Grande dizionario della lingua italiana

Prototipo edizione digitale

Risultati per: quel Nuova ricerca

Numero di risultati: 71253

vol. I Pag.1 - Da A a A (2 risultati)

un segno, col quale s'accenna quel suono che si fa, o può far

può dire, all'a: pensa quel che voi direste, chi vi raccontasse

vol. I Pag.2 - Da A a A (7 risultati)

che 'ntorno erano sparti / s'accolsero a quel luogo. idem, purg.,

1-11: irato al sire / destò quel dio nel campo un feral morbo. foscolo

. idem, 269-4: perduto ho quel che ritrovar non spero / dal borea

infilzandosi da se stesso... in quel coltello, si passò per lo petto

4 (63): l'alterazione di quel volto, che passava, in un

questa tavola e non s'ardiva chiedere di quel vino. idem, 45 (77

aperta, in quella campagna, su quel mare. ojetti, i-162: eran tutti

vol. I Pag.3 - Da A a A (3 risultati)

/ a la mia feritate: or quel ch'avanza / viver voglio ad aminta

entrai fra le altre carrozze in quel cortile. -concomitanza. foscolo

da ridere, all'idea se avesse saputo quel che pensavo. 12. esprime l'

vol. I Pag.4 - Da A a A (6 risultati)

popolo. tasso, 3-40: mira quel grande ch'è coperto a bruno; /

doni, 1-15: per il contrario quel madrigale cromatico... del buttrigari

durante la notte, aveva reso impraticabile quel lungo stradone di campagna. ojetti,

domandò... se alcuno conoscesse quel ribaldo che a rimpetto all'uscio della sua

mano rude. idem, iv-1-862: quel raccapriccio... ch'egli aveva pro

/ tutta in un loco, a quel ch'i'sento è nulla. ariosto,

vol. I Pag.5 - Da A a A (7 risultati)

/ u'leggerebbe « i'mi son quel ch'i'soglio ». petrarca, 65-3

19: e, cominciando, chiamo quel signore, / ch'a la mia donna

tavola ritonda, 3: quegli di quel paese ne furono assai allegri da poi

facciate di non rifiutare né avere a vile quel piccioletto dono, il quale io vi

sempre uguale, tutto aveva quell'odore, quel gusto, quel colore d'allora.

aveva quell'odore, quel gusto, quel colore d'allora. -condizionali.

, 242: questo è adunque quel viaggio il quale volea quell'ostinato astrologo

vol. I Pag.6 - Da A a ABATE (5 risultati)

. carena, 1-38: abaco, quel membro piano o tavola, che a

, detto rinoceronte, de'quali animali quel paese n'è pienissimo. magalotti,

un nome per parigi, che in quel mio castello ab antico abitassi uno spirito.

la fossa, / che tosto piangerà quel monastero. idem, purg., 26-129

con quegli abatoni, che regalano di quel del convento. -dimin. e

vol. I Pag.7 - Da ABATINO a ABBACINARE (3 risultati)

andrete abbacando per far dire a lui quel che non dice. idem, 8-50:

avrei preferito morire che vivere misurato a quel modo: per abbaccare i rigori di un

e di rosa. viani, 14-296: quel che frigge in padella è gatto invece

vol. I Pag.8 - Da ABBACINATO a ABBAGLIAMENTO (3 risultati)

radiosa di sole; la strada sotto quel bagliore abbacinava la vista. idem, iii-422

a crocchio da solo a solo con quel bel giovinotto. goldoni, v-74:

baglior si vede..., e quel che negli abbagliamenti non si vede,

vol. I Pag.9 - Da ABBAGLIANTE a ABBAGLIARE (5 risultati)

è quello abbagliantissimo del sole, cioè quel vivissimo lume che ci rimane, e

/ e con gran furia addosso a quel si scaglia. boiardo, 142: sì

: la cena è finita oramai, / quel bianco stasera m'abbaglia, / non

, i-3-539: pensando le cose per quel ch'elle vagliono, non ci lasceremo

della speranza, che ad altro. quel che abbaglia la mente, le tremola

vol. I Pag.10 - Da ABBAGLIATAMENTE a ABBAIARE (5 risultati)

è consueto quando mi voglio assicurare che quel che vedo non è un abbaglio.

abba- gliore alle altre stelle intorno a quel luogo. tommaseo- rigutini, 2572:

abbaiamento. carena, 2-189: squittire, quel frequente e acuto abbaiamento che fa il

, inf., 6-28: qual è quel cane che abbaiando agugna, / e

a un altro che esce di fila in quel momento. nievo, 97: il

vol. I Pag.11 - Da ABBAIARE a ABBANCARE (2 risultati)

ad antonio che fece ammutolire per sempre quel vanesio e prolisso abbaiatore. 3

2-188: si direbbe che abbaio sia quel primo scatto di voce che manda fuori

vol. I Pag.12 - Da ABBANCATO a ABBANDONARE (3 risultati)

). settembrini, 1-136: in quel dolore mi venne il pensiero,

., 5 (74): per quel poco che posso, non v'abbandonerò

iii-285: l'aratro toglie alla terra quel non so che di arcigno e nemico che

vol. I Pag.13 - Da ABBANDONATAMENTE a ABBANDONATO (3 risultati)

sorriso. cinelli, 9-152: in quel momento la voce si abbandonava a una

suo marito, / s'era in quel loco e 'n sé stessa ristretta. ammirato

, vi-1148: e piangerete un giorno quel core abbandonato / che vi amò dolcemente.

vol. I Pag.14 - Da ABBANDONATORE a ABBARBAGLIARE (1 risultato)

questo loco strano. idem, 2-1-17: quel guerrier... /..

vol. I Pag.15 - Da ABBARBAGLIATAMENTE a ABBARRATO (2 risultati)

accalcava, con gli occhi abbarbagliati da quel colossale focolare. d'annunzio, iv-2-49:

nella corteccia, si può dire, di quel terreno ove s'abbarbicano, in capo

vol. I Pag.16 - Da ABBARUFF AMENTO a ABBASSARE (1 risultato)

.]: meglio il suo abbaruffato che quel d'altri assettato: prov. sapiente

vol. I Pag.17 - Da ABBASSATO a ABBASSO (3 risultati)

caro, 9-2-89: pure speriamo in quel nichetto, che farà presto abbassar loro

608): verso il mezzo di quel cielo cupo e abbassato, traspariva..

. bontempelli, 6-282: fino a quel punto aveva parlato tenendo gli occhi abbassati sul

vol. I Pag.18 - Da ABBASTANZA a ABBATTERE (4 risultati)

: non si rendeva abbastanza conto di quel che volessero da lui. palazzeschi,

sul campo combatte, / fa tristo quel che innanzi gli si para, / però

215: con che costanza / quel che ieri schernì, prosteso adora /

sua dignità interiore; sacrificò per sempre quel che gli rimaneva di fede e d'idealità

vol. I Pag.19 - Da ABBATTIFIENO a ABBATTUTA (5 risultati)

206: oh se m'abbatto mai in quel songa, che un tempo trattai sì

donò al pastore un vitello per aver quel zufolo; e ritiratosi in se stesso

che li conduce sempre al fondo di quel che si abbattono a fare.

parte dei deboli... a quel turbine fiero, e a quell'impetuosa burrasca

(63): l'alterazione di quel volto, che passava, in un momento

vol. I Pag.20 - Da ABBATTUTO a ABBELLIRE (1 risultato)

i vari abbellimenti e diversi inganni di quel mostro [della fortuna]. bacchelli,

vol. I Pag.21 - Da ABBELLITO a ABBEVERATOIO (4 risultati)

o come meglio aggrada: * in quel negozio c'è da abbellirsi come un vuole

mi disse 'già un de'lor frati, quel vicario ne fu per avere il malanno

, s'intesero benissimo con lui con quel muto ed espressivo linguaggio. e gli

ne'luoghi delle pasture, o mischiarlo con quel che pascono [le pecore],

vol. I Pag.22 - Da ABBÌ a ABBIGLIARE (6 risultati)

del tutto scarnite, abbiadate per quel giorno con un pastone intriso di

redi [p. viani]: quel che i fiorentini dicono abbiccì, ovvero

, la porta a un altro dotto di quel calibro, il quale gliela legge e

al lusso dell'abbigliamento, pare che quel popolo amasse la semplicità nel proprio vestire

di quanto una donna normale potesse a quel tempo portare, e non era poca cosa

, iii-174: smettete di abbigliarvi a quel modo, ché siete di derisione presso

vol. I Pag.23 - Da ABBIGLIATO a ABBISOGNARE (6 risultati)

: un giovane, maestrevolmente abbigliato in quel pastoreccio abito..., simulava

.., simulava d'esser guardiano di quel bestiame. vasari, iii-434: sotto

abbioscia sullo scheletro come esausta per tutto quel faticare. bacchetti, 3-224: allora

fece alcun atto che avvicinasse a lui quel povero fanciullo abbisognante di soccorso e di

abbisogna. pellico, 244: talvolta quel giovine che prende la malvagia strada,

speranza: la parola di cui abbisognavo in quel momento. svevo, 2-383: da

vol. I Pag.24 - Da ABBISOGNEVOLE a ABBOCCATO (4 risultati)

o toccherà a noi tutti a somministrargli quel più che gli abbisognerà. bella alternativa!

una lunga segregazione. borgese, 1-258: quel tanto che potesse abbisognare alla famiglia.

anguilla preda a boccate e non lascia quel che ha abboccato. bocchelli, i-52

improvvisa bufera, perché le navi di quel paese sono incastellate e colle vele altissime

vol. I Pag.25 - Da ABBOCCATOIO a ABBONDANTE (4 risultati)

gesuiti col santissimo sacramento, credendo che a quel venerato segno si sarebbero [i tumultuanti

baretti, ii-38: ma quali cangiamenti ha quel tiranno cagionati ne'territori del nostro regno

abbondanza. angiolieri, 77-5: quel fornimento / che si bisogna a quei

]: le piove che vengono in quel tempo sono benedette, e fanno prò e

vol. I Pag.26 - Da ABBONDANTEMENTE a ABBONDARE (4 risultati)

maestri nostri lavorarne più abbondantemente ed in quel modo che hanno voluto. soderini,

(53): e non potendo in quel fervore contenersi per l'abbondanza della divina

1-12 (i-142): ella in quel tempo deliberò a'casi suoi provvedere e

mettano in abbondanza ciascuno per rata di quel che hanno riposto, fino a cento

vol. I Pag.27 - Da ABBONDATO a ABBORDAGGIO (4 risultati)

. maia materdona, iii-322: vedi quel mar di quante spume abonda. baretti

in cautela, quando uno fa più di quel che sia richiesto, o di più

che sia richiesto, o di più di quel che sia necessario...,

: dal dì, che ai principali di quel paese sia nata una figlia, gli

vol. I Pag.28 - Da ABBORDARE a ABBOTTONARE (1 risultato)

s'accorsero ben presto, / che quel non è mestier da abborracciare. note

vol. I Pag.91 - Da ACCOLLATA a ACCOMANDANTE (2 risultati)

dell'altro, ma avendolo visto con quel po'po'd'accollo già, tanto

fidi miei. idem, 254: e quel che ha un nome vile / è

vol. I Pag.92 - Da ACCOMANDARE a ACCOMIATARE (2 risultati)

: dio vi dèa quella allegrezza e quel bene che voi disiderate il maggiore,

serri e costringa a passar tutta per quel foro. = nel significato del

vol. I Pag.93 - Da ACCOMIATATO a ACCOMODARE (2 risultati)

[nell'andare a falcone] in quel non poco che si convien saperne,

... sono molto acconci a quel numero ch'io vorrei. baldinucci, 2-6-364

vol. I Pag.94 - Da ACCOMODATAMENTE a ACCOMODATO (2 risultati)

non solamente bastava per il bisogno di quel paese, ma ne accomodavano la provincia

vi accomodai, appoggiata la schiena a quel tronco cordiale. bocchelli, 1-iii-566:

vol. I Pag.95 - Da ACCOMODATORE a ACCOMPAGNARE (3 risultati)

ripieni pare a me, che possa dirsi quel che da altri è detto accompagnanome:

accompagnante il decoro della persona, che quel d'agra- mante a brandimarte? salvini

. d. bartoli, 4-5-1 io: quel che sempre accompagna le lunghe e sfortunate

vol. I Pag.96 - Da ACCOMPAGNATA a ACCOMPAGNATO (7 risultati)

-figur. petrarca, 311-5: quel rosigniuol che sì soave piagne /..

suonasse un violino scordato, accompagnando con quel motivo monotono il mormorio delle foglie umide

nuova, 9 (52): cavalcai quel giorno pensoso molto e accompagnato da molti

torricelli, 115: non mi maraviglio che quel proietto, fin ch'egli viene accompagnato

volo. vallisneri, i-134: in quel foro [il tafano] depone l'uovo

una simile. magalotti, 7-91: in quel primo impeto fermai di chiederlo [il

iii-280: si accompagnò col frate verso quel romitorio. 11. rifl.

vol. I Pag.97 - Da ACCOMPAGNATORE a ACCONCEZZA (2 risultati)

né fu alcuno strumento che là entro quel giorno non risonasse, accompagnati da dolcissimi

mi sarà più un allarme spregiudicato né in quel sole che scatenava e accomunava felici cose

vol. I Pag.98 - Da ACCONCIABILE a ACCONCIARE (2 risultati)

tua virtù e la mia avarizia e quel che da me disideri. idem, dee

/ disse mor- gante: « se quel non si spegne / per istanotte, io

vol. I Pag.99 - Da ACCONCIATAMENTE a ACCONCIATURA (3 risultati)

acconciò con esso lui, acciò imparasse quel mestiero, lorenzo suo figliuolo. canti

stuparich, 5-229: se fossero entrati in quel momento e mi avessero scoperto acconciato a

momento e mi avessero scoperto acconciato a quel modo! rivedevo la mia immagine nello

vol. I Pag.100 - Da ACCONCIME a ACCONCIO (1 risultato)

acconciature. d'annunzio, iv-1-248: con quel suo profilo puro e diritto, coronato

vol. I Pag.101 - Da ACCONCIONI a ACCONTARE (3 risultati)

contrario. idem, 611: a che quel signore non voleva acconsentire, dubitando di

. allentare un cavo troppo teso di quel tanto necessario affinché non si spezzi.

e accontatosi col marito di lei, per quel modo che più onesto gli parve gliele

vol. I Pag.102 - Da ACCONTATO a ACCOPPIARE (1 risultato)

tasso, 2-33: questo dunque è quel laccio ond'io sperai / teco accoppiarmi in

vol. I Pag.103 - Da ACCOPPIATO a ACCORATO (10 risultati)

duoi legati, e coppia si dice quel paro congiunti insieme. marino, 7-138:

per amar più di giorno in giorno / quel dolce loco, accoppiatrice » sf

. nomi, 4-5: e quel ch'è peggio, le discordi membra /

gioia temperata da un turbamento leggiero, quel placido accoramento che si mostra di quand'

voce mitigata, l'innominato, fissando quel viso turbato dall'accoramento e dal terrore.

sua non sia. pea, 4-202: quel ferro appuntito, lungo un palmo,

13-84: « domanda tu ancora / di quel che credi ch'a me satisfaccia;

, iii-738: era, nel cielo, quel sorriso di luce innamorata che sì dolcemente

gli riusciva di ravvicinare l'io di quel tempo all'io presente. egli sentiva pur

, per mezzo delle quali si ottiene quel che si desidera. tommaseo [s.

vol. I Pag.104 - Da ACCORATOIO a ACCORDANZA (3 risultati)

le monache non si vedono: si sente quel gemito lungo e accorato di invocazione a

diminuire. dante, 55-33: e quel pensiero che m'accorcia il tempo /

-figur. pancrazi, 1-224: quel sorriso accorciato dalla tristezza che si chiama

vol. I Pag.105 - Da ACCORDARE a ACCORDATO (3 risultati)

, 5-72: poi ch'ostinati in quel desìo li mira, / novo consiglio

/ rendeno un alto suon, ch'a quel s'accorda / con che i vicin

t'accorda, / ché debbe ognun voler quel che vuol questo, / ed accordarsi

vol. I Pag.106 - Da ACCORDATORE a ACCORDO (1 risultato)

a riosto, 30-26: il resto di quel dì, che da l'accordo /

vol. I Pag.107 - Da ACCORDONARE a ACCORRERE (3 risultati)

: gli pareva di distinguere, in quel fragore, ora piano ora forte,

è non meno fuor di ragione di quel che sia la poca stima che fanno

accorse. tasso, 5-28: quasi in quel punto mille spade ardenti / furon vedute

vol. I Pag.108 - Da ACCORRUOMO a ACCORTO (3 risultati)

selva rom- pìeno ogni rosta. / quel dinanzi: « or accorri, accorri,

serviva ella. poliziano, 122: per quel brieve tempo che ti resta, /

ognun ch'aperta borsa porta, / ma quel ch'accorta / usa maniera in dare

vol. I Pag.109 - Da ACCOSCIARE a ACCOSTARE (2 risultati)

dalla selva rompìeno ogni rosta. / quel dinanzi: « or accorri, accorri,

un legnetto..., ed in quel messo fuoco, con ammendune le galee

vol. I Pag.111 - Da ACCOSTO a ACCOVACCIATO (1 risultato)

era accostumato. leopardi, i-119: quel modo di parlare che non viene dall'

vol. I Pag.112 - Da ACCOVACCIOLARE a ACCOZZO (3 risultati)

delle membra diverse. caro, 5-226: quel sillogismo col quale si contraddice, non

diamine me lo accozzerò, ché io con quel messer petrarca non sono troppo amico,

anche asserire che fosse il feudatario di quel paese. tommaseo, 1-148: vo

vol. I Pag.113 - Da ACCREDERE a ACCRESCERE (3 risultati)

quei particolarmente che ambivano d'accreditare con quel lavoro i propri pennelli, tanto e tanto

1-1027: i maligni sussurravano che con quel denaro ella pagasse i suoi amanti.

accreditarti. fagiuoli, 3-1-369: e, quel che si stimava, / pagava tutti

vol. I Pag.115 - Da ACCULATO a ACCURATEZZA (3 risultati)

or rore s'accumulò in quel breve spazio, contro il muro dìruto

de * fanciulli poteva furare, quantunque quel fosse, accuratissimamente spendeva nello studio de'

b. croce, ii-6-371: in quel tempo ebbe inizio la mia crisi religiosa

vol. I Pag.116 - Da ACCURATO a ACCUSARE (7 risultati)

petrarca, siccome il più dotto di quel secolo, mi piace. e io credo

guardo umano. carducci, 26: io quel dì che mie voglie accusàbile »

voglia accusarti della mia morte più di quel che ti accusarono gli uomini. manzini

se se medesima dona ad altrui, quel segnale l'accusi. b. davanzati,

bisacce, accusavano di stranieri, e, quel ch'era peggio, di francesi

par., 14-136: escusar puommi di quel ch'io m'accuso / per escusarmi

indebitamente, ma converrà specificare la qualità di quel male che fu giurato. deledda,

vol. I Pag.117 - Da ACCUSATA a ACERBITÀ (3 risultati)

l'accusato confessa ch'elli àe commesso quel peccato e confessa che l'àe fatto

, / all'intelletto mio manifestando / quel grande che cantò tarmi e gli amori

). viani, 19-320: di quel rimorso, che l'acerbiva, volle

vol. I Pag.118 - Da ACERBO a ACERO (6 risultati)

magalotti, 1-440: l'acqua è quel primo sugo del quale s'impregna il

quella schiuma antica / per indi ove quel fummo è più acerbo. cecco d'ascoli

dìttamo dell'ida. idem, iv-2-1245: quel giorno d'estate acerbo e torbido come

viso un'aria malinconica dove ci leggi quel suo acerbo disappunto di non mai piacere

modo acerbo: / -or se'tu quel ch'a sostener gli eccelsi / segni

in guisa / co 'l natio dolce in quel bel volto s'era, / che

vol. I Pag.119 - Da ACEROSO a ACETILENE (1 risultato)

d'onde marine. sassetti, 98: quel bucoimo di legno... era

vol. I Pag.121 - Da ACETUME a ACHIRO (4 risultati)

. per la qual cosa, per quel medesimo nome chiamar la possiamo che questo

roché l'animo perde per obliviare tutto quel gaudio il quale pigliava quando puro e

altra riva non ho più memoria di quel che mi son lasciato alle spalle.

vantaggio). magalotti, ii-70: quel vostro achilie delle contradizioni mosaiche,.

vol. I Pag.122 - Da ACHIROPOIETA a ACIDOFILO (3 risultati)

o acido. redi, 16-i-5: quel d'aversa acido asprino, / che non

intossicazione acuta di acido carbonico erano in quel corpicciuolo incadaverito. la piccola faccia era

quelli non mancano mai, insinuano che quel che frigge in padella è gatto invece

vol. I Pag.123 - Da ACIDOSALINO a ACONITO (2 risultati)

sambuco stellato. idem, 3-191: fiutando quel suo buono odore / acidulo di mela

rosario. d'annunzio, iv-2-903: quel nome che pur dianzi aveva risonato nel

vol. I Pag.124 - Da ACONTISTA a ACQUA (3 risultati)

avendomi questi velenosissimi serpenti ridotto alla memoria quel malvagissimo serpe, che per lanciarsi addosso

monte sospende. castiglione, 410: con quel continuo battere, che fa che l'

era offerto d'attingere in gran copia da quel mare inesausto tacque delle scienze più nobili

vol. I Pag.125 - Da ACQUA a ACQUA (2 risultati)

. m. villani, 6-55: è quel piano sì abbondante d'acqua viva,

assai acqua. anguillara, 9-209: pur quel ch'in poppa gli offici comparte,

vol. I Pag.126 - Da ACQUA a ACQUA (3 risultati)

dal pel dell'acqua dell'inverno a quel dell'estate, si vedrà [ecc.

li copriva, / forse non men di quel commodo e grato, i ch'ebber

d'argilla. tombari, 1-102: in quel mentre tonò: un po'd'acqua

vol. I Pag.127 - Da ACQUA a ACQUA (4 risultati)

acqu'a mortaio / dice, se quel di min credo fruttare. berni, 38-14

abbiam fatt'acqua. magalotti, 7-199: quel verso... vedo benissimo che

via piglia quest'acqua, e da quel principio si dovrà conietturare più la qualcosa

s. borghini, 1-451: quel legno [di moisé] era cristo,

vol. I Pag.128 - Da ACQUA a ACQUA (3 risultati)

angelica / o con qualche altro spirito / quel poco d'irascibile / che con pregievol

, imperocché l'acqua cotta, secondo quel c'hanno detto i savi, fa minore

ei risorga. baretti, 1-47: quel suo non turbarsene punto,..

vol. I Pag.129 - Da ACQUA a ACQUA (2 risultati)

pane; /... / quel rode come un cane, / poi giù

115: alla semplice nominazione di quel ribaldacelo dello storione, gli viene subito

vol. I Pag.130 - Da ACQUACCHIARE a ACQUAIO (3 risultati)

: un gatto mai veduto fino a quel giorno, tutto nero... gli

sono vicini. ojetti, ii-315: quel gioco dell'adulterio (foco, foco,

l'efficacia dell'acqua forte... quel natio senso quasi infallibile l'awertiva del

vol. I Pag.132 - Da ACQUARIO a ACQUATINTA (4 risultati)

sono venute! ci ricaverà la metà di quel che poteva costare. cardarelli, 1-5

uomini eretici. firenzuola, 308: quel bianco uccello che suole del continuo colle

ne gli acquatici avverrà l'opposito di quel che accade ne gli animali terrestri.

uccelli acquatici non hanno nel loro esofago quel gozzo che vi hanno i galli e

vol. I Pag.133 - Da ACQUATIVO a ACQUEDOTTO (2 risultati)

, che appartiene soltanto alla grazia di quel suo vaporare, come un giuoco fra

dopo l'altra gli orli erbosi aumentavano quel senso di campagna vasta ventilata. ojetti

vol. I Pag.134 - Da ACQUE ITÀ a ACQUETTA (1 risultato)

dal colore delle salse si vede quel che vale un cuoco e una cucina.

vol. I Pag.135 - Da ACQUICOLA a ACQUIETARE (6 risultati)

acquicelle, che correvano per lo mezzo di quel prato; ed erano tanto soavissime,

medicina acqueterai? tasso, 7-14: quel saggio parlar ch'ai cor le scende,

può principalmente il poeta effettuare ed acquetare quel vago mondo di fantasmi che gli ferve

ben sono in parte altr'uom da quel ch'io fui, / ch'or da

fa un po'di romore, ma presto quel romore s'acqueta, e non se

: risponde a lui boorte: a quel che s'abbia / di me disposto il

vol. I Pag.136 - Da ACQUIETAZIONE a ACQUISTARE (9 risultati)

accertarsi di averla bene impugnata. in quel moto, il bicipite emerse visibilissimo, rivelando

subito notificare al rettore o ufiziale di quel luogo dove si faranno, così per

, meno acquistabile... che quel tal genere di sensibilità con cui l'

, iv-49: mattamente fa chi lascia quel ch'egli ha, per acquistare quello che

de l'effetto de l'acquistare di quel che manca: donde più consiste ne

minestra, tanto da non morire in quel giorno. paolieri, 2-146: un tipo

comunità, l'acquistar beni stabili in quel territorio. e. cecchi, 6-76:

, molto agevole gli era a guardare quel passo. passavanti, 127: ciò faccendo

com'perde agevolmente in un marino / quel che 'n molti anni a gran pena

vol. I Pag.137 - Da ACQUISTARELLO a ACQUISTO (11 risultati)

: si deve distrugger quell'asilo, quel pritaneo, dove tanto agiatamente si ricoverano

che la natura ha data al cervello di quel troppo amabil sesso. alfieri, 65

uscita mai saetta / l'altezza di quel ramo non acquista. anguillara, 6-340:

egeo, / e credea d'acquistar quel giorno sesto. tasso, 15-52: la

[proponeva] di rimanere intanto a mangiare quel pane offerto così di buon cuore,

bacchetta di ferro acquista una verticità inverso quel polo, di maniera che, posata

umano. stuparich, 2-69: dentro quel folto di capelli lucenti il viso acquistava

ponte agliana. leonardo, 5-6: quel pittore che non dubita, poco acquista.

meo paraggio. lacopone, 18-13: quel dolor t'affiige tanto, / quanno

è maggior doglia / che mai non acquistar quel che l'uom voglia. marino,

sangue mio, di lin, di quel di cleto, / per essere ad acquisto

vol. I Pag.138 - Da ACQUITRINA a ACRE (1 risultato)

, e vi accrescono il calore di quel che si faccian negl'intestini, nelle narici

vol. I Pag.139 - Da ACRE a ACRIMONIOSO (5 risultati)

delle gaggie. viani, 19-315: in quel tripudio di primo mattino tra l'acre

buoni aera. boccaccio, vi-138: quel misterio sacro / per lo qual rinasciam,

nel sangue suo, che ha perduto quel dolce balsamico, o quell'oleoso volatile

non ferita. idem, 303: quel faticoso anelito / da l'osseo petto cui

te. calvino, 1-287: a quel tempo, un'acrimonia aristocratica improntava molti

vol. I Pag.140 - Da ACRINIA a ACROMATICO (2 risultati)

acrobazia delle nubi. marotta, 1-176: quel modo sospeso, pensile, astratto,

dall'ottico dollon), bisognerà che quel vostro amico sia prima informato del loro

vol. I Pag.141 - Da ACROMATINA a ACUIRE (1 risultato)

punta de la sottile acùcchia, e quel posto quasi a toccare l'occhio),

vol. I Pag.142 - Da ACUITÀ a ACUTAMENTE (3 risultati)

e studio loro, che di persuaderci quel che ci espongono. manzoni, 6:

dentro alle cavità dell'osso, per quel foro che chiamiamo il condotto acustico,

del pericolo. baldini, i-214: quel... frastuono supera le possibilità

vol. I Pag.143 - Da ACUTANGOLO a ACUTO (7 risultati)

. redi, 16-iii-299: chi è quel linceo, che con tacutezza della vista possa

cosi ch'io ero stupita dell'acutezza di quel soffrire. idem, iv-1-393: perché

sol dagli affanni che mi perseguitarono su quel globo. tozzi, i-123: ma il

acume, non hanno nel commercio sociale quel tanto d'acutézza che basta a distinguere

a costruire macchine arrivarono all'invenzione di quel capolavoro di acutezza che è la vite di

; con esso facevo un foro in quel luogo che a me pareva più proprio secondo

, acuto di quei funghi e di quel bosco autunnale. saba, 367: cantava

vol. I Pag.144 - Da ACUTO a ADACQUATOIO (1 risultato)

e fa guardia più aguta / da quel che spesso muta / signore o compagnoni.

vol. I Pag.145 - Da ADACQUATORE a ADAGIO (1 risultato)

, 1-677: onde meritò, che quel re gli portasse grand'amore, e rimunerandolo

vol. I Pag.146 - Da ADAGIO a ADAMO (7 risultati)

5-1-66: voi vedrete che adagio adagio quel panno offuscatore par che divenga più grosso

sfuggire, di quell'adagio e di quel presto di cui è fatta l'arte della

della stiratrice: tutto lì, in quel breve spazio fra la fronte e la

, valido riguardo all'effetto, secondo quel vecchio e verissimo adagio: multa facta

esce il sasso della fromba: / are'quel colpo ogni adamante rotto. poliziano,

mal seme d'adamo / gittansi di quel fito ad una ad una. idem,

: io, che meco avea di quel d'adamo, / vinto dal sonno,

vol. I Pag.147 - Da ADANAIATO a ADATTATAMELE (2 risultati)

pur col medesimo occhio, e in quel benefico sguardo infondendo in ciascuno una stessa

. dati, i-383: qui s'adatta quel che disse galeno, che i ricchi

vol. I Pag.148 - Da ADATTATO a ADDECIMAZIONE (3 risultati)

continuo « aggiornamento », di quel fatto unico e con creto

, / e ben dicea ciascun di quel paese: / -quest'è figliuol di

loro beni immobili... che in quel tempo non si trovassino in alcun modo

vol. I Pag.149 - Da ADDEMANNARE a ADDENTELLARE (5 risultati)

tubo flessibile applicato al cannello della botte quel tanto ch'è mestieri onde equilibrare la

region dell'aria, si addensano a quel freddo che quivi incontrano. montanari,

., 12 (218): mentre quel forno veniva così messo sottosopra, nessun

. 1827 (217): mentre quel forno veniva così disertato,...

fu ritrovato dai parenti, contadini presso quel bosco: riconosciuto e catturato. come

vol. I Pag.150 - Da ADDENTELLATO a ADDESTRARE (5 risultati)

buon porto capitate, / ed ogni cosa quel demòne ha detto. / or lasciàn

veggo appetto. / dimmi, cugin, quel che tu vuoi ch'i'faccia »

10-116: appresso vedi 'l lume di quel cero / che, giù in carne,

. tasso, 1-8: e con quel guardo suo ch'a dentro spia /

addentro e scura, / e dettono a quel corpo sepultura. 4.

vol. I Pag.151 - Da ADDESTRATO a ADDIETRO (4 risultati)

alla sella. boccaccio, i-107: quel giorno che voi al palagio del novello

/ chiudonsi in ciaschedun de'monasteri / di quel lama immortai al colto addette. colletta

21-7: un ufficiale veneziano addetto a quel comando. piovene, 5-299: con

d'annunzio, iv-2-912: risero di quel riso unanime che tante volte aveva rallegrato

vol. I Pag.152 - Da ADDIETTIVAZIONE a ADDIMANDATO (4 risultati)

, 15: sì bella corte tenne quel barone, / che dir non si potrebbe

mentre che elle nascono, escono di quel sempiterno fonte: dipoi in quel medesimo

di quel sempiterno fonte: dipoi in quel medesimo ritornano, quando la lor propria origine

addimandò patti, e trovogli tali quali in quel tempo ei poteva sperare. idem,

vol. I Pag.153 - Da ADDIMANDATORE a ADDIRE (5 risultati)

senza addimora- mento andossene a briseida con quel cavallo, e presen- togliele cortesemente.

addio; ecco che più non vedrete quel vostro bifolco, che per li monti

bacio di carità, caldo e santo come quel d'un apostolo. pellico, ii-110

, ii-110: salendo per l'erta di quel monticello, volgevamo gli occhi indietro per

che c'è nella vita / in quel sol punto... / s'era

vol. I Pag.154 - Da ADDIRE a ADDISCIPLINARE (7 risultati)

... di una riservatezza e quel pudore che tanto bene si addicono a una

a qualunque arte e mestiere, perdeva quel nome. leopardi, 6-57: a terra

radici e sentiva che a sbarbicarlo di quel paese lo si avrebbe addirittura ammazzato.

dentro la città, concorrerei al far quel taglio e addirizzaménto nel gomito che è immediatamente

1-56: colui che saetta, de'sapere quel che vuole fedire, e poi addirizzare

s. v.]: addirizzatura, quel rigo che si fa separando i capelli

il ciel tremìscere, / venite a quel che ad alta voce chiàmavi, / e

vol. I Pag.155 - Da ADDISCIPLINATO a ADDIVIDERE (2 risultati)

; / odi strider la rana, e quel baleno / mira, ch'appar colà

, contra grato / si fe'di quel che far non si convenne. cecco d'

vol. I Pag.156 - Da ADDIVINARE a ADDOBBATO (1 risultato)

amore. forteguerri, 10-9: ché quel destrier, che più s'orna e s'

vol. I Pag.157 - Da ADDOBBATORE a ADDOLCIRE (6 risultati)

rose, talché mangiandole senza altrimenti mondarle quel sugo pare adobbato con l'acqua rosa

veniva a finire come uno strascico di quel ricco addobbo dei colli, la visione grandiosa

alamanni, 4-1-400: non saprei indivinar quel ch'altri voglia, / né cognoscer

altri voglia, / né cognoscer saprei quel che più piace, / tacendo il

della natura umana, scattano quella volontà e quel gusto dell'assoluto, quell'abitudine di

578: ogni tuo brivido addolciva / quel bacio che mi toma oggi al pensiero.

vol. I Pag.158 - Da ADDOLCITIVO a ADDOMANDARE (1 risultato)

egli era di necessità il fare a quel coro dua pergami, e che quegli sarebbono

vol. I Pag.159 - Da ADDOME a ADDOPPIARE (1 risultato)

, ii-8- 154: questo è quel famoso leone del senegai...;

vol. I Pag.160 - Da ADDOPPIATO a ADDORMENTARE (2 risultati)

usitato è addoppiare che doppiare', e quel che dante dice: doppiar lo dolore,

: frate iacopo cominciò a dire devotamente quel verso del salmo: « in pace in

vol. I Pag.161 - Da ADDORMENTATICCIO a ADDOSSARE (3 risultati)

morte]; / solo aspettar sereno / quel dì ch'io pieghi addormentato il volto

essere simulata [la quiete interiore] da quel maligno spirito ch'è chiamato addormentatore.

. boccaccio, 2-17-30: rigido poi quel fier pastor scorgea / trarsi di sotto

vol. I Pag.162 - Da ADDOSSATO a ADDOTTORATO (7 risultati)

all'argine. soffici, ii-199: quel gruppetto di case fuor del paese addossate alla

manzini, 7-225: non potrò disfarmi di quel che sentii giovinetta, nell'allibito silenzio

infuriati verso casa, senza aver determinato quel che dovesse fare, ma con una

, onde si fa ima gran calca di quel bestiame che fa d'intorno e addosso

non fare soverchio il savio addosso a quel paolo, che ad ogni modo non

sp., 30 (520): quel giorno, il tale reggimento si spandeva

egli essere un raffinamento d'arte, quel menar ruvidamente la frusta addosso al mio

vol. I Pag.164 - Da ADDUTTORE a ADEGUARE (2 risultati)

da prima ne'tuoi begli occhi vidi quel piacere, che poi a'tuoi disii mi

che pareggia. alamanni, 9-55: quel che divora i figli era in disparte,

vol. I Pag.165 - Da ADEGUATAMENTE a ADEMPIERE (2 risultati)

, m'hanno intimato di non far quel matrimonio *. « e vi par codesta

, 1-76: non sapevo di aver quel dovere, e da adempierlo subito. nievo

vol. I Pag.166 - Da ADEMPIMENTO a ADERENTE (3 risultati)

savonarola, iii-504: tutto s'adempierà quel che io v'ho detto, o sien

5-63: era un buon adepto di quel port-royal minore e italiano e non giansenistico

pareva dovessero staccarsi. manzini, 8-62: quel mio modo di dare la mano come

vol. I Pag.167 - Da ADERENTEMENTE a ADERMIA (4 risultati)

fra i dependenti o gli aderenti di quel principe. manzoni, 364: non so

questi ella... vi rientrasse a quel modo che la cosa rara si adatta

socialismo, egli non era spinto che da quel risentimento. vittorini, 3-155: questo

convocaro il consiglio. foscolo, ii-2-94: quel genio, d'altronde celebre, voleva

vol. I Pag.168 - Da ADERPICARE a ADESO (1 risultato)

, preso dalla grazia immensa / di quel profilo forte che m'adesca. saba,

vol. I Pag.169 - Da ADESPOTO a ADIETTIVO (3 risultati)

e con suono ancor più sinistro, da quel tristo brulichìo usciva qualche vociaccia che rispondeva

(598):... da quel tristo brulicame usciva un'aspra voce di

] abitava in una piccola casa di quel borgo, che altro non era che

vol. I Pag.170 - Da ADIETTO a ADIRATAMENTE (2 risultati)

più si sublima. borsi, 1-68: quel ruscello / fresco e snello / che

angiolieri, 35-8: eo non potre'quel dicere né fare, / ch'i'

vol. I Pag.171 - Da ADIRATICCIO a ADIUNGERE (5 risultati)

togliete tal fatica, ed avete ben compreso quel principio, col quale possete rispondere a

curicciato contra noi malamente, certo in quel caso ne conviene... fare

di entrare. savonarola, iii-57: quel vapore va da una parte della terra

l'adito nella cittadella, si trovava in quel momento aperta. arici, io:

era offerto d'attingere in gran copia da quel mare inesausto tacque delle scienze più nobili

vol. I Pag.172 - Da ADIURARE a ADOCCHIATO (2 risultati)

ariosto, 4-46: or di frontino quel animoso smonta / (frontino era nomato

il suo destriero), / e sopra quel che va per l'aria monta,

vol. I Pag.173 - Da ADOCCHIATORE a ADOMBRARE (4 risultati)

era offerto d'attignere in gran copia da quel mare inesausto tacque delle scienze più nobili

. pucci, iii-217: pinto hai quel volto, cui non sdegno adombra. battista

d'intendeme se non pochissimo, e quel pochissimo per ispiegarlo, o per dir

e fingo / ch'altri avvampi in quel foco ond'io sol gemo. gaudiosi,

vol. I Pag.174 - Da ADOMBRATAMENTE a ADONE (2 risultati)

, i-282: ella [maria] a quel dir le ciglia / grava d'alto

7-305: il ragazzo, aombrato da quel funebre squallore, s'era tratto indietro,

vol. I Pag.175 - Da ADONE a ADOPERARE (2 risultati)

571: ingannati [i cittadini] da quel nome della libertà che costoro, per

che dolor fu per la mora / quel vedersi lì adontar! / dal figliuol che

vol. I Pag.176 - Da ADOPERATO a ADORAMENTO (1 risultato)

gli adorabili sorrisi. svevo, 5-54: quel fazzoletto sulla testa della contadina, nitido

vol. I Pag.177 - Da ADORANDO a ADORAZIONE (3 risultati)

mi piacque! come l'adorai in quel momento! come sentii che nulla al

adorato nome. segneri, i-139: quel ricco, che corteggiato, adulato, adorato

volgi lo sguardo a solima, / odi quel santo grido. 2.

vol. I Pag.178 - Da ADORDIN ARE a ADORNARE (2 risultati)

bibbia volgar., vi-395: in quel dìe iddio torrà loro l'adomamento de'calzamenti

. idem, 208-10: ivi è quel nostro vivo e dolce sole / ch'ad-

vol. I Pag.179 - Da ADORNATAMENTE a ADOTTARE (2 risultati)

dopo le notti vaneggiando spese, / con quel fero desio ch'ai cor s'accese

assalito dal desiderio di parlare con quel caro ragazzo. quand'io potrò vivere

vol. I Pag.180 - Da ADOTTATIVO a ADSTRATO (1 risultato)

, par., 21-123: in quel loco fu'io pietro damiano, /

vol. I Pag.181 - Da ADUGGERE a ADULATORE (2 risultati)

di gomena esprime una misura approssimativa di quel tal cavo di cui si parla,

de gli adulati. segneri, i-139: quel ricco, che corteggiato, adulato,

vol. I Pag.182 - Da ADULATORIAMENTE a ADULTERAZIONE (3 risultati)

e adulatori; senonché, in quel caso, non è più poeta.

co'dolci 'nganni, / e sol di quel che piace altrui ragiona. / ha

frezzi, ii-17-93: nel tempio, a quel di dio fatto a ritroso, /

vol. I Pag.184 - Da ADUMILIARE a ADUNATO (4 risultati)

tempo. monti, 2-188: mosse quel dire delle turbe i petti, / e

io, perché pavento / adunar sempre quel ch'un'ora sgombre, / vorre'

vidi adunar la bella scola / di quel signor dell'altissimo canto. idem,

forme increate sorgevano in me favorite da quel silenzio medesimo in cui s'adunavano tante

vol. I Pag.185 - Da ADUNATORE a ADUSARE (6 risultati)

, il giovine arrivò alla porta di quel luogo dove ce n'erano adunate forse

vennon veduto quegli occhi spaventati, e quel supercilio crudele, con quelli piedi strani

d'ecco d'un balzo sul tavolino quel gattaccio nero, che allungava lo zampino

del venerabile uomo si tesero per adunghiare quel braccio. pavese, i-109: la barcaiola

disse il re: -adunche se voi siete quel benvenuto che io ho inteso, fate

e della morte. baldini, i-655: quel continuo esercizio del salire e dello scendere

vol. I Pag.186 - Da ADUSATO a AERE (2 risultati)

umori, e diventano mordacissime: si fa quel che gli antichi chiamavano adustione del sangue

se le relazioni cosmografiche mi assicurassero che quel profluvio continuato di venti impetuosi si sentisse

vol. I Pag.187 - Da AERE a AEREO (3 risultati)

arco baleno. leonardo, 2-408: quel corpo luminoso che si troverà essere occupato

et fan voragine, e tirano in aere quel che in mezzo loro si trova.

spirito, ma ancora il sangue e quel vapore aereo, che è contenuto nelle

vol. I Pag.188 - Da AEREOPLANANTE a AEROFOBO (1 risultato)

alla distillazione. leopardi, i-63: ma quel [il ridicolo] de'greci e

vol. I Pag.189 - Da AEROFONISTA a AEROPORTO (1 risultato)

avrebbe recato più stupore e sgomento di quel decreto. ojetti, ii-616: come

vol. I Pag.190 - Da AEROPOSTALE a AFA (2 risultati)

annunzio, iv-2-1002: sovrumano le appariva quel capo scoperto, libero d'ogni ingombro

della collina... e da quel bagliore continuavano a sorgere aeròstati innumerevoli su

vol. I Pag.191 - Da AFACA a AFFACCENDAMENTO (3 risultati)

da cambiare, uscire dall'afa di quel dialogo assurdo. 3. locuz.

, ci parlavamo per la bocca di quel poeta affabile. deledda, ii-49: mai

fuggiaschi che sostavano alla sua tavola. quel valdese era un sosia di de gasperi

vol. I Pag.192 - Da AFFACCENDARE a AFFACCIARE (2 risultati)

ci corra sì poco da noi a quel maestro sovrano? ch'e's'affaccendi

finalmente affacchinarmi a condurre qua e colà quel primo velluto. manzoni, pr.

vol. I Pag.193 - Da AFFACCIATO a AFFANGARE (3 risultati)

dimari, 1-65: sparì dagli occhi nostri quel glorioso lume, e dall'animo ancora

cerbero, de'suoi gesti, e di quel che fece vir- giglio, quando egli

chiesa, e la chiesa non gli spezzerà quel pane che si moltiplica nelle sue mani

vol. I Pag.194 - Da AFFANGATO a AFFANNO (4 risultati)

proferì questo sacro lamento, / in quel dì che un divino spavento / gli

/ gli aggira il tempo, ed in quel giro insano / la reai gravità pur

angosciosa della notte, la paura avuta in quel momento, l'ansietà dell'avvenire fecero

forte; e l'affanno reco di quel petto senile straziava il giovine. pea

vol. I Pag.196 - Da AFFARATO a AFFARE (2 risultati)

de'materiali interessi, ma di tutto quel che s'ha a fare e si fa

accennai è terminato, e non con quel vantaggio pecuniario che avevo ragione d'aspettarmi

vol. I Pag.197 - Da AFFARE a AFFARUCCIO (5 risultati)

affari, era ai re di francia quel trono, sul quale tutti diventano uguali ai

25 (433): poco distante da quel paesetto, villeggiava una coppia d'alto

. carducci, i-746: seppe assimilarsi quel che a lui si affaceva.

[s. v.]: con quel contratto gli ha fatto un affarone.

. la fortuna acciuffata. affaroni. quel cameriere che pareva un gran signore,

vol. I Pag.198 - Da AFFASCIARE a AFFATICAMENTO (6 risultati)

: uno sguardo affascinante, mite come quel d'una colomba, un po'obliquo

una colomba, un po'obliquo come quel d'una serpe. panzini, iii-584:

ripugnante menzogna. palazzeschi, 4-303: quel giovane che da dieci anni riempiva il

146-69: io voglio che noi spariamo bene quel porco grande, e mettervi dentro quel

quel porco grande, e mettervi dentro quel piccolo, e poi l'affascineremo con

affascinati nelle orbite incavate ed oscure di quel marito dormente, il quale sembrava la

vol. I Pag.199 - Da AFFATICANATURE a AFFATICATO (4 risultati)

[la medicina] vi abbi fatto quel giovamento che io desidero; e se possibile

impedire ch'io mi arrischiassi di pubblicare quel libro. leopardi, ii-1067: intorno

ancora affaticare colà per consumare con decenza quel poco tempo che mi resta da vivere

iesu affaticato si pose a sedere sopra quel fonte...: iesu, ch'

vol. I Pag.200 - Da AFFATICATORE a AFFAZZONAMENTO (6 risultati)

. idem, aminta, 1918: quel ritegno / tanto d'impeto tolse a

è un miracolo della natura, che in quel punto ci fa provare un sentimento affatto

. noi siamo daccapo affatto, ma quel daccapo vero, daccapo affatto affattissimo.

suoi versi. idem, ii-195: quel consiglio, al quale vi appiglierete, se

avesse filtrato la doretta per affatturarlo a quel modo. 2. figur.

ciò non è un fingersi affatturate di quel maleficio amatorio che si dicea, per

vol. I Pag.201 - Da AFFAZZONARE a AFFERMARE (5 risultati)

40-419: tanto di forza attribuivano a quel segno dell'affermante sua testa, dicendo

guadagnàvano la mano. -sempre con quel riso d'idiota! de marchi, 737

allora ci accordammo con lui e lasciammo quel traditore del signore di lucca, il quale

a loro pur ch'egli era venuto in quel giardino. giovanni da samminiato, i-137

(i-71): tu potrai con quel modo che il meglior ti parrà questo mio

vol. I Pag.202 - Da AFFERMATAMENTE a AFFERRARE (3 risultati)

. stuparich, 2-591: riudiva in quel linguaggio un accento e una cadenza ch'egli

. idem, 34-33: orlando vide quel grande amirante / che quattro figli di

d'annunzio, iv-2-1081: non abbandona quel che ha afferrato con tutta la forza

vol. I Pag.203 - Da AFFERRATO a AFFETTARE (4 risultati)

animo pronto ad approfittare e abusare di quel che sente. mazzini, ii-124:

credenze. de sanctis, ii-12: quel vagare dell'uomo che non afferra la

stanchezza. idem, iv-2-1223: affettava quel sorriso vano che gli conoscevo bene,

sorriso vano che gli conoscevo bene, quel sorriso di donnaiuolo disgustato. tozzi,

vol. I Pag.204 - Da AFFETTARE a AFFETTIVO (4 risultati)

carrettiere... affettavano con riguardo quel pane e mangiavano saporitamente. viani, 14-138

. idem, 3-73: rinaldo tanti quel dì n'affettava, / che in ogni

grand'infamia. castiglione, 127: quel continuare nelle perfette genera sazietà, e dimostra

segneri, ii-203: erode stesso, quel sì superbo affet = voce dotta,

vol. I Pag.205 - Da AFFETTO a AFFETTUOSITÀ (9 risultati)

entrato / scaccia, e s'usurpa quel che non gli è dato. ciro

martir confina. baretti, ii-245: quel troppo affetto alla roba, che s'

certi affetti, tali, che per quel poco tempo, mi pare di essere ancora

giovane col quale io coperto m'era quel giorno che con tanto affetto la morte disi-

lo spirito loro è attaccato, antiveggono quel che sarà in mare. idem, 2-190

, 32-1: affetto al suo piacer, quel contemplante / libero officio di dottore assunse

432 [par. 32-1]: quel contemplante, id est bernardo, affetto,

idem, i-167: aveva proceduto contra quel re, del rimanente ben affetto e

, ossia il cardinale richelieu, sosteneva quel principe, suo ben affetto, e naturalizzato

vol. I Pag.206 - Da AFFETTUOSO a AFFEZIONE (6 risultati)

salviati, 20- 12: in quel tempo che stettero alloggiati nelle lor case,

vere. magalotti, 9-2-106: con quel suo sangue dolce bolognese se gli affezionò

: non che si fosse affezionato a quel posto, no, non voleva più affezionarsi

gioia temperata da un turbamento leggiero, quel placido accoramento che si mostra di quand'

., 21 (362): in quel momento, l'animo suo non poteva

che no la senta latrone, / per quel c'hai guadagnato, che non te

vol. I Pag.207 - Da AFFEZIONEVOLE a AFFIBBIARE (4 risultati)

più conto d'una donna mora di quel paese, che d'una bianca di

pare, in un certo modo, che quel cielo inclini e voglia che s'appetischino

e dolore profondo, le condizioni di quel traffico, condotto da pochi speculatori.

provvisione che s'assegnava loro per mantener quel grado con onore... di qui

vol. I Pag.208 - Da AFFIBBIATO a AFFIDARE (4 risultati)

dato l'affidamento che mi avresti ceduto quel libro, ora me lo neghi '

mare a piè secco, e diede quel memorando esempio di affidar a una

t'affido. - / e in quel luogo abbattuto lo lasciava. caro, 3-962

gli affida. idem, 8-5-722: quel che sovra il del ne scorse, /

vol. I Pag.209 - Da AFFIDATAMENTE a AFFIGGERE (4 risultati)

germoglino. quasimodo, 21: forse in quel volo a spirali serrate / s'affidava

come un gemito. panzini, ii-569: quel suono rauco [del gallo],

guasti? bruno, 227: dopo che quel, che mena il ballo, se

'nfino alla gola / parea che di quel bulicame uscisse. idem, purg.,

vol. I Pag.210 - Da AFFIGLIARE a AFFILATO (7 risultati)

e non ritrova, / pensando, quel principio ond'elli indige, / tal era

v.]: se l'è affigliuolato quel fanciullo, preso dallo spedale degl'innocenti

: l'han giurato: altri forti a quel giuro / rispondean da fraterne contrade,

temperini alla pietra, per levar loro quel riccio che lascia la ruota (e

. pulci, 18-55: e tristo a quel che durindana aspetta! / ché gli

che quegli occhi appannati del figliuolo e quel naso affilato. d'annunzio, iv-1-201

cicognani, 3-21: seguitava a ridere di quel riso affilato che le faceva un muso

vol. I Pag.211 - Da AFFILATOIO a AFFINATO (3 risultati)

dall'altro due o tre palmi; onde quel legare dicesi affilettare. 2

in questo ben s'affina, / che quel che vole dio, e noi vo-

divina / vinse, come la mia quel raggio altero,... / in

vol. I Pag.212 - Da AFFINATOIO a AFFIOCARE (1 risultato)

di smerciare. moravia, vii-147: in quel momento trattavo in resina e prodotti affini

vol. I Pag.213 - Da AFFIOCATO a AFFISARE (7 risultati)

: niente è più dolce di tutto quel tumulto affiochito dalla distanza. fracchia,

sa da qual fondo d'amarezza affiorava quel sorriso. beltramelli, iii-692: nell'incoscienza

252): fissò gli occhi su quel bicchiere che aveva riempito. [ediz.

. 1827 (253): affisò quel bicchiere che aveva colmo]. d'annunzio

risvegliava il ricordo lontano e indistinto di quel simplicio sulmonese che cadeva in estasi affisando

cristallo, / vago pur di mirar quel vivo sole / che 'n te specchiar

altro; in tal guisa s'aperse / quel pietoso penser ch'altri non scerse;

vol. I Pag.214 - Da AFFISATO a AFFITTANZA (2 risultati)

tommaseo [s. v.]: quel di poderi dicesi affittaiuolo o fittaiuolo

ad affinamento. così: 'di quel podere mi dà dugento lire di affittamento '

vol. I Pag.215 - Da AFFITTARE a AFFIZIARE (2 risultati)

con termini propri, fitto si dice quel danaro che si paga per poderi e terreni

e terreni, e pigione si dice quel denaro che si paga per case o botteghe

vol. I Pag.216 - Da AFFIZIO a AFFLITTO (7 risultati)

machiavelli, 803: i'dico di quel gran savonerola, / el qual,

dovea servire in egitto; non che quel popolo dovesse fornire li quattrocento anni sotto

il bene. iacopone, 18-12: quel dolor t'affligge tanto, quanno i

e gli dimostra con parlar facondo / come quel che tafflige è picciol male. idem

compatito lo meritavo, non già per quel male che mi affliggeva il corpo, ma

s'affligge tanto, / quanto a quel che gli è tolto avea fervore. crescenzi

dei disprezzi, delle persecuzioni ingiuste fa quel conto che fai delle cose che non sono

vol. I Pag.217 - Da AFFLIZIONE a AFFLUENZA (5 risultati)

non pò portare. dante, 27-19: quel dolce nome, che mi fa il

quelle parole così afflitte, che in quel punto par che lo spirito loro finisca

amanti patiscono molte afflizioni finché abbino conseguito quel che più desiderano. imitazione di cristo

poteano avere dipinto di tant'affli- zione quel volto; ed io mi struggea di saperlo

che 'l vigor delle membra e'quel degli spiriti s'illanguidiscono ad un tratto.

vol. I Pag.218 - Da AFFLUIRE a AFFOGANTE (2 risultati)

. salviati, 9-97: indugiando a patir quel male, cioè l'affogagione o affogamento

salviati, 9-97: indugiando a patir quel male, cioè l'affogagione o affogamento che

vol. I Pag.219 - Da AFFOGARE a AFFOGATO (2 risultati)

si aiutò anche con quella a ravvolgerle quel drappo intorno alla faccia che quasi l'

: ogni acqua la bagna, e quel che è peggio ha coraggio quanto n'ha

vol. I Pag.220 - Da AFFOGATOIO a AFFOLTARE (1 risultato)

casti, 4-64: bello è veder con quel gran corno in fronte / di corte

vol. I Pag.221 - Da AFFOLTATA a AFFONDARE (3 risultati)

di quel sistema, basti a fame sentire il nesso

, che intendere non si potea chiaramente quel ch'ei si dicesse. varchi, v-46

a porto. petrarca, 135-23: quel bello scoglio / ha col suo duro

vol. I Pag.222 - Da AFFONDATA a AFFORZARE (1 risultato)

]: non pigliavano e non affortificavan quel luogo, il quale ancora non era occupato

vol. I Pag.223 - Da AFFORZATO a AFFRANCARE (1 risultato)

249: affossato si raccoglie / indi quel mar, stringendosi più sempre / in

vol. I Pag.224 - Da AFFRANCATO a AFFRATELLATORE (1 risultato)

davanti al camino e guardò fuori, quel cielo freddo che gli sembrò quasi bianco.

vol. I Pag.225 - Da AFFRATELLEVOLE a AFFRETTARE (1 risultato)

affredda il vento, / tutte approvar quel ch'avea alcina detto. campanella, 2-2

vol. I Pag.226 - Da AFFRETTATAMENTE a AFFRONTARE (6 risultati)

amanti. foscolo, v-137: in quel mezzo un vecchio gentiluomo veniva a bell'

paese si dirige con passo affrettato verso quel punto. paolieri, 2-146: i colpi

fra giordano [crusca]: pativa in quel luogo molti e continui affrontamenti di scherno

così passando. tasso, 16-8: quel meandro fra rive oblique e incerte /

minuti di raccoglimento prima di poter affrontare quel pezzetto di carta. 2.

/ smonta, e lega il cavallo a quel bel pino; / e subito affrontata

vol. I Pag.227 - Da AFFRONTARE a AFFUMICARE (3 risultati)

, e che quando tu vedrai quel crudele cavaliere, qual che egli si sia

perdono ancora vuole la sleale tenere con quel traditore corrispondenza di lettere,..

, 3-3-365: feci giusto come fa / quel bamboccio, che trovasi affrontato, /

vol. I Pag.228 - Da AFFUMICATA a AFONO (3 risultati)

affumichi. tici fin dal secolo xvi per quel carro sul quale posa il cellini,

delle aringhe. verga, i-85: quel camino immenso, affumicato, sormontato da

sangue virginale. panzini, iii-373: quel carro-feretro fatto di affusto di artiglieria, che

vol. I Pag.229 - Da AFORISMA a AFRODISIACO (5 risultati)

galieno. petrarca, iv-3-66: e quel di coo [cioè, ippocrate] che

, 2-154: ma non lasciamo di veduta quel - l'altra aforistica sentenza condannata da

e abbagliante, stagnava nell'aria di quel pomeriggio un'afosità bassa, quasi scura

, agro. redi, 16-i-19: quel gran vino / di pumino / sente un

si marita ad alberi; e su quel di pistoia era molto in uso per

vol. I Pag.231 - Da AGATA a AGENTE (3 risultati)

.. è fissato il capriccio di quel poco d'acqua che restò chiusa nel

al figur. panzini, i-648: quel gran manto di verde [del grano]

panzini, iv-12: agente delle tasse, quel ferruzzo che serve a togliere perfino il

vol. I Pag.232 - Da AGENZARE a AGERE (3 risultati)

cosa che in certa maniera procede da quel che è visto a quel che vede,

maniera procede da quel che è visto a quel che vede, si mette in effetto

frate, quant'io son distretto / di quel signore cui servir m'agenzo.

vol. I Pag.233 - Da AGEVILE a AGEVOLE (1 risultato)

, che serve alla vita, è quel trascrivere storie vuote e raccogliere documenti morti

vol. I Pag.234 - Da AGEVOLEMENTE a AGGANCIO (4 risultati)

. idem, iii-1150: era in quel suo giovane volto come una volontà assidua

acqua canta; aggallare d'un balzo a quel greppo. c. e.

giù una scappellata. calvino, 1-485: quel cai- sotti in comune deve averci i

suoi agganci, riesce sempre a fare quel che vuole. = deverb.

vol. I Pag.235 - Da AGGANGARE a AGGETTARE (1 risultato)

truo- varono quell'acqua tutta aggelata in quel vaso. viani, 19-328: gente

vol. I Pag.236 - Da AGGETTATO a AGGHIACCIARE (3 risultati)

, ii-260: vorrei pure che perdeste quel vezzo di dare due aggettivi ad un

ii-312): la donna mossa da quel caldo, / ch'agghiaccia l'intelletto,

ponghinsi a ridosso gli arbori grandi verso quel vento che gli suol far gelare, perché

vol. I Pag.237 - Da AGGHIACCIATO a AGGIARDINARE (4 risultati)

redi [tommaseo]: non voglio inghiottire quel freddo lunatico agghiacciatóre dell'universo. tommaseo

nieri, 67: vostro padre ha quel male benedetto che ogni tanto gli piglia

... quant'era agghindatura, quel po'di giovinezza fittizia,..

poscia all'imperador bramato dono, / e quel mostrando ai persiani aggiaccia / i cor

vol. I Pag.238 - Da AGGIGLIATO a AGGIOTATORE (2 risultati)

, il continuo « aggiornamento », di quel fatto unico e concreto ch'è l'

petrarca, 9-7: e non pur quel che s'apre a noi di fore,

vol. I Pag.239 - Da AGGIOVARE a AGGIRARE (7 risultati)

. magalotti, vi-91: forse [quel racconto] è un mero trovato per

gli aggira il tempo, ed in quel giro insano / la reai gravità pur

aggirarsi tanto, / s'avvide che quel loco era incantato. idem, 36-39:

., 23 (400): quel volto, quelle parole, quell'atto,

conforto di trovare un'anima sorella in quel mondo dove io m'aggirava desolato come un

. b. croce, iii-23-305: quel sentimento... si svolgeva e s'

lungo, sempre appoggiata al braccio di quel giovane biondastro e zoppicante, dal- l'

vol. I Pag.240 - Da AGGIRATA a AGGIUNGERE (4 risultati)

che suole origliare dietro i tendaggi da quel barbuto e decorativo machiavelli ch'egli è

s'oblia / che fa natura, e quel ch'è poi aggiunto. idem

fossero stati opportuni, non si sarebbero in quel primo tempo lasciati come soverchi e disutili

i-22: [questi poeti] descrivevano quel che vedevano, e non ci aggiugnevano niente

vol. I Pag.241 - Da AGGIUNGIMENTO a AGGIUNTO (8 risultati)

, che si aggiungono insieme e fanno quel fiume. bartolomeo da s. c.

né ad alcun si toglie il potere a quel diletto aggiugnere, a che egli amando

'bisogna aggiuntare insieme i pezzi di quel vestito per finirlo '; * aggiuntando

.. ti potrìa far essere / quel che son io, ribaldo temerario, /

tommaseo [s. v.]: quel che da taluno dicesi 'articolo addizionale '

quanto queste aggiungono alcuna cosa di più a quel ch'è detto. 3

buommattei, 102: nome aggiuntivo è quel che significa alcuno accidente nel sustantivo,

idem, 102: aggiuntivo perfetto è quel che accenna alcun proprio accidente nel sustantivo

vol. I Pag.242 - Da AGGIUNZIONE a AGGIUSTARE (3 risultati)

è il signor maironi? * disse quel dagli occhiali, un aggiunto della polizia

, che presta servizio in questo o quel corpo senza farne parte. baldini,

si risponde, e bisogna confessare che quel barbuto è uomo di 4 mirabili aggiunti

vol. I Pag.243 - Da AGGIUSTARE a AGGLOMERAZIONE (2 risultati)

giungerebbe a conoscere esatta mente quel che ci manca, e si avrebbe il

]: sono detti agglomerati gli organidicesi di quel complesso di operazioni per le quali

vol. I Pag.244 - Da AGGLOMERO a AGGRADARE (4 risultati)

]: agglutinazione, dicono certi linguisti quel modo che hanno alcune lingue di declinare e

in due significati: il primo per indicare quel disordine, che accade pur troppo negli

e prego che v'aggradi / per quel signor da cui mandata fui. idem,

spanda. sannazaro, 4-81: ma quel, che di lui più ch'altro mi

vol. I Pag.245 - Da AGGRADEVOLE a AGGRANDIRE (2 risultati)

; e di te / far posso quel che m'aggrada. idem, iv-2-1170:

di quanto maggior pregio debba essere tenuto quel dono, da dio rimeritato, che

vol. I Pag.247 - Da AGGRAVARE a AGGRAVATIVO (3 risultati)

fusse bene guadagnarsi, con qualche benefizio quel popolo che prima avevano con ogni ingiuria

a cui mirabilmente aggrava e incresce / che quel dì ch'era tanto disiosa, /

; / e tanto a questo e quel ritorna e dice, / che, non

vol. I Pag.248 - Da AGGRAVATO a AGGREDIRE (4 risultati)

beni,... che in quel tempo non si trovassino in alcun modo,

già mi fece quella di mandare a quel tristo marchese quel sonetto col titolo da

quella di mandare a quel tristo marchese quel sonetto col titolo da me assunto ne'miei

quelli di toscana così aggraziati, con quel pennacchietto in cima, che sembrano tolti

vol. I Pag.249 - Da AGGREDITO a AGGRESSIONE (5 risultati)

, gruppo. firenzuola, 538: quel vocabolo importa un certo ordine, dolce

alte;... ma di quel [mondo] particulare solamente, che abbracciando

può parere corpo continuato e fluido, quel che non è altro, che un'aggregazione

554: or chi potèa, in quel suo viso affilato, smorto, balogio,

... con quei precedenti, quel signore avrà paura e scucirà i quattrini.

vol. I Pag.250 - Da AGGRESSIVAMENTE a AGGRONDATURA (6 risultati)

il brucior dell'amore, / che quel freddo ch'aggrezza un che si muore

e muffito. viani, 4-171: quel volto era tutto martirizzato e tutto il pellame

martirizzato e tutto il pellame aggrinzito come quel d'una serpe. fracchia, 430:

ci si aggrommano sulla pelle, e quel de'sudori,... è la

sp., 12 (223): quel viso serio, burbero, accipigliato,

e guerrieri. chiesa, 1-121: quel giorno che stavamo / duri, aggrondati,

vol. I Pag.251 - Da AGGROPPAMENTO a AGGRUMATO (3 risultati)

: confuso, disordinato. nei] quel povero musetto a una foggia, che di

viscose tenaci, panzini, i-418: quel profilo pallido... veniva fuori da

nella sua mente. bon-redi, 16-v-203: quel sangue stravenato in quelle interne tempelli,

vol. I Pag.252 - Da AGGRUMO a AGGUAGLIARE (9 risultati)

scompiglio del proprio spirito s'aggruppasse in quel sentimento d'odio, che le sorgeva

... com'è sfigurata / e quel che pare quand'ella s'aggruzza.

questo si fa uguale, quando quel di sotto si pon di sopra, ed

parte della latezza della villa, e quel sarae il die dell'aggua- gliamento di

primavera o d'autunno... dunque quel die fu dell'agguagliamento di primavera:

se fosse la sua latezza meridionale, quel die fu dell'agguagliamento d'autunno.

omero, metteva un mugolìo continuo. era quel suono che rende irriconoscibile la voce nostra

nostra nell'eccesso della sofferenza corporea, quel suono che agguaglia l'uomo che soffre

, / produce or frutto, che quel fiore aguaglia, / e che mia speme

vol. I Pag.253 - Da AGGUAGLIATAMENTE a AGGUANTARE (3 risultati)

, ii-193: imprestavo quattro ghinee a quel gran birbone... senza speranza

mi spronava finché avessi superato o agguagliato quel giovine che passava per il primo.

miscellanee rarissime. palazzeschi, 1-336: quel pazzo di mio padre mi agguantò per

vol. I Pag.254 - Da AGGUARDAMENTO a AGGUATO (3 risultati)

s. c., 2-230: in quel tempo bomil- care... era

v-99: non si rendeva conto di quel che faceva: doveva parerle,

ergastolo. d'annunzio, iv-2-1156: quel giardino pubblico dove la sera si pongono

vol. I Pag.255 - Da AGGUATTARE a AGHIRONE (3 risultati)

degli agazzari, 14: e così poi quel poco tempo che visse, spesse volte

operare in tal genere di battaglia con quel possesso, il quale è proprio non

lippi, 2-10: mi risolvei levar quel vin da'fiaschi, / e non

vol. I Pag.256 - Da AGIAMENTO a AGIBILITÀ (3 risultati)

m. villani, 10-59: in quel resto della notte [gli ungari]

: si deve destrugger quell'asilo, quel pritaneo, dove tanto agiatamente si ricoverano

; / questo rado fa ben, quel sempre male, / udito ho sempre dir

vol. I Pag.257 - Da AGILE a AGIO (1 risultato)

da fata. d'annunzio, iv-2-585: quel gioco libero ed elegantissimo in cui egli

vol. I Pag.258 - Da AGIOGRAFIA a AGITAMENTO (7 risultati)

quel sì guerrier, quel sì feroce ardente /

quel sì guerrier, quel sì feroce ardente / suo spirto a quel

quel sì feroce ardente / suo spirto a quel g. villani, 5-21: i terrazzani

ispoglieremo. foscolo, v-137: in quel mezzo un vecchio gentiluomo veniva a bell'

, che sta ad agio / di quel che la natura contentarse / dovria.

515: bene conosco ora la verità di quel proverbio: 'chi tosto falla,

, qual prima, e qual poi, quel po'di senso di maggior pena.

vol. I Pag.259 - Da AGITANTE a AGITATO (2 risultati)

. monti, 7-221: segna a quel detto ognun sua sorte, e dentro /

mostri de la sua mente, / e quel che vive e s'agita nel mondo

vol. I Pag.260 - Da AGITATORE a AGLIO (2 risultati)

valse il fior di gioventude / a quel tuo di cavalli agitatore / fratello iperenòr

s. v.]: agitatore è quel congegno girante per lo più sopra un

vol. I Pag.262 - Da AGNELLOTTO a AGNOSTICISMO (1 risultato)

natura di un personaggio rimasto fino a quel momento sconosciuto. - per estens.

vol. I Pag.263 - Da AGNOSTICO a AGO (2 risultati)

. varchi, v-54: dare in quel d'alcuno o vero dove gli duole

. menzini, 6-17: vorrebbe vedere quel mio e vostro libretto latino, e ciò

vol. I Pag.264 - Da AGOCCHIA a AGONE (8 risultati)

.]: negli orologi a sole è quel ferro fisso nel piano che manda l'

qua da picciol tempo / di quel che prato, non ch'altri, t'

e ben le par che di quel ch'essa agogna, / non sia tempo

riuscito soltanto a ottenere il contrario di quel che l'anima sua aveva vagheggiato e

, inf., 6-28: qual è quel cane ch'abbaiando agugna, / e

idem, viii-2-168: agognare è propriamente quel disiderare il quale alcuna dimostra veg- gendo

... fu un supplizio nuovissimo quel camminare a fianco d'un rivale,

: vicino a loro, anzi in quel stesso loco / si fa un'altra mischia

vol. I Pag.265 - Da AGONE a AGORAFOBIA (4 risultati)

iv-1-574: e mi parve di scorgere in quel povero viso estenuato i segni dell'agonia

. bùgnole sale, iii-235: su quel tergo il mio cor spiega le piume

tutti dal più al meno agonizzavano di quel difetto di pensiero e di vitalità morale

reggiante mar. d'annunzio, iii-2-318: quel corsiero / del colore di ciano

vol. I Pag.266 - Da AGORAIO a AGRARIA (2 risultati)

.. ardea a modo d'una fornace quel luogo, però ch'era d'agosto

, par., 30-136: e 'n quel gran seggio... / sederà

vol. I Pag.268 - Da AGRESTONE a AGRIFOGLIO (1 risultato)

della cura delle febbri [crusca]: quel vomito ha sapore molto agrestoso

vol. I Pag.269 - Da AGRIGNO a AGRO (4 risultati)

liscia e senza pelo, ed ha quel medesimo colore rosseggiante. quando è ancor

è 'namorato daddivero. dante, 27-15: quel dolce nome, che mi fa il

: lo sventurato vicario stava, in quel momento, facendo un chilo agro e

, i-785: era gozzano, con quel pallore dorato e la voce agra. moravia

vol. I Pag.270 - Da AGRO a AGRUME (5 risultati)

, sfuggito dallo stazzo, vide tutto quel rosso in fondo all'agro. 2

). carletti, 201: quel sugo pare adobbato con l'acqua

razionale coltura. tenca, 1-73: quel trattato di fisica rurale, che è

par., 17-117: ho io appreso quel che s'io ridico, / a

. pulci, 12-44: chi è quel poltonier che tiene il lume? /

vol. I Pag.271 - Da AGRUMETO a AGUGLIA (3 risultati)

fonte limpidissima. magalotti, 20-23: quel velo, che suole investire il sugo agli

marco senz'aguglia, quali erano veramente a quel tempo. carducci, 1022: e

viani, 14-41: -qual è quel pesce, e ti concedo il vanto

vol. I Pag.272 - Da AGUGLIARA a AGUZZARE (2 risultati)

di aulivier, v-549-46: a nient ven quel ch'in amor s'in- crucola,

quello aguto, che tu vedi a quel camino, acciò che tu conficchi

vol. I Pag.273 - Da AGUZZATA a AGUZZO (4 risultati)

bontempelli, 8-46: fissò anche lei verso quel punto, aguzzando lo sguardo, fino

il rimedio. alfieri, i-32: quel benedetto semipollo domenicale, io mi ricordo

: gran spaccio si fa ancora in quel fondaco di alcuni morselletti fatti di finissima

resti la farina peggiorata dalla mescolanza di quel tritume di pietra, che nasce dalla

vol. I Pag.274 - Da AH a AIA (4 risultati)

del clivio. d'annunzio, iv-1-861: quel viso terreo, quasi senza mento,

ridere così forte e apertamente che assalito da quel contagio m'ero messo a ridere:

gli passa rasente senza fare altro rumore di quel che possa fare un topo.

], 5-16: molto si loda quel che giova grandemente al rassettare e al

vol. I Pag.275 - Da AIACE a AIRONE (2 risultati)

un bel mucchio, il grano raccolto da quel campo. tommaseo, 1-137: bello

alle corde de'giunchi si caccia di quel medesimo tempo in aiette ben lavorate sotto.

vol. I Pag.276 - Da AITA a AIUOLA (3 risultati)

vedete... la serva correre a quel richiamo e in vista della scena darsi

manzoni, 297: « t'aiti / quel tuo figliuol », fe'replicargli il

'l possente segnore, / dico quel ch'è nel core, / a pena

vol. I Pag.277 - Da AIUOLO a AIUTARE (2 risultati)

, andando spesso berto a bere di quel vino con lui. idem, 173-125:

e la baldoria / (ardeva forte quel legno prestante). seneca volgar. [

vol. I Pag.278 - Da AIUTATIVO a AIUTORIO (4 risultati)

fu, com'intendeste, / da quel centauro in mezzo del gran fiume.

leopardi, ii-1184: parecchi letterati di quel tempo, amici e aiutatori di questi

aiuto invisibile vicino / non mancò lui di quel superno messo, / che stese il

poppa gli parea fuggire, e gridare verso quel signore aiuto. masuccio, 22:

vol. I Pag.279 - Da AIZOON a ALA (4 risultati)

, e non aizzavano il prossimo a quel peccataccio turco e scomunicato che è la

2-77: « aizzare, verbo originato da quel suono che fa la voce, dicendosi

stimando con una parola buona si diradassi quel tempo nero. manzini, 7-217:

son quell'io? e questo è quel mio cuore, / questo che in sen

vol. I Pag.280 - Da ALA a ALA (2 risultati)

sonno de'mortali. idem, 14-3: quel [sogno] ch'ai pio buglion

geometria è impossibile applicarsi al ritrovamento di quel gran problema riguardante l'architettura, la

vol. I Pag.281 - Da ALA a ALABASTO (1 risultato)

tra il ferro e il sangue, in quel garbuglio audace / a lei pur non

vol. I Pag.282 - Da ALABASTRAIO a ALACRE (5 risultati)

di pietra. è un perfetto cuore dentro quel suo cofano di carne alabastrina. ojetti

tremolò serena. panzini, ii-122: quel suo corpo di alabastro pareva soffrire al

uova, uova bianche d'alabastro, completavano quel quadro di natura morta. stuparich,

prezioso. quante famiglie potevano sustentarsi con quel solo alabastro, se si vendeva!

idem, iv-1-504: ed uscì con quel suo passo alacre e franco. idem

vol. I Pag.283 - Da ALACREMENTE a ALANO (1 risultato)

la macchina] lungamente, sembra, con quel pennacchio di fumo e quell'alacre moto

vol. I Pag.284 - Da ALAPA a ALBA (4 risultati)

suoi alati corrieri. firenzuola, 283: quel suo figliuolo, quello alato e temerario

creature alate. idem, iv-1-939: quel turbinio di bevi forme alate intorno alla

: l'ha inoltre [la cresta] quel piccolo uccello, che già fu detto

cupo, raccolta come una carezza su quel gruppetto di casucce che dormivano quasi raggomitolate

vol. I Pag.285 - Da ALBA a ALBASTRELLO (6 risultati)

albagia, con quell'aria, con quel palo in corpo, con quel guardar

, con quel palo in corpo, con quel guardar la gente, che pareva che

abbia un'altra volta veduto, come quel ch'ha quell'albagia nel capo,

albagia nel capo, parendogli che sia quel che e'cerca, chiamandoli zingano,

se tu richiedi / quell'albano, / quel vajano, / che biondeggia, /

subito nacque, che per niun modo da quel luogo movere si poteano. d'annunzio

vol. I Pag.286 - Da ALBATA a ALBERATURA (3 risultati)

bencivenni [crusca]: in quel punto nel quale il giorno cominciava ad

lumeggiando di mille colori senza nome: quel cielo di lombardia, così bello quand'

del belbo, le albere che segnavano quel filo d'acqua, e davanti la

vol. I Pag.287 - Da ALBERCOCCO a ALBERGARE (4 risultati)

2-125: l'unica cosa viva: quel fumino /... / fuori di

manifestamente ognuno potrà certificarsi coll'osservar diligentemente quel che nasce nelle foglie dell'olmo,

, barattoli (i barbieri, a quel tempo, esercitavan la bassa chirurgia).

pare brutto e misero e somiglia a quel povero crocefisso che è sul letto.

vol. I Pag.288 - Da ALBERGATO a ALBERGO (6 risultati)

] -. lo trovò poveramente albergato in quel castello. boccaccio, dee.,

v-189-215: ora sen stan entrambidù / en quel logo o illi en venù; /

suo marito... si dipartio di quel paese uno anno, e tornò poi

, / e l'altra sento in quel medesmo albergo / apparechiarsi; ond'io

mondo. ariosto, 12-78: ma quel, ch'ai timor mai non diede albergo

estima la vii turba e tarme tante / quel che... / il numer

vol. I Pag.289 - Da ALBERINO a ALBERO (2 risultati)

di spessa nube, quando piove / da quel confine che più va remoto, /

-figur. deledda, iii-339: quel legno nero funebre aveva qualche cosa di

vol. I Pag.291 - Da ALBIO a ALBORE (3 risultati)

ii-341: stamane lunedì in albis, su quel deserto pianoro di roccia bianca e bigia

/ ad orar te n'andrai là su quel monte / ch'ai raggio matutin volge

è più albo,... e quel ch'è sottile non ha negredine,

vol. I Pag.294 - Da ALCHERMES a ALCHIMISTICO (5 risultati)

strumenti organici colli quali essa possa operare quel che adopera l'omo mediante le mani

panzini, i-632: sotto la direzione di quel grande maestro di alchimia che è il

in fatti morali. moravia, viii-24: quel fondo oscuro della coscienza in cui,

mandato ad dimandar tanto, che tutto quel ch'ebbi, non farebbe per la

studiava chimica e non musica, ma quel fastidioso disse che la sua sarebbe

vol. I Pag.296 - Da ALCOOLIMETRIA a ALCUNO (7 risultati)

uscir coi libri in mano: / in quel del nostro è la vita perfetta /

, colla spada appesa al capezzale di quel signore che non l'ha tirata mai

cominciassero a sognare il matrimonio, in quel tempo: ma più come tavola che come

salvini, 10-3-xxi: per rintracciare alcunché di quel sapere, di cui [ecc.

volti degli uomini. idem, iii-299: quel cimitero, quei cipressi, quel silenzio

: quel cimitero, quei cipressi, quel silenzio dell'ora vespertina avevano alcunché

l'accusato dice che elli à fatto quel male per colpa d'alcuno il quale à

vol. I Pag.297 - Da ALDACE a ALDINO (1 risultato)

verace. / lo 'mperador vede quel che facea: / disse: -in costui

vol. I Pag.298 - Da ALDIO a ALENA (2 risultati)

. fucini, 45: in quel momento smaltiva taciturno la solita sbornia d'

gentile scudiere alamanno, il quale in quel tempo per lo comune era capitano in mugello

vol. I Pag.299 - Da ALENAMENTO a ALETTA (1 risultato)

che ha per soggetto alessandro magno; quel che fu detto martelliano dal martelli che

vol. I Pag.300 - Da ALETTARE a ALFABETISMO (1 risultato)

le aveva scritte lei, le parole di quel cartello, molti anni prima. lesse

vol. I Pag.301 - Da ALFABETO a ALFINE (2 risultati)

che inventò le poste, insieme con quel poltroniere di cadmo che trovò l'alfabeto

alfieriano, c'è anche qualche tratto di quel misticismo sensuale di origini miste anglotedesche,

vol. I Pag.302 - Da ALFINO a ALGEBRICO (2 risultati)

come mèssi mosse dal vento: finché quel velo diventa come un velluto morbido

l'algebra. giusti, 2-241: quel prete, per disgrazia, infarinato / d'

vol. I Pag.303 - Da ALGEBRISTA a ALIANTE (2 risultati)

: degli dei, de'mortai quel padre antico / spesso arse ed alse in

così dolce e così santo, / che quel ch'a gli altri suol ver

vol. I Pag.304 - Da ALIARE a ALIEETO (2 risultati)

produce aliando un rombo di tempesta / su quel celeste capolino, quale / non l'

responsabilità. b. croce, i-3-46: quel falso vedere essi se lo sono foggiato

vol. I Pag.305 - Da ALIENABILE a ALIENAZIONE (5 risultati)

: e queste stolte pur confermano quel che pare loro del falso e diavolico rapimento

un tratto dalle cose che fino a quel punto lo avevano occupato. 3.

, 30-10-2: che prò è in quel tempo ammonire l'adirato, nel quale

, con gli occhi sempre fermati in quel sepolcro, senza moverli punto, né

i-740: virgilio, infatti, sotto quel suo deus nobis haec otia fecit, mi

vol. I Pag.306 - Da ALIENIGENA a ALIMENTARE (2 risultati)

idem, iii-456: forse questa voce in quel luogo converrebbe al senso, e non

10 amavo imaginar me medesimo slmile a quel giovine, raffigurato sul vaso di ruvo

vol. I Pag.307 - Da ALIMENTARE a ALIMENTO (5 risultati)

alimentandomi quel soave e patetico desiderio che sempre accompagna

alimenti, con qualche maggior prerogativa di quel che abbia un semplice alimentario. fu

nondimeno le foglie loro, che da quel sugo ricevono l'alimento, non sono

lo rinfranchi, / onde questo con quel sempre congiunto / abbia a nutrirlo e dilettarlo

iv-2-179: in quell'ozio, tra quel calore,... anche la voce

vol. I Pag.308 - Da ALIMENTOSO a ALISSO (2 risultati)

quantità. firenzuola, 47: quel dumero è perfetto, le parti aliquote

1120: tutte le nubi erranti per quel cielo / dagli alisei sono parate, a

vol. I Pag.309 - Da ALISTERESI a ALITO (2 risultati)

in quella intimità così raccolta, in quel tepore fatto dal suo alito,..

non fa qui le parti di quel grandissimo e stimatissimo scrittore che egli è

vol. I Pag.310 - Da ALITO SO a ALLACCIATO (2 risultati)

. michelangelo, 7-11: ma più lieto quel nastro par che goda, / dorato

). petrarca, iv-2-64: e quel [giosuè] che, come un animai

vol. I Pag.311 - Da ALLACCIATO a ALLAMPANATO (1 risultato)

avvinghiato. boccaccio, 2-20: oltre quel loco, vidi figurato / mercurio dio

vol. I Pag.312 - Da ALLAMPARE a ALLARGARE (4 risultati)

chiamate corio, amnio e allantòide, ma quel che parve più d'ogni altra cosa

, tr. allegare i denti (con quel sa pore acre e appiccicoso

ci si sente qualcosa che allappa; quel « di gran lunga » intanto ha sapore

suo piacimento altresì apre e serra quel forame, e lo stringe e lo allarga

vol. I Pag.313 - Da ALLARGATA a ALLARME (3 risultati)

gli disse, che dovessono distendere in quel luogo, per allargare i navili dalla

s'allargarono a ricercare il genere di quel fallo. carletti, 103: in questi

non può farmi nulla. 50 io quel che debbo prendere... dio mio

vol. I Pag.314 - Da ALLARMISMO a ALLATTAMENTO (3 risultati)

tombari, 1-235: nella notte cupa quel suono pareva l'allarme di un pagliaio

in un tremante sbadiglio. e in quel momento, come uscisse dal mio petto,

, perché sia un semplice traduttore di quel poeta; il quale essendo allatinato da

vol. I Pag.315 - Da ALLATTANTE a ALLEFICARE (3 risultati)

fate allattare ancora dalle schiave, e quel primo latte dà grande inclinazione al fanciullo

d. bartoli, 5-26-128: ella in quel suo così bel figliuolo allattava un profeta

loro falsa dottrina i fanciulli, di quel che sieno i cattolici per allattarli con

vol. I Pag.316 - Da ALLEGABILE a ALLEGARE (3 risultati)

. e dipoi s'ha da pigliare quel ch'ha più naturai convenienza con quel

pigliare quel ch'ha più naturai convenienza con quel che volete allegare. b. davanzali

arrecherà gran frutto, / massime a quel ch'a vender fie sottile, / ch'

vol. I Pag.317 - Da ALLEGATO a ALLEGGERIRE (4 risultati)

e ristorar d'ogni passato danno / con quel piacer ch'ogni amator più brama.

nato, convien che la madre che in quel punto 10 mette al mondo, lo

si scatenarono allora contro la temerità di quel prepotente. d'annunzio, iv-1-372:

. manzini, 10- 190: quel compiaciuto accesso d'energia che regala un

vol. I Pag.318 - Da ALLEGGERITO a ALLEGORIA (4 risultati)

, / ch'alleggerir ti voglia di quel peso. note al malmantile, 8-2:

, 8-2: alleggerir ti voglia di quel peso, cioè ti voglia portar via i

, da esperto ed astuto veterano, a quel matricolino dalla faccia gentile. manzini,

, 2-184: né più mai rinverdirà quel mirto / ch'alleggiò pergraatempo il nostro

vol. I Pag.319 - Da ALLEGORICAMENTE a ALLEGRAMENTO (1 risultato)

ultimo riconoscere che quell'interpre- tare, quel leggere allegorizzando, quello scoprire secondi e

vol. I Pag.320 - Da ALLEGRANZA a ALLEGREZZA (2 risultati)

ristoro. castelli, i-245: allora quel fanciullo mostrò un'allegrezza grande di aver saputo

significato è cosa insipida: è appunto quel riso che abbonda nella bocca degli stolti.

vol. I Pag.321 - Da ALLEGRIA a ALLELOMORFO (2 risultati)

state allegri, / ché falso è quel romor che a voi pervenne / de la

per discacciar, con pensieri affatto allegri, quel pensiero divenuto ormai tutto tormentoso. idem

vol. I Pag.322 - Da ALLELOTROPIA a ALLENTARE (1 risultato)

polvere: e l'anima di quel popolo alleluiante s'involava al cielo

vol. I Pag.323 - Da ALLENTATA a ALLESSATO (5 risultati)

non lenta, / clemenza accorre, e quel disdegno allenta. monti, 6-695:

ma continuando il camino, andavano per quel gran vacuo. tasso, 8-6-517: e

. fagiuoli, 3-7-251: onde quel professore in caso tale / disperato,

disperato, alleonati, gridava / a quel suo sbozzo sempre fatto male; /

quella, affé / lasciò stare di far quel che e'faceva. = deriv

vol. I Pag.324 - Da ALLESSO a ALLETTARE (8 risultati)

, i-375: a farlo apposta in quel momento la macchina non andava; ma il

lippi, 10-41: già questi e quel si spoglia, ed allestisce col suo

ojetti, ii-174: la colpa è di quel merlo allettarlo che, invece di cantare

paghe, erano gli uomini attirati a quel mestiere dalle speranze del saccheggio e da tutti

, quando pronunziava la prima sillaba di quel verbo così liquido e sensuale in bocca a

e negletta. idem, 14-59: quel loco è così lieto e in tante /

finezze che potesser più allettarla a scegliere quel monastero per sua perpetua dimora. leopardi,

. it., i-287: sparisce quel candore infantile di fede anche nelle cose più

vol. I Pag.325 - Da ALLETTARE a ALLEVARE (2 risultati)

del sangue mio, di lin, di quel cleto, / per essere ad acquisto

(dicea colei nel pianto) / quel che nacque di me, da me

vol. I Pag.326 - Da ALLEVARE a ALLIBIRE (1 risultato)

rimasero coi tre dell'innominato, e con quel ragazzo allevato alle forche, a giocare

vol. I Pag.327 - Da ALLIBITO a ALLIGAZIONE (3 risultati)

6-14: tutti allibirono per quel pericolo e rimasero impietriti. palazzeschi,

, vii-594 (49-6): quest'è quel sol che nel mio cor s'allide

, ritte e quiete sopra questo e quel bambino, dargli la poppa; e qualche

vol. I Pag.328 - Da ALLIGNAMENTO a ALLINEO (1 risultato)

[s. v.]: da quel vestire allindatuzzo traspariva miseria. allindatóre

vol. I Pag.329 - Da ALLINGUATO a ALLOCCO (3 risultati)

de'beni... che in quel tempo non si trovassino in alcun modo

en terra dare, / ch'osciva de quel corpo deviso / dal capo ai piedi

, i-18: avete ragione di dir quel che dite, in proposito di questo comporre

vol. I Pag.330 - Da ALLOCHESSIA a ALLODOLA (5 risultati)

del riccio, 4-126: così si chiama quel luogo in cui compariscono gli allocutori,

la generalità degli altri beni esistenti in quel territorio. allodiale, tr.

, 11-454: cominciò a sentire in quel silenzio del camposanto, sotto quel sole

in quel silenzio del camposanto, sotto quel sole che montava allora, un trillo di

in fanciullesco modo, / per ascoltare quel trillo alto perduto di allodola. idem,

vol. I Pag.331 - Da ALLODOSSIA a ALLOGATO (3 risultati)

dei treni volavano frullando in aria con quel loro volo sforzato e come folle. savinio

. baldinucci, 1-66: trattenevasi in quel tempo al servizio della casa serenissima gaspero

avrebbe voluto fermarsi lì, almeno tutto quel giorno, veder le donne allogate,

vol. I Pag.332 - Da ALLOGATORE a ALLOGGIATO (5 risultati)

giunse a venezia e prese alloggiamento con quel disordine e con que'disastri che si

: in senso più stretto, alloggio, quel de'soldati; e differisce da alloggiamento

., 1 (8): quel borgo, già considerabile, era anche un

trovarli nelle loro case che alloggiano per quel tempo. 2. figur.

la vita dié mai più pace a quel cuore agitato da tante furie, quanti

vol. I Pag.333 - Da ALLOGGIATORE a ALLONTANARE (9 risultati)

bocca, perché non si allargasse di più quel senso di allontanamento ch'era già tra

..., non avranno mai quel senso di allontanamento e distacco dagli affari

a fare, / perché do anime in quel fa pecare / e da l'amor

., 19 (324): tutto quel che si poteva contro un tale avversario

donò al pastore un vitello per aver quel zufolo; e ritiratosi in se stesso,

mi allontanai, si è svolto per noi quel periodo della vita in cui le trasformazioni

idem, iv-2-559: pensate... quel che accadrebbe di loro se io non

1-68: laggiù, dietro i monti, quel fuoco, / quel sangue, quei

dietro i monti, quel fuoco, / quel sangue, quei teneri lumi [del

vol. I Pag.334 - Da ALLONTANATO a ALLORA (12 risultati)

: e ritiriamei indietro, / ché quel ber m'ha alloppiato. note al malmantile

alóra, allóre) avv. in quel momento, in quel tempo; in quella

avv. in quel momento, in quel tempo; in quella circostanza, in

in quell'occasione; in seguito a quel mo tivo, a quella

. casti, ii-1-82: fu di quel duce all'udienza ammesso. / con aria

natura, / perché non rendi poi quel che prometti allor? verga, i-161:

, fino ad allora: fino a quel momento. petrarca, 119-27: i'

franceschi: il serafico in italia, quel di paola... e 'l

sorgente, per dir così, di quel fiume [adda], aveva sentito

-d'allora: di allora, di quel tempo. -d'allora: da allora

-d'allora: da allora, da quel tempo, da quel momento.

da allora, da quel tempo, da quel momento.

vol. I Pag.335 - Da ALLORAMAI a ALLORO (6 risultati)

forze. -per allora: in quel tempo, allora. -per allora in

4. ripet. allora allora: in quel preciso istante; un attimo prima,

illam hóram * a quell'ora, in quel momento ': formazione popolare (che

crescenzi volgar., 9-25: a quel medesimo vale l'olio allorino messo in

testi, 319: verrà mai quel giorno, /... / che

foscolo, sep., 157: quel grande / che, temprando lo scettro a'

vol. I Pag.336 - Da ALLORQUANDO a ALLUCINANTE (5 risultati)

-gli studi sulla filosofia di dante e su quel tanto, se pur vi fu,

vince la roba allottata chi ha preso quel numero che esce primo al giuoco del lotto

di temi, chi è quel che è in questa fila, vestito di

. f. giambullari, i-42: aveva quel da man destra i capelli e la

porpora autunnale faceva impallidire ai miei occhi quel limpido pomeriggio della prima primavera.

vol. I Pag.337 - Da ALLUCINARE a ALLUMARE (6 risultati)

più mi sia confortevole e buona, di quel primo castigo cosi valorosamente sfidato per mantenere

un senso confuso della realtà di tutto quel che avveniva. imagini reali e fantastiche

aureliano centesimo,... allucinato quel povero virtuoso, assai compatibilmente invero,

: il pescemartello è nero, e in quel nero i pallidi cerchi dei suoi occhi

cagna, iii-204: ernesto si smarriva in quel fiotto di pensieri, senza pur accorgersi

e mostrarsi talor così fumante, / come quel che d'encelado è su 'l dosso

vol. I Pag.338 - Da ALLUMARE a ALLUMINANZA (5 risultati)

disio d'amore. petrarca, 175-12: quel sol, che solo a gli occhi

]. ariosto, 32-110: accennò quel signore ad un che corse, /

. idem, sai., 3-294: quel che devresti ascondere, rivele: /

onde s'allumi / il mondo a quel che più fra noi conviene. tasso

più fiaccole s'allume, / splende quel loco e / 'l fosco orror n'è

vol. I Pag.339 - Da ALLUMINARE a ALLUMITE (1 risultato)

, iv-274 (164-7): mort'è quel per cui allegro andava, / e

vol. I Pag.340 - Da ALLUNAMENTO a ALLUNGARE (3 risultati)

, 1-8: s'accorgerà non esser vero quel che da loro si va spargendo

era malato di cuore e, commosso da quel ritorno trionfale, tra una stazione e

parole 11 fatto, / giù per quel fiume orlando fu portato. -allungare

vol. I Pag.341 - Da ALLUNGATAMENTE a ALLUSIVO (2 risultati)

b. segni, 9-119: bello fu quel giambo di alessandro, detto per le

alvaro, 9-404: le parole di quel discorso, dette sommessamente, smozzicate,

vol. I Pag.342 - Da ALLUSTRARE a ALMANACCARE (5 risultati)

e s'impingua e cresce; in quel modo appunto, che fanno i fiumi

[versi] certa curiosità degli indizi di quel tempo e delle alluvioni e fecondazioni che

alluvioni e fecondazioni che si successero in quel singolare spirito giovinetto. 3.

. fazio, i-6-106: così quel padre e lume d'almagesto: /

tra sé che cosa mai potesse essere tutto quel rigirìo. tommaseo-rigatini, 1637: nell'

vol. I Pag.343 - Da ALMANACCATO a ALMENO (3 risultati)

crescenzi volgar., 1-8: in quel luogo, nel quale l'acqua si

. idem, 7-113: non può far quel magnanimo ch'almeno / sia lor fuga

esempio. cadano, iii-285: voglio almen quel che posso. segneri, i-85:

vol. I Pag.344 - Da ALMIRAGLIO a ALOÈ (3 risultati)

ancora assai di tempo prima di stampare quel libro. idem, ii-209: ma,

retta; / del mar grande almiraglio è quel secondo. = » variante di

madre alma d'amor, ch'è quel ch'io veggio? tasso, 5-80:

vol. I Pag.345 - Da ALOETICO a ALPE (2 risultati)

da esso. guiducci, 1-24: quel cerchio che è talvolta intorno alla luna o

, detto alone. marchetti, 1-667: quel perfettissimo cerchio, e luminoso, che

vol. I Pag.346 - Da ALPEGGIARE a ALPESTRE (1 risultato)

, iii-124: cacciamo oltre le alpi quel resto, d'esercito, e poi parleremo

vol. I Pag.347 - Da ALPIERE a ALQUANTO (6 risultati)

vedere con che agevole grazia ella portava quel corpo e quel suo costume di alpigiana.

agevole grazia ella portava quel corpo e quel suo costume di alpigiana. borgese,

anche l'alpinista su le spalle di quel disgraziato maestro. = deriv. da

; ed al piè tenero non sono / quel gelo intoppo e quella alpina asprezza.

scettro il pino. segneri, i-301: quel cuore, il quale forse nel suo

le fila benedette / ch'avanzano a quel mio diletto padre. boccaccio, dee

vol. I Pag.348 - Da ALSÌ a ALTAMENTE (7 risultati)

(14): ma, anche in quel turbamento, il testimonio consolante della coscienza

con una curiosità inquieta gli occhi su quel viso, e riabbassandoli subito, rimase

scoppiò prima che l'inno finisse con quel suo colpo tronco che è come un comando

da sola, non avesse potuto attraversare quel grido. moravia, vii-179: loro

di chiedere l'ora / fra quel lenzuolo di chiedere l'alt. pratolini,

. si lasciano andar giù e a quel mo'ciondolando tutti d'accordo cominciano a

, ora cauti ora sfacciati, a quel viluppo di ironie sprezzanti e d'apparenti

vol. I Pag.349 - Da ALTANA a ALTARE (2 risultati)

la morte. alfieri, i-24: quel suo dolore mi penetrò altamente. monti

ancor... / quell'aquila con quel fanciullo aitano / in una notte sì

vol. I Pag.350 - Da ALTARINO a ALTERARE (2 risultati)

di parlar tra fiera gente / contrario a quel che l'empio ne gl'impose.

prudenza, tu sarai in ogni luogo quel medesimo, cioè non alterabile.

vol. I Pag.351 - Da ALTERATAMENTE a ALTERAZIONE (3 risultati)

l'opera storica rimane incontaminata; ovvero quel fine può penetrare nell'opera stessa alterandola

] da ogni alterazione: / di quel che 'l ciel da sé in sé riceve

avete mai? -le chiesi, turbato da quel suo turbamento inesplicabile, dall'alterazione profonda

vol. I Pag.352 - Da ALTERCANTE a ALTERITÀ (4 risultati)

che sa scrivere è già incamminato su quel lubrico sentiero, che mena alle alterazioni

22: io, che sino a quel giorno ero stato afflitto dalla mia febbre

cadere del suo nemico, l'alterazione di quel volto, che passava, in un

nella solita indifferenza stupiva... di quel furor battagliero di contese e di alterchi

vol. I Pag.353 - Da ALTERNAMENTE a ALTERNATIVAMENTE (5 risultati)

, 646: il moto è alterità, quel che si muove sempre è altro ed

le fibre, onde s'alterna / quel moto che la vita urta e mantiene.

o toccherà a noi tutti a somministrargli quel più che gli abbisognerà. bella alternativa

: godono alternativamente in pace di quel bene. buommattei, iii-i-5-20: dopo desinare

sp., 16 (275): quel grassotto, che stava... col

vol. I Pag.354 - Da ALTERNATIVO a ALTERO (5 risultati)

2-97: prende a dondolar il capo con quel berrettino, come a dire « la

.. riprendevano uno dietro l'altro quel moto alterno e ondulato, che appoggia

b. pucci, iii-218: oimè quel viso, amore, oimè quel petto,

oimè quel viso, amore, oimè quel petto, / da cui pendea già

avorio schietto; / cangiato al fin quel vago altero aspetto, / ha la porpora

vol. I Pag.355 - Da ALTEROSO a ALTEZZA (1 risultato)

questo altiero scoglio, / gli disse quel ch'a voi riferir voglio. idem

vol. I Pag.356 - Da ALTEZZOSAMENTE a ALTITUDINE (1 risultato)

imposto [il nipote], quel « lei * che tutti gli dovevano dare

vol. I Pag.357 - Da ALTIVOLANTE a ALTO (4 risultati)

, / ch'i'medesmo non so quel ch'io mi voglio. boccaccio, i-285

invade. montale, 98: a quel perenne alto stormire / altri perduti con

deno un alto suon, ch'a quel s'accorda / con che i vicin

così vidi adunar la bella scola / di quel signor dell'altissimo canto, / che

vol. I Pag.358 - Da ALTO a ALTO (7 risultati)

o meglio direbbesi magnanimità, la qual è quel tener l'animo sempre alto sui casi

seguitato a parlare..., con quel calore ch'egli ha quando parla di

piccolo, per una persona sola, in quel paese ad alta valuta, era una

. idem, 4-150: come fu giunto quel signore, posesi a sedere ad alto

sedere ad alto, quasi in mezzo di quel tempio. ugurgieri, 1-189: tale

, per l'ampio silenzio della notte, quel primo sgangherato grido di don abbondio:

3). ariosto, 41-10: quel che siede al governo, alto sospira /

vol. I Pag.359 - Da ALTO a ALTORILIEVO (4 risultati)

alto; e ti raccomandarà validamente per quel posto che vorrai. panzini, ii-705:

piacer suo. frocchia, 512: guardavano quel giovane capitano e i suoi quattro cannoni

altette, che sono a dirimpetto di quel portico. idem, 254: allora quando

o educa. manzoni, 38: quel mite / lume, dator di vita,

vol. I Pag.360 - Da ALTORITÀ a ALTRETTANTO (6 risultati)

altresì ve gli porga in copia maggiore di quel che faccia con altri, di voi

il significato di attribuire empiamente a dio quel che non si conviene,...

di tali voci si trovano negli autori di quel secolo, non solo nelle poesie,

boccaccio, v-222: non ti diranno quel ch'abbia fatto la notte passata monna

di fare a qualunque potranno altrettanto di quel che patirono. rajberti, 2-49:

, 6-48: stavomi sempre a contemplar quel volto: / ogni pensiero, ogni

vol. I Pag.361 - Da ALTRI a ALTRIMENTI (4 risultati)

io ho non sono altre che di quel maledetto da dio vostro amico, di cui

né mi è parso di veder, cader quel sasso altrimenti che a perpendicolo. carletti

. pirandello, 7-220: mi dolgo di quel che ho fatto, ma in quell'

restavan tutti privi / di cognizion di quel signor cortese: / che per lungo

vol. I Pag.362 - Da ALTRO a ALTRO (12 risultati)

altrimenti parliamo alli animali, amaestrandoli in quel che noi vogliamo, e altrimenti alli

quinci tragga chi vuole e chi sa quel che puote, ch'io non te 'l

mutare altramente consiglio se n'andò a quel bagno. idem, dee., 9-6

quand'era in parte altr'uom da quel ch'i'sono. idem, 23-18

forza, / ch'e'tèn di me quel d'entro, et io la scorza

/ non era giunto in sala ancor quel fiore, / che a l'altre

canto. idem, 40-68: tutto quel giorno e la notte seguente / stette solingo

specchiarmi, e fatto / altro da quel ch'io m'era, / stupii.

: un più bel sole / di quel che scorrer suole il cerchio torto, /

ali sospese. ojetti, i-256: tutto quel profilo è segnato da un ciglio candido

bianco, / che nulla neve a quel termine arriva. guido da pisa,

gozzi, i -i i: alcuni decantavano quel libro... alcuni altri sostenevano

vol. I Pag.363 - Da ALTRO a ALTRO (4 risultati)

scordano, è chiaro non esser l'uno quel che l'altro; per che

peso. bruno, 278: quel che fu ed è mare, non sempre

. gozzi, i-ii: comparve finalmente quel libro... e fu donato con

via, ciascuna ambiva / l'altra provar quel che valesse in arme. monti,

vol. I Pag.364 - Da ALTROCHÉ a ALTROVE (4 risultati)

altro che un gran mucchio di morti di quel contagio. la tradizione, per dir