Grande dizionario della lingua italiana

Prototipo edizione digitale

Risultati per: col Nuova ricerca

Numero di risultati: 59481

vol. I Pag.1 - Da A a A (2 risultati)

non è altro che un segno, col quale s'accenna quel suono che si fa

scrittoio, e coi gomiti ben distesi e col capo sulla carta arrotondava certi a e

vol. I Pag.2 - Da A a A (2 risultati)

come colei che lungo tempo in cicilia col padre di lui, e poi a perugia

un aratro. idem, iv-1-870: accompagnavano col canto tutte le loro opere al chiuso

vol. I Pag.3 - Da A a A (1 risultato)

rivolgo in dietro a ciascun passo / col corpo stanco ch'a gran pena porto

vol. I Pag.4 - Da A a A (1 risultato)

: agitato da tante passioni, accompagnava col gesto i pensieri che gli passavan a

vol. I Pag.5 - Da A a A (1 risultato)

... a modo di scoccobrino col batolo infino alla cintola. petrarca,

vol. I Pag.6 - Da A a ABATE (1 risultato)

, a uno o tre piedi, col piano a bordi rialzati, per lo

vol. I Pag.7 - Da ABATINO a ABBACINARE (3 risultati)

in toscana, abbacchiare dicesi delle frutte col mallo; delle altre, bacchiare. né

ii-338: il biroccino a due ruote, col cestone dietro, da dove talvolta

soderini, ii-41: l'aglio cotto col grasso vecchio giova molto alla tosse,

vol. I Pag.8 - Da ABBACINATO a ABBAGLIAMENTO (6 risultati)

. pucci, 2-79-62: dolendosene poi col re giovanni, / gli disse:

), agg. accecato per supplizio col bacino rovente. d'annunzio, iii-2-20

saette le sentinelle abbacinate rimanevano di pietra col fucile inastato. idem, 19-345:

, la seconda fa silogismi, la terza col parlare dolcifica, la quarta misura la

abbacóne, sm. chi abbaca molto col cervello, chi fantastica molto.

denotare un abbagliamento prolungato e che istupidisca col senso la mente. = deriv

vol. I Pag.9 - Da ABBAGLIANTE a ABBAGLIARE (4 risultati)

servigi, placandolo con eloquenzia, addolcendolo col canto. idem, 2-125: forse

in tutte le maniere e vuol abbagliarmi col presentarmi il crine della fortuna. idem

corpi che vi abbagliano e vi conquidono col loro traditore pallor languido e possente.

misera » pensa tra sé, « e col mio denaro potrò ottenere tutto. bisogna

vol. I Pag.10 - Da ABBAGLIATAMENTE a ABBAIARE (10 risultati)

. baldini, 5-97: le lavandaie col fagotto dei panni sotto il braccio e

questa non altera punto gli oggetti visibili col crescergli o diminuirgli; la concava gli

l'uso vuole che abbaglio s'unisca col prendere o col pigliare', sbaglio, col

che abbaglio s'unisca col prendere o col pigliare', sbaglio, col commettere o

col prendere o col pigliare', sbaglio, col commettere o col fare, o simile

pigliare', sbaglio, col commettere o col fare, o simile. chi prende un

lo cane spaventa li lupi coll'abbaiamento e col morso? esopo volgar., 2-52

bottega, acciocché di notte lo svegliasse col suo abbaiamento. carena, 2-189: squittire

tira in ischiera; ne spinge un altro col muso; abbaia a un altro che

questa difficoltà del leggere, e pronunziare, col mettermi in gola, ed abbaiare ad

vol. I Pag.11 - Da ABBAIARE a ABBANCARE (1 risultato)

seduto sulle tavole del letto, stava col busto ripiegato sulle materasse abballinate e con la

vol. I Pag.12 - Da ABBANCATO a ABBANDONARE (1 risultato)

e snella / con la mano e col piè percuoter l'onda. pellico,

vol. I Pag.13 - Da ABBANDONATAMENTE a ABBANDONATO (3 risultati)

noi veggiamo talora a guisa di porci col grifo nella broda tutti abbandonati, non

: comparisce fedra abbandonata della persona, col passo faticoso, il capo languente.

stava delle lunghe ore... col ricamo abbandonato sui ginocchi, a contemplare

vol. I Pag.14 - Da ABBANDONATORE a ABBARBAGLIARE (2 risultati)

parecchi abbandoni e ritorni che i due finirono col mettersi a fare vera vita insieme.

si distese sull'altopiano... col suo abbandono e la sua stanchezza di sempre

vol. I Pag.15 - Da ABBARBAGLIATAMENTE a ABBARRATO (3 risultati)

continuo a colpire e abbarbagliare i lettori col nuovo, coll'inaspettato, col meraviglioso

i lettori col nuovo, coll'inaspettato, col meraviglioso. nievo, 317: io

: s'ingegni aristarco d'acquistar gloria, col regolare i versi d'omero, abbarbicandosi

vol. I Pag.16 - Da ABBARUFF AMENTO a ABBASSARE (3 risultati)

se t'alzi, il sol le struggerà col lume. galileo, 540

... e, abbassato, col nappo alquanto le chiare onde dibattè.

voluto usare la autorità pontificale, se non col patriarca, per abbassare la sua superbia

vol. I Pag.17 - Da ABBASSATO a ABBASSO (4 risultati)

.., si risolvè a confederarsi col pontefice contro al re. chiabrera,

un poco il favore che io avevo col papa. della casa, 580: la

, fumando saporitamente, si fermò col compagno a canto a una sentinella,

lo sportello del bigliettaio... scrisse col carbone: « abbasso la guerra »

vol. I Pag.18 - Da ABBASTANZA a ABBATTERE (2 risultati)

tr. (abbatàcchio). percuotere col batacchio: sbatacchiare. tommaseo-rigutini, 1059

e si libravano come studiando di secondare col loro volo le raffiche e i risucchi

vol. I Pag.19 - Da ABBATTIFIENO a ABBATTUTA (3 risultati)

non tenere / in tuo parlar [col signore] et ancor meno in fatti

. de sanctis, i-281: abbattendosi col pensiero in quei tempi felici, egli

dì intervengono le cose: e che col sogno concorresse, sarebbe per abbat

vol. I Pag.20 - Da ABBATTUTO a ABBELLIRE (3 risultati)

allora vecchi a strupo colle cappe e col candelotto,... e filastrocche di

monaci benedettini, dove dimoravano dodici religiosi col loro abate. d'annunzio, iv-1-884:

il mondo abbella, / elvira mia, col tuo sembiante. idem, 19-117

vol. I Pag.21 - Da ABBELLITO a ABBEVERATOIO (3 risultati)

abbendarono la ferita e addolciarono la piaga col medicamento degli unguenti. livio volgar.

ottobre, la ragazza esce di casa col pretesto d'abbeverare i maiali. moretti

e meglio abbeverati compagni, ereditaste bensì col nome la virtù, ma non già

vol. I Pag.22 - Da ABBÌ a ABBIGLIARE (1 risultato)

: m'avevano abbigliata da sposa, col velo, la corona, i fiori.

vol. I Pag.23 - Da ABBIGLIATO a ABBISOGNARE (1 risultato)

il cannone nei trabalzi dice si e no col capo, e quando s'abbassa rece

vol. I Pag.24 - Da ABBISOGNEVOLE a ABBOCCATO (7 risultati)

porterò con queste sole all'abboccamento fissato col direttore. manzoni, pr. sp

quell'ultimo abboccamento. soffici, ii-360: col crescere del desiderio di stare insieme.

acque possono agevolmente fare... col rilassare ed aprire e distendere i canali,

innesta con la scarpa che l'abbocca col fiosso sdrucito. 7. rifl

sola volta che lo attore si abbocchi col reo alla presenza sua, e basta a

l'imperatore viene in italia per abboccarsi col papa a bologna. bruno, 165:

clemente andò personalmente a marsiglia per abboccarsi col re. goldoni, iv-110: quando il

vol. I Pag.25 - Da ABBOCCATOIO a ABBONDANTE (5 risultati)

, 4-579: accorsero anche i gesuiti col santissimo sacramento, credendo che a quel

spettacoli e di recite, è voce improntata col torsello francese, né da adoperarsi giammai

corso di rappresentazioni; ci si abbuona col parrucchiere; ci si appalta con un fabbro

fabbro, con un manescalco, anche col medico; ci si associa a un giornale

: 4 limite di frontiera '): col significato di 4 delimitare un feudo '

vol. I Pag.26 - Da ABBONDANTEMENTE a ABBONDARE (1 risultato)

, ma il padrone non benedirà più col suo sguardo l'abbondanza della raccolta. idem

vol. I Pag.28 - Da ABBORDARE a ABBOTTONARE (1 risultato)

): abborracciata alla meglio una pace col re d'inghilterra. proverbi toscani, 30

vol. I Pag.29 - Da ABBOTTINATO a ABBOZZATO (5 risultati)

che la giacca leggera, tutta abbottonata, col risvolto unto tirato sul collo rientrante fra

si era bonamente vivuto, parte col reggimento di certe re gole

ò abbozzarono la loro ortografia e scrittura col solo o quasi solo esempio della latina.

risposta. de marchi, 210: disegnò col pollice una certa curva, come se

a quella che si vedrà qui appresso abbozzata col capo ovato di grandezza apparente alquanto maggiore

vol. I Pag.30 - Da ABBOZZATO a ABBRACCIARE (6 risultati)

bene la rozzezza di quei naturali scherzi col ruvido di quegli abbozzi, che il

presentemente è un abbozzo, il qual col tempo mi verrà fatto d'andar sempre

sentenziava ad angiò che s'era abbracchito col calar della notte, della montata di

simintendi, 1-108: una parte ne prese col morso, altri con abbracciamenti; altri

, altri con abbracciamenti; altri uccide col fiato, altri con la mortale bruttura

si mise a correre per raggiungerla, col cuore alla gola, con l'impeto di

vol. I Pag.31 - Da ABBRACCIARE a ABBRACCIARE (6 risultati)

d'alcuna persona, noi l'abbracciamo col nostro animo. capellano volgar., i-ii

e distintamente comprendere ed abbracciare e precisar col pensiero. linati, 8-93: la tua

che a quella, dover tutti abbracciare col medesimo amore. 13. rifl

villani, 8-71: ciascuna parte s'abbracciò col popolo per non perdere stato.

15. locuz. -disus. abbracciare col pensiero: concepire il disegno; pregustare

. abbraccerò sempre le occasioni di provarvi col fatto l'amicizia. giusti, i-79:

vol. I Pag.32 - Da ABBRACCIARE a ABBRANCARE (3 risultati)

cader del ponte si lasciò riverso / col pagano abbracciato come stava. caro, 15-i-

ii- 9-31: ti lascio non pur col più tenero e stretto abbraccio, ma

. boiardo, i-6-28: sul col lo abranca e forte lo dimena.

vol. I Pag.33 - Da ABBRANCARE a ABBREVIATORE (3 risultati)

un fuscello, si stende in su, col ventre nudo fremente, le zampe che

sempre abbrancando. verga, 4-134: col pretesto di difendere la roba, abbrancava

1-i-446: l'aveva visto abbrancato col braccio destro a un albero.

vol. I Pag.34 - Da ABBREVIATURA a ABBRONZAMENTO (3 risultati)

spinga qùanto può / con la mano, col braccio, con la spalla / e

braccio, con la spalla / e col suo cuore! 2. intr

, che fine si slancia dal greppo col suo zampillo abbrividente. bacchetti, 9-409:

vol. I Pag.35 - Da ABBRONZARE a ABBRUCIARE (4 risultati)

usarono già per far l'ombre abbronzarle col fuoco da una banda, il che

il logorio dell'abbronzatura, l'attraverso col dito. 3. malattia che

scottatura. guiducci, i-28: prudurranno col lor toccamento su noi [le parti

). dare alle fiamme, distruggere col fuoco; incendiare, ardere, bruciare.

vol. I Pag.36 - Da ABBRUCIATICCIO a ABBRUSTOLITO (2 risultati)

e... ci abbruciano gli occhi col lampo della loro bellezza. de marchi

foglie dell'ulivo e del sambuco, o col profumo di zolfo o di abbruciatura di

vol. I Pag.91 - Da ACCOLLATA a ACCOMANDANTE (4 risultati)

stor. il colpo che veniva dato col piatto della spada sul collo dello scudiero per

merlo che picchiettan la terra come due bacchette col tacco degli scarpini accollati precisi.

accoltella; chi è uso ad assalire col coltello. varchi, v-759:

o 'l mare ondoso, / quando col suo tridente infin dal fondo / il

vol. I Pag.92 - Da ACCOMANDARE a ACCOMIATARE (1 risultato)

come oggi questo dì xxi d'agosto 1492 col nome di dio e di guadagno co

vol. I Pag.93 - Da ACCOMIATATO a ACCOMODARE (1 risultato)

l'ho accomodato pel dì delle feste, col servirmene a fare una baldoria per cuocere

vol. I Pag.95 - Da ACCOMODATORE a ACCOMPAGNARE (4 risultati)

muro (taccompagnamento: muro di raccordo col terrapieno, in ponti, sottopassaggi,

non si mette mai se non accompagnato col nome, o pronome. del quale non

viatico, uomo per bene, ci assistè col torcetto. accompagnare, tr. andare

lei dolce cadente / sopra di te col tuo valor sostieni / e al pranzo l'

vol. I Pag.96 - Da ACCOMPAGNATA a ACCOMPAGNATO (8 risultati)

43): [l'uomo] accompagnava col gesto i pensieri che gli passavan a

i-793: accompagnava con le mani, col capo, il ritmo dei versi.

-accompagnare con auguri, consigli; accompagnare col pensiero. caro, 9-478: e

. patini, giorno, ii-130: col guardo accompagnò di loggia in loggia / il

, 30: chi accompagna la pentola col paiolo, quando s'incapperanno insieme,

. idem, iii-280: si accompagnò col frate verso quel romitorio. 11

volgar., 7-15: non ti accompagnare col tuo nimico, ché se tu fai

. tr. mus. seguire un canto col suono di uno strumento; alternare voci

vol. I Pag.97 - Da ACCOMPAGNATORE a ACCONCEZZA (1 risultato)

una somiglianza o un'analogia fortemente sensibile col primo, si connotava questo rapporto accomunando

vol. I Pag.98 - Da ACCONCIABILE a ACCONCIARE (7 risultati)

): quando acconciamente poteva, volentieri col santo abate si ritrovava. idem, dee

avendo i dieci del mare lungamente trattato col comune di siena di voler far porto a

, oh pazienzia! / l'uno col bianco e poi col rosso mettono,

! / l'uno col bianco e poi col rosso mettono, / levano, acconcian

lavorata, e goffa, la drizzò col fuoco... ed appresso, ingessatala

, e va tutta pulita, / col drappo in capo e col ventaglio in

pulita, / col drappo in capo e col ventaglio in mano. g. gozzi

vol. I Pag.99 - Da ACCONCIATAMENTE a ACCONCIATURA (6 risultati)

peradore, perché 1'acconciasse in pace col legato e con la chiesa. targioni

e'soldati che v'erano e acconciarsi col detto legato. m. villani, 1-15

del- vanima: riconciliarsi con dio, col pentimento e la confessione. passavanti

] ebbono trattato d'acconciarsi al soldo col duca d'osteric. boccaccio, dee.

un gentile uom catalano,... col quale, entrata in parole, con

giamboni, 7-189: allotta si dee venire col nemico alle mani, e combattere con

vol. I Pag.101 - Da ACCONCIONI a ACCONTARE (1 risultato)

volere suo compar divenire; e accontatosi col marito di lei, per quel modo

vol. I Pag.102 - Da ACCONTATO a ACCOPPIARE (1 risultato)

244: il felice accoppiamento dell'utile col piacevole che visibilmente vi regna. manzoni

vol. I Pag.103 - Da ACCOPPIATO a ACCORATO (1 risultato)

, 5-87: e 'l cristato gallo col suo canto salutò il vicino giorno,

vol. I Pag.104 - Da ACCORATOIO a ACCORDANZA (2 risultati)

hanno grande accorazione, e la nutricano col pianto. d'annunzio, iv-1-339:

ai piedi. l'ora passava, correva col sole. beltramelli, iii-97: i

vol. I Pag.105 - Da ACCORDARE a ACCORDATO (8 risultati)

'l nil, d'alto caggendo, / col gran suono i vicin d'intorno assorda

165-10: e co l'andar e col soave sguardo / s'accordan le dolcissime

carattere dei miei fratelli non s'accorda col mio. manzoni, 163: [

dritto, sicché s'accordi il nome col verbo, e 'l mascunino e 'l feminino

forse questa: che il sustantivo s'accorda col più vicino aggiuntivo. 10

10. locuz. non accordare vaggettivo col sostantivo: non connettere; accordare un

cominciò; e non accordando l'aggettivo col sustantivo, giunse balbettando a uno scuro

. botta, 40-ii-515: aspirando accordatamente col gran cancelliere a constituire il re capo

vol. I Pag.106 - Da ACCORDATORE a ACCORDO (6 risultati)

il qual fattore si vede eziandio accordato col femminile nell'etica di ser brunetto latini.

testamento nuovo, ed accordatore del vecchio col nuovo. 2. chi accorda

il volto esprimeva una felicità d'accordo col cielo, con la luce, con la

parole che gli ambasciadori furono d'accordo col papa, dicendo: s'e'sono

7-64: sgari- glino trattava alcuno accordo col legato per salvezza di tutti gli assediati

il lu- gberin si lagna, / col sagace fringuel lo storno ingordo. /

vol. I Pag.107 - Da ACCORDONARE a ACCORRERE (5 risultati)

verde caldo del clivo lo veggo fondersi col metallico dell'ulivo in accordi d'inaspettata

/ con le sue barbe integre e col nativo / terreno intorno, sì che non

. / co'begli occhi saetta / e col soave riso: / né s'accorge

i principi possan levar le memorie a'posteri col punire gl'ingegni: anzi dan loro

riosto, 4-70: le sono dui col ferro nudo a canto, / per farle

vol. I Pag.108 - Da ACCORRUOMO a ACCORTO (1 risultato)

innanzi che 11 popolo moltiplicasse al palagio col furore, si fuggì. tasso,

vol. I Pag.109 - Da ACCOSCIARE a ACCOSTARE (1 risultato)

dappertutto l'accostamento del buon bollito casalingo col cappuccio di panna spolverata di cioccolata.

vol. I Pag.110 - Da ACCOSTARELLO a ACCOSTO (4 risultati)

rispondea fiorio; anzi a suo potere, col viso in altra parte voltato, si

sussiego il giudice si è posto / col dir: fatevi avanti. mi fo

così trattare, s'accostarono in setta col consiglio del collegio de'giudici e de'

da sé la forza, s'accostò col sire della guardia, a cui manifestò

vol. I Pag.111 - Da ACCOSTO a ACCOVACCIATO (5 risultati)

leofanti acco stumatamente vanno, col nodo della coda lega le gambe

2-75: fu cagione questo ser mazzeo col suo dire, che questo re d'

s'era accovacciata in questo amore dividendo col compagno la vita nella gaia soffitta.

una rovere fe'come colui che riposa col corpo e col cuore cammina. palazzeschi

come colui che riposa col corpo e col cuore cammina. palazzeschi 1-80: accovacciato

vol. I Pag.112 - Da ACCOVACCIOLARE a ACCOZZO (8 risultati)

. caro, 5-226: quel sillogismo col quale si contraddice, non è altro che

la gente d'arme che fatta aveano col loro rettore a piè e a cavallo,

e a cavallo, e accoz- zaronli col capitano del patrimonio. boccaccio, dee.

pubblico che si sa accozzare il verbo col sostantivo. dossi, 684: tra tanta

ridotti a scosieri in artese per accozzarsi col re d'inghilterra. m.

fatto, e che si volea accozzare col fratello. stefani, 6-54: per vendicarsi

, uscendo di casa, s'univa col primo che rintoppasse. [edizione 1827

altri, uscendo di casa, si accozzava col primo che rintoppasse nella via].

vol. I Pag.113 - Da ACCREDERE a ACCRESCERE (4 risultati)

s. v.]: certi scrittori col nome e con l'arte loro si

questa non altera punto gli oggetti visibili col crescergli o diminuirgli; la concava gli diminuisce

, ma 'l bruno / in guisa tal col bello tuo si mesce / che beltà

rai. baretti, i-115: l'infievolirti col timore e colla diffidenza non può che

vol. I Pag.114 - Da ACCRESCIMENTO a ACCULARE (6 risultati)

i capelli; e anche accresparli ad arte col ferro, che in toscana con voce

ti prometto che accudirò sempre prendere col crocco (uncino, rampone). -anche

in modi rari / sodisfate coll'opra e col consiglio. vad'accroccando.

ricerca l'accubito: ch'era il cenare col corpo giacente, appoggiato sopra il gomito

de amicis, ii-79: qualcuno s'addormentò col viso in aria, qualche

pietreto e io mi acculai in terra col cane che uggiolava perché voleva

vol. I Pag.115 - Da ACCULATO a ACCURATEZZA (1 risultato)

dicesi della ricchezza; poi, accompagnato col quarto caso, dicesi di molte altre cose

vol. I Pag.118 - Da ACERBO a ACERO (1 risultato)

, par., 18-3: temprando col dolce l'acerbo. idem, par.

vol. I Pag.119 - Da ACEROSO a ACETILENE (2 risultati)

e di buon gusto purché si venda col nome di aceto artificiale. -aldeide

, dell'alcool, si devono vendere col nome di aceto di birra, aceto di

vol. I Pag.120 - Da ACETILENICO a ACETOSO (3 risultati)

: una bancherella colma di cachi, col lume ad acetilene che dondola in mezzo.

di buon gusto, purché si venda col nome di aceto artificiale. leggi sanitarie,

acide] acét [ique] col suffisso -one (cfr. lat. acètum

vol. I Pag.121 - Da ACETUME a ACHIRO (2 risultati)

come chi dicesse, acetoso, salato e col pepe, tutto pizzicore.

... /... e col suo negro loto / si devolve in

vol. I Pag.122 - Da ACHIROPOIETA a ACIDOFILO (1 risultato)

2-10: interposto [l'olio] così col vino e l'aria, impedisce che

vol. I Pag.123 - Da ACIDOSALINO a ACONITO (4 risultati)

= deriv. da acido, col suffisso -osi, attraverso il fr.

acino ad acino, mangiano l'uva col pane. moravia, ii-441: mangiai

sbarbaro, 1-45: e la ragazza col giro d'acini d'ambra al collo che

. &xo <; 4 rimedio ', col suffisso farmac. -ina.

vol. I Pag.124 - Da ACONTISTA a ACQUA (1 risultato)

non ha mai quiete, insinoché si congiunge col suo marittimo elemento. idem, 2-84

vol. I Pag.125 - Da ACQUA a ACQUA (1 risultato)

simintendi, 1-21: cornandogli che soffiasse col sonante corno, e che partisse tacque dolci

vol. I Pag.126 - Da ACQUA a ACQUA (1 risultato)

. l'acqua s'udia cadere / col suono ora d'un canto, ora

vol. I Pag.127 - Da ACQUA a ACQUA (7 risultati)

d'acqua. -andare per acqua col vaglio, fare un buco in acqua

donde questa cosa proviene, prese parere col suo confessore, il quale vi venne

631: aveva bisogno di emigrare almeno col pensiero, finché molta acqua fosse passata.

, che il vostro; anzi che col vostro, senza il suo, si farebbe

torna l'acqua ai suoi paesi: col tempo i fatti si ripetono. -l'

[don ab bondio] col duca di nevers,... con

rasi te, non come io doveva, col coltello dentato. -scherz. metter

vol. I Pag.128 - Da ACQUA a ACQUA (4 risultati)

sapienza non basta a conciliare l'acqua col fuoco, il diavolo coll'acqua santa.

di belle giare di acqua semplicemente raddolcita col zucchero? o di acqua cedrata

-acqua di barro: acqua profumata col bucchero, detto dagli spagnoli barro.

infermità... del tuo caldo, col freddo della odorifera acqua rosa si curerà

vol. I Pag.129 - Da ACQUA a ACQUA (2 risultati)

lì il vino schiacciarello, il baccalà col pesto e vacqua pazza san di pesce e

di accordarsi colla stanza da letto, col comodino, colle ampolle di acqua vegeto-minerale

vol. I Pag.130 - Da ACQUACCHIARE a ACQUAIO (1 risultato)

forte, / stampato è 'l tempo col crivello in mano. marino, i-235:

vol. I Pag.131 - Da ACQUAIO a ACQUARIO (2 risultati)

massima- mente de'colombi, si mescoli col letame. pulci, 14-58: lungo

suppurano e diventano acquaiole, facendo equivoco col ravaglione. = deriv. da

vol. I Pag.132 - Da ACQUARIO a ACQUATINTA (5 risultati)

in cui l'animale vive in natura (col regolare la temperatura, l'aerazione,

naviga via un'infinita giostra di pesci col cappello e il cappotto. 2

nel villaggio; io prenderò alloggio qui, col mio attendente. calvino, 1-92:

= deformazione di acquatrino per influsso di voci col suffisso spreg. -astro, -astrino.

, in cui si stende l'inchiostro, col pennello, direttamente sulla lastra o sopra

vol. I Pag.133 - Da ACQUATIVO a ACQUEDOTTO (3 risultati)

quando vuol far preda fa prima romor col becco in quelle parti di qualche arbore

braccia. una coperta acquatta, se col suo peso riposa ugualmente sul letto e

si spezzano i massi colla polvere o col piccone, e se ne formano gli acquidotti

vol. I Pag.134 - Da ACQUE ITÀ a ACQUETTA (2 risultati)

il cellini], gli chiama talvolta col nome di acquerelle, che secondo me

: nel fuggi fuggi del popolo, travolto col mio cavalletto e la mia carta acquerellata

vol. I Pag.135 - Da ACQUICOLA a ACQUIETARE (2 risultati)

', e più generalmente 4 rinunziare col silenzio a un diritto che potrebbesi far

regalmente è mansueta, / e pur col ciglio le tempeste acqueta. sannazaro,

vol. I Pag.136 - Da ACQUIETAZIONE a ACQUISTARE (4 risultati)

nieri, 243: la polenta col suddetto carino era la su'passione!

di tutti... (anche col più grande ingegno e valore e coraggio e

acquisizione, ma in una certa attenzione mescolata col mancamento: la qual cessata, in

imprese perigliose e vane, / e col sangue acquistar terra e tesoro, / vie

vol. I Pag.137 - Da ACQUISTARELLO a ACQUISTO (4 risultati)

senza esporsi all'ingiuria dell'aria, col solo rivoltar poche carte, si acquistano

con l'annegazione, grandezza; virtù, col dolore... in questo senso

il lor linguaggio, coi gesti e col bere ho fatto tanto del buon compagno

degli stati italiani il volere acquisterelli meschini col soccorso di gente straniera, e con

vol. I Pag.138 - Da ACQUITRINA a ACRE (2 risultati)

chi ha fatto acquisti se ne parte col suo tesoro in mano e con le tasche

nell'acquivento, a viso aperto, col mantello grigio arruffato dal turbine.

vol. I Pag.139 - Da ACRE a ACRIMONIOSO (3 risultati)

e rovinano ogn'altra melodia di tuono col quale si congiungano, e però tutti li

, di quelli che sovrastano all'acque. col processo del tempo vien loro a cader

= deriv. da acrilico, col suffisso -ato dei sali. acrilico

vol. I Pag.140 - Da ACRINIA a ACROMATICO (2 risultati)

dal lat. olire 1 odorare 'col suff. -ina. acrolèpidi, sm

, marmo, o avorio, e col resto del corpo di legno.

vol. I Pag.141 - Da ACROMATINA a ACUIRE (3 risultati)

. dxpanaro? * senza colore ', col suffisso -ina, attraverso il fr.

= deriv. da actinomicèti, col suffisso -osi. actinomorfìa e

in un punto, appena possono distinguersi col microscopio. g. gozzi, ii-138:

vol. I Pag.142 - Da ACUITÀ a ACUTAMENTE (4 risultati)

insetti innumerabili e minuti, / che col perpetuo ed importun ronzìo, / e cogli

degli occhi in una, che l'altre col scintillare non ne diver- tiscano i raggi

, coi suoi molti difetti, e col singolare acume del suo ingegno. d'

, monotoni, a trafiggere l'aria col breve lamento acuminato. viani, 19-322:

vol. I Pag.143 - Da ACUTANGOLO a ACUTO (1 risultato)

odorato acuto, / tutto dovunque va cerca col fiuto. c. dati, i-383

vol. I Pag.145 - Da ADACQUATORE a ADAGIO (3 risultati)

accennando, tutte le raccoglie: / batte col remo qualunque s'adagia. vellutello [

[inf., 3-111]: e col remo batte quelle che al montar s'

e pareva adagiato vittoriosamente dopo una gara col cielo a chi lo fosse di più

vol. I Pag.146 - Da ADAGIO a ADAMO (2 risultati)

più grosso. trinci, 1-215: cominciando col darne [dell'acqua] adagio adagio

adamo invece quando si buscava il pane col sudore, del suo volto; intendo dire

vol. I Pag.147 - Da ADANAIATO a ADATTATAMELE (2 risultati)

è animo d'andare contra a lui col ferro ignudo: dalla lunga con giavellotti e

di quegli acini [d'uva] pur col medesimo occhio, e in quel benefico

vol. I Pag.148 - Da ADATTATO a ADDECIMAZIONE (3 risultati)

una parola adatta. comisso, 12-53: col suo aspetto che si differenziava da tutti

). agric. ingrassare 11 terreno col debbio. targioni pozzetti, 12-3-196:

, arano la terra incotta e mescolata col carbone e colla brace rimasta dopo l'

vol. I Pag.149 - Da ADDEMANNARE a ADDENTELLARE (5 risultati)

, ed è che le canape, forse col loro addensamento, levano alle mal erbe

ferir da più lontano un core / rinforza col cristal le luci amate. lastri,

, 1-279: compravano filoni di pane col prosciutto a un bar appena aperto e

. figur. cogliere, possedere saldamente (col pensiero, con l'intuizione).

secolo il quale s'intreccia e addentella col seguente. nievo, 580: la partenza

vol. I Pag.150 - Da ADDENTELLATO a ADDESTRARE (1 risultato)

enormi. valeri, 1-49: poi col suo passo morbido di vento / [aprile

vol. I Pag.152 - Da ADDIETTIVAZIONE a ADDIMANDATO (2 risultati)

, e date addietro, / ma col viso ognor vólto all'inimico-idem, 18-300

, e fa andare avanti e addietro col dito... la scatola dei

vol. I Pag.154 - Da ADDIRE a ADDISCIPLINARE (3 risultati)

un legnaiolo allato, / un fornaio col frullone addirimpètto. salvini, 22-480: né

= comp. di diritto con incontro col part. pass, sincopato di addirizzare

una creatura umana, si cura sempre col matrimonio. un tale impermalisce alle più

vol. I Pag.155 - Da ADDISCIPLINATO a ADDIVIDERE (6 risultati)

col raddisciplinargli, vale a dire col cibargli freddamente

col raddisciplinargli, vale a dire col cibargli freddamente, e parcamente. tommaseo

morte. additare, tr. mostrare col dito, indicare; segnalare.

, lo m'addita, cioè mi dimostra col dito, cioè manifestamente quello che promette

quale doveva ritrovarsi al mattino per addivenire col mugnaio... a una transazione.

suo amico il giovine inglese... col quale il principe era addivenuto ad espressioni

vol. I Pag.156 - Da ADDIVINARE a ADDOBBATO (1 risultato)

franarne dubban 4 colpire '(perché col piatto della spada si batteva il nuovo

vol. I Pag.157 - Da ADDOBBATORE a ADDOLCIRE (3 risultati)

, che chiuso in bel soggiorno / col suon l'aria addolcivi. saba, 578

pietosa. marsilio ficino, 2-78: amore col caldo suo addolcisce le menti delli dii

: addolcia d'amor l'amaro tosco / col suon, che 'l sonno istesso intento

vol. I Pag.158 - Da ADDOLCITIVO a ADDOMANDARE (3 risultati)

essere stata il temperare e addolcir l'aria col caldo. panciatichi, 211: come

affinano, e addolciscono l'ariento selvaggio col piombo, e in ceneracciolo. baldinucci

è dirotta che il braccio è agilitato, col continuare ad usargli a lungo andare non

vol. I Pag.159 - Da ADDOME a ADDOPPIARE (4 risultati)

, agricoltori; / e sì, col coltivare, le salvatiche / frutta addomesticate e

3-198: le donne si erano addomesticate col berretto gallonato, e non ne avevano

addopato da un canneto, stava all'aspetto col fucile. addoppiàbile, agg. che

, ii-1-220: il quale addoppiaménto, col por la stessa lettera due volte allato

vol. I Pag.160 - Da ADDOPPIATO a ADDORMENTARE (7 risultati)

, vedeva quasi, il bestione, col muso al fessolino della porta, raddoppiar gli

! buonarroti il giovane, 9-696: col manico / diati costui gli sparagi,

i che m'addormentavano gravi / campane col placido canto. d'annunzio, v-1-270

finalmente, già vicino a giorno, col nome della sua protettrice tronco tra le labbra

iii-1-1039: sempre / mi sono addormentato col terrore. deledda, ii-17: l'

, ii-191: e s'addormenta di gusto col suono dell'acqua che scroscia a diluvio

cacciate i delatori nelle famiglie; addormentate col lusso, e la corruttela le classi agiate

vol. I Pag.161 - Da ADDORMENTATICCIO a ADDOSSARE (7 risultati)

, 237-32: deh, or foss'io col vago de la luna, / addormentato

aglio grandemente l'orina, risveglia mangiato col sale l'appetito addormentato. serdonati,

questa terra. salvini, 10-3-xxxi: col paradiso ognora in vista, e coll'

trarsi di sotto un ritorto coltello, / col quale l'addormito argo uccidea

, tr. (addòsso). appoggiare col dorso; mettere dorso a dorso.

rifl. e recipr.: appoggiarsi col dorso, con la schiena, con

italia che gli amici e i parenti col cuore angosciato degli ultimi congedi si raccomandano

vol. I Pag.162 - Da ADDOSSATO a ADDOTTORATO (2 risultati)

di addossare), agg. appoggiato col dorso, con la schiena; accostato

ha sforzato ad inghiottirmi un velenoso calice col pretesto di cacciarmi la febbre d'addosso

vol. I Pag.163 - Da ADDOTTRIN ABILE a ADDURRE (4 risultati)

rettamente che la sapienza, cioè la ragione col tivata e addottrinata. tommaseo

indocili sono addottrinabili con le cure e col tempo, addottrinevoli i docili.

e primieramente addurò e'corpi delle donzelle col coreo, con la lotta, con gittare

] addurandosi di non voler prendere accordo col comune di firenze, soffereono il guasto

vol. I Pag.164 - Da ADDUTTORE a ADEGUARE (3 risultati)

canti /... / per adequar col riso i dolor tsqiti. boccaccio,

danno de'nemici e l'onore suo col danno nostro meglio potesse adeguare, francamente

vuol veder se l'augel- letto / col canto il suon per pareggiarlo adegua. segneri

vol. I Pag.165 - Da ADEGUATAMENTE a ADEMPIERE (2 risultati)

una pianta, certo è ch'ella col riscaldarsi si rarefà, e si dilatano que'

, adempì, / e in un col regno a me serbi la vita / la

vol. I Pag.166 - Da ADEMPIMENTO a ADERENTE (4 risultati)

arila, 13: adempiere si costruisce col quarto, non col terzo caso. così

adempiere si costruisce col quarto, non col terzo caso. così 'adempio la

coll'esempio de'costumi, e poi col zelo della predicazione evangelica mettesse mano alla

) v -évo? * ghiandola 'col suff. -orna che nel linguaggio medico designa

vol. I Pag.168 - Da ADERPICARE a ADESO (4 risultati)

dante, inf., 13-55: sì col dolce dir m'adeschi, / ch'i'

, ii-43: unge piuttosto la lingua sua col mèle delle adulazioni e delle lusinghe,

, procacciando d'adescare gli animi altrui col sapore di quella ineffabile dolcezza. baretti

utile l'adescare il fanciullo allo studio col proporgli onori o vantaggi. nievo,

vol. I Pag.169 - Da ADESPOTO a ADIETTIVO (1 risultato)

risposta adesso che siamo tornati da palazzo col cardinale. 4. poco fa,

vol. I Pag.170 - Da ADIETTO a ADIRATAMENTE (3 risultati)

adira con l'amico, 11 padrone col servo; il padre sta adirato col figliuolo

padrone col servo; il padre sta adirato col figliuolo; il nemico s'adira contro

me stesso d'aver dovuto stare tanti giorni col muso lungo un palmo come un uomo

vol. I Pag.171 - Da ADIRATICCIO a ADIUNGERE (3 risultati)

ed avete ben compreso quel principio, col quale possete rispondere a più gagliarde persuasioni

amore. b. croce, ii-9-316: col risolvere l'umanismo nello storicismo..

che le serene ingannano gli uomini col canto. masuccio, 9: a la

vol. I Pag.172 - Da ADIURARE a ADOCCHIATO (1 risultato)

si trovano applicate e come saldate immediatamente col tratto superiore del filamento.

vol. I Pag.173 - Da ADOCCHIATORE a ADOMBRARE (2 risultati)

quella fiamma / che come un sol col suo splendor t'adombra. sannazaro,

/ la ricca pioggia -; e col pensier vaneggio, / che spesso ancor m'

vol. I Pag.174 - Da ADOMBRATAMENTE a ADONE (1 risultato)

venezia; non vorrei fare il terzo col suo freddo, lungo, silenziosissimo adone che

vol. I Pag.175 - Da ADONE a ADOPERARE (1 risultato)

quali, poco dotti e molto adoperanti, col loro molto studiare uccidono molti infermi.

vol. I Pag.176 - Da ADOPERATO a ADORAMENTO (2 risultati)

: e 11 suddito colla frode o col delitto s'adoperava a conseguire quello che

1-21: il quale tanto aoperò col papa per abbassare lo stato de'cerchi.

vol. I Pag.177 - Da ADORANDO a ADORAZIONE (2 risultati)

b. segni, 88: accostatosi col cardinale di lorena, andarono a trarlo di

a'suoi famuli, li quali elli ricomperò col suo prezioso sangue. tasso, 17-13

vol. I Pag.178 - Da ADORDIN ARE a ADORNARE (5 risultati)

fummo là 've la rugiada / pugna col sole, e, per essere in parte

dove la rugiada pugna, cioè combatte col sole, il quale col caldo la vuole

, cioè combatte col sole, il quale col caldo la vuole, diradando e disseccandola

è ombra, la rugiada non combatte col sole. arici, 194: non lo

per bellezza, la quale egli accresca col ricco adornamento. bibbia volgar., vi-395

vol. I Pag.179 - Da ADORNATAMENTE a ADOTTARE (3 risultati)

cecato t'ha questo monno coi delette e col soiomo / e col vestemento adorno e

coi delette e col soiomo / e col vestemento adorno e con essere laudato.

mal sì adorni, / piacciati ornai col tuo lume ch'io tomi / ad altra

vol. I Pag.180 - Da ADOTTATIVO a ADSTRATO (3 risultati)

più figli adottivi se non sono adottati col medesimo atto. = voce dotta

essa erba, e chiamandosi andracne, col mutar sola una lettera. soderini,

del ciel, vergine e madre, / col mio pianto mi purga / sì ch'

vol. I Pag.181 - Da ADUGGERE a ADULATORE (2 risultati)

). -in ant. anche col terzo caso: far la corte; piaggiare

scherza con essi,... / col garrir della voce in altra guisa /

vol. I Pag.182 - Da ADULATORIAMENTE a ADULTERAZIONE (4 risultati)

216: era fino adulatore anche soltanto col dargli di voi e col mostrar di

anche soltanto col dargli di voi e col mostrar di tenerlo in alta considerazione.

un villano,... imbevuto col latte del calvinismo, e persuaso..

terazione della corte [di roma] col re di francia, e come si

vol. I Pag.183 - Da ADULTERIA a ADULTO (1 risultato)

al sospettoso adultero, che lento / col cappel su le ciglia e tutto avvolto

vol. I Pag.184 - Da ADUMILIARE a ADUNATO (2 risultati)

essa passione adunando in sé lo spirituale col materiale, è divenuta così diversa da

con più larga vena / veggiam, quando col tauro il sol s'aduna.

vol. I Pag.185 - Da ADUNATORE a ADUSARE (4 risultati)

, onde tirollo / caron nel legno suo col graffio adunco. firenzuola, 447:

a nastri. pascoli, 381: col rostro adunco ora si spiuma [l'aquila

le disse: -meglio avere una casa col tetto. beltramelli, ii-46: ero

e provenz. adone, variante (col prefisso ad) di donc e donques

vol. I Pag.187 - Da AERE a AEREO (1 risultato)

sogliono. parini, giorno, 1-68: col fragor di calde / precipitose rote e

vol. I Pag.191 - Da AFACA a AFFACCENDAMENTO (3 risultati)

nitrico. su codesta pietra l'orefice, col provino e col pezzo d'oro che

pietra l'orefice, col provino e col pezzo d'oro che vuol saggiare, fa

amorose rugiade umidi e gravi, / terge col manto affu- migato e bruno. leopardi

vol. I Pag.192 - Da AFFACCENDARE a AFFACCIARE (2 risultati)

o più pezzi insieme, son fatti girare col mezzo di una chiave che colle ganasce

. 3. rifl. mettersi col viso alla finestra, alla porta;

vol. I Pag.193 - Da AFFACCIATO a AFFANGARE (4 risultati)

volge lo spedone, è forza tenerlo morbido col ba- gnarvelo spesso. = deriv

in su 'n una pelle di spinoso / col pelo in verso te, che sia

. francesco da barberino, ii-100: col forte più maggior riporta laude; /

. viani, 19-544: avendo navigato col fratello che apprese anch'esso istruzioni,

vol. I Pag.195 - Da AFFANNONE a AFFARACCIO (3 risultati)

dà affettata importanza, figurando d'affannarvisi col travaglio e con lo zelo. carducci,

senza camicia. paolieri, 2-166: col fucile che mi tremava nelle mani,

la vedevo abbandonarsi, cedere nella lotta col male: morire. fracchia, 1-675:

vol. I Pag.196 - Da AFFARATO a AFFARE (1 risultato)

. casti, 2-102: ma il re col can volgendo agli altri il tergo,

vol. I Pag.197 - Da AFFARE a AFFARUCCIO (3 risultati)

ora in su quella foglia, tanto che col suo buon giudizio lui cognosca qual sia

, e l'altra del soggiuntivo affacciano col suono simile del verbo * affacciare '.

fanni che per dieci anni aveva vissuto col marito affarista era divenuta una donna d'

vol. I Pag.198 - Da AFFASCIARE a AFFATICAMENTO (3 risultati)

affasciarono in mezzo al prato le falci col manico in alto. 2.

, tr. (affascino). ammaliare col fascino, sottomettere a influsso malefico (

mezzo / della via si rabbuffano, col vero, / spinte dall'ira, affastellando

vol. I Pag.199 - Da AFFATICANATURE a AFFATICATO (1 risultato)

qui diana, dopo i boscherecci affanni, col suo coro veniva a ricreare, bagnandosi

vol. I Pag.200 - Da AFFATICATORE a AFFAZZONAMENTO (5 risultati)

: ho la testa affaticatissima, e col mio solito antico dolore. idem,

pittura, la quale l'artefice condusse col posare con gran franchezza le tinte al

e novità nel corpo, si lieva col sonno e col riposo. = deriv

nel corpo, si lieva col sonno e col riposo. = deriv. da affaticare

[germanico] il maligno male, col tenersi da pisone affatturato. govoni,

vol. I Pag.201 - Da AFFAZZONARE a AFFERMARE (1 risultato)

che tutto ciò che egli [giove] col capo accenna, indietro tornar non si

vol. I Pag.202 - Da AFFERMATAMENTE a AFFERRARE (4 risultati)

; * la prosa scientifica si affermò col galilei'. panzini, iv-ii: affermarsi,

senso, di farsi un nome anche col proprio valore. ma è pur sempre

di certo afferrabili con le mani o indicabili col dito. idem, 1-3 * 53

idem, 46-124: gli cinge il collo col braccio possente; / e con tal

vol. I Pag.203 - Da AFFERRATO a AFFETTARE (2 risultati)

l'argomento. 5. colpire col ferro (con l'arma), ferire

quando cominciò ad affettare il pane col coltello, alla prima fetta cadde in

vol. I Pag.204 - Da AFFETTARE a AFFETTIVO (2 risultati)

uomo aveva una fame che s'affettava col filo. viani, 14-322: il sole

panzini, iii-678: inperiodi esquisitamente fabbricati col regolo. tasso, 5-4-33:

vol. I Pag.205 - Da AFFETTO a AFFETTUOSITÀ (2 risultati)

1-282: il velo della bella giovane col quale io coperto m'era quel giorno

, e che per alcuni si spiega col vocabolo di conato. 6.

vol. I Pag.207 - Da AFFEZIONEVOLE a AFFIBBIARE (1 risultato)

, i-124: le danze si animavano col trascorrer dell'ora, l'affiatarsi degli invitati

vol. I Pag.208 - Da AFFIBBIATO a AFFIDARE (4 risultati)

.. la ragazza premeva sul coperchio col ginocchio mentre egli affibbiava le correg- gie

così aggiustati come fibbia che s'adatta col vestire. idem [s. v.

, la quale intorno abbraccia uno cerchio col lato d'oro, ed uno affibbiatoio

mi ero permesso qualche avance di matrimonio col di lei genitore, e ne avevo avuto

vol. I Pag.209 - Da AFFIDATAMENTE a AFFIGGERE (2 risultati)

o signor, lieve balzando, / col sonante calcagno il suol per- cote.

. nievo, 672: egli fece col viso un certo atto come di chi è

vol. I Pag.210 - Da AFFIGLIARE a AFFILATO (6 risultati)

de'giganti, affigurato colle voci e col numero. 2. paragonato;

al figur. magalotti, 20-83: col tanto stuzzicare e ristuzzicare quelle fila e

e pulito, se l'occhio s'armi col microscopio, si vede chiaramente ch'egli

ii-367: prese l'aspetto del cadavere col naso affilato e gli occhi in dentro.

ii-123: ella era pallida e scarna, col collo lungo, il naso affilato quasi

moravia, vii-5: era proprio magrissima, col viso affilato e lungo tra due onde

vol. I Pag.211 - Da AFFILATOIO a AFFINATO (1 risultato)

affilettare. 2. solcare col taglio della cazzuola il cemento, nelle

vol. I Pag.212 - Da AFFINATOIO a AFFIOCARE (5 risultati)

che), cong. finale (col congiunt.). al fine,

iv-273: le pietre si percotano assai col martello e lavoransi e affinisconsi e quelle

sia polipario, che ha grande affinità col poro cervino. cesarotti, i-94: un

e misteriosa che lega due creature umane col tremendo legame del desiderio insaziabile. panzini

mezzo. b. croce, ii-6-384: col gentile, oltre alcune affinità pratiche,

vol. I Pag.213 - Da AFFIOCATO a AFFISARE (3 risultati)

421: l'anfione, cioè oppio, col quale si sostentano i mori in questa

ridotta in fiore. -del pane: fatto col fiore di farina. affiorato3

tanimo, con la mente); fermarsi col pensiero; applicarsi, sforzarsi.

vol. I Pag.214 - Da AFFISATO a AFFITTANZA (4 risultati)

assorto, astratto, rivolto interamente (col pensiero, con lo spirito); fermo

il che generalmente da'giuristi si suol esplicare col termine dell'affissione della lapide, a

6. intento (con lo sguardo, col pensiero). caro, 4-500:

quali un privato si mette in relazione col pubblico. idem, i-39: l'uso

vol. I Pag.215 - Da AFFITTARE a AFFIZIARE (2 risultati)

. affitto1, sm. contratto col quale il proprie tario cede

. cantoni, 83: si affacciò col cappello in mano, e bastò quella subita

vol. I Pag.216 - Da AFFIZIO a AFFLITTO (3 risultati)

ombra pien d'orgoglio e d'ira / col naso adunco afflando amaro tosco.

roma apparla. l'anima legionaria / col vasto afflato dilatava i petti.

fugire? idem, 93-53: mamma col core afflitto, entro le man te mitto

vol. I Pag.217 - Da AFFLIZIONE a AFFLUENZA (5 risultati)

vate, / placando quelle afflitte alme col canto, / i prenci argivi eternerà.

la foce entrò lo stanco / nochier col legno afflitto, e il lito prese.

496: [egli] se ne andò col cuore pieno di gioia e di speranza

quando ella prese l'aspetto del cadavere col naso affilato e gli occhi in dentro,

c'è, il cangiamento [delle cedole col metallo] continua fino a che crescendo

vol. I Pag.218 - Da AFFLUIRE a AFFOGANTE (1 risultato)

come con un tizzo ella 10 affocava col suo viso sfrontato e convulso.

vol. I Pag.219 - Da AFFOGARE a AFFOGATO (3 risultati)

mentre cerca / por freno in van col morder de le labbra / allo scrosciar

con quella [mano] a imbacuccarla col tappeto, che quasi la soffogava. [

4-301: altri per ferro, altri affogandosi col lacciuolo, altri non manicando, se

vol. I Pag.220 - Da AFFOGATOIO a AFFOLTARE (1 risultato)

si ammonta. moravia, vii-41: col primo giorno di caldo, l'afa entra

vol. I Pag.221 - Da AFFOLTATA a AFFONDARE (4 risultati)

la spada tranchera ebbe impugnata, / e col cavai d'ogni altro pregio e cima

e nell'affondarla, se non altro, col peso delle sue merci. baretti,

, 135-23: quel bello scoglio / ha col suo duro orgoglio / condotta ov'affondar

trillando al canto acuto passa, / e col dito maggior tocca la prima; /

vol. I Pag.222 - Da AFFONDATA a AFFORZARE (3 risultati)

annunzio, iv-1-85: ella sorrideva, col capo affondato su i guanciali, supina,

, dalla posizione di guardia, piegandosi col tronco in avanti e portando innanzi nello

acerbezza de'versi avesse ridutti la figliuola col padre alla disperazion d'afforcarsi.

vol. I Pag.223 - Da AFFORZATO a AFFRANCARE (3 risultati)

se il sole adoprerà il suo splendore col suo centro afforzifìcato da la potenza di tutto

con buona siepe. guicciardini, iii-294: col pericolo augumentavasempre la difficultà del camminare,

. magalotti, 2-159: affranca / col suo parlar la sbigottita parte. carducci,

vol. I Pag.224 - Da AFFRANCATO a AFFRATELLATORE (4 risultati)

1° affrancato da questo esempio, e col male addosso, volentierissimo mi c'induco.

tanto piangere, / se non vuol me col suo dolor affrangere. febusso e breusso

beffe ride / quant'ha più fatto col suo mal ploranti. andrea da barberino,

nascono dall'affratellarsi cotanto insieme l'anima col corpo. segneri, ii-333: vien

vol. I Pag.225 - Da AFFRATELLEVOLE a AFFRETTARE (5 risultati)

ant. e letter. regolare col freno, frenare. francesco da

era affrescata un'immagine di san giuseppe col bastone fiorito. moravia, vii-89:

di paesaggio lacustre, che avevano preso col tempo un color verderame. =

renzo affrettò il passo, facendosi coraggio col pensare che la meta non doveva essere

affrettò la cena, acciocché potesse essere col suo donzello. g. morelli, 171

vol. I Pag.226 - Da AFFRETTATAMENTE a AFFRONTARE (1 risultato)

qual cervo ferito di saetta, / col ferro avvelenato dentr'al fianco, /

vol. I Pag.227 - Da AFFRONTARE a AFFUMICARE (6 risultati)

149: come elli s'afronta con quello col quale vuol parlare, prima attossica et

vuol parlare, prima attossica et avelena col detrarre. alberti, 359: la

., 2-7 (207): e col re... dopo alquanto tempo

caro, 3-3-72: di grazia rimediate col vivaldo, che non se ne tenga

. 2. tingere, intorbidare col fumo. -al fìgur.: appannare

renderli più saporosi); snidare le api col fumo. bencivenni, 5-19:

vol. I Pag.228 - Da AFFUMICATA a AFONO (3 risultati)

manovrarle). 3. annerire col fumo; appannare, intorbidare. affuocare e

geloso che non si macchiava senza pagare col sangue. idem, i-164: ora la

trombe e... scuotendo la casa col peso degli affusti. = dall'

vol. I Pag.230 - Da AFRODISIO a AGATA (2 risultati)

. borghini, 1-80: la nostra cena col proprio vocabolo rende buon conto di sé

d'ascoli, 3063: dal terzo cielo col secondo, agate / negra si forma

vol. I Pag.231 - Da AGATA a AGENTE (1 risultato)

la vostra futura burocrazia identificherà se stessa col lavoro e il socialismo, e perseguiterà

vol. I Pag.233 - Da AGEVILE a AGEVOLE (1 risultato)

agevolò [egli] poi l'intelligenza col figurarmi il fatto sopra uno strumento materiale

vol. I Pag.234 - Da AGEVOLEMENTE a AGGANCIO (4 risultati)

. manovra che consiste nel prendere contatto col nemico in fase offensiva costringendolo al combattimento

, tr. [aggàncio). prendere col gancio; sospendere al gancio; fermare

gancio; sospendere al gancio; fermare col gancio; collegare meccanicamente. - anche

: adesso che è venuto altro progresso col motore, si sta aggiungendo altro braccio di

vol. I Pag.235 - Da AGGANGARE a AGGETTARE (3 risultati)

grosso pane d'argento, riscontrandone la mole col peso, san dire se egli ha

fatte dentro all'antichissimo alveo del padule col mezzo di alluvioni e agge- razioni.

dalle aggestioni o deposizioni di terra, che col tratto di tempo vi fecero i due

vol. I Pag.236 - Da AGGETTATO a AGGHIACCIARE (6 risultati)

cominciò; e non accordando l'aggettivo col sostantivo, giunse balbettando a uno scuro

inconveniente trovar potrebbesi più compensi: o col fare il dorico senza base...

il dorico senza base... o col ritirare di molto gli aggetti della stessa

le sole dita all'aggetto della finestra, col viso ancora rivolto a lei. c

dalle guance. leopardi, 16-83: col suon dell'armi e con la rauca

e con la rauca voce / e col funereo ceffo il core agghiaccia / al

vol. I Pag.237 - Da AGGHIACCIATO a AGGIARDINARE (2 risultati)

di dio in loro sono rifrigerati, col quale poi riscaldano gli aghiacciati. guido

.. così che bisogna star sempre col cuore agghiadito da un anno all'altro.

vol. I Pag.238 - Da AGGIGLIATO a AGGIOTATORE (5 risultati)

fa a mangiare pane aggiogliato, cioè misto col loglio. = voce toscana,

(i semi del loglio, mescolati col grano, hanno effetto soporifero).

. ant. e dial. preparato col seme di loglio (che dà sonnolenza

, di un'opera) in rapporto col progresso dei tempi. e. cecchi

rose e di ligustri adorni / e col sereno tuo sembiante aggiorni / ovunque un

vol. I Pag.239 - Da AGGIOVARE a AGGIRARE (3 risultati)

: il cedro arbore solo s'aggiova col vento austro; dall'aquilone rimane offeso

prima a bombe a mano e poi col semplice pugnale li aveva affrontati a uno

d'improprio; imperocché potrebbe sorgere equivoco col suo fratello aggirarsi in senso d'imbrogliarsi,

vol. I Pag.240 - Da AGGIRATA a AGGIUNGERE (2 risultati)

poscia aggiudica l'immobile stesso al creditore col beneficio del quarto meno del valore cui lo

o assegnatario... può concordare col creditore pignoratizio o ipotecario l'assunzione del

vol. I Pag.241 - Da AGGIUNGIMENTO a AGGIUNTO (2 risultati)

uscito dalla foresta per traverso s'aggiunse col re di francia in sul cammino.

poi agiugnere colla penna dove s'agiugne col pennello. savonarola, iii-52: e però

vol. I Pag.242 - Da AGGIUNZIONE a AGGIUSTARE (8 risultati)

cominciando da quello [ornamento] che col nome greco 'epiteto ', col

col nome greco 'epiteto ', col nostro 'aggiunto 'possiamo nominare.

vogliam dirlo: il quale aristotele chiamò col nome greco xóo [i. ov.

buonaparte] viemaggiormente l'animo al negoziare col papa, col fine di venirne con

viemaggiormente l'animo al negoziare col papa, col fine di venirne con lui ad un

sbocca. baldinucci, 12: strumento col quale i muratori o altri artefici aggiustano

poich'e'cenò e aggiustò il cor col cibo, /... a lui

tommaseo, 1-238: differenza di conto col padrone di casa: 1'aggiusto alla meglio

vol. I Pag.243 - Da AGGIUSTARE a AGGLOMERAZIONE (3 risultati)

quando l'immagine del sole s'aggiusta col cerchio segnato. goldoni, v-1305:

discepolo aristotile, si portò platone col bel sesso. cesarotti, i-73:

colle ginocchia della mente, e più col sole che guarda dal balcon sovrano.

vol. I Pag.244 - Da AGGLOMERO a AGGRADARE (2 risultati)

, tr. [agglutino). unire col glutine; saldare insieme con sostanze adesive

amanti orbi non guatano! / col desìo del morir la vita spezzano; /

vol. I Pag.245 - Da AGGRADEVOLE a AGGRANDIRE (7 risultati)

vede ch'all'astuto gatto / scherzar col topo alcuna volta aggrada. banddlo,

iii-448: alle tenere espressioni vostre corrispondo col più sensibile aggradimento. idem, v-1341:

aggradare 'e 4 aggradire ', col suff. -ivo. aggraduire (

: altri colle cortesie aggratuì, altri col donare ampiamente. = comp. di

, tr. (aggràffio). afferrare col graffio, con l'uncino; artigliare

lo inghiotte, ahi caso crudo! / col cavallo, con l'armi,

cometa inferire dal suo poco ag- grandimento col telescopio, se non che ell'è cosa

vol. I Pag.246 - Da AGGRANDITO a AGGRAVARE (1 risultato)

: la tentazione è come il gatto col topo: giocherà e magari fingerà di abbandonarti

vol. I Pag.247 - Da AGGRAVARE a AGGRAVATIVO (6 risultati)

gravato. soderini, ii-22: aggravisi col piuolo la terra addosso. tasso,

orrendo aggrieva mon- gibello, / dove col gran martello / folgori tempra il scabroso

omicida. -aggravare la coscienza', turbarla col rimorso. -al rifl.: rendersi

le radici all'ellere: / che se col tempo e col poder s'aggravano,

ellere: / che se col tempo e col poder s'aggravano, / non lasseranno

ne'tuoi cieli biavi, / che col cùbito languido t'aggravi / su la

vol. I Pag.248 - Da AGGRAVATO a AGGREDIRE (3 risultati)

e rovinano ogn'altra melodia di tuono col quale si congiungano, e però tutti

mandare a quel tristo marchese quel sonetto col titolo da me assunto ne'miei fogli periodici

vi acquistate,... e finalmente col diletto, ch'avete del vedervene aggraziato

vol. I Pag.249 - Da AGGREDITO a AGGRESSIONE (3 risultati)

romani. foscolo, ii-2-11: la forza col suo mal dissimulato diritto...

gl'ingegni timidi per debolezza, e col numero dei vinti rinforzava la possanza del

appetito, che avrebbe, pur col sorriso, fatto rìdere il pianto?

vol. I Pag.250 - Da AGGRESSIVAMENTE a AGGRONDATURA (2 risultati)

per ch'aggrizzando il volticel vecchile / col borbottar mi parti'lagrimando. vallisneri, ii-203

a vista di maturarsi, ma premute col morso, tornano in fummo e favilla,

vol. I Pag.251 - Da AGGROPPAMENTO a AGGRUMATO (7 risultati)

: vede il mostro che rinaldo / col brutto serpe in mille nodi agroppa.

, viii-3-146: e menommi al cespuglio, col quale colui s'era aggroppato. viani

. l'aggroppar le spalle, il cozzar col capo basso. = deriv.

mani. giov. cavalcanti, 40: col petto in fuori, e col

col petto in fuori, e col travolger gli occhi ed aggrottare le ciglia.

.. facendosi scudo alla faccia col gomito, chinandola sul busto, e aggrottando

rapprendere in grumi; far di nero col bastone in alto aggrottescate da tagli rettilinei

vol. I Pag.252 - Da AGGRUMO a AGGUAGLIARE (2 risultati)

: eco sola m'ascolta e, col mio pianto / agguagliando 'l suo duro antico

, i-279: l'ingegno agguagliato era col disio, / la voglia colla forza dello

vol. I Pag.253 - Da AGGUAGLIATAMENTE a AGGUANTARE (2 risultati)

. bibbia volgar., vi-79: col piano [della cazzuola] sì s'agguagliano

: assai spesso parve che non solamente col suo re volesse ne l'opere di

vol. I Pag.255 - Da AGGUATTARE a AGHIRONE (4 risultati)

aggueffa, cioè si collega e congiugne col mal volere, con la mala volontà.

s'aggueffa, cioè s'aggiunge e unisce col mal volere, il qual è proprio

. v.]: aghetto col cordoncino troppo grosso, si direbbe aghettóne.

aquila imperiale il sol vagheggia, / col rostro il petto il pelican si fere

vol. I Pag.256 - Da AGIAMENTO a AGIBILITÀ (3 risultati)

senza esporsi all'ingiurie dell'aria, col solo rivoltar poche carte, si acquistano tutte

cacciate i delatori nelle famiglie: addormentate col lusso, e la corruttela le classi

uomini e persone e la ricolta tutta col bestiame, e tutto istà salvo e

vol. I Pag.257 - Da AGILE a AGIO (2 risultati)

agile e snella / con la mano e col pie'percuoter l'onda. c.

, che il braccio è agilitato, col continuare ad usargli, a lungo andare non

vol. I Pag.259 - Da AGITANTE a AGITATO (5 risultati)

persuada, che il piegarvi o l'agitarvi col movimento degli affetti. idem, 16-59

? parini, giorno, i-70: col fragor di calde / precipitose rote e

, d'annunzio vi si era impegnato col discorso di roma. 5. rifl

e protendersi e salutar con le mani e col capo e col torso. civinini,

con le mani e col capo e col torso. civinini, 1-105: al disopra

vol. I Pag.260 - Da AGITATORE a AGLIO (3 risultati)

1-78: in quella terribile agitazione avevo col mio tremito spento il cerino io stesso,

. idem, ii-41: l'aglio cotto col grasso vecchio giova molto alla tosse;

grandemente l'orina, risveglia, mangiato col sale, l'appetito addormentato. imperalo,

vol. I Pag.261 - Da AGLIONZA a AGNELLO (2 risultati)

dirà che sia diana?) / col rozzo amante in solitaria riva, / e

falso e ladro e fello, / col bel parlare suo tempo conduce, /

vol. I Pag.262 - Da AGNELLOTTO a AGNOSTICISMO (2 risultati)

l'agnello è il mite agnello che col muso basso va brucando l'erba più

volle anche me, ribelle aborto, / col sangue vivo delle sue precordia. tombari

vol. I Pag.263 - Da AGNOSTICO a AGO (2 risultati)

da barberino, i-92: poi dirai col sartore / del trar ad ago e lavorar

l'una con l'ago e l'altra col lavoro. d'annunzio, iv-2-142:

vol. I Pag.264 - Da AGOCCHIA a AGONE (1 risultato)

., 1-94: spesso imeneo col suon di sua zampogna / tempra lor danze

vol. I Pag.265 - Da AGONE a AGORAFOBIA (1 risultato)

questa agonia, ch'egli visibilmente pugnasse col diavolo. seneca volgar., 2-60:

vol. I Pag.268 - Da AGRESTONE a AGRIFOGLIO (3 risultati)

sia rotta nell'umido acqueo, impertanto col caldo del sole si converte in agrezza e

agricola, posta costantemente in intimo rapporto col meraviglioso spettacolo della natura, costretta a

una fossa, che ha da far col saperlo far barbicare, attrarre il nutrimento,

vol. I Pag.269 - Da AGRIGNO a AGRO (5 risultati)

, dei lillatri, dei ginepri, col suo fogliame di un verde artificiale d'

l'uso della natura l'uomo nasce col capo innanzi, e co'piedi avanti è

, ascoltavano, e dicevano di sì col capo, sorseggiando il vinetto agro, ristorandosi

petrarca, 332-20: già mi fu col desir sì dolce il pianto, / che

suso [al pane di rame] col martello sopra la 'ncudine: e se si

vol. I Pag.270 - Da AGRO a AGRUME (6 risultati)

troppo ci sta al fianco, e col flagello / ch'egli impugna di

lode, per temperar così l'agro col dolce, e ottener meglio l'effetto.

, dolciastro e acetoso insieme, che col tempo diviene rancido per il formarsi di

scorze buttate nella cenere riempivano l'atmosfera col loro agrore. = voce dotta

con àypcbottj? 'contadino ', o col suffisso e8 * divorare, distruggere '

, 241: nettali [i denti] col tuo specchio e tieni a mente che

vol. I Pag.271 - Da AGRUMETO a AGUGLIA (2 risultati)

1 coltivare '). agrumi col tóre { agrumicultóre), sm. coltiva

dùrer] incidere il ponte di rialto col levatoio, e il campanile di

vol. I Pag.272 - Da AGUGLIARA a AGUZZARE (1 risultato)

a sinistra, sul rovescio la vergine col bambino (v. aquilino)

vol. I Pag.273 - Da AGUZZATA a AGUZZO (2 risultati)

da l'agosino, convien che ristorino col tosto vogare l'usata tardità. crescenzio,

: noi diciamo comunemente auzzino quello che col bastone stimola i galeotti a vogare,

vol. I Pag.274 - Da AH a AIA (3 risultati)

che pa reva una chiesetta col suo campanile. linati, 30-35:

, 2-71: lo scoiattolino invidioso, col musetto aguzzo. marotta, 1-39:

; e nella terza volta santo francesco col fiato levò frate masseo in aria. bruno

vol. I Pag.275 - Da AIACE a AIRONE (6 risultati)

che andava d'aia in aia / col suo ronzìo d'aereoplano. idem

o trapiantar l'erbe dell'orto, col solco intorno a loro un po'larghetto.

mari e paduli occupano... col pensiero sottrarrai, appena agli uomini per

cei, non era mica in chiesa col breviario davanti, aibò! chi voleva prete

570: [egli] finì col credere che fosse unicamente per ispi- rito

l'aire e in pochi minuti arrivò col volo tanto in alto, che toccava quasi

vol. I Pag.276 - Da AITA a AIUOLA (6 risultati)

2-170: « egli la vide da lontano col suo cappello di aigrettes, che.

via pur cade. saba, 321: col rimorso / del cuore umano, /

petrarca, 16-7: quanto più pò col buon voler s'aita, / rotto da

senza potere punto aitarsi, cadde subitamente col petto e col volto in terra. tasso

aitarsi, cadde subitamente col petto e col volto in terra. tasso, 19-24:

, dal tuo peso tratto, in giù col mento / n'andasti,...

vol. I Pag.277 - Da AIUOLO a AIUTARE (4 risultati)

tirar presto l'aiuolo, / o col ferirlo, o col tirarlo a basso.

aiuolo, / o col ferirlo, o col tirarlo a basso. g.

incedere della matrona. e tutto, col pretesto che era aiutante maggiore, che

giamboni, 7-158: grido degli uomini mescolato col suono delle trombe aiuta la paura a

vol. I Pag.279 - Da AIZOON a ALA (5 risultati)

ora con la grazia di dio e col suo aiuto... siamo in sul

presso a cinque miglia a piacenza, e col detto divino aiutorio intendiamo procedere innanzi.

ninfe l'asinel suo pavido / pungon col tirso; e lui [sileno]

. pratolini, 2-47: egli gioca col ferro di cavallo arroventato come il gatto che

belli, / candide e gravi. col frullar dell'ale / movean ver loro i

vol. I Pag.280 - Da ALA a ALA (2 risultati)

viso / cotanto esser diviso, / col desio non possendo mover l'ali, /

fatto ala ai due lati del sentiero col cappellaccio in mano, e noi avremmo

vol. I Pag.281 - Da ALA a ALABASTO (2 risultati)

dietro un feretro, tra file di monaci col cero in diagonale e d'alabardieri col

col cero in diagonale e d'alabardieri col lutto in cima all'asta.

vol. I Pag.282 - Da ALABASTRAIO a ALACRE (1 risultato)

porta questo nome per la similitudine che ha col diaccio e con certi bicchieri e tazze

vol. I Pag.283 - Da ALACREMENTE a ALANO (2 risultati)

canal dentro, che va intorno, e col suo becco che mandi l'acqua fuori

. tasso, 27-38: il vide venir col brando in mano / ch'ancor stillava

vol. I Pag.284 - Da ALAPA a ALBA (4 risultati)

dah'irpinia alla calabria e ha terminato col significare bifolco *. àlapa,

rinunciare ai vecchi cordiali caminetti, rispettati col loro allegro fiammeggiare sugli alari. montale

6-i-115: vecchio ed alato dio, nato col sole / ad un parto medesmo,

a cui l'alba asciuga il vólto / col suo bianco vel di sposa. idem

vol. I Pag.285 - Da ALBA a ALBASTRELLO (2 risultati)

, che insegna a coprire l'intema albagia col velo dell'umiltà. collodi, 313

/ perché è cresciuto; ma il vecchio col nuovo / si fa, come scarlatto

vol. I Pag.286 - Da ALBATA a ALBERATURA (1 risultato)

volare... volava basso, col sole sulla schiena, dietro la propria

vol. I Pag.287 - Da ALBERCOCCO a ALBERGARE (1 risultato)

. questo è un nome toscano, col quale ne'nostri paesi si chiama la pietra

vol. I Pag.289 - Da ALBERINO a ALBERO (3 risultati)

ogni ramo un cartiglio e un tondo, col nome e col volto. beltramelli,

cartiglio e un tondo, col nome e col volto. beltramelli, i-489: era

, tutta bianca, di quelle che vanno col motore a benzina, e aveva l'

vol. I Pag.290 - Da ALBERO a ALBINO (1 risultato)

pioppo, liscio e per di più levigato col sapone, oscillava un cerchio, dal

vol. I Pag.292 - Da ALBORELLA a ALCADE (1 risultato)

nel suo album rilegato in velluto violetto col taglio dorato. fracchia, 22: mia

vol. I Pag.293 - Da ALCAICO a ALCHEMILLA (5 risultati)

cui se ne può riconoscere l'alcalinità col mezzo della reazione. = voce

però si era da lungo tempo indicata col nome di alkali o alcali la parte

promettersi una cura totale ed assoluta, col farsi alla bella prima ad assottigliare i sughi

voce dotta, deriv. da alcali, col suffisso -oide (gr. -oetsrjt;

. = deriv. da alcali, col suffisso -osi. alcanna (ant.

vol. I Pag.294 - Da ALCHERMES a ALCHIMISTICO (4 risultati)

ii-280: e rimanda il messo col bicchiere colmo a metà di olio

wislicenus, e formata su alcali col suffisso -ile. alchìmia (e

d'achimia. soldani, 1-51: col dir le cose co'più astrusi nomi,

, 8-86: quell'aerea fucina finiva col trasfondere nella città babele una vita nuova fantastica

vol. I Pag.295 - Da ALCHIMIZZARE a ALCOOLICO (4 risultati)

con alcune penne rosse e bianche mescolate, col collo sottile e lungo. tasso,

trasparente, prontamente infiammabile, che ottiensi col distillare il vino, sia d'uve,

colpo di rivoltella o sfregiarsi il collo col rasoio è una cosa troppo borghese..

danno che fa nel popolo l'alcool, col quale i borghesi tentano di abbrutire le

vol. I Pag.296 - Da ALCOOLIMETRIA a ALCUNO (4 risultati)

porre il scipito e rancio lo- redano col grande inclito bembo! oh frenesia! te

la vergin maria, gli è un porre col vangelo l'alcorano. leopardi, ii-302

spalle ha una piccola femminile compagna che col braccio gli cinge la vita. delicata

mi par intendere ed alcunamente posso annasare col discorso. idem, i-358: molti

vol. I Pag.297 - Da ALDACE a ALDINO (1 risultato)

aspetta il dolce tempo nel quale aldèbaran col grande pianeta insieme surge sopra l'orizzonte:

vol. I Pag.298 - Da ALDIO a ALENA (5 risultati)

, deriv. da ald [eide \ col suffisso -olo. aldònico, agg

, deriv. da ald [osi] col suffisso -onico. aldòsi, sm

voce dotta, deriv. da aldeide] col suffisso -osi. aldrovanda (o aldrovàndia

e risoffiando il vento a boccate, tagliandolo col peso della sua corporatura, col giaccò

tagliandolo col peso della sua corporatura, col giaccò che maiolava come una conchiglia,

vol. I Pag.299 - Da ALENAMENTO a ALETTA (1 risultato)

della maraviglia, replica la voce col nome, dicendo papè satàn, papè satàn

vol. I Pag.300 - Da ALETTARE a ALFABETISMO (3 risultati)

emitteri omotteri, di piccole dimensioni, col carpo bianchiccio per rivestimento di una sostanza

/... / ci ha col suo sangue rifatti regno / e sacerdoti

ogni costellazione (nei trattati si indica col segno di a). pascoli,

vol. I Pag.302 - Da ALFINO a ALGEBRICO (5 risultati)

a modo di giudici assessori in cattedra col libro aperto dinanzi agli occhi. idem,

con l'uno de'suoi rocchi e col cavaliere, avendo il re alla sinistra sua

è così voluttuoso strisciare per mattino col mio ventre lucido e bianco. viani,

di un verde d'alga, una statua col dito sulle labbra. pavese,

giovinetti gli elementi della scienza delle grandezze col metodo algebraico. agnesi, 1-2-686: l'

vol. I Pag.304 - Da ALIARE a ALIEETO (2 risultati)

malattie contagiose, che si diceva fatto col corno dell'alicorno. tasso,

con mirabile velocità scende, e, col petto fendendo l'acqua, lo rapisce.

vol. I Pag.305 - Da ALIENABILE a ALIENAZIONE (1 risultato)

pitosamente vi cala, e fendendo col petto l'acqua lo piglia.

vol. I Pag.306 - Da ALIENIGENA a ALIMENTARE (3 risultati)

in nell'altro mondo, e qua col corpo come in terra aliena. leone

attivata l'idea d'alimentare la guerra col credito pubblico. panzini, ii-538:

le fiamme e chiamarsi la morte addosso col correre. jovine, 2-14: alimentava

vol. I Pag.307 - Da ALIMENTARE a ALIMENTO (1 risultato)

a. cocchi, 8-266: insieme col medesimo sangue scorre ancora per quella vena

vol. I Pag.308 - Da ALIMENTOSO a ALISSO (1 risultato)

leopardi, iii-1028: che questa dichiarazione, col mio nome, sia indicata..

vol. I Pag.309 - Da ALISTERESI a ALITO (2 risultati)

mezzo pezzo, insieme, alitando prima col fiato. s. bernardino da siena

: coloro, i quali hanno sorbito col primo alito le passioni del secolo,

vol. I Pag.310 - Da ALITO SO a ALLACCIATO (3 risultati)

il guanciale, e mi allacciai il collo col fazzoletto, che tenevo accanto; con

: un bel maschio ^ allaccia / col braccio forte l'amichetta. moravia, xi-103

, e la ragione del loro allacciarsi col matrimonio proviene dall'impossibilità in cui sono

vol. I Pag.311 - Da ALLACCIATO a ALLAMPANATO (1 risultato)

: portava le scarpe dei sottufficiali, col gambaletto allacciato davanti, e più basso del

vol. I Pag.312 - Da ALLAMPARE a ALLARGARE (3 risultati)

per l'aria da'volatili che discendano col loro allargamento e riserramento d'alie.

dovere, ovunque facesse di mestieri, col terreno che si cavasse fuori nel fare

uomini vedono cogli occhi e pensano col pensiero. arici, 218: il lago

vol. I Pag.313 - Da ALLARGATA a ALLARME (1 risultato)

. e quando s'ha a litigare col pane, tutto si misura più pel

vol. I Pag.314 - Da ALLARMISMO a ALLATTAMENTO (2 risultati)

la mia anima risalì nei miei sensi col tumulto d'una moltitudine percossa da un allarme

ponea. ariosto, 37-68: venne col figlio e con gli amici a lato.

vol. I Pag.315 - Da ALLATTANTE a ALLEFICARE (6 risultati)

. nutrire con il latte; allevare col proprio latte (detto della madre o della

. nutrito dalla madre o dalla balia col proprio latte. -anche al figur

da dio,... allattato col suo sangue, pasciuto colle sue viscere

dabbene, ricco, costumato, dall'alleanza col quale proverranno grandi beni a tutte e

a oste in poitou ebbe la battaglia col re arrigo d'inghilterra e suoi alleati.

virgilio vedendolo stare duro, l'alleccomitte col nome di beatrice. = deriv

vol. I Pag.316 - Da ALLEGABILE a ALLEGARE (6 risultati)

non può risultare dall'accordo del senno aristocratico col principato, se in preminenza di

in fornace; e questo farà principio col suo bagno al fondere de'rame.

egli [l'imperatore] s'allegò col re federigo che tenea l'isola di cicilia

fu follia s'e'fiorentini s'allegarono col minore nimico, per con tastare al

del re d'inghilterra, e allegòssi col re di francia. serdonati, 6-432:

giemma, co la farinata / e col buon vino e cho l'uova ridenti!

vol. I Pag.318 - Da ALLEGGERITO a ALLEGORIA (5 risultati)

salute. mi consola la speranza che col ritorno della buona stagione, ella debba

va dispensando l'ore, e talora col canto dà alleggiamento a la fantasia. tasso

allège (docum. nel 1162 insieme col lat. mediev. alegium).

iv-2-776: ella non riusciva a separare col suo pensiero la realtà del luogo daltimagine

pratico, un atto di volontà, col quale si decreta che questo debba significare

vol. I Pag.319 - Da ALLEGORICAMENTE a ALLEGRAMENTO (4 risultati)

sparse maculae recano le tracce deh'ahegorismo col quale si erano accinti all'opera, e

ulteriori a ciò che avevano liberamente composto col senso univoco della poesia. idem,

, se però eha non vorrà farselo col troppo medicarsi. note al malmantile,

3-67: le sorehe... picchiano col battipanni, ahegramente, sulle coperte.

vol. I Pag.320 - Da ALLEGRANZA a ALLEGREZZA (2 risultati)

, e parimente allegrarsi con lui [col marito] e col suocero di lei.

allegrarsi con lui [col marito] e col suocero di lei. 8.

vol. I Pag.321 - Da ALLEGRIA a ALLELOMORFO (4 risultati)

che tu più allegra ch'altra femina col più lieto uomo del mondo ti trovi

benedetto si rivolge inverso lui e ragguarda col viso allegro e grazioso. poliziano, st

non colla faccia allegra, non col parlar piacevole, ma col viso arcigno.

non col parlar piacevole, ma col viso arcigno. tasso, aminta,

vol. I Pag.323 - Da ALLENTATA a ALLESSATO (1 risultato)

, 7 (109): uno entrava col pretesto di farsi insegnar la strada:

vol. I Pag.324 - Da ALLESSO a ALLETTARE (5 risultati)

garzoni, 708: l'alesso è condito col sguazzetto d'aceto, finocchio e cipolle

. serao, i-753: brancicò, col coltello e con la forchetta, un pezzo

e quel si spoglia, ed allestisce col suo bracciale, e si comincia il giuoco

altri o noi stessi con le parole, col verso che suona e non crea,

verso che suona e non crea, col pennello che alletta e non esprime, con

vol. I Pag.325 - Da ALLETTARE a ALLEVARE (1 risultato)

i suoi fratelli. cardarelli, 6-93: col sopraggiungere dell'autunno, l'idoleggiato poeta

vol. I Pag.326 - Da ALLEVARE a ALLIBIRE (4 risultati)

più coscienza di aver a che fare col fuoco primigenio, col fulmine e la tempesta

a che fare col fuoco primigenio, col fulmine e la tempesta. crediamo di

italia, non ho mai potuto naturalizzarmi col mio vestito. giordani, ii-55: non

. si sventolavano a più non posso col loro magnifico ventaglio rosso. fracchia,

vol. I Pag.327 - Da ALLIBITO a ALLIGAZIONE (2 risultati)

e pusillanime che avrebbe dato la benedizione col mescolo di cucina, nulla nulla che al

frequenta appositi corsi, dai quali esce col grado di sottotenente. de amicis,

vol. I Pag.329 - Da ALLINGUATO a ALLOCCO (3 risultati)

/ note piene d'affanni / incise col terribile / odiator de'tiranni / pugnale

scuri, orlati di palpebre rossastre; col piumaggio tra grigio e rossiccio (il suo

100: allocco, specie d'uccello col capo cornuto come l'assiuolo, ma

vol. I Pag.330 - Da ALLOCHESSIA a ALLODOLA (7 risultati)

, tali allocchi / cercan l'occasion col fuscellino. moneti, 73: di questi

;... tiratevi più là col corbello, allocca. nievo, 259:

i-47: specialmente gli stupidi allocchi ripetevano col verso invariabile e noioso, l'odiosa

tommaso restò lì come un allocco, col fagotto in mano. = lat.

mano. = lat. ulùcus, col raddoppiamento popolare uluccus (d'origine sconosciuta

assiuolo il lugherin si lagna, / col sagace fringuel lo storno ingordo. / l'

e le allodole, imitanti fumane cetere col loro canto, gaie, cominciarono a riprendere

vol. I Pag.331 - Da ALLODOSSIA a ALLOGATO (3 risultati)

sostituzione del termine tradizionale galerita 4 allodola col ciuffettino '(rimasto nel sicil. gaddarita

la massima semplicità de'mezzi, spesso col solo allogare gli oggetti, ora aggruppando

ora si rimane la savia [figliola] col padre; e il padre veggendo che

vol. I Pag.332 - Da ALLOGATORE a ALLOGGIATO (1 risultato)

, o sopra la breccia; battere col cannone i trinceramenti. -rifl. allogarsi

vol. I Pag.333 - Da ALLOGGIATORE a ALLONTANARE (3 risultati)

; anzi, quanto più ti sarò col corpo lontano, tanto più ti starò con

caetano, iii-286: or a te più col pensier m'appresso, / che col

col pensier m'appresso, / che col corpo da te più m'allontano. redi

vol. I Pag.335 - Da ALLORAMAI a ALLORO (1 risultato)

morso del freno, bevendo sempre il cavallo col freno in bocca. alloritmia

vol. I Pag.336 - Da ALLORQUANDO a ALLUCINANTE (2 risultati)

omino ebbe ridotto il carretto, coprendolo col copertone rosso, un grande timbro di

quello broccato, ch'era di chermisi, col pelo allucignolato... che pareva

vol. I Pag.337 - Da ALLUCINARE a ALLUMARE (2 risultati)

consunti come visi in pena, bocche col bavaglio, fronti madide. si fissavano

vide riapparire, come al mattino, col secchio in una mano, non era forse

vol. I Pag.338 - Da ALLUMARE a ALLUMINANZA (8 risultati)

'l sol che v'allumò e arse / col caldo e con la luce, è

co'carboni; e quando hai allumato col fuoco, prendi [eco.].

, credendosi forse porre fine a quello col riguardarla, più forte gli apparecchia principio

la veggiam piena, e non col corno. b. davanzali, ii-165:

luce, / e illustrò lui col di lui proprio lume. = deriv

bellezze netto / fin ch'ella non cerne col bu- rattello / biacca, allume scagliuol'

16-iii-312: rifeci [le prove] col salgemma, col vitriuolo di cipro e con

[le prove] col salgemma, col vitriuolo di cipro e con l'allume

vol. I Pag.339 - Da ALLUMINARE a ALLUMITE (2 risultati)

o vero certamente quello che noi orando diciamo col profeta: allumina gli occhi miei,

del gruppo dei metalli terrosi (indicato col simbolo al). è di colore bianco

vol. I Pag.340 - Da ALLUNAMENTO a ALLUNGARE (1 risultato)

non ve l'allungar più del bisogno, col nome di gorgonzola in bocca, di

vol. I Pag.341 - Da ALLUNGATAMENTE a ALLUSIVO (3 risultati)

si ponevano a giacere presso di noi, col muso allungato tra le zampe davanti protese

. verga, 3-191: chi va col lupo allupa. 2. rifl.

l'allusinga e più la prega, / col ferro baccanal la gola sega. =

vol. I Pag.342 - Da ALLUSTRARE a ALMANACCARE (3 risultati)

, ascoltò la novena; s'alluttò col crespo nero il tubino, seguì il

sempre ignoto, fu inghiottito dall'oceano col barco e la ciurma mentre faceva vela

sacro vate, / placando quelle afflitte alme col canto, / i prenci argivi eternerà

vol. I Pag.343 - Da ALMANACCATO a ALMENO (4 risultati)

come andava coi passi, così almanaccava col capo. faldella, iii-69: il

/ con la spada di legno e col gran corno. aretino, 7-i-32:

, / con la spada di legno e col gran corno. = dal nome occidentalizzato

che dà spettacolo: e si accompagna col canto). serao, i-39:

vol. I Pag.344 - Da ALMIRAGLIO a ALOÈ (5 risultati)

almo virile. machiavelli, 807: stavi col cuor e con l'almo sospeso.

e sulle fessure del sedere, quando col vino, quando col vin cotto,

del sedere, quando col vino, quando col vin cotto, e quando secco

, e quando l'uomo lo morde col dente che abbia savore un poco amaro,

, e che quando l'uomo il mastica col dente si

vol. I Pag.345 - Da ALOETICO a ALPE (1 risultato)

: stemprò liquide rose, / e col puro storace e l'ambra molle / il

vol. I Pag.346 - Da ALPEGGIARE a ALPESTRE (3 risultati)

/ e ricinta con l'alpe e col mar. leopardi, 33-10: giunta al

'catena montuosa '(connesso col ligure alba 'altura '). cfr

da pensier, ma tonda alpestre / col mormorio al tuo russar risponde! leonardo,

vol. I Pag.347 - Da ALPIERE a ALQUANTO (3 risultati)

quella che si vedrà qui appresso abbozzata col capo ovato di grandezza apparente alquanto maggiore

per elemosina. sarpi, ii-316: col cardinale fecero il viaggio in compagnia alquanti

savio e gentile e amorevole artigiano falegname, col quale potesse stare alquante ore del giorno

vol. I Pag.349 - Da ALTANA a ALTARE (1 risultato)

l'unico figliuolo che ha s'avrà col tempo dieci mila sterline d'entrata.

vol. I Pag.350 - Da ALTARINO a ALTERARE (1 risultato)

questa non altera punto gli oggetti visibili col crescergli o diminuirgli. idem, 710:

vol. I Pag.351 - Da ALTERATAMENTE a ALTERAZIONE (5 risultati)

, ii-1179: per quanto le cose col progresso si alterino, corrompano, sformino e

altera in qualsiasi modo monete genuine, col dare ad esse l'apparenza di un

purgano dissolvendo,... ma col mele sono più astersive e meno alterative

al moto alterativo, / morte e vecchiezza col canuto pelo. c. mei

ordino alcuna preparazione dei medicamenti pesanti, col sugo d'alcune piante antiscorbutiche o alterative

vol. I Pag.352 - Da ALTERCANTE a ALTERITÀ (1 risultato)

1-365: e quasi per condurlo a ragionare col massimo della cortesia gli dice senza la

vol. I Pag.353 - Da ALTERNAMENTE a ALTERNATIVAMENTE (3 risultati)

ancor s'adopra e cessa, / e col riposo le fatiche alterna. marino,

le due fontane: / pane alterna egli col pane. d'annunzio, iv-1-653:

quel grassotto, che stava... col mento in aria, dal quale

vol. I Pag.354 - Da ALTERNATIVO a ALTERO (4 risultati)

/ dolcemente arpeggiar soavi note / alternate col canto. 3. elettr.

mio gioire eterno. morando, iii-231: col variar di giro alterno / sempre a

12-70: or superbite, e via col viso altero, / figliuoli d'èva,

mente. idem, xiii-76: tu col tridente altero / a tuo piacer la

vol. I Pag.356 - Da ALTEZZOSAMENTE a ALTITUDINE (1 risultato)

(e per lo più in rapporto col livello del mare).

vol. I Pag.357 - Da ALTIVOLANTE a ALTO (1 risultato)

l'acqua / profondità vorace / varchi col piede asciutto, / pelago periglioso,

vol. I Pag.358 - Da ALTO a ALTO (4 risultati)

del seguito vanno vestite di bianco e col velo in testa, nelle sfere altissime,

albergo, e poi che cenato ebbe insieme col fante suo, quasi nel più alto

dormire. monti, 6-484: ella col caro figlio e coll'ancella / in elegante

si richiedesse. baretti, i-126: col suo improvviso favore egli m'aveva alzato

vol. I Pag.360 - Da ALTORITÀ a ALTRETTANTO (2 risultati)

incrociate sul rosario a grossi chicci, col viso rigido, mi ricordavano gli altorilievi

idem, 43- 165: orlando, col cognato che non poco / bisogno avea

vol. I Pag.361 - Da ALTRI a ALTRIMENTI (3 risultati)

8-104: chi stava in piedi appoggiato col fianco a un albero, altri accoccolati sui

le sue procelle e l'ire: / col verde pian l'altrice terra apparve.

soverchiante non si può altrimenti combattere che col coraggio civile, senz'arme, senza violenza

vol. I Pag.362 - Da ALTRO a ALTRO (1 risultato)

peste; altri segnati d'una croce fatta col carbone, per indizio ai monatti,

vol. I Pag.363 - Da ALTRO a ALTRO (6 risultati)

spento; ed è giunta la spada / col pasturale, e l'un con

volere fare l'esecuzione con altro che col suono delle campane. petrarca, 37-39:

ricadde, la duchessa venne al palazzo col solo primogenito. tozzi, ii-437:

io mi eserciti con altro mai che col pennello. tasso, 779: io

: questa [la repubblica veneta], col risolversi troppo tardi alla guerra, altro

lui, altro che di toccare il petto col mento, e la terra con la

vol. I Pag.365 - Da ALTRUI a ALTRUI (2 risultati)

. tansillo, ix-616: mentr'io col guardo in te, col pensier fiso

: mentr'io col guardo in te, col pensier fiso / miro in altrui,

vol. I Pag.366 - Da ALTRUISMO a ALURGITE (1 risultato)

non si contentò di chiamar la prima col nome complesso di carità, ma

vol. I Pag.367 - Da ALVANO a ALZAIA (3 risultati)

: nel rotondo alveare di salice / col cappello di secca bovina / lo sciame

sciame ora è lì che lavora / col ronzio di preghiera sommessa. onofri,

rimossi di luogo, e tirati indietro col cedere terreno al fiume, che cercato di

vol. I Pag.368 - Da ALZAMENTO a ALZARE (1 risultato)

a una lingua più di quello che, col buttare una pietra in un mucchio di

vol. I Pag.369 - Da ALZARE a ALZATA (2 risultati)

al cucito e la mattina mi alzavo col giorno perché gli studi erano lontani e

, iv-1-27: il loro amore cresceva col fieno, e il fieno s'alzava,

vol. I Pag.370 - Da ALZATO a AMABILE (2 risultati)

le mani appoggiate sulle ginocchia, e col viso nascosto nelle mani. [ediz.

macchie in bianco e nero), col ventre e il petto assai chiari, testa

vol. I Pag.371 - Da AMABILITÀ a AMANITA (8 risultati)

(affine alle astrilde o bengalini), col becco corto e striato (amadina fasciata

dalla fusione di uno o più metalli col mercurio. imperato, i-24: e

oro da tutto quanto il mercurio, col quale si era amalgamato. 2

canaglia 'amalgama stranamente, il grave col faceto '. è tutta robaccia da lasciare

terra rossa, e divenuti rigidi come insaldati col fango. 2. figur.

, 4-12: qui uno finisce prestissimo col sentirsi così amalgamato col tutto.

uno finisce prestissimo col sentirsi così amalgamato col tutto. amalgamatóre, sm.

intorno al proprio asse, per trattare col mercurio 1 metalli preziosi (ed evitarne

vol. I Pag.372 - Da AMANITINA a AMANZA (2 risultati)

come il sugetto colla forma, il senso col sensibile, e con seco s'unisce

dirà che sia diana?) / col rozzo amante in solitaria riva, / e

vol. I Pag.373 - Da AMARACCIOLA a AMARE (1 risultato)

: la coperta di raso amaranto, col risvolto candido del lenzuolo di tela d'olanda

vol. I Pag.374 - Da AMAREARE a AMAREGGIATO (5 risultati)

è altro, che amare se medesimo col proprio amore, sì la perderà. petrarca

idem, iii-665: ama di vivere col popolo, ma non beve il gran vino

1-125: la mia scure è bella, col manico lungo di rovere, e un

inanzi non accade. / statti col dolcie in bocca, e non ti doglia

di fiumi, le cui acque si mescolano col mare, alla foce).

vol. I Pag.376 - Da AMARO a AMARO (2 risultati)

tanto di naso a questo modo, col danno e con le beffe, figuriamoci se

ii-56: egli mi stava ad ascoltare col labbro composto ad un amaro sarcasmo. idem

vol. I Pag.377 - Da AMAROGNO a AMATO (1 risultato)

appetto all'amarore e al veleno, col quale egli dante fu maltrattato da cert'altri

vol. I Pag.379 - Da AMATRICIANO a AMBASCERIA (3 risultati)

nel costume d'amazzone a lunga coda, col cilindro calcato basso sulla testa caparbia.

'(da agere * condurre 'col pref. amb-per cui cfr. ambire 1

. cantari, 157: ed argogliosa col suo viso chiaro, /...

vol. I Pag.380 - Da AMBASCIA a AMBASCIATORE (3 risultati)

animo che vince ogni battaglia, / se col suo grave corpo non s'accascia.

pos- sedano; / e i nostri col fiatar par che s'ambascino.

si trattiene il sig. cardinal ludovisio insieme col signore di bethune, ambasciatore straordinario di

vol. I Pag.382 - Da AMBIENZA a AMBIGUO (1 risultato)

l'ambiente della mia anima si fondono col paesaggio e l'ambiente che mi circondano.

vol. I Pag.384 - Da AMBIZIOSAGGINE a AMBO (2 risultati)

dritto camin l'ha dio rivolta, / col cor levando al cielo ambe le mani

idem, 37-79: e sien col cor punite ambe le luci, / ch'

vol. I Pag.385 - Da AMBODUE a AMBROSIA (1 risultato)

6-100: stemprò liquide rose, / e col puro storace e l'ambra molle /

vol. I Pag.386 - Da AMBROSIA a AMBULANTE (1 risultato)

a un venditore ambulante che si fermava col suo carretto a tutte le porte, e

vol. I Pag.387 - Da AMBULANZA a AMEN (5 risultati)

. = deriv. da ameba, col suffisso -osi. amèbico, agg.

voce dotta, deriv. da ameba, col suffisso -oide (gr. -oei8f

mi risponderai; ed io dico amen col buon prò che ti possa fare. idem

licenza, in insolenza, in arroganza col suo bel misto di dappocaggine, vadasene alla

soffocato dal contrasto della « ruota » col muro, e: amen. 2

vol. I Pag.389 - Da AMENTO a AMETROPIA (6 risultati)

in due piccole punte sul mento, finiva col dargli quel carattere contegnoso e diplomatico che

mascheroni, 832: questa [farfalla] col capo folgorante l'ombre / ruppe a

panzini, iv-22: americano. bibita col seltz, fatta di vermut preparato all'

, 1-503: buoi uccisi all'americana, col ferro nel cuore. collodi, 727

, tutti s'acconciano ne'loro castoni col sopraddetto specchietto. domenichi [plinio]

da color piombino, o pavonazzo, sfumato col giallo. carducci, 835: ride

vol. I Pag.390 - Da AMETROPICO a AMICIZIA (3 risultati)

fanno telerie, che s'imbiancano col fuoco. pascoli, 76: ma non

: ebbero poscia li malaspina delle contese col vescovo di luni, le quali furono

, 46: un bel maschio allaccia / col braccio forte l'amichetta.

vol. I Pag.391 - Da AMICO a AMICO (2 risultati)

nota bene, che contrarre l'amicizia col secolo e contrarre l'inimicizia con dio,

sì dolce cosa come d'avere amico col quale posse parlare sì come con te

vol. I Pag.392 - Da AMICO a AMILENE (1 risultato)

. la loro faccia superiore è connessa col centro midollare del cervelletto su una lamina

vol. I Pag.393 - Da AMILFENOLO a AMISTANZA (3 risultati)

per sostituzione di un atomo di idrogeno col radicale amilico. è usato nell'industria

voce dotta, deriv. da amilo, col sufi, -oide (gr. -oei-

voce dotta, deriv. da amilo, col sufi, -osio (cfr. uomini,

vol. I Pag.394 - Da AMITTO a AMMACCHIARE (5 risultati)

amistanza. ariosto, 38-7: contratta / col pa rentado avean grande amistanza

l'amistanza, può dar luogo col tempo all'amicizia; ma è

la messa, significa quel panno, col quale fue a gesù cristo coperto il capo

5-1 io: entrò in sala d'aspetto col cappello ammaccato e impolverato. deledda,

verdognola e ammaccata. 4. col pelo schiacciato (un tessuto).

vol. I Pag.395 - Da AMMACCHIATO a AMMAESTRATORE (4 risultati)

volgar., 3-50: e ciò farò col proprio esempio ammaestrante ciascuno. l.

.. ammaestro a disprezzare i vili col silenzio, ed a commiserare i pazzi e

più propriamente, che 'l modo col quale sono ammaestrati i servi, da quel

ammaestrati i servi, da quel col quale sono ammaestrate le bestie, è molto

vol. I Pag.396 - Da AMMAESTRATURA a AMMALATO (3 risultati)

, ammagliando una bianca calzetta eterna, col suo ricco e nero amoerre dal fruscio

aver oggi consegnato in dogana il tartufo col cavol fiore, avvolto e ammagliato diligentissimamente.

: piego ed ammaino le vele, e col mio piccolo e mal corredato naviglio vengo

vol. I Pag.397 - Da AMMALATTIRE a AMMANDRIARE (2 risultati)

si vuol guarire un fanciullo ammaliato, col gettare alcune gocciole d'olio in un

a contemplare, per l'ultima volta, col cuore ammalinconito, ma non triste,

vol. I Pag.398 - Da AMMANETTARE a AMMANNITO (3 risultati)

di ferro, per fargli il processo, col berretto fra le mani. beltramelli,

cose. nievo, 542: china col ginocchio sul focolare, col manico della

542: china col ginocchio sul focolare, col manico della padella in una mano,

vol. I Pag.399 - Da AMMANNITORA a AMMANTATURA (6 risultati)

: il reggente,... vedendola col cortello ammanito per fornire il fiero intendimento

salvini, 15-4-239: ammansando le tigri col cantare. manzoni, pr. sp.

ammansò. ojetti, i-123: l'orso col tempo si sarebbe certo abituato alla nuova

v.]: orfeo ammansatóre delle tigri col canto. idem [s. v

discesi tanto sol per farti festa / col dire e con la luce che mi ammanta

sull'altare la gran madonna dipinta, col suo capo ammantato. idem, ii-616

vol. I Pag.400 - Da AMMANTELLARE a AMMASSAMENTO (6 risultati)

alcuna volta la sensualità s'ammantella col manto dello spirito. tasso,

ma l'amatore di sé, ammantellato col detto manto risponde: io non ne voglio

machiavelli, 836: vidi un pavon col suo leggiadro ammanto / girsi pavoneggiando.

fiume o nel lago, il contrasto col senso è molto sgradevole. = deriv

. g. del papa, 1-2-130: col fare talora nuovi ammarcimenti venga a produrre

). ant. colpire, percuotere col martello. -anche al figur.: travagliare

vol. I Pag.401 - Da AMMASSARE a AMMATASSARE (2 risultati)

d'alemagna, / buoni coll'alabarda e col trincetto. moneti, 91: oh

, ammassi e poi arriva madama morte col falcione e per chi hai ammassato allora

vol. I Pag.402 - Da AMMATASSATO a AMMAZZARE (2 risultati)

universo. idem, 9-1-93: veduti col microscopio [que'vermi], ci parvero

e pria che al solco / confidisi, col vaglio cernitore / si sperimenta.

vol. I Pag.403 - Da AMMAZZARE a AMMAZZATO (5 risultati)

quelle che ammazzano, ad ogni modo, col solfato si sarebbe guarita subito. idem

ammazzarmi, per lo meno di ferirmi col primo oggetto che le cadesse sottomano.

, i-268: e fate di non ammazzarvi col troppo affaticarvi. leopardi, iii-567:

servendo la sua signora o consolandosi col pensarne? giocosa, 174: per essi

pretender di farsi stimare e temere, col discorrer sempre di risse, quistioni, ammazzamenti

vol. I Pag.404 - Da AMMAZZATOIO a AMMENDARE (1 risultato)

idem, 3-859: trovarete l'asina col figlio: / quelli sciogliete, e

vol. I Pag.405 - Da AMMENDATO a AMMESSO (1 risultato)

, ovvero ammenda, i o col peccato scherza, / o di quel gode

vol. I Pag.406 - Da AMMESTARE a AMMEZZATO (5 risultati)

ammette qualcosa d'inconoscibile, finisce logicamente col dichiarare tutto inconoscibile, e scivola inevitabilmente

smezza per separare; s'ammezza col non finire... si ammezza un

un indovinello; ammezzare una parola col non la pronun ziare intera

facevano. v. borghini, 1-2-5io: col lungo tempo, per benefizio del quale

di vetro ammezzato di acqua fatta freddissima col ghiaccio, feci mettere otto mosche. salvini

vol. I Pag.407 - Da AMMEZZATO a AMMINISTRANTE (5 risultati)

26-7: pur, che taccian ornai, col volto ammicca. tommaseo-rigutini, 3154:

la vide che ripuliva distrattamente la tavola col suo grembiule, ma al moto di

orecchi smisuratamente cresciuti e... finirono col dare in una bella risata. viani

= voce dotta, comp. di ammide col sufi. -osi. ammide,

. da amm [oniaca \, col suffisso -ide. ammidina, sf.

vol. I Pag.408 - Da AMMINISTRANZA a AMMINISTRATORE (3 risultati)

pozzi marginali e se l'è cavata col solito modo di attribuire all'autorità amministrativa

amministratore non ha saldato i suoi conti col principale, può emendare qualunque errore commesso

, un trastullo come un altro, col quale messer ludovico si sottraeva ai pesanti

vol. I Pag.409 - Da AMMINISTRATORIO a AMMINUIRE (2 risultati)

: il salone del consiglio d'amministrazione col tavolo di mogano, lucido da potersi

tra i coloranti azoici conosciuto anche col nome di giallo d'anilina:

vol. I Pag.410 - Da AMMINUTAMENTO a AMMIRARE (1 risultato)

alberto, i-14: gli ammiranti occhi fiere col suo raggio. machiavelli, 7-5-45:

vol. I Pag.411 - Da AMMIRATIVAMENTE a AMMISSIBILE (1 risultato)

pulci, 14-69: poi si vedea nettunno col tridente / guardar con atti ammirativi e

vol. I Pag.412 - Da AMMISSIBILITÀ a AMMODINO (2 risultati)

prendere moglie e per ammobiliare una casetta col sistema del pagamento rateale. =

era una brutta casa borghese, ammobiliata col tipico cattivo gusto della borghesia di napoli

vol. I Pag.413 - Da AMMODITE a AMMOLLATO (1 risultato)

: che la fiocina mia tripunteruola, / col suo dolce fetor... /

vol. I Pag.415 - Da AMMONIMENTO a AMMONIZIONE (2 risultati)

dovuto segnar le ore dell'ebrezza e col suo simbolo ammonire gli spiriti amanti.

seppe ammonito da divina ammonizione, col fanciullo e con la madre fuggì

vol. I Pag.418 - Da AMMORBIDITO a AMMORTIRE (1 risultato)

suo padrone / apparecchi il proemio, / col burro ammorbidito, / a passargli gli

vol. I Pag.420 - Da AMMOSTATO a AMMUSARE (2 risultati)

. ammucchito, agg. dial. col capo ciondolante per fiacchezza. viani

alle cose stantivite, rancidite, ammuffite col tempo. nievo, 501: mi chiusi

vol. I Pag.421 - Da AMMUSATO a AMNESIA (5 risultati)

. 2. tr. toccare col muso. pascoli, 548: mio

che fa il muso, che sta col broncio; intristito. giusti,

: si smagò, s'ammutì, col viso a terra / chinossi. idem,

, nell'aspettazione. il custode ricoprì col lenzuolo il cadavere. panzini, ii-275:

... / ammutolita / giaci col corpo in una disperata / indifferenza.

vol. I Pag.422 - Da AMNIO a AMORAZZO (4 risultati)

mio bell'amore: amnistia, suggellata col sentimento più sincero di non mancar mai

altro modo districare, fa un guizzo col capo all'ingiù e con la coda alta

= lat. hàmus, forse in relazione col gr. xap. ó <; *

, ammagliando una bianca calzetta eterna, col suo ricco e nero amoerre dal fruscio metallico

vol. I Pag.423 - Da AMORCA a AMORE (5 risultati)

baretti, ii-278: il suo amoraccio col maestro di canto della stessa figliuola,

altre cose, che non occorre infastidirvi col loro racconto, sono state tutte insieme la

: questi ch'io ti cerno / col dito... / fu miglior fabbro

degli duoi amanti dal fuoco d'amore col mezzo della bellezza del corpo, e nata

iii-277: dafne mentre bevea, / col dolce labro e rugiadoso impressa / soave

vol. I Pag.424 - Da AMORE a AMORE (2 risultati)

i-294: in questa camera accanto dormiva col marito la figliuola che francesco ebbe d'

cecchi, 20-2: e ciò fia col mostrarvi, che alli vecchi / si awien

vol. I Pag.425 - Da AMORE a AMORE (1 risultato)

ed io ho ottenuto il mio intento col mezzo più semplice. fogazzaro, 4-19:

vol. I Pag.426 - Da AMORE a AMORE (1 risultato)

ariosto, 45-25: bradamante alla corte andò col padre; / e quando quivi non

vol. I Pag.427 - Da AMORE a AMOREGGIAMENTO (1 risultato)

, ove il superno amore / lavò col proprio sangue il nostro errore. campanella

vol. I Pag.428 - Da AMOREGGIARE a AMORFA (4 risultati)

soddisfatto. ojetti, i-388: amoreggiava col cattolicesimo, pur senza entrar nelle chiese

, iii-450: egli amoreggiava più vivamente col partito socialista. gobetti, 1-55:

i retrivi si sono ridotti ad amoreggiare col radicalismo. 3. provare un

. viani, 19-98: egli amoreggiava col « posto *: in un volgere

vol. I Pag.429 - Da AMORFIA a AMOROSO (2 risultati)

voce dotta, deriv. da amorfo, col suffisso -ismo; cfr. ingl.

combattuta. idem, 4-820: maggior col tramontar del sole / in lei risorge l'