

33: li denti di ciascun uomo, il quale mangerà l'uva acerba

vol. I Pag.317 - Da ALLEGATO a ALLEGGERIRE (4 risultati)

, tu dicevi: -egli è un uomo grosso e fa per simplicità. caro,

leone ebreo, 29: spesso piglia l'uomo parte degli affanni de l'amico per

il disgusto e la fatica che l'uomo prova nel non far nulla. idem,

non essere giudicato da lei come un uomo comune alleggeriva nella mia conscienza il peso

vol. I Pag.318 - Da ALLEGGERITO a ALLEGORIA (1 risultato)

di sillabe metriche, ma un uomo libero, spirato dai numi a mostrare agli

vol. I Pag.319 - Da ALLEGORICAMENTE a ALLEGRAMENTO (3 risultati)

che allegoricamente significa che bisognando a l'uomo inanzi che salga al cielo, cioè alla

virgilio, cioè la ragione superiore dell'uomo con la filosofia morale de'gentili;

cupidità guasta in forma il volto che l'uomo non è riconosciuto. leone ebreo,

vol. I Pag.320 - Da ALLEGRANZA a ALLEGREZZA (2 risultati)

: e però si conviene a l'uomo, a dimostrare la sua anima ne l'

cinque i dolori principali e maggiori che l'uomo può avere in questo mondo vivendo:

vol. I Pag.321 - Da ALLEGRIA a ALLELOMORFO (7 risultati)

. ma che duopo ha d'allegria l'uomo quando è giunto ad una buona virilità

; anzi la più preziosa possessione dell'uomo: beato chi sa giovarsene! ed è

esso la gioia — e che un uomo possa ridere, cantare e veder ballare e

invogliati tutti d'andare a veder quell'uomo; e si scampanava più per allegria

più allegra ch'altra femina col più lieto uomo del mondo ti trovi, e prenda

proverbi sul genere di quello: « uomo allegro, dio l'aiuta »? deledda

ovidio volgar., 23: quando l'uomo è allegro di vino, non ha

vol. I Pag.324 - Da ALLESSO a ALLETTARE (1 risultato)

foscolo, ii-2-19: agitato [l'uomo] ognor più dall'impeto del desiderio e

vol. I Pag.325 - Da ALLETTARE a ALLEVARE (2 risultati)

, 22-52: non certo d'un tal uomo ulisse il caro / figlio, sul

già in un luogo assai solitario un uomo dotato da natura d'uno ingegno perspicacissimo

vol. I Pag.326 - Da ALLEVARE a ALLIBIRE (1 risultato)

2-6-49: a questa inaspettata parola quell'uomo allibbì, chiuse la tenda, e se

vol. I Pag.327 - Da ALLIBITO a ALLIGAZIONE (2 risultati)

gli uomini fece, volle essere trovato uomo, e tra gli uomini scritto.

seco... francesco ferrucci, come uomo suf fiziente ed allievo di

vol. I Pag.328 - Da ALLIGNAMENTO a ALLINEO (1 risultato)

allineate si sente la mano assidua dell'uomo. deledda, ii-101: e le barche

vol. I Pag.329 - Da ALLINGUATO a ALLOCCO (1 risultato)

per lo caldo: così il buono uomo si distrugge e alliquidisce di compassione e

vol. I Pag.330 - Da ALLOCHESSIA a ALLODOLA (1 risultato)

cielo. palazzeschi, i-809: un uomo con la testa nelle nuvole, un

vol. I Pag.331 - Da ALLODOSSIA a ALLOGATO (2 risultati)

740: deh! vedi come il valent'uomo le sa ben dare la carne della

animali] sono... inferiori all'uomo, il quale ha maggior copia di

vol. I Pag.332 - Da ALLOGATORE a ALLOGGIATO (1 risultato)

firenze. trattati antichi, 65: è uomo di poco servigio e discorrente di qua

vol. I Pag.334 - Da ALLONTANATO a ALLORA (1 risultato)

su'servigio, allora di certo dee l'uomo diliberare l'animo faticoso e penoso.

vol. I Pag.335 - Da ALLORAMAI a ALLORO (2 risultati)

affare del vino: bensì il suo uomo sapeva, ma questi -per allora -

con seco molto continuo, allora che l'uomo s'ha fatto tale che di se

vol. I Pag.336 - Da ALLORQUANDO a ALLUCINANTE (2 risultati)

di ogni poeta, che è sempre insieme uomo intero, e di ogni poesia,

. bisticci, 71: non era uomo che potesse tenere le risa, vedendo

vol. I Pag.337 - Da ALLUCINARE a ALLUMARE (2 risultati)

a significare quell'abbaglio che prende l'uomo quando crede di percepire cosa che non

bontempelli, 9-133: come mai un uomo simile può avere un lampo di alluci-

vol. I Pag.339 - Da ALLUMINARE a ALLUMITE (4 risultati)

occhio è nobile membro del corpo dell'uomo, dunque la salutazione è nobile parte

la lettera come l'occhio allumina l'uomo. iacopone, 27-18: ma s'eo

di dio, il quale insegna all'uomo la scienza, il signore allumina i ciechi

esemplo muovono e infiammano più la volontà dell'uomo. bianco da siena, 32:

vol. I Pag.340 - Da ALLUNAMENTO a ALLUNGARE (1 risultato)

tempo quanto è più rapido il cuore dell'uomo. se il palpito si accelera,

vol. I Pag.341 - Da ALLUNGATAMENTE a ALLUSIVO (1 risultato)

, quando in quella tale espressione l'uomo alcuna allusione vi riconosca? cesarotti,

vol. I Pag.342 - Da ALLUSTRARE a ALMANACCARE (1 risultato)

defunti. idem, 19-265: l'uomo, navigatore ardito, che s'incimentava con

vol. I Pag.343 - Da ALMANACCATO a ALMENO (3 risultati)

insieme a un albero, mentre un uomo spara su un altro uomo. jovine

mentre un uomo spara su un altro uomo. jovine, 3-96: in quei giorni

. idem, iii- 372: ogni uomo aria desiderio che morendo el corpo,

vol. I Pag.344 - Da ALMIRAGLIO a ALOÈ (3 risultati)

; l'ammazzato era sempre stato un uomo torbido. 3. almeno che sia

essere pesante e fisso, e quando l'uomo lo morde col dente che abbia savore

di chiaro, e che quando l'uomo il mastica col dente si

vol. I Pag.347 - Da ALPIERE a ALQUANTO (2 risultati)

non pochi, che vogliono che l'uomo li tegna dicitori. idem, conv

più basso alquanto, però che l'uomo ode meno dalla lunga che non vede.

vol. I Pag.348 - Da ALSÌ a ALTAMENTE (1 risultato)

segneri, i-55: se tu ami un uomo altamente, ami ch'egli sia amato

vol. I Pag.349 - Da ALTANA a ALTARE (1 risultato)

organo sull'altare maggiore; altare che all'uomo parve si sollevasse in una lontananza indefinita

vol. I Pag.350 - Da ALTARINO a ALTERARE (2 risultati)

vicende politiche. manzoni, 196: l'uomo ha... il terribile potere

e delle argenterie: tanto che l'uomo in giacca disse: -sembra un

vol. I Pag.351 - Da ALTERATAMENTE a ALTERAZIONE (4 risultati)

. guicciardini, 8-1 io: uno uomo bene qualificato debbe cercare di essere tenuto

l'ignoranza parziale può sussistere anche nell'uomo alterato dalla ragione, anche nell'uomo

uomo alterato dalla ragione, anche nell'uomo ridotto in società. idem, i-367:

società. idem, i-367: l'uomo alterato, cioè divenuto imperfetto relativamente alla

vol. I Pag.352 - Da ALTERCANTE a ALTERITÀ (3 risultati)

essere falsificata. collodi, 678: l'uomo che sa scrivere è già incamminato su

a farmi da alter ego e da uomo di paglia. de marchi, 937:

167: i dominatori sanno sfruttare l'uomo fino all'ultima energia, comandano con

vol. I Pag.353 - Da ALTERNAMENTE a ALTERNATIVAMENTE (2 risultati)

, i-145: tutta la vita dell'uomo, com'è composta ora di giorni ora

modo il grande albero e il piccolo uomo alternarono l'albe e i tramonti, chiusi

vol. I Pag.354 - Da ALTERNATIVO a ALTERO (3 risultati)

lussuriosissima. idem, viii-182: l'uomo superbo sempre usa parole altiere, spaventevoli

suo, più che a uno grave uomo non si conveniva. ariosto, 2-9:

ha men tristo senso di superbo. l'uomo altero può avere qualche ragione o pretesto

vol. I Pag.355 - Da ALTEROSO a ALTEZZA (2 risultati)

, più che fraterna amicizia a un pover'uomo. ojetti, ii-249: prima di

del papa: -boito deve convertirsi. un uomo di quell'altezza non deve restare un

vol. I Pag.356 - Da ALTEZZOSAMENTE a ALTITUDINE (2 risultati)

conservare un viso serio, da uomo saggio. tombari, 1-116: gli altri

altissimo! queste sono cose che un uomo del vostro taglio le sa meglio di me

vol. I Pag.357 - Da ALTIVOLANTE a ALTO (4 risultati)

nello spazio, nel cielo. -detto dell'uomo e del suo corpo: che è

. leopardi, i-404: [l'uomo] dimentica e discrede quell'acerba verità

1-90: il mare parla più alto dell'uomo e copre con la voce il ronzio

di pigliare ciascuno alto animo di qualunque uomo. idem, dee.,

vol. I Pag.358 - Da ALTO a ALTO (2 risultati)

nata..., estimava niuno uomo di bassa condizione, quantunque ricchissimo fosse

bene; ma non se ne dee l'uomo tanto maravigliare, né alto con somme

vol. I Pag.359 - Da ALTO a ALTORILIEVO (1 risultato)

., 24 (425): nell'uomo che avevan sempre riguardato, per dir

vol. I Pag.360 - Da ALTORITÀ a ALTRETTANTO (2 risultati)

226: -è qui braccia! -urlò un uomo, altosquas- sando un pugno massiccio,

ii-2-158: è altresì chiaro che quest'uomo mescerebbe alla letteratura ogni specie d'industria

vol. I Pag.361 - Da ALTRI a ALTRIMENTI (5 risultati)

indef. sing. invar. un altro uomo, un altro individuo, altra persona

con valore impersonale: uno, un uomo). latini, i-2098:

francese on (e dell'italiano l'uomo, uno, la persona, si,

spiace, non altrimenti che quando l'uomo è mossó a correre, ed altri

, / avea di fera più che d'uomo il volto. boterò, i-226:

vol. I Pag.362 - Da ALTRO a ALTRO (2 risultati)

maestro alberto, 194: ed eziandio l'uomo medesimo, altrimenti il senso, altrimenti

comanda [la legge] che l'uomo stia pacificamente, e che non percuota

vol. I Pag.363 - Da ALTRO a ALTRO (7 risultati)

giustizia: per l'una si parte l'uomo dal male, e per l'altra

e per l'altra entra l'uomo a far bene. fioretti, xxi-986 (

, per non lasciar ben avere un uomo; pensate poi due alla volta, l'

24 (422): il pover'uomo aprì la bocca, e disse: «

altro è la professione, altro è l'uomo. baldini, 4-119: altro è

irato, sì come dice seneca: -l'uomo irato non parla altro che pecato.

773: bisognerebbe proprio dire che l'uomo è fatto male! -che l'ho

vol. I Pag.364 - Da ALTROCHÉ a ALTROVE (3 risultati)

ii-256: dal suo modo di scrivere parrebbe uomo grave e compassato; ma era tutt'

voluto mandare all'altro mondo qualcheduno, uomo o donna che fosse, c'è voluto

1-22: d'altronde, quando un uomo si affida con grande serenità alla giustizia degli

vol. I Pag.365 - Da ALTRUI a ALTRUI (2 risultati)

: nella comune usanza si dee l'uomo astenere di tanto dar consiglio e di tanto

. b. croce, ii-7-244: un uomo passionale e fantastico, che offre altrui

vol. I Pag.366 - Da ALTRUISMO a ALURGITE (2 risultati)

d'annunzio, iv-2-928: un altro uomo, che volava nella nube, con un

d'animo, per la quale l'uomo né per le tribulazioni del mondo si

vol. I Pag.367 - Da ALVANO a ALZAIA (2 risultati)

e del caldo... un uomo espertissimo m'affermò che migliori sono gli alveari

. pascoli, 390: l'uomo non vola, o garrula ghiandaia, /

vol. I Pag.368 - Da ALZAMENTO a ALZARE (2 risultati)

gomito. palazzeschi, 3-203: quel brav'uomo aveva trovato il segreto per essere felice

mani. panzini, ii-624: l'uomo che alza la mano sopra una donna

vol. I Pag.369 - Da ALZARE a ALZATA (1 risultato)

a buttar nel fuoco dell'inferno l'uomo..., che la fa

vol. I Pag.370 - Da ALZATO a AMABILE (3 risultati)

tesoro volgar., 7-56: l'uomo amabile in compagnia t'è più amico

che ciascuna vertù sia amabile ne l'uomo, quella è più amabile in esso

vero cavaliere. baretti, i-143: l'uomo che s'acquista la stima di una

vol. I Pag.372 - Da AMANITINA a AMANZA (3 risultati)

b. croce, i-3-256: l'uomo virtuoso dev'essere amante di sé (<

del paradiso, 292: vanaglorioso è ogni uomo, che si dimostra amante di dimostrarsi

atto egli appetisce, e sforzasi di uomo farsi dio. idem, 2-34:

vol. I Pag.373 - Da AMARACCIOLA a AMARE (1 risultato)

]: impossibile è, che l'uomo ami dio con più cura che debbia,

vol. I Pag.374 - Da AMAREARE a AMAREGGIATO (5 risultati)

conv., i-1-8: però che ciascuno uomo a ciascuno uomo naturalmente è amico,

: però che ciascuno uomo a ciascuno uomo naturalmente è amico, e ciascuno amico si

d'amare. idem, i-386: l'uomo non può amare e disamare a sua

, compiacersi. cavalca, 4-265: uomo di gran pazienza, e molto amava

parte sinistra. alberti, 254: l'uomo naturalmente ama libertà, ama vivere a

vol. I Pag.375 - Da AMAREGGIOLA a AMARITUDINE (1 risultato)

sanza mescolanza di alcuna amaritudine: l'uomo che ha vera delettazione sta sempre allegro.

vol. I Pag.376 - Da AMARO a AMARO (5 risultati)

: non essere tanto amaro ch'ogni uomo ti sputi, né tanto dolce ch'ogni

ti sputi, né tanto dolce ch'ogni uomo ti succhi. b. segni

e noiosa, in cui dee l'uomo bassare lo volto che dice: io prego

tutti incarchi sostenere a dosso / de'l'uomo infin al peso ch'è mortale,

cristo, i-22-2: quanto più l'uomo vorrà essere spirituale, tanto più la

vol. I Pag.377 - Da AMAROGNO a AMATO (4 risultati)

fiorentine, iv-1-184: di esso l'uomo si può fidare interamente, oltreché ha ancora

volgar, 6-16: e giudica come l'uomo sano di sapori, che giudica lo

amaro per l'amaro. ma l'uomo ch'è infermo fa tutt'il contrario,

.. / certo ti piace, o uomo. = dimin. di amaro

vol. I Pag.378 - Da AMATO a AMATORIO (5 risultati)

; e fin tanto / ch'io son uomo e non ombra / piango le cose

e f. vantato, vantata: l'uomo amato, la donna amata.

. guittone, 3-58: prode uomo, amatore di vertù, deside- ratore

, 3-23: pensarono fare uno imperadore, uomo che fusse giusto, savio e potente

amator miracoloso degli amici, anzi un uomo fatto apposta per amare la gente dotta e

vol. I Pag.380 - Da AMBASCIA a AMBASCIATORE (1 risultato)

fascio grande delle lettere, e'non è uomo in questa casa e in questa vicinanza

vol. I Pag.381 - Da AMBASCIATOLA a AMBIENTE (1 risultato)

vi-io (74): e così fatto uomo testimonia che fosse quello verace ambidestro l'

vol. I Pag.382 - Da AMBIENZA a AMBIGUO (2 risultati)

silone, 5-13: essendo di natura uomo pacato e taciturno, non c'era

perplesso. guittone [crusca]: uomo èe nel risolvere ambiguissimo, e nello

vol. I Pag.383 - Da AMBIO a AMBIZIONE (2 risultati)

, 843: nel calesse c'era un uomo che, dondolandosi sull'ambio della bestia

, i-io: mio padre era un uomo purissimo di costumi... e non

vol. I Pag.385 - Da AMBODUE a AMBROSIA (2 risultati)

ii-284: quale cosa è più naturale all'uomo che nasce, che, vivendo,

seco. salvini, 41-421: da un uomo di scelte notizie mi fu detto,

vol. I Pag.386 - Da AMBROSIA a AMBULANTE (4 risultati)

ambrosiano, i milanesi dicono familiarmente un uomo alla buona, e suona più

ambrosiano, che avesse soccorso un uomo illustre della sua città stramazzato, non si

salvini, 41-421: da un uomo di scelte notizie mi fu detto,

ambulante, che porto dentro di me un uomo morto. nievo, 302: come

vol. I Pag.387 - Da AMBULANZA a AMEN (2 risultati)

può essere causa di malattie intestinali dell'uomo e degli animali (cfr. amebiasi

pesano forse le nostre lacrime? ciascun uomo è uno qualunque, a cui accade una

vol. I Pag.388 - Da AMENAMENTE a AMENTO (3 risultati)

: dal suo modo di scrivere parrebbe uomo grave e compassato; ma era tutt'altro

certo domenico mazzuoli, ameno ed erudito uomo, e buon raccoglitore di toscani manoscritti

, secondo i giureconsulti romani, l'uomo senza l'uso libero della ragione,

vol. I Pag.389 - Da AMENTO a AMETROPIA (2 risultati)

: l'amento è negli arbori come nell'uomo la prima lanugine che spunta e barba

; / vale a intelletto, ed all'uomo imbriago. intelligenza, 29: évi

vol. I Pag.390 - Da AMETROPICO a AMICIZIA (5 risultati)

6-1-309: inquanto anche la natura fece l'uomo mansueto e disarmato, cioè senza coma

lor modo, grande vergogna torna all'uomo esser feroce contra l'uomo.

torna all'uomo esser feroce contra l'uomo. 3. all'amicàbile:

amichevoli modi de'nemici non si dee uomo fidare. compagni, 3-4: a lui

amichevole, come il dalfino e l'uomo. idem, 147: la coniunzione

vol. I Pag.391 - Da AMICO a AMICO (5 risultati)

., i-1-8: però che ciascuno uomo a ciascuno uomo naturalmente è amico, e

: però che ciascuno uomo a ciascuno uomo naturalmente è amico, e ciascuno amico

corpo sanza l'anima, tale è l'uomo sanza l'amico. idem, 70

amico niuno. idem, 190: l'uomo che perde gli amici suoi è peggio

si divise. 4. l'uomo amato, la donna amata (designa un

vol. I Pag.392 - Da AMICO a AMILENE (2 risultati)

oh quanto è amico e fedele a l'uomo questo animale! varchi, v-771:

effetto che farebbe una camicia da uomo con il suo collare, ma

vol. I Pag.393 - Da AMILFENOLO a AMISTANZA (1 risultato)

284: migliore è la nimistà del savio uomo, che l'amistà del folle.

vol. I Pag.394 - Da AMITTO a AMMACCHIARE (3 risultati)

non avere compagnia né amistanza con uomo ch'abbia fama d'essere traditore. pulci

guanciale ammaccato dall'impronta della testa dell'uomo aveva un aspetto dolente di compagno che

appuntita. palazzeschi, i-608: un uomo piccino e storto, con la faccia

vol. I Pag.395 - Da AMMACCHIATO a AMMAESTRATORE (2 risultati)

, i-1061: vi sarà qualche uomo meno assuefabile ed ammaestrabile di una scimia.

persone. idem, 616: un buon uomo scultore,... essendo già

vol. I Pag.396 - Da AMMAESTRATURA a AMMALATO (1 risultato)

buono medico fa, che aiuta l'uomo sano mantenere sua sanità, e s'

vol. I Pag.397 - Da AMMALATTIRE a AMMANDRIARE (2 risultati)

, 249: alcuna persona, o uomo o femmina, ammaliata e fatturata,

periodici popolari, i-140: ora qual uomo di buon senso non riderebbe all'udire che

vol. I Pag.399 - Da AMMANNITORA a AMMANTATURA (1 risultato)

si specchia. arici, 127: all'uomo abbondi, / suo cibo, ed

vol. I Pag.400 - Da AMMANTELLARE a AMMASSAMENTO (2 risultati)

: il treno avanzava a passo d'uomo. un ammanto lugubre di nero lo

l'autorità più o meno di un uomo, l'autorità illimitata sopra le più

vol. I Pag.401 - Da AMMASSARE a AMMATASSARE (1 risultato)

, 7-1: ché tanto quanto l'uomo ammassa ed aggiunge più di buone cose

vol. I Pag.402 - Da AMMATASSATO a AMMAZZARE (1 risultato)

, iii-129: se colui che amazza uno uomo merita la morte, che ne va

vol. I Pag.403 - Da AMMAZZARE a AMMAZZATO (12 risultati)

per non pochi anni, un così bravo uomo. giusti, i-386: di là

disse: 'bella cosa ammazzare un uomo morto '. settembrini, 1-74: chi

. settembrini, 1-74: chi ammazza un uomo, si nasconde; se è cercato

non più attore ma omicida, cioè uomo pratico. idem, i-3-344: dio vieta

. idem, i-3-344: dio vieta all'uomo di ammazzare l'uomo; ma intende

dio vieta all'uomo di ammazzare l'uomo; ma intende vietare ciò anche quando

mentre presso gli altri popoli italiani un uomo che ammazza un altro uomo è stimato

italiani un uomo che ammazza un altro uomo è stimato un assassino, in toscana,

specie a firenze, è stimato un gentile uomo, e a nessuno verrebbe in mente

; l'ammazzato era sempre stato un uomo torbido. deledda, ii-663: davanti

: e così avviene che in un uomo ammazzato, i toscani vedono soltanto un

ammazzato, i toscani vedono soltanto un uomo morto: e stimano colui che lo

vol. I Pag.404 - Da AMMAZZATOIO a AMMENDARE (3 risultati)

): mazzerare è gittare l'uomo in mare legato a una gran pietra,

perciocché in quel mentre che l'uomo, non senza pericolo d'ammemmare, spasseggia

ammendabile. idem [crusca]: uomo dopo li suo'trascorsi ammendabilissimo. libro

vol. I Pag.405 - Da AMMENDATO a AMMESSO (6 risultati)

s. c., 3-1-8: l'uomo seco abitando dee ripensare gli suoi

mendarla, revelò a uno fedele uomo che quella città dovea perire.

[delle femmine] è mobile. qual uomo sarà che possa ammendare ciò che gl'

. tesoro volgar., 7-14: l'uomo che ha usato le parole da rimproverare

soffredi del grazia, 7: l'uomo che dimora lungamente in alcuno peccato,

. cavalcanti, 160: paolo, come uomo rozzo e non esperto nel governo della

vol. I Pag.406 - Da AMMESTARE a AMMEZZATO (3 risultati)

e l'influsso d'uno sopra l'altro uomo. cavour, xi-243: i popoli

: mondo al quale egli [l'uomo] appartiene e che vuol vivere e

cavalca, 2-132: ecco questo rio uomo... eziandio gli pagani

vol. I Pag.407 - Da AMMEZZATO a AMMINISTRANTE (5 risultati)

vi-1-281 (25-2): io non trovo uomo che viva contento, / non giovane

tesoro volgar., 6-26: l'uomo giusto è agguagliatore tal fiata, e

l'uom che ammicca, come l'uomo il quale accenna la cosa che non vuol

nelle bestie che più si accostano all'uomo. panzini, iii-544: veniva il

complicità. piovene, 2-53: l'uomo mi ascoltò, si sbirciò intorno con mistero

vol. I Pag.409 - Da AMMINISTRATORIO a AMMINUIRE (1 risultato)

... ma è così facile all'uomo abusare de'suoi diritti, e il

vol. I Pag.410 - Da AMMINUTAMENTO a AMMIRARE (5 risultati)

, per perdere il nome di buono uomo, e amenuire tua fede e giustizia.

. che ciascheduna cosa la quale l'uomo fa, dallo ammirabile e santo nome di

, 22 (380): d'un uomo così ammi- rabile in complesso, noi

affinché mano profana non la toccasse. l'uomo della legge, come di ciò si

(58): ruggier de loria, uomo di valore inestimabile e allora ammiraglio del

vol. I Pag.411 - Da AMMIRATIVAMENTE a AMMISSIBILE (4 risultati)

mai luogo. idem, v-339: l'uomo al quale basta prima d'essere guardato

ammiratori. campanella, 2-125: l'uomo non sta solo come verme, ma come

di sé (conosciuta la virtù dell'uomo e la passata sua fortuna) qualche ammirazione

87: la robusta tempra di quell'uomo che non m'invitava dapprincipio a nessuna

vol. I Pag.412 - Da AMMISSIBILITÀ a AMMODINO (3 risultati)

filosofi, 312: le segnorie repenti neuno uomo tiene lungamente, e le ammisurate durano

mangiare e in bere, e che l'uomo sia ammisurato. ammite

mi pare d'esser ormai un altr'uomo, e d'essermi quasi affatto ammodernato.

vol. I Pag.413 - Da AMMODITE a AMMOLLATO (1 risultato)

è grande, né adulterio, come uomo amogliato con femina maritata. giov.

vol. I Pag.414 - Da AMMOLLATO a AMMONIACO (2 risultati)

. idem, 8-3-1381: e quinci l'uomo ancor si guardi e schivi / d'

si pente. leopardi, i-263: l'uomo snervato e ammollito è più capace e

vol. I Pag.415 - Da AMMONIMENTO a AMMONIZIONE (3 risultati)

molta pratica per mutare il pesciolino in uomo. viani, 14-373: i sapienti hanno

., 3-6-8: non si conviene ad uomo di grande virtude di schifare ammonitore

mescolati con le cose indifferenti, che l'uomo non li può riconoscere. baldini,

vol. I Pag.416 - Da AMMONTAGNARE a AMMONTICELLARE (1 risultato)

papini, 25-170: sognavo che un uomo potentissimo... facesse tornare.

vol. I Pag.417 - Da AMMONTICELLATO a AMMORBIDIRE (4 risultati)

zolfo o altra trista cosa, amorba l'uomo. firenzuola, 264: assaltato [

capo d'uno orso, che d'un uomo. c. dati, vii-3-118

benedetto mai non indura il cuor dell'uomo fedele, anzi l'ammorbida, secondo

, ii-178: appena mai è uno uomo tanto crudele e tanto aspro, che

vol. I Pag.418 - Da AMMORBIDITO a AMMORTIRE (1 risultato)

, 200: in cotale maniera dee l'uomo le mani e'piedi muovere e travagliare

vol. I Pag.420 - Da AMMOSTATO a AMMUSARE (1 risultato)

: io non so però capire come un uomo..., abbia potuto

vol. I Pag.421 - Da AMMUSATO a AMNESIA (2 risultati)

. idem, 15-i-36: il pover uomo ammutì per un poco; di poi si

segneri, iii-1-250: atterrito il mal uomo, ricondusse la bestia al santo,

vol. I Pag.422 - Da AMNIO a AMORAZZO (3 risultati)

aver maniera, / sì che l'uomo avveder non sin potesse /...

innocenza. idem, i-3-349: un uomo amorale stabilirà a se medesimo leggi amorali

medesimo leggi amorali; e tra un uomo e una donna amorali altro matrimonio non

vol. I Pag.423 - Da AMORCA a AMORE (7 risultati)

, iv-298: perch'ell'è [l'uomo] creato per amore, non può

, e amóre d'elezione, proprio dell'uomo, espressione di intelligenza e volontà,

forma dell'altro sesso, cioè all'uomo della femmina, e alla femmina,

femmina, e alla femmina, dell'uomo: per la quale altri desidera tutte le

66: amore è fra donna e uomo comunemente, e la amicizia discorre fra

discorre fra donna e donna, o uomo e uomo il più delle volte.

fra donna e donna, o uomo e uomo il più delle volte. caro,

vol. I Pag.424 - Da AMORE a AMORE (3 risultati)

ogni uomo e ogni donna depositasse un volume delle

conto di perder la testa per un uomo! pascoli, 622: il mio non

perché è il supremo sforzo che l'uomo tenta per uscire dalla solitudine del suo essere

vol. I Pag.425 - Da AMORE a AMORE (6 risultati)

guardare dal prendersi dello amore di maggiore uomo, ch'ella non è.

rivolta. -di dio verso l'uomo e dell'uomo verso dio e verso

-di dio verso l'uomo e dell'uomo verso dio e verso il prossimo,

così l'amore di dio diparte l'uomo dell'amore del mondo, e dell'

giustizia è un'altra vita per l'uomo, che patì in un mondo così

c. gozzi, i-5: qual uomo di senno potrà negarmi che ci sieno dei

vol. I Pag.426 - Da AMORE a AMORE (4 risultati)

, che non posso credere ch'un uomo, che si trova un granello di

/ quando con tanto amore / l'uomo a'suoi studi intende? faldella, iv-152

arte; poiché l'olandese, benché uomo di commercio, era un po'paesista

-in unione all'agg. possessivo: l'uomo amato, la donna amata (con

vol. I Pag.427 - Da AMORE a AMOREGGIAMENTO (2 risultati)

che donna non fu mai che tanto amasse uomo. idem, dee., 2-8

vecchi; l'altra, perché fa l'uomo di leggiero e men grave sentimento,

vol. I Pag.428 - Da AMOREGGIARE a AMORFA (3 risultati)

xxi-967 (37): veramente questo gentile uomo sarebbe buono per la nostra compagnia,

però che la forza d'amore tiene l'uomo, più che alcun altro vincolo,

noi arrivammo alla possessione di quel valente uomo, dal quale noi ne fummo ricevuti

vol. I Pag.432 - Da AMPLESSICAULE a AMPLIFICARE (4 risultati)

la portava a farsi vittima di quello [uomo] e a essere sfuggita, per

uc cidere, non uno uomo,... ma infiniti, e

ampliandosi la cerchia del conoscere di un uomo morale, la sua azione morale si

uso della lingua non è opera d'un uomo, o d'un corpo, o

vol. I Pag.433 - Da AMPLIFICATIVO a AMPOLLA (1 risultato)

: nello stato in cui contempliamo l'uomo non ha esso grande amplificazione d'idee

vol. I Pag.434 - Da AMPOLLIERA a ANABBAGLIANTE (2 risultati)

le crucce. luzi, 65: l'uomo amputato delle gambe scioglie / il

per quanto ho potuto vedere, parmi uomo assai inclinato a credere la virtù degli amuleti

vol. I Pag.436 - Da ANACRONISMICO a ANAGALLIDE (2 risultati)

anche fare un s. giovan batista, uomo fatto, in compagnia di cristo fanciullo

molto futuro da noi un anacronismo questo uomo che col piccone, con la dura

vol. I Pag.438 - Da ANALECTA a ANALISTA (2 risultati)

degli analfabeti / machiavelli e di studi sull'uomo del passato più che d'innessuno comprendeva

da tempo / greta garbo e tuizioni sull'uomo avvenire, lo ricacciava nelle anatomie charlot

vol. I Pag.439 - Da ANALITICA a ANALOGIA (3 risultati)

, i-1-245: non basta aver analizzato l'uomo; bisogna trovare una regola da governarlo

rosmini, 1-2- 169: l'uomo, dopo d'aver abbracciato il tutto alquanto

analizzasse con industria il passo fatto dall'uomo abbandonando lo stato di natura e trasportandosi

vol. I Pag.440 - Da ANALOGICAMENTE a ANAPESTO (4 risultati)

, i-24: la prima operazione dell'uomo sopra la lingua dovea necessariamente esser quella

raffigurare come analogo a quello di un uomo adulto che riveda e rilegga i suoi

avspca (da dcvfip àvspó? 4 uomo '). anandro, agg.

privat. e dvfjp àvspót; 4 uomo '): 4 sprovvisto di virilità '

vol. I Pag.441 - Da ANAPLASMA a ANASARCHICO (3 risultati)

ragione sia numerosa chiamata, se l'uomo in lei o non s'accorge, o

l'irrevocabilità assoluta del diritto primordiale dell'uomo a una sua libertà individuale senza limiti

, ecc.) che alienano all'uomo una parte di questa libertà, l'uguaglianza

vol. I Pag.442 - Da ANASTALTICO a ANATOME (2 risultati)

: questo fine è biasimato ne l'uomo, aborrito nel cristiano, condennato nel

allegrezza, vedendo anatematizzare da un tal uomo quella opinione pestifera [degli ariani]

vol. I Pag.443 - Da ANATOMIA a ANATOPISMO (6 risultati)

avvezzandola a fare l'anatomia d'ogni uomo che se le parerà dinanzi. mazzini,

, pasciuta di machiavelli e di studi sull'uomo del passato più che d'intuizioni sull'

del passato più che d'intuizioni sull'uomo avvenire, lo ricacciava nelle anatomie dell'

costruzione del mondo, l'anatomia dell'uomo (come essi fan de'condennati a

voi siete più anatomo che non uomo savio. si può dare una pazzia più

non s'assomigli al femore dell'uomo. anatopismo, sm. raro

vol. I Pag.444 - Da ANATOSSINA a ANCESTRALE (1 risultato)

parti sopra cui si posa / l'uomo sentendo le sue gambe stanche.

vol. I Pag.445 - Da ANCHE a ANCIDITORE (2 risultati)

: tutto è bello; / anche l'uomo e il suo male, anche in

duodenale, che vive nell'intestino dell'uomo producendo sostanze tos siche ed

vol. I Pag.446 - Da ANCILE a ANCO (3 risultati)

dubbioso, finché non venga il figlio dell'uomo a giudicarlo. 2.

cedere d'infinito intervallo alla formazion d'un uomo vivo, anzi anco alla formazion d'

e chiara. d'annunzio, ii-667: uomo non più, non anco dio,

vol. I Pag.448 - Da ANCORAGGIO a ANCORCHÉ (1 risultato)

(90): non solamente di piccolo uomo il fe'di babilonia soldano, ma

vol. I Pag.449 - Da ANCORESSA a ANDAMENTO (2 risultati)

io nella tua effigie conoscessi che valoroso uomo dovevi per natura divenire, nondimeno con disaminato

e crudeli. leopardi, i-5: l'uomo niente tanto odia quanto la noia e

vol. I Pag.450 - Da ANDANA a ANDANTE (4 risultati)

riposo all'animo, e dee l'uomo trastullare in andamenti aperti, acciò che

], 25-5: ecco, niun uomo vede gli occulti andamenti del nostro cuore;

fanciullo era colui che doveva rispettare l'uomo, venerare il vecchio e imitarli nei

v-96: l'oriuolo è manifattura dell'uomo, e deltoriuolo ognuno si riderà di

vol. I Pag.452 - Da ANDARE a ANDARE (1 risultato)

9-213: come sentì quel contatto fervoroso dell'uomo, prima ritrattasi di colpo gli lasciò

vol. I Pag.453 - Da ANDARE a ANDARE (2 risultati)

i-292: corradino era quel tipo d'uomo che anche dagli amici, come dalle donne

, 7-8 (202): questo valente uomo... son poche sere,

vol. I Pag.454 - Da ANDARE a ANDARE (1 risultato)

ha ingannato... -piano, uomo da bene; guardate come parlate. il

vol. I Pag.455 - Da ANDARE a ANDARE (1 risultato)

, 7-1: va a girone. uomo che gira, intendiamo pazzo: e però

vol. I Pag.456 - Da ANDARE a ANDARE (2 risultati)

, 1-1 (71): il buon uomo... andava di giorno in

i corsari tolgono la roba d'ogn'uomo, e così facciam noi; se non

vol. I Pag.457 - Da ANDARE a ANDARE (1 risultato)

crusca]: io non dico che l'uomo vada sempre di un andare. s

vol. I Pag.459 - Da ANDATORE a ANDIRIVIENI (5 risultati)

in braccio! hi meccère: ecco onesto uomo! è divenuto andator di notte,

[movimento] del corpo dee l'uomo guardare la sua andatura non sia troppo

, i-7: sì come allo savio uomo si convien andatura temperata, così parlare posato

cavallo vecchio non muta andatura: l'uomo che ha preso abitudini viziose, non se

chi ha con perseveranza studiato l'uomo ne'secoli avrà rilevato agevolmente che una

vol. I Pag.460 - Da ANDITO a ANDROGINIA (7 risultati)

formata sul gr. àvfjp àvspó? * uomo '. andrivèllo, sm.

dotta, dal gr. dvfjp dcvspóc 'uomo 'sul modello di gineceo.

puntura può essere mortale anche per l'uomo. = voce dotta, lat.

abbassa il furore e la collera dell'uomo. vallisneri, 1-760: fra'corpi

buona per raffrenare le passioni violente dell'uomo. 2. androdamanta, sf

; -avròc, 'che doma l'uomo '. cfr. isidoro, 16-15-8:

voce dotta, gr. àvfjp dcvspó? uomo e cpó3o? * avver

vol. I Pag.461 - Da ANDROGINICO a ANELANTE (13 risultati)

ermafrodito quando nella concezione il seme dell'uomo e il sangue della donna sono d'equale

, che i greci chiamano androgini, cioè uomo e donna, ovvero maschio e femmina

delizie. 2. filos. l'uomo primigenio, secondo il mito ideato da

in principio, dunque, non esisteva l'uomo e la donna: ma soltanto l'

comp. da àvvjp dv8pó <; * uomo 'e yuvfj * donna '. cfr

zioni della figura, e dei gesti dell'uomo. gli androidi par lano

comp. da avfjp àv8pó <; 'uomo 'e -eisvjc 4 simile '

, gr. àvrjp àv8pó <; 'uomo 'e \ xav£oc * pazzia

'(cfr. ctvfip dvspó? 'uomo '). cfr. festo,

dal gr. dvfjp àvspó5 'uomo 'e tccóycov 'barba '.

comp. da dvfjp dcv8pó <; 4 uomo 'e oocxos 'scudo '

. < xv8pó- oaiptov 4 sangue d'uomo '(per il sugo del frutto)

: comp. da àvfjp avspós 4 uomo 'e aljxa 4 sangue '.

vol. I Pag.462 - Da ANELANTEMENTE a ANELLO (3 risultati)

anelito finale di sommersi / simili all'uomo o a lui vicini pure / nel

(91): un grande e ricco uomo fu già, il quale, intra l'

chiamare un giovane, il quale era gentile uomo ma povero,... e

vol. I Pag.464 - Da ANELLOSO a ANEMOSCOPIO (1 risultato)

il cielo! / né aspetto d'uomo od opra umana avante / erami; ed

vol. I Pag.465 - Da ANEMOTROPISMO a ANFANEGGIARE (2 risultati)

colpo fulminante. cantoni, 342: un uomo cioè sempre assorto nella cura preventiva dell'

. fogazzaro, 2-182: pareva un uomo gottoso che anfanasse dietro un nipotino monello

vol. I Pag.469 - Da ANGELICALE a ANGELO (7 risultati)

la divina grazia continuamente fece questo angelico uomo crescere di virtù in virtù. ariosto

malvagio) tra la divinità e l'uomo. nell'angelologia cristiana gli angeli sono

creati da dio, superiori all'uomo in potenza e scienza, perché non

celeste, e si manifestano talvolta all'uomo, come messi di dio; sono

conservato anche dopo la condanna istigano l'uomo a trasgredire la legge divina).

machiavelli, 779: diventa pertanto l'uomo, usando questa ingratitudine contro a dio

diavolo, di signore servo, di uomo bestia. tasso, 2-4: ciò che

vol. I Pag.470 - Da ANGELORO a ANGHERIA (1 risultato)

cristiana, è dato da dio a ciascun uomo come protettore. tasso, 11-72

vol. I Pag.471 - Da ANGHIERE a ANGLICANO (3 risultati)

nel quarto vano è la creazione dell'uomo, dove si vede iddio col braccio e

donnette che dicono « pst! bell'uomo! ». negri, 1-31: veniam

. panzini, ii-420: lui, uomo e italiano, soffriva a stare sotto

vol. I Pag.473 - Da ANGOLOIDE a ANGOSCIA (2 risultati)

sotto il portico, respirò come un uomo liberato da un'angoscia. dessi, 6-70

, acuta, tormentosa, per cui l'uomo teme di soccombere; preoccupazione assillante che

vol. I Pag.474 - Da ANGOSCIAMENTO a ANGOSCIOSO (6 risultati)

volte. idem, 1006: all'uomo non sia lecito di por fine a'suoi

mere propàggini pragmatifere del sistema pensante « uomo ». silone, 5-274: apparve

. nell'esistenzialismo, condizione caratteristica dell'uomo di fronte a ciò che può accadere,

), della finitudine e labilità dell'uomo (heidegger), dell'impossibilità dell'

), dell'impossibilità dell'esistenza dell'uomo fine a se stesso, senza la

è più. viani, 19-312: l'uomo qui s'angoscia e s'affanna,

vol. I Pag.475 - Da ANGOSTURA a ANGUILLA (2 risultati)

eguaglia la grossezza della coscia d'un uomo, la lunghezza a proporzione. vallisneri

torceva. luzi, 61: l'uomo nuovo del posto esita incerto / che via

vol. I Pag.476 - Da ANGUILLAIA a ANGUSTIA (3 risultati)

anguinaia / tronca dall'altro che l'uomo ha forcuto. boccaccio, dee.,

volte 0 più la testa d'un uomo, rotondo, a buccia verde e àscia

: vediamo che è impossibile che l'uomo in questo mondo stia sanza qualche angustia

vol. I Pag.477 - Da ANGUSTI ANTE a ANIDRITE (2 risultati)

, tale però che non porta l'uomo ad angustiarsi, addolorarsi, sentir compassione

, 15 (268): un uomo di questa sorte mi deve per l'appunto

vol. I Pag.478 - Da ANIDRO a ANIMA (6 risultati)

d'annunzio, iv-1-898: un uomo... con le campanelle d'oro

e sorgente unica e immateriale che nell'uomo presiede a tutte le funzioni della vita

, intellettiva); parte spirituale dell'uomo, contrapposta a. quella puramente fisica

anima è la più nobile parte dell'uomo che gli dona vita e conoscenza e

. marino, 191: la voce dell'uomo gl'inesplicabili pensieri dalla mente espone come

, 6-68: che disperazione 1'anima dell'uomo! le nostre speranze son nel passato

vol. I Pag.479 - Da ANIMA a ANIMA (4 risultati)

tant'anima, come se fosse un uomo. d'annunzio, iv-1-61: un giovane

10. l'insieme delle facoltà intellettuali dell'uomo; mente, pensiero. petrarca

11. parte incorruttibile dell'uomo, di origine divina (secondo le

l'anima del malvagio può rinascere in un uomo infame e senza casta, in un

vol. I Pag.481 - Da ANIMABILE a ANIMALE (12 risultati)

la quale il conte, ch'era uomo d'anima, gradiva, venne al conte

guittone, 3-16: è bene che l'uomo ami se stesso, ma non a

1-14: questo pensiero della vita di un uomo, messa insieme di tante minime vite

ragionevoli, gli quali s'appartengono a uomo nella parladura...; e gli

: sia questo l'exemplo nella dififinizione dell'uomo, la quale è questa: «

la quale è questa: « l'uomo è animale razionale mortale ».

certo queste parole si convegnono sì all'uomo che non si puote intendere d'altro

si puote d'altro intendere se non dell'uomo. giamboni, iv-173: animale è

raggia in quella: e però è l'uomo divino animale da li filosofi chiamato.

): io ho sempre inteso, l'uomo essere il più nobile animale che tra'

oltre ad ogni altro animale data all'uomo, si dovrebbon gloriare quando da alcuno

croce, ii-13-314: si sa che l'uomo non può esser distinto dall'animale mercé

vol. I Pag.482 - Da ANIMALERIA a ANIMALESCO (7 risultati)

io credo certo che sarebbe peggio esser uomo che bestia; perché gli uomini mancherebbono

e comprende sotto di sé anche l'uomo, noi ce ne serviamo per speciale,

. (ed esprime l'abbrutimento dell'uomo per l'eccessiva fatica, la miseria,

. 6. figur. uomo bestiale, di mente ottusa, di

al malmantile, 510: dicendosi a un uomo: tu sei un animale, intendiamo

della natura è imitata non solo dall'uomo,... ma dalla industria d'

: è una cosa indecente che un uomo sia come una botte di sangue a disposizione

vol. I Pag.483 - Da ANIMALIERE a ANIMATO (11 risultati)

turchina. idem, ii-1061: l'uomo adesso ascoltava con una curiosità animalesca:

. -figur. indegno d'un uomo, vergognoso. paoletti, i-2-342:

degli animali; in modo turpe per un uomo. d. bartoli, 18-1-146:

da freni razionali, per cui l'uomo assomiglia all'animale (in stadi di

rozzi, primitivi). ciò che l'uomo ha in comune con l'animale (

dà l'animalità, ciò che nell'uomo è di brutale e d'impulsivo, non

.): nelle stesse operazioni che l'uomo e il bruto paiono del pari

inclinato,... solo l'uomo veggiamo ritto colla fronte e col viso elevato