Grande dizionario della lingua italiana

Prototipo edizione digitale

Risultati per: cibo Nuova ricerca

Numero di risultati: 5333

vol. I Pag.24 - Da ABBISOGNEVOLE a ABBOCCATO (1 risultato)

2. che mangia di tutto (anche cibo scadente). angiolieri, 87-6:

vol. I Pag.25 - Da ABBOCCATOIO a ABBONDANTE (1 risultato)

abbòffo). dial. riempirsi di cibo; abbottarsi. moravia, xi-295

vol. I Pag.27 - Da ABBONDATO a ABBORDAGGIO (1 risultato)

nulla possedea. petrarca, 342-1: del cibo onde 'l signor mio sempre abonda,

vol. I Pag.28 - Da ABBORDARE a ABBOTTONARE (2 risultati)

. empirsi smodatamente e in fretta di cibo. l. martini, i-226:

{ abbàtto). enfiarsi; riempirsi di cibo fino a prendere la forma di una

vol. I Pag.38 - Da ABBURATTATA a ABERRAZIONE (2 risultati)

sensazione di gonfiore per aver ingerito troppo cibo. viani, 19-596: m'

abbuzzire), agg. gonfio di cibo. abderita, agg. e

vol. I Pag.48 - Da ABNORME a ABOMINARE (2 risultati)

. cavalca, 7-8: il cibo rigettato è di più schifezza e più

schifezza e più abominabile che qualunque altro cibo freddo e dispiacevole. s. gregorio

vol. I Pag.49 - Da ABOMINATO a ABORIGENO (1 risultato)

[i poponi], alcun cibo non mangi innanzi a quelli, acciocché

vol. I Pag.50 - Da AB ORIGINE a ABORTIRE (1 risultato)

capre e come l'aborrimento al cibo vegetale si possa essere sparso pecore

vol. I Pag.53 - Da ABURTO a ACALEFA (1 risultato)

i-33: il caricarsi troppo d'un cibo, è abusarlo, perché quel che

vol. I Pag.72 - Da ACCENSO a ACCENTO (1 risultato)

: / madre, dov'è per noi cibo e bevanda? manzoni, pr.

vol. I Pag.87 - Da ACCIOTTOLATURA a ACCIVIRE (1 risultato)

gabbiani] l'acqua ad acciuffare il cibo. calvino, 1-241: mio fratello

vol. I Pag.96 - Da ACCOMPAGNATA a ACCOMPAGNATO (1 risultato)

costui abbandonato dalle persone e poi dal cibo, ed accompagnato dalla febbre, si

vol. I Pag.97 - Da ACCOMPAGNATORE a ACCONCEZZA (1 risultato)

grandissima facilità e acconcezza a digestire il cibo. 2. eleganza, proprietà

vol. I Pag.99 - Da ACCONCIATAMENTE a ACCONCIATURA (1 risultato)

erbe fra salva- tichi cerri presono il cibo. cicerone volgar., 1-336: e

vol. I Pag.103 - Da ACCOPPIATO a ACCORATO (2 risultati)

parini, giorno, ii-252: al cibo, al bere, / all'accoppiarsi d'

medesmo / istinto all'accoppiarsi, al cibo, al moto, / quale in altro

vol. I Pag.113 - Da ACCREDERE a ACCRESCERE (1 risultato)

ben veggo, amor, che il cibo tuo non pasce, / o piu:

vol. I Pag.114 - Da ACCRESCIMENTO a ACCULARE (1 risultato)

esperienze decisive rimane evidente, come il cibo animale bianco, giovane, tenero,

vol. I Pag.117 - Da ACCUSATA a ACERBITÀ (1 risultato)

, che s'acerba particolarmente dopo il cibo. quasimodo, 61: ecco,

vol. I Pag.119 - Da ACEROSO a ACETILENE (1 risultato)

, dal lat. acètàrium 'insalata o cibo condito con l'aceto '(plinio

vol. I Pag.122 - Da ACHIROPOIETA a ACIDOFILO (1 risultato)

il giovane, 9-38: né fluido [cibo] n'appresta agli alvi facili,

vol. I Pag.131 - Da ACQUAIO a ACQUARIO (1 risultato)

ingorda, e che non rifiuta alcun cibo. viani, 19-428: tutti i

vol. I Pag.134 - Da ACQUE ITÀ a ACQUETTA (1 risultato)

et un altro ne feci al cardinale cibo: tutti a dua ricchissimamente lavorati di

vol. I Pag.139 - Da ACRE a ACRIMONIOSO (2 risultati)

del papa, 1-1-150: la digestione del cibo dentro al ventricolo, per la soverchia

il giovane, 9-38: né fluvido [cibo] n'ap presta agli

vol. I Pag.157 - Da ADDOBBATORE a ADDOLCIRE (1 risultato)

. soderini, ii-41: conviene questo cibo o cotto o crudo, ma più crudo

vol. I Pag.163 - Da ADDOTTRIN ABILE a ADDURRE (1 risultato)

pressava, / che 'l cibo ne solea essere addotto. g. villani

vol. I Pag.173 - Da ADOCCHIATORE a ADOMBRARE (1 risultato)

e fanciulli è [il vino] cibo e medicina. foscolo, ii-2-

vol. I Pag.174 - Da ADOMBRATAMENTE a ADONE (1 risultato)

sembrava giocasse, ma difendeva il suo cibo: tutto quello che si muoveva lo adombrava

vol. I Pag.176 - Da ADOPERATO a ADORAMENTO (1 risultato)

ii-509: a casa mia per mio cibo quotidiano adopero certi libri, che

vol. I Pag.193 - Da AFFACCIATO a AFFANGARE (1 risultato)

innumerabili quasi sono li 'mpediti che di questo cibo sempre vivono affamati. simintendi, 1-90

vol. I Pag.194 - Da AFFANGATO a AFFANNO (1 risultato)

. erano meno affannate nel procurarsi un cibo e girellavano oziose. affannatóre, agg

vol. I Pag.203 - Da AFFERRATO a AFFETTARE (1 risultato)

che affettano disgusto ed insofferenza per il cibo americano. moretti, 36-172: mia

vol. I Pag.208 - Da AFFIBBIATO a AFFIDARE (1 risultato)

255: avvegnaché per tal mezzo abbia il cibo più agio... di permettere

vol. I Pag.229 - Da AFORISMA a AFRODISIACO (1 risultato)

, son pessime in medicina e in cibo. redi, 16-ix-440: dattili che.

vol. I Pag.234 - Da AGEVOLEMENTE a AGGANCIO (1 risultato)

, ma con pari agevolezza verranno al cibo posto su qualsivoglia luogo dell'orlo del vaso

vol. I Pag.238 - Da AGGIGLIATO a AGGIOTATORE (1 risultato)

aggravato dal sonno, appesantito per soverchio cibo. aggioglire, intr. con la

vol. I Pag.242 - Da AGGIUNZIONE a AGGIUSTARE (1 risultato)

e'cenò e aggiustò il cor col cibo, /... a lui parlando

vol. I Pag.255 - Da AGGUATTARE a AGHIRONE (1 risultato)

. dial. ingozzare, riempire di cibo. - anche rifl. viani

vol. I Pag.264 - Da AGOCCHIA a AGONE (3 risultati)

il pane e del masticare e prendere il cibo. = deriv. da agognare

ch'avida troppo / agogni al cibo; e le ricorda i mali,

altra cagione, e ch'ella / al cibo imputerà nel dì venturo. manzoni

vol. I Pag.266 - Da AGORAIO a AGRARIA (1 risultato)

come le lugliole, che son atte al cibo e primaticcie, alle quali seconde vengono

vol. I Pag.268 - Da AGRESTONE a AGRIFOGLIO (1 risultato)

agresto1. agrestume, sm. cibo di sapore agro, acidulo.

vol. I Pag.285 - Da ALBA a ALBASTRELLO (1 risultato)

, 19-53: e perch'egli abbia il cibo / quotidiano da nutrirsi, alcuno /

vol. I Pag.293 - Da ALCAICO a ALCHEMILLA (1 risultato)

questi sali, io dico, sarebbono un cibo improprio per alcun animale. redi,

vol. I Pag.301 - Da ALFABETO a ALFINE (1 risultato)

6-673 • come destriero, che di largo cibo / ne'presepi pasciuto, ed a

vol. I Pag.307 - Da ALIMENTARE a ALIMENTO (4 risultati)

che vale 'spettante ad alimento o cibo '; né crediamo doversi rigettare. i

alimentol. aliménto1, sm. cibo, nutrimento, vitto, sostentamento (

conforta e rassecura; / ch'oltra il cibo raccolto, altri alimenti / son lor

significato di alimento, che vale generalmente ogni cibo di che l'uomo si nutrisce;

vol. I Pag.309 - Da ALISTERESI a ALITO (1 risultato)

. stimasi che pestato e dato in cibo, sani la rabbia del cane, e

vol. I Pag.361 - Da ALTRI a ALTRIMENTI (1 risultato)

carco di nettareo vino, / altri di cibo cereale; ed altri / cataste aduna

vol. I Pag.368 - Da ALZAMENTO a ALZARE (1 risultato)

. alzare il fianco: riempirsi di cibo, mangiare lautamente. firenzuola, 728

vol. I Pag.375 - Da AMAREGGIOLA a AMARITUDINE (3 risultati)

dice il suo gusto amaricato, ma il cibo amaro. amarìccio, agg. amarognolo

simili al poverello infermo, cui ogni cibo, quantunque dilicato e soave, pare agro

quale si gusta, e non quella del cibo. l. salviati, 6-13:

vol. I Pag.376 - Da AMARO a AMARO (1 risultato)

/ forse qual diede ad èva il cibo amaro. idem, purg., 13-118

vol. I Pag.383 - Da AMBIO a AMBIZIONE (1 risultato)

, 2-233: gli animali / che prendon cibo, son fra lor diversi / nell'

vol. I Pag.384 - Da AMBIZIOSAGGINE a AMBO (1 risultato)

venga da fame di questo divino cibo, ma bensì da qualche segreta gara

vol. I Pag.385 - Da AMBODUE a AMBROSIA (4 risultati)

ambròsia1, sf. letter. mitico cibo degli dei, nutrimento che rende immortali

: pasco la mente d'un sì nobil cibo / ch'ambrosia e nettar non invidio

di ambrosia e di nettare, cioè cibo e liquore eterno. poliziano, st.

nostro vettori gli fa venire dall'ambrosia, cibo immortale degli dei, quasi sieno ambrosiotti

vol. I Pag.386 - Da AMBROSIA a AMBULANTE (4 risultati)

un'ambrosia proibita. 4. cibo dei cavalli divini. simintendi, 1-57

par che sia simile all'ambrosia, cibo degli dei. domenichi [plinio],

bostricidi) che se ne servono come cibo. = voce dotta, lat.

vettori gli fa venire dall'ambrosia, cibo immortale degli dei, quasi sieno ambrosiotti

vol. I Pag.388 - Da AMENAMENTE a AMENTO (1 risultato)

l'amenità delle regioni e copia del cibo da oltre mare sentono, come le rondini

vol. I Pag.392 - Da AMICO a AMILENE (1 risultato)

ac- cioché aitano a mandar giù il cibo, tranghiottire il bere e ammettere l'

vol. I Pag.399 - Da AMMANNITORA a AMMANTATURA (2 risultati)

: all'uomo abbondi, / suo cibo, ed ammannito, ov'ei noi sdegni

loro crudeltà o prepotenza, e gonfi di cibo si sdraiavano al sole. idem,

vol. I Pag.418 - Da AMMORBIDITO a AMMORTIRE (1 risultato)

istruiti / per dare al corpo il cibo competente; / pigliar nota de'più

vol. I Pag.420 - Da AMMOSTATO a AMMUSARE (1 risultato)

e una scodella di legumi sono buon cibo alla nostra fame. idem, 698

vol. I Pag.422 - Da AMNIO a AMORAZZO (1 risultato)

impaccio! / se questo è 'l cibo ov'io son preso al laccio, /

vol. I Pag.429 - Da AMORFIA a AMOROSO (1 risultato)

fine / l'amoroso digi'un nel cibo amato; / avete pur il nettare libato

vol. I Pag.446 - Da ANCILE a ANCO (1 risultato)

donar voi anco / pochi momenti al cibo. alfieri, i-41: il tempo,

vol. I Pag.456 - Da ANDARE a ANDARE (1 risultato)

del deviare che fa un briciolo di cibo, o per lo più un gócciolo

vol. I Pag.459 - Da ANDATORE a ANDIRIVIENI (1 risultato)

bencivenni [crusca]: cotale maniera di cibo nuoce a'troppo frequenti andatori di corpo

vol. I Pag.460 - Da ANDITO a ANDROGINIA (1 risultato)

. nasce ne'sassi e usasi in cibo. = lat. scient.

vol. I Pag.469 - Da ANGELICALE a ANGELO (1 risultato)

-in dante: la sapienza, che è cibo delle intelligenze angeliche. latini,

vol. I Pag.473 - Da ANGOLOIDE a ANGOSCIA (1 risultato)

, ii-1-69: l'angoscia è mio cibo, le lacrime sono beveraggio, e la

vol. I Pag.475 - Da ANGOSTURA a ANGUILLA (2 risultati)

sue membra angosciose / e recreate dal cibo usitato, / così parlando la donna

con un po'di sale serviva di cibo per tutti. paolieri, 2-184: tuffandosi

vol. I Pag.484 - Da ANIMATORE a ANIMISTICO (1 risultato)

tutte tendono al medesimo scopo di giovare al cibo. artusi, 278 (203)

vol. I Pag.500 - Da ANNONA a ANNOTTARE (1 risultato)

. biada. - per estens.: cibo. folgore da s. gimignano,

vol. I Pag.508 - Da ANSERI a ANSIO (1 risultato)

arrighetto, 217: la ansietade m'è cibo, le lagrime beveraggio, la pena

vol. I Pag.529 - Da ANTITRINITARI a ANTOCARI (1 risultato)

l'appressar del verno / di largo cibo si provede e pasce: / quasi antivede

vol. I Pag.539 - Da APLACENTATO a APOCINO (1 risultato)

di grave odore, e dandolo in cibo uccide e'cani e ogni bestia di quatro

vol. I Pag.557 - Da APPASSIONATEZZA a APPASTELLARE (1 risultato)

dial. ben nutrito, pieno di cibo. viani, 14-459: l'autore

vol. I Pag.562 - Da APPESANTITO a APPETIRE (1 risultato)

. appetènza, sf. desiderio di cibo, appetito. bencivenni [crusca]

vol. I Pag.563 - Da APPETITEVOLE a APPETITO (6 risultati)

3. sentire appetito per un cibo; provarne desiderio. -anche intr.

suscitare appetito, stuzzicare la voglia di cibo; piacere al gusto. boccaccio,

i-67): un animale che di cotal cibo non si sazia già mai, anzi

l'erba, / che qual si voglia cibo più pregiato. redi, 16-v-361:

2. che suscita appetito, desiderio di cibo. giamboni, 2-40: sappiate che

. 3. desiderio naturale del cibo, bisogno di nutrirsi. bartolomeo da

vol. I Pag.565 - Da APPIACEVOLITO a APPIASTRICCICATO (3 risultati)

di materie vischiose, attaccaticce; di cibo che resta attaccato al palato).

tommaseo [s. v.]: cibo che si appiastriccia in bocca, dicesi

bocca, dicesi per lo più di cibo farinoso che non abbia consistenza, e

vol. I Pag.574 - Da APPLICATA a APPLICAZIONE (1 risultato)

1-1-118: quel che si è detto del cibo debbesi applicare altresì alla bevanda, la

vol. I Pag.578 - Da APPOIARE a APPORRE (1 risultato)

della cittade, / come del vostro il cibo che s'appone. crescenzi volgar.

vol. I Pag.580 - Da APPORTARE a APPOSTA (1 risultato)

a ciascuno che non ti porta il cibo; ed essi non mirano con dritto occhio

vol. I Pag.582 - Da APPOZZARE a APPRENDERE (1 risultato)

, sì come il corpo per lo cibo. trattato dei cinque sensi, 1-7:

vol. I Pag.585 - Da APPRESSAMENTO a APPRESSO (1 risultato)

l'ora s'appressava / che 'l cibo ne solea essere addotto. idem, par

vol. I Pag.596 - Da APPUNTONARE a APRILE (1 risultato)

almanco tacitamente, dicendo: « questo cibo non fu saporito, quello appuzzava, questo

vol. I Pag.602 - Da APRONE a AQUILA (1 risultato)

ella non può pascersi, né pigliare el cibo; donde ella va ad una pietra

vol. I Pag.648 - Da ARGOMENTATIVO a ARGOMENTO (1 risultato)

in tale maniera: imprima menomi il cibo e 'l bere, e usi di vomire

vol. I Pag.651 - Da ARGUZIA a ARIA (2 risultati)

leopardi, ii-730: il vino, il cibo ecc. dà talvolta una straordinaria prontezza

un odore misto di membra affaticate, di cibo, di muffa rappresa, colpì dopo

vol. I Pag.652 - Da ARIA a ARIA (1 risultato)

cosa non molto dissimile dall'introduzione del cibo dentro il medesimo. -non andare

vol. I Pag.653 - Da ARIA a ARIA (1 risultato)

: d'aria un tempo nudrìmi: e cibo e vita / l'aura mi fu

vol. I Pag.654 - Da ARIA a ARIDEZZA (1 risultato)

casa..., essendo riforniti di cibo, attraverso un buco del pavimento,

vol. I Pag.655 - Da ARIDIRE a ARIDORESISTENTE (1 risultato)

sbarbaro, 1-11: come la vite mi cibo di aridità. quasimodo, 87:

vol. I Pag.669 - Da ARMEGGIO a ARMENTO (1 risultato)

: con la fanciulla a cui fu cibo un tempo / ferino latte, e balia

vol. I Pag.677 - Da ARPEGGIO a ARRA (1 risultato)

isola di strofade e pigliando rinfrescamento e cibo, queste arpie vennero alle loro tavole

vol. I Pag.678 - Da ARRABATTARE a ARRABBIATO (2 risultati)

e arrabbierà tanto ch'egli ha il cibo che vuole, e non trova mai luogo

co arrabbiata. -detto anche di cibo: cotto o condito con spezie forti

vol. I Pag.682 - Da ARRECATO a ARREMBARE (1 risultato)

ed io vi diedi / molto tempo e cibo e cuna. 3. marin.

vol. I Pag.697 - Da ARROSTICARE a ARROTA (3 risultati)

del pesce, e di qualunque altro cibo). boccaccio, dee.

settembrini [luciano], ii-2-100: il cibo per tutti è lo stesso: accendono

e indica il modo di cottura del cibo. bencivenni [crusca]: carne

vol. I Pag.707 - Da ARTE a ARTE (1 risultato)

iv-1-589: io solo sapevo persuaderla al cibo, persuaderla al sonno. ricorrevo a tutte

vol. I Pag.725 - Da ASCIUTTO a ASCIUTTO (2 risultati)

. -dente asciutto: che non tocca cibo. - rimanere a bocca asciutta,

capretto gli piaceva molto più che altro cibo che se gli potesse dare, di

vol. I Pag.734 - Da ASINTOTICO a ASOLO (1 risultato)

umettativa e alquanto apritiva, ed è ottimo cibo... agli asmatici, cioè

vol. I Pag.736 - Da ASPERGILLOSI a ASPETTANZA (1 risultato)

mille / nel costante pensier, sostegno e cibo / esser solea dell'infelice amante.

vol. I Pag.741 - Da ASPIRINA a ASPRELLA (1 risultato)

e quanto al vestire, e quanto al cibo, aspramente visse. 4

vol. I Pag.744 - Da ASPRO a ASSAGGIARE (2 risultati)

. [assàggio). gustare un cibo, una bevanda, sentirne il sapore.

: che assaggi tu? assaggi tu il cibo? no, ché quello non può'

vol. I Pag.745 - Da ASSAGGIATO a ASSAI (4 risultati)

propina. 2. prendere poco cibo o bevanda, mangiare o bere assai

prova, per sentire il sapore di un cibo, di una bevanda); piccola

una bevanda); piccola quantità di cibo o bevanda che serve per assaggiare

che, offeso per assaggio di poco cibo non soave, non possa pure una

vol. I Pag.746 - Da ASSALARIATO a ASSALIRE (1 risultato)

1-551: è cosa chiara, che questo cibo si deve stimare essere di lodevole nutrimento

vol. I Pag.749 - Da ASSAPO a ASSASSINIO (2 risultati)

. (assapóro). assaggiare un cibo o una bevanda per sentirne il sapore

. ant. dare un sapore a un cibo, condire. carletti, 120:

vol. I Pag.752 - Da ASSECCHIRE a ASSEDIO (1 risultato)

e rassecura, / ch'oltra il cibo raccolto, altri alimenti / son lor

vol. I Pag.753 - Da ASSEDUTO a ASSEGNARE (1 risultato)

ristretto / l'assedio, al fin di cibo avrem difetto. g. bentivoglio,

vol. I Pag.759 - Da ASSENZIATO a ASSERO (1 risultato)

, / il rider doglia, 11 cibo assenzio e tosco. boccaccio, iv-31:

vol. I Pag.761 - Da ASSESSORIA a ASSETTAMENTO (1 risultato)

: l'anima mia gustava di quel cibo / che saziando di sé, di sé

vol. I Pag.763 - Da ASSEVARE a ASSICURANZA (1 risultato)

: struggersi per il desiderio di un cibo. pataffio, 8: e'

vol. I Pag.765 - Da ASSICURATA a ASSICURAZIONE (1 risultato)

de'quali si assicurino a prender lo cibo. boiardo, 2-4-13: non sa la

vol. I Pag.768 - Da ASSILE a ASSIOLO (2 risultati)

per 'trasmutare gli alimenti, il cibo, nella sostanza organica '. ma,

terra per ventre, e nella terra il cibo della pianta riceve la prima assimilazione.

vol. I Pag.785 - Da ASTACICOLTURA a ASTARE (2 risultati)

[i cani] il giorno il cibo dove pascono, e la sera nel luogo

non v'era più traccia dell'insolito cibo. palazzeschi, 1-358: si rovescia

vol. I Pag.786 - Da ASTASIA a ASTENSIONISTA (3 risultati)

che aveano, s'aste- neano dal cibo. s. bernardino da siena, 191

avvertire di astenersi nel vitto da ogni cibo che abbia qualità lubrificativa e flatuosa

, della quale, l'astenersi dal cibo, per un dato tempo, è

vol. I Pag.787 - Da ASTENUTO a ASTIGIANO (1 risultato)

: si renderà più salubre un tal cibo, giacché oltre alla proprietà d'ingrassare

vol. I Pag.791 - Da ASTRAZIONE a ASTRILDE (2 risultati)

getta. metastasio, 1-7-384: se cibo, astretto / lungi a cercar ti

che costituiscono la parte principale del loro cibo. si adattano bene al nostro clima e

vol. I Pag.792 - Da ASTRINGENTE a ASTRO (1 risultato)

gli occhi nell'amate bellezze ogni altro cibo gli era di noia. marchetti,

vol. I Pag.800 - Da ATONALE a ATREPLICE (1 risultato)

pallidezza, e difficoltà di smaltire il cibo. biasimollo ancora dicendo che negli orti

vol. I Pag.805 - Da ATTACCATAMENTE a ATTACCATURA (1 risultato)

5. sm. quella parte del cibo che si attacca al fondo del tegame

vol. I Pag.829 - Da ATTORTIGLIATA a ATTRABACCATO (1 risultato)

questo crepacuore sturbato venga, e il cibo amareggiato, e la conversazione familiare attossicata

vol. I Pag.830 - Da ATTRACCAGGIO a ATTRASSARE (1 risultato)

umido, che si cava ed attrae in cibo, è corruzion di quel che nutrisce

vol. I Pag.835 - Da ATTRIBUTO a ATTRITAMENTO (1 risultato)

attrippare, rifl. dial. saziarsi di cibo, rimpinzarsi, ingozzarsi. - anche

vol. I Pag.841 - Da AUDITORIO a AUGNATO (2 risultati)

660: come augellin ch'a suo cibo sen vole, / così par ch'

nido / la pargoletta prole / col cibo a ravvivar. alfieri, 11: vaghi

vol. I Pag.842 - Da AUGNATURA a AUGURE (1 risultato)

: entro le vene / si sparge il cibo e si augumenta e nutre, /

vol. I Pag.850 - Da AUSILIATORE a AUSTERO (1 risultato)

bue] mandava fuori gli escrementi del cibo; e i divoti da quella materia fumante

vol. I Pag.859 - Da AUTOPORTATO a AUTORE (1 risultato)

che la verità nei vitali fenomeni divenisse cibo delle anime, non più le chimere

vol. I Pag.862 - Da AUTORIZZATO a AUTOTEMPRANTE (2 risultati)

; 'che si procura da sé il cibo ', comp. da ocùxó <;

4 da sé 'e otxot; 4 cibo '. autoslitta, sf.

vol. I Pag.873 - Da AVELTO a AVENTE (2 risultati)

, dice plinio... è buon cibo per 1 cavalli l'estate, perché

, / che, si de cibo non fusse sumante, / la debeleza l'

vol. I Pag.881 - Da AVORNIELLO a AVVALLATO (1 risultato)

la cui corteccia di mezzo data in cibo o in beveraggio, mirabilmente muove il

vol. I Pag.889 - Da AVVENIRISMO a AVVENTARE (1 risultato)

sono proibite. -gettarsi avidamente sul cibo. caro, i-267: [la

vol. I Pag.894 - Da AVVERATO a AVVERSATIVO (1 risultato)

/ forse qual diede ad èva il cibo amaro. idem, purg.,

vol. I Pag.901 - Da AVVILITO a AVVILUPPATO (1 risultato)

12. rifl. ant. riempirsi di cibo. g. m. cecchi,

vol. I Pag.907 - Da AVVITICCHIATO a AVVIZIARE (1 risultato)

, novamente avvivatosi, di un tal cibo. b. croce, i-2-305:

vol. I Pag.928 - Da BACCHIATA a BACHECA (1 risultato)

vili, / nati solo ad empir di cibo il sacco, / portano in bocca

vol. I Pag.943 - Da BAGHERINO a BAGNANTE (1 risultato)

, 2-13: la pianta ha bisogno di cibo bagnato, acciocché quello riceva per

vol. I Pag.952 - Da BALBETTATO a BALBUZZIRE (1 risultato)

, con la lingua sciolta, / qualunque cibo per qualunque luna; / e

vol. II Pag.5 - Da BALDRACCHESCO a BALENARE (1 risultato)

freddi, emigrando periodicamente in cerca di cibo: piccoli molluschi, crostacei, e

vol. II Pag.62 - Da BARBERO a BARBIERE (1 risultato)

: perciocché il nutritivo umore, loro cibo, surge fino dall'ultime barbicciuole, e

vol. II Pag.64 - Da BARBINTANA a BARBONE (1 risultato)

e barbus caninus), apprezzate come cibo. pulci, 14-68: anguille

vol. II Pag.102 - Da BASTONCINO a BASTONE (1 risultato)

cinesi, bacchette adoperate per portare il cibo alla bocca. d. bartoli,

vol. II Pag.114 - Da BATTERE a BATTERE (1 risultato)

marciapiedi infranciosando i cervelli mezzo intontiti dal cibo, son covigliate e tripùdiano. alvaro

vol. II Pag.125 - Da BATTUTO a BAULE (1 risultato)

1-754: incominciò il ramarro a cercare altro cibo e seguitò ad andare a caccia e

vol. II Pag.135 - Da BECCACCINO a BECCAMENTO (1 risultato)

3-8: le fave infrante a'buoi in cibo continuo abbondantemente date, tosto gl'ingrassano

vol. II Pag.136 - Da BECCAMORO a BECCARE (3 risultati)

cibarsi col becco, mangiare prendendo il cibo col becco; colpire col becco,

.). mangiare; trovare qualche cibo da mettere in bocca (e indica

costei nel visaggio, / diresti: « cibo non è da beccarne / un uom

vol. II Pag.137 - Da BECCARELLISTA a BECCHEGGIARE (1 risultato)

fa mangiando col becco; quantità di cibo preso col becco in una volta.

vol. II Pag.138 - Da BECCHEGGIARE a BECCHINO (1 risultato)

bechico. becchime1, sm. cibo che si dà ai volatili domestici;

vol. II Pag.139 - Da BECCHIONI a BECCO (1 risultato)

non saper volatile). gustare il cibo. d'annunzio, v-1-788: vedo

vol. II Pag.141 - Da BECCO A CUCCHIAIO a BECERO (1 risultato)

sulla pelle traeva dalla tasca ancora del cibo e coll'altra mano lo seminava sul

vol. II Pag.142 - Da BECERUME a BEFANA (1 risultato)

il rangifero, potrebbe darsegli per cibo... foglie di bedollo.

vol. II Pag.158 - Da BELTRESCA a BEMBESCO (1 risultato)

. quello sbranamento e succhiamento belvino di cibo non accompagnato da qualche cosa di spirituale

vol. II Pag.173 - Da BENEPLACITO a BENEVOLENTE (1 risultato)

per ottenere da lei un po'di cibo. 2. a beneplacito:

vol. II Pag.180 - Da BERCIARE a BERE (1 risultato)

e con aver continuo affetto al cibo ed alla bevanda, e non

vol. II Pag.182 - Da BERECINZIO a BERENICEO (1 risultato)

s'aumenta e altera secondo la natura del cibo, e del bevere. allegri,

vol. II Pag.184 - Da BERICOCOLAIO a BERLINA (1 risultato)

don martino era assegnato da un pezzo a cibo di barlicche-barlocche. palazzeschi, i-762:

vol. II Pag.189 - Da BERSAGLIERÀ a BERSAGLIO (1 risultato)

al tirassegno. andava fuori per cercar cibo o per altro, diceano male -anche

vol. II Pag.199 - Da BETONICA a BEVA (2 risultati)

toliere ne faceva le veci, dispensando cibo e vino a poco prezzo. manzoni

bettoliere ne faceva le veci, dispensando cibo e vino a poco prezzo. verga,

vol. II Pag.200 - Da BEVACE a BEVERARE (8 risultati)

. monti, 19-205: non verrà cibo al labbro mio né beva, / s'

, / stimò dolce bevanda e dolce cibo / l'acqua e le ghiande, ed

l'acqua e le ghiande / sono cibo e bevanda d'animali, / poi

di dio, soavi pomi per suo cibo, / per sua bevanda acqua più dolce

crescenzi volgar., 4-47: niun cibo o beveraggio si trova così confortativo del

, 217: la ansietade m'è cibo, le lagrime beveraggio, la pena pane

non servano norma, ma è lor cibo e beveraggio potere dir male d'altrui,

, che un certo beveraggio, o cibo fosse velenoso, e egli pur lo prendesse

vol. II Pag.209 - Da BIANCO a BIANCO (1 risultato)

dita. 6. detto del cibo: in bianco (senza sughi né

vol. II Pag.211 - Da BIANCOSPINO a BIASCICATO (3 risultati)

biàscio, biasci). rigirare il cibo (o anche altre cose) in bocca

bleso '. biascicatìccio, sm. cibo biascicato, ridotto in poltiglia, che

bocca, senza essere masticato (il cibo, o anche altre cose);

vol. II Pag.214 - Da BIBASICO a BIBLIOFAGIA (1 risultato)

: pasco la mente d'un sì nobil cibo, / ch'ambrosia e nettar

vol. II Pag.222 - Da BIETOLOSO a BIFLUENZA (1 risultato)

manciata, porzione (di frutti, di cibo). redi, 17-60: appresso

vol. II Pag.225 - Da BIGELLO a BIGIO (1 risultato)

suoi movimenti, sempre in cerca di cibo: è di doppio passo, estivo

vol. II Pag.233 - Da BILANCIO a BILE (1 risultato)

versarsi nel duodeno durante il passaggio del cibo nell'intestino (esercita una funzione importantissima

vol. II Pag.250 - Da BISCHERUME a BISCOLORE (1 risultato)

/ forse qual diede ad èva il cibo amaro. / tra l'erba e'fior

vol. II Pag.261 - Da BITTA a BIVACCARE (1 risultato)

non che quello che nello stomaco era di cibo preso, ma appena gli spiriti ritenea

vol. II Pag.263 - Da BIZANTINOIDE a BIZZARRO (1 risultato)

panzini, ii-50: cotto, il cibo è versato in un'unica scodella,

vol. II Pag.267 - Da BLASONISTA a BLEFARICO (1 risultato)

di notte per nutrirsi degli avanzi di cibo lasciati dall'uomo. la rapidità con

vol. II Pag.272 - Da BOBINA a BOCCA (1 risultato)

quindi sogliono essi naturalmente chiamar pappa il cibo, bobò il cavallo. leopardi, ii-53

vol. II Pag.275 - Da BOCCA a BOCCA (1 risultato)

bocca; con la bocca piena di cibo. de amicis, i-948: si

vol. II Pag.277 - Da BOCCA a BOCCA (1 risultato)

[ecc.]. -levarsi il cibo, il pane di bocca: privarsene

vol. II Pag.280 - Da BOCCARE a BOCCHEGGIANTE (2 risultati)

. ant. abboccare; prendere il cibo con la bocca, mangiare.

. boccata, sf. quantità di cibo (o d'altro: anche di

vol. II Pag.284 - Da BOCCIONE a BOCCONE (7 risultati)

. piccolo boccone; piccola quantità di cibo. cellini, 2-104 (487)

frizzare. 4. figur. cibo squisito. -anche: oggetto assai grazioso

. boccóne, sm. quantità di cibo che si può mettere in bocca in

fare ipotesi incongrue. 2. cibo; quello che si mangia; cibo in

. cibo; quello che si mangia; cibo in piccola quantità. apollonio di

maggior parte... brontolavano per il cibo, facevano i delicati e trovavano sempre

con aria di rassegnazione. 3. cibo prelibato, vivanda eccellente, saporitissima.

vol. II Pag.285 - Da BOCCONE a BOCCONI (3 risultati)

/ quel rio boccon, quel venenoso cibo, / che di san marco ha

-boccone da re, da prete: cibo, oggetto prelibatissimo. -volg

: controllare (per avarizia) il cibo che consuma; lesinarglielo.

vol. II Pag.289 - Da BOLERO a BOLIDE (2 risultati)

da porre e'boleti. è ottimo cibo; ma dannato pel grande exemplo che è

bolge trovandosi vote, / di mutar cibo gli venne desio. 2.

vol. II Pag.297 - Da BOLLOSITÀ a BOLOGNARE (1 risultato)

. bòlo2, sm. quantità di cibo che in bocca assume consistenza pastosa mediante

vol. II Pag.306 - Da BONTADIOSAMENTE a BONZO (1 risultato)

domandate e della sua bontà, degno cibo da voi il reputai, e questa mattina

vol. II Pag.351 - Da BRAGOTTO a BRAMANO (3 risultati)

intenso, violento, smodato (di cibo, di ricchezze; anche di onori,

. ariosto, 12-22: perché di cibo non patischin brama, / sì ben fornito

deve per tutto ciò negli altrui deschi / cibo cercar la meretrice infame, / dovunque

vol. II Pag.354 - Da BRANCA ORSINA a BRANCHETTO (1 risultato)

, 2590: [granchio] mostrale il cibo con l'usata branca, / con

vol. II Pag.373 - Da BRICCONEGGIARE a BRICIOLO (1 risultato)

pane, e, in genere, del cibo; le briciole: i minuzzoli che

vol. II Pag.388 - Da BROCCHIERE a BRODA (1 risultato)

sf. acqua in cui è cotto un cibo solido (carne o verdura)

vol. II Pag.389 - Da BRODAGLIA a BRODETTO (3 risultati)

. 2. miscuglio di avanzi di cibo e acqua che si dà ai maiali

, sbrodolato, sporco di avanzi di cibo. fagiuoli, 3-6-80: ma se

sapore poco gradevole (che costituiva il cibo tradizionale degli spartiati, a sparta,

vol. II Pag.390 - Da BRODICCHIO a BROGLIACCIO (2 risultati)

brodo. bròdo, sm. cibo liquido, che si consuma puro o

nostro vettori gli fa venire dall'ambrosia cibo immortai degli dei, quasi sieno ambrosiotti

vol. II Pag.391 - Da BROGLIARE a BROMO (1 risultato)

gr. 3pù>p. a -aro? 'cibo 'e xóyoi; * trattazione

vol. II Pag.393 - Da BRONCO a BRONTOLARE (1 risultato)

,... brontolavano per il cibo, facevano i delicati e trovavano sempre

vol. II Pag.404 - Da BRUMEGGIO a BRUNIRE (1 risultato)

, dal gr. 3póóp. a * cibo '(cfr. ax

vol. II Pag.411 - Da BRUTO a BRUTTAMENTE (1 risultato)

popolesca greggia, che bruta pasce solo cibo terreno. bruno, 3-927: è cosa

vol. II Pag.413 - Da BRUTTO a BRUTTO (1 risultato)

degni di galle / che d'altro cibo fatto in uman uso, / dirizza

vol. II Pag.415 - Da BRUZZAGLIA a BUBBOLANTE (1 risultato)

far che ciascuno abbia la parte sua del cibo; e nel cavar similmente ogni bruttura

vol. II Pag.420 - Da BUCCIACCHERA a BUCCINA (1 risultato)

arrighetto, 217: la ansietade m'è cibo, le lagrime beveraggio, la pena

vol. II Pag.426 - Da BUDELLONE a BUE (2 risultati)

plur. interiora di animali usate come cibo; trippa. piovene, 5-594:

). chi si riempie volentieri di cibo, grande mangiatore. saccenti,

vol. II Pag.460 - Da BURRONA a BUSCA (1 risultato)

fomentarle, l'altro va alla busca di cibo. moneti, 168: con voglia

vol. II Pag.462 - Da BUSCO a BUSSARE (2 risultati)

.. di questo greve e grasso cibo, cucinato con cipolle, verdure e fagiuoli

regione, si valessero pur anco del cibo preferito in ciascun paese: fiorentini mangia

vol. II Pag.470 - Da BUTTEROSO a BUZZURRO (2 risultati)

472: s'empivano il buzzo di cibo. cicognani, 1-21: la cavalla è

(un animale: per avere ingerito cibo guasto, o erba bagnata).

vol. II Pag.479 - Da CACCIALEPRE a CACCIARE (1 risultato)

reverendissimi figliuoli disordinano nel coito o nel cibo, gli fanno ribuffi

vol. II Pag.484 - Da CACHETTICO a CACIO (1 risultato)

domenica e il giovedì prende in suo cibo pane d'orzo e cacio, e bee

vol. II Pag.499 - Da CAENA a CAFFÈ (3 risultati)

propria o di altri (detto di cibo). sacchetti, 124-44: e

in cafarnao: mangiare, riempirsi di cibo. tommaseo [s. v.

[dicono] per celia volgarmente di cibo inghiottito: 'è andato in cafarnao';

vol. II Pag.510 - Da CALAFATO a CALAMBÀ (1 risultato)

pasto di questi pesci? essi piglian per cibo non altro che quella sorte di pesci

vol. II Pag.532 - Da CALCOTECA a CALDAMENTE (1 risultato)

: fecer tutti coraggio; e di cibo avidi / già rivolti alla preda, altri

vol. II Pag.533 - Da CALDANA a CALDEO (1 risultato)

amanti, perciò che non hanno altro cibo di che si pascere nè altra via

vol. II Pag.535 - Da CALDICCIO a CALDO (1 risultato)

-che dà calore, che riscalda (un cibo, una bevanda, un'erba)

vol. II Pag.538 - Da CALDO a CALDO (2 risultati)

, come a l'animale quella del cibo. carletti, 20: una ardentissima

, di sangue! 4. cibo o bevanda riscaldata (come conforto nei

vol. II Pag.539 - Da CALDOSO a CALEFATTIVO (1 risultato)

. ant. che riscalda (un cibo, una bevanda, una medicina).

vol. II Pag.542 - Da CALESELLA a CALESSE (1 risultato)

caglia rammentar mai sempre / qual più cibo le nuoca o qual più giovi. alfieri

vol. II Pag.548 - Da CALLAIOLA a CALLE (1 risultato)

degni di galle / che d'altro cibo fatto in uman uso, / [l'

vol. II Pag.552 - Da CALMA a CALMARE (1 risultato)

/ che d'ogni buon sapor condisce il cibo. monti, x-3-141: dolce de'

vol. II Pag.555 - Da CALORE a CALORE (2 risultati)

calor naturale come ne la decozione del cibo. cornato, 114: siccome nell'

luca, nel calore del vino e del cibo, preso da quella sua naturale avidità

vol. II Pag.556 - Da CALOREGGIARE a CALOROSITÀ (1 risultato)

. che genera calore (un cibo). = voce dotta,

vol. II Pag.572 - Da CAMBIARIO a CAMBIATORE (1 risultato)

in tanto che davano la carne per cibo, e lasciavansi tagliare le membra per

vol. II Pag.575 - Da CAMBISTA a CAMELIA (1 risultato)

i suoi sudditi gli portavano in processione cibo e femmine. = fr.

vol. II Pag.576 - Da CAMELIDI a CAMERA (1 risultato)

vigogna; i camèlidi ruminano il cibo e hanno lo stomaco diviso in

vol. II Pag.586 - Da CAMINO a CAMMELLO (1 risultato)

in cui scarseggia o manca il suo cibo abituale, costituito da piante ed erbe

vol. II Pag.587 - Da CAMMELLOPARDO a CAMMINARE (1 risultato)

, triturando fra le mandibole laboriose il cibo. baldini, i-613: hanno quasi

vol. II Pag.590 - Da CAMMINO a CAMMINO (2 risultati)

. tasso, 8-13: or difetto di cibo, or cammin duro / trovammo.

ispesso mi toglieva il sonno e il cibo e mi conduceva per il mal cammino,

vol. II Pag.600 - Da CAMPANTE a CAMPARE (1 risultato)

foca] fuor dell'acqua, senza cibo, quattro settimane intere; e molto più

vol. II Pag.614 - Da CANALETTA a CANAPA (1 risultato)

sapere come o per qual mirabile meccanismo il cibo nel ventricolo cangi natura: come frammisto

vol. II Pag.626 - Da CANDIOTTO a CANE (1 risultato)

x-21-130: il suo volto riscaldato dal cibo, aveva una freschezza rosea che il candore

vol. II Pag.627 - Da CANE a CANE (1 risultato)

va là a quello cibo e alla lepre tirato da la fantasia che

vol. II Pag.628 - Da CANE a CANE (2 risultati)

sì rio sapor me sane! / altro cibo me dàne, si me vói sostentare

cucina e a tavola, allora ogni cibo ci farà buon sangue. -confortare

vol. II Pag.633 - Da CANICHINO a CANINO (2 risultati)

. da canis 'cane 'come cibo per i cani; cfr. sicil.

, iv-2-77: una bramosia bestiale di cibo le torturava le viscere vuote, le

vol. II Pag.634 - Da CANIPAIOLA a CANNA (1 risultato)

otto [denti], perché tagliano il cibo nella parte dinanzi, son detti incisorii

vol. II Pag.647 - Da CANONIZZATO a CANOTTIERA (1 risultato)

dentro a l'antro ditteo gli dieron cibo. molza, ix-577: canoro augello i

vol. II Pag.657 - Da CANTICO a CANTILENA (1 risultato)

assettano le mense; / e abbondò il cibo compartito. or quando / fu d'

vol. II Pag.685 - Da CAPIRE a CAPIRE (1 risultato)

vi potesse capire lo pane, e 'l cibo, che ricevea di fuori certi giorni

vol. II Pag.696 - Da CAPITOMBOLONE a CAPO (1 risultato)

ittiol. grossa anguilla (ed è cibo tradizionale nelle feste natalizie: soprattutto la

vol. II Pag.713 - Da CAPOSQUADRIGLIA a CAPOVERSO (1 risultato)

suoi sudditi gli portavano in processione cibo e femmine. = comp. da

vol. II Pag.727 - Da CAPRATO a CAPRICCIO (2 risultati)

tropico del capricorno a quello fendeva il suo cibo: tutto quello che si muoveva lo

capretto gli piaceva molto più che altro cibo che se gli potesse dare. aretino,

vol. II Pag.732 - Da CAPRIOLO a CAPRONE (1 risultato)

, / ch'obliano ogni desio di cibo e d'onda. campanella, i-91:

vol. II Pag.734 - Da CAPUA a CARABO (1 risultato)

spinto dal bisogno di trovarsi il cibo come nella sabbia del suo bosco

vol. II Pag.744 - Da CARBONATA a CARBONE (1 risultato)

1-29 (77): volendo pigliare il cibo, mi prese un gran dolore di

vol. II Pag.750 - Da CARCERIERE a CARCHESIO (1 risultato)

tavolacci, e mangiare il più povero cibo immaginabile. gioberti, ii-245: niuna

vol. II Pag.756 - Da CARDIOSCOPIA a CARDO (1 risultato)

dell'esofago e difficoltà di transito del cibo. = voce dotta, comp

vol. II Pag.757 - Da CARDO a CARENA (1 risultato)

imperocché con pepe e sale per ultimo cibo si mangiano così crudi. garzoni, 1-187

vol. II Pag.763 - Da CARICABBASSO a CARICARE (1 risultato)

i-33: il caricarsi troppo d'un cibo è abusarlo, perché quel che è buono

vol. II Pag.765 - Da CARICATAMENTE a CARICATORE (4 risultati)

26. assol. riempirsi di cibo e di bevande. boccaccio, dee

. -in particolare: troppo pieno di cibo. cornato, 87: mangiano tanta

che lo stomaco, caricato di tanto cibo, viene a patire e farsi tristo,

e farsi tristo, e convertire quel cibo soverchio in tristi umori; e questi

vol. II Pag.767 - Da CARICO a CARICO (2 risultati)

carco di nettareo vino, / altri di cibo cereale; ed altri / cataste aduna

io conosco esser vero) così del cibo, come del vino. cellini, 1-52

vol. II Pag.773 - Da CARITATEVOLE a CARITEVOLMENTE (1 risultato)

pane per uno che non avea toccato cibo da ventiquattr'ore. verga, 4-195

vol. II Pag.776 - Da CARMINATO a CARNAIO (2 risultati)

. 3. carne (come cibo) di qualità cattiva, fibrosa e

penuria / ci sia d'ogni buon cibo, né si mangino / se non camaccie

vol. II Pag.777 - Da CARNAIOLO a CARNALE (1 risultato)

rugiada che l'aurora piove, / il cibo onde nutriva il carnai manto. bruno

vol. II Pag.779 - Da CARNAME a CARNE (2 risultati)

2. quantità di carne, vivanda, cibo di carne. forteguerri, 6-30:

in tanto che davano la carne per cibo, e lasciavansi tagliare le membra per

vol. II Pag.781 - Da CARNE a CARNE (1 risultato)

che la carne mia veramente egli è cibo, e il sangue mio egli è veramente

vol. II Pag.787 - Da CARNICINO a CARNOSITÀ (1 risultato)

. buti [tommaseo]: qualunque cibo, cioè o carnile o quaresimale.

vol. II Pag.789 - Da CARO a CARO (1 risultato)

: care giovani, il dormire dopo 'l cibo a quest'ora del dì, quantunque

vol. II Pag.790 - Da CARO a CAROBA (1 risultato)

purg., 22-141: di questo cibo avrete caro. g. villani,

vol. II Pag.799 - Da CARRETTAIO a CARRETTO (1 risultato)

carretta: non avere preoccupazioni per il cibo, avere il necessario senza fatica.

vol. II Pag.818 - Da CARTISTA a CARTOLARE (1 risultato)

e si sfasciano in terra cartocci contenenti il cibo per i gatti. -per simil

vol. II Pag.826 - Da CASAGGIO a CASAMATTA (1 risultato)

, ma non troppo elaborato (un cibo). leggenda della beata umiliana de'

vol. II Pag.841 - Da CASO a CASO (1 risultato)

fuori dell'ora ordinata niuno non prenda cibo, salvo che in caso di infermità

vol. II Pag.843 - Da CASPA a CASSA (1 risultato)

parti sporgenti lateralmente, che contengono il cibo e l'acqua per gli uccelli rinchiusi

vol. II Pag.850 - Da CASSIDA a CASSO (1 risultato)

e quivi si congiugne insieme, donde il cibo digesto discende alle parti inferiori; e

vol. II Pag.852 - Da CASSONETTO a CASTAGNA (1 risultato)

dilicata. lastri, 1-2-96: il cibo comune delle quali [fanciulle di montagna]

vol. II Pag.862 - Da CASTONE a CASTRAMETAZIONE (1 risultato)

esperienza ha saputo l'ape scegliere tale cibo con cui fare il miele e la cera

vol. II Pag.863 - Da CASTRANGOLA a CASTRATO (1 risultato)

castrati. tasso, i-34: ottimo cibo sono le carni de'castrati e de'buoi

vol. II Pag.872 - Da CATARTIDI a CATASTO (1 risultato)

di nettareo vino, / altri di cibo cereale; ed altri / cataste aduna di

vol. II Pag.876 - Da CATELANO a CATENA (2 risultati)

ràpino, e cerchino da dio il loro cibo. m. villani, 3-90:

tavolacci, e mangiare il più povero cibo immaginabile. nievo, 97: s'udiva

vol. II Pag.883 - Da CATINO a CATOMETOPI (1 risultato)

3. vassoio profondo, pieno di cibo, che viene posto in mezzo alla

vol. II Pag.890 - Da CATTIVO a CATTIVO (1 risultato)

16. sgradevole (un odore, un cibo). celiini, 1-64 (156

vol. II Pag.891 - Da CATTIVO a CATTOLICITÀ (1 risultato)

cattivo1). sgradevole (un cibo vecchio e alterato). -al

vol. II Pag.897 - Da CAUSALMENTE a CAUSTICA (1 risultato)

cui produce l'effetto. 490: il cibo si domanda sano per una qualità e virtù

vol. II Pag.898 - Da CAUSTICARE a CAUTELA (1 risultato)

intento mirare, ancora che sia dolcissimo cibo. varchi, 18-2-274: ancorché non

vol. II Pag.934 - Da CAVOLINIDI a CAVURRINO (1 risultato)

di certe palme (e costituisce un cibo assai apprezzato nelle regioni tropicali).

vol. II Pag.945 - Da CEFFONE a CELARENT (1 risultato)

persone; di maniera che, come cibo innocente, e pasto del celabro e

vol. II Pag.952 - Da CELIDONIA a CELLA (1 risultato)

api] le celle loro di dolce cibo. g. rucellai, 181: ma

vol. II Pag.959 - Da CENANGIACEE a CENCIO (1 risultato)

agli abitanti di certi territori di fornire il cibo alle truppe in transito.

vol. II Pag.962 - Da CENERENTE a CENERINA (1 risultato)

fresco delle cenerine / è il mio cibo prediletto. = deriv. da cenerino

vol. II Pag.982 - Da CERA a CERA (1 risultato)

riabbassò gli sguardi sul piatto dove il cibo si freddava nella cera coagulata dell'intingolo.

vol. II Pag.987 - Da CERCA a CERCAMENTO (1 risultato)

frugava qua e là in cerca di cibo. c. e. gadda, 367

vol. III Pag.10 - Da CERVELLONE a CERVIDI (1 risultato)

, / si stringe ove si prende il cibo e 'l fiato. tasso, 13-62

vol. III Pag.17 - Da CESSINO a CESTA (1 risultato)

le anguille vergini, cioè monde di cibo. 4. plur. ant

vol. III Pag.22 - Da CETRINA a CHE (1 risultato)

corrier tra via, se * 1 cibo manca, / conven per forza rallentare

vol. III Pag.23 - Da CHE a CHE (1 risultato)

dove... mi pasco di quel cibo che solum è mio e che io

vol. III Pag.33 - Da CHELOIDE a CHENTE (1 risultato)

le sue carni costituivano un tempo un cibo prelibato). landino [plinio

vol. III Pag.35 - Da CHERATOPLASTICO a CHERMISI (1 risultato)

, sì com'elli avvien, s'un cibo sazia / e d'un altro rimane

vol. III Pag.75 - Da CHILIFICAMENTO a CHILOMETRO (3 risultati)

: i colombi imbeccano i pippioni col cibo digerito e venuto latte e, per così

stomaco,... si trasmuta il cibo in sugo, che i medici chiamano

come o per qual mirabile meccanismo il cibo nel ventricolo cangi natura: come frammisto

vol. III Pag.76 - Da CHILOMICRON a CHIMERA (1 risultato)

primavera, / un non dar giamai cibo a la speranza / m'han fatto

vol. III Pag.78 - Da CHIMIFICARE a CHINA (3 risultati)

. fisiol. processo in cui il cibo ingerito, per azione dei succhi gastrici,

all'azione dei succhi gastrici e intestinali sul cibo). -figur. soffici

massa semiliquida in cui viene trasformato il cibo ingerito durante l'ultima fase della digestione

vol. III Pag.79 - Da CHINA a CHINARE (1 risultato)

chinava in fretta, a rubarle, per cibo della famiglia, qualche erba. carducci

vol. III Pag.102 - Da CHIUSURA a CI (1 risultato)

per la gola non ci andava giù il cibo. tecchi, 2-105: la casa

vol. III Pag.115 - Da CIARPUME a CIAUSIRE (1 risultato)

ciascuna formica trascinava un frammento di cibo e tutta l'innumerevole famiglia compiva il

vol. III Pag.116 - Da CIAVARDELLO a CIBO (28 risultati)

. cibàccola, sf. ant. cibo volgare. -al figur.: cosa

spreg. tutto ciò che serve di cibo (e per lo più indica cibi alquanto

ciangotta. = deriv. da cibo, col suffisso spreg. -aglia.

cibaia. = deriv. da cibo. cibale, agg. ant

agg. ant. che si riferisce al cibo. leone ebreo, 135:

forteguerri, 24-87: non fia bevanda o cibo / che tu tocchi, se prima

tocchi, se prima io non la cibo. tommaseo, 1-74: be'pesci

/ dai mangiatori di loto che cibano cibo di fiori. c. e. gadda

dar vita a noi, si fa cibo per cibar noi. f. f.

terra d'intorno alla pianta sia il cibo putrido della pianta, e che allora

. cibare, deriv. da cibus * cibo '. cibària, sf. (

). tutto ciò che serve di cibo; vettovaglie, provviste. lastri,

cibàrio, agg. che serve di cibo, pertinente al cibo. leonardo

che serve di cibo, pertinente al cibo. leonardo, 1-214: la minestra

ciba, o che è attinente al cibo. -per simil. e al figur

= dal lat. cibarius: v. cibo. cibato (part. pass,

sf. il cibare, il cibarsi; cibo, nu trimento.

come si cessa l'uomo nel mondo dal cibo quando è satollo.

modello dell'ingl. cybernetics. cibo, sm. (plur. ant.

rio sapor me sane! / altro cibo me dàne, si me vói sostentare.

: l'ora s'appressava / che 'l cibo ne soleva esser addotto. idem,

sì com'elli awien, s'un cibo sazia / e d'un altro rimane ancor

apostoli dati, andrete a mangiare quel cibo, che iddio provvedera alla vostra povertade

, o vero dilatarsi in pigliare del cibo corporale. bisticci, 3-18: de'cibi

. ha ordinato che molti animali sieno cibo l'uno de l'altro. sannazaro

bembo, 1-70: una stessa maniera di cibo, per dolce o amara che di

, or stame, / ché sempre un cibo usar par che l'annoi. caro

1-338: fecer tutti coraggio; e di cibo avidi / già rivolti alla preda,

vol. III Pag.117 - Da CIBORIO a CIBREO (77 risultati)

cibi. marino, 1-148: non cibo o pasto prezioso e lauto / il

... di non prendere altro cibo, che quel poco e vile di legumi

uomo poi in realtà non piglia per cibo qualsivoglia materia, ma piglia per cibo

cibo qualsivoglia materia, ma piglia per cibo tutte quelle solamente che posson per opera di

fibre, che fanno la triturazione del cibo digestivo. algarotti, 3-486: non

, ma refezioni e cene d'ogni buon cibo e d'ogni gentilezza condite. parini

le mense. / e abbondò il cibo compartito. manzoni, pr. sp.

in fretta, a rubarle, per cibo della famiglia, qualche erba, di

nudi tavolacci, e mangiare il più povero cibo immaginabile. nievo, 48: mi

farina, col quale m'ingozzava finché il cibo giunto alla gola mi impedisse di piangere

: il suo volto, riscaldato dal cibo, aveva una freschezza rosea che il

la neve! allora, poi che il cibo manca, / alla città dai mille

, iv-2-77: una bramosia bestiale di cibo le torturava le viscere vuote, le dava

riabbassò gli sguardi sul piatto dove il cibo si freddava nella cera coagulata dell'intingolo

indi procede che noi siamo preda e cibo de'pagani. s. caterina da siena

è un sacco pieno di sterco, cibo di morte, e cibo di vermini.

di sterco, cibo di morte, e cibo di vermini. giov. cavalcanti,

: d'aria un tempo nudrìmi: e cibo e vita / l'aura mi fu

persone; di maniera che, come cibo innocente, e pasto del celabro e non

/ le nostre chiesero / carni per cibo; / e dieci secoli / le nostre

degni di galle / che d'altro cibo fatto in uman uso, / dirizza prima

., 2-13: il proprio cibo delle piante sarà alcuno umido ben mischiato.

finiti di crescere, quando indugiato il cibo divorano le frondi di quelli arbori.

, / a la fatica invitti, al cibo parchi. marino, 268: che

studio e tanti errori / quel che cibo facesti / de le bramose canne?

, o se fra lor pe 'l cibo han guerra, / e combatton la

e le faine crudeli in cerca di cibo ne avessero pietà. buzzati, 1-187:

sparpagliavano per le valli in cerca di cibo fresco. 3. per estens

dra- cone; per che destilo in cibo alli popoli di etiopia. bembo,

: care giovani, il dormire dopo 'l cibo a quest'ora del dì, quantunque

sei once di brodo immediatamente avanti al cibo... patire incalescenza dopo del

... patire incalescenza dopo del cibo. betocchi, 5-148: già son vecchio

son vecchio, e dopo / un cibo un po'grave / dormicchio sulla sedia.

guittone, 187-9: scienza è luce, cibo e medicina. angiolieri, 108-13:

nulla maninconia, / ma di tal cibo imbecchi lo suo becco, / ch'e'

quelli che con le pecore hanno comune cibo! idem, purg., 31-128:

: l'anima mia gustava di quel cibo / che, saziando di sé, di

mensa, / però che 'l cibo rigido c'hai preso, / richiede ancora

a tua dispensa. cavalca, 9-209: cibo della mente è il sermone di dio

: pasco la mente d'un sì nobil cibo, / ch'ambrosia e nettar non

mangiate alla mensa della santissima croce il cibo dell'onore di dio e della salute

a mensa, innanzi che prendesse il cibo corporale, prendea per sé e dava

corporale, prendea per sé e dava cibo spirituale, parlando di dio. marsilio ficino

. marsilio ficino, 2-63: il cibo dello animo è la verità; a trovar

amanti, perciò che non hanno altro cibo di che si pascere né altra via

, com'io dissi, degno / cibo all'invidia il cor di vizi pregno.

la beltà congiunta, / di stranio cibo pasce il gran desire. castiglione,

inclinate ed hanno avuto questo per gratissimo cibo d'animo. tansillo, 622:

animo. tansillo, 622: o cibo, o nudrimento, / che i lassi

tasso, 6-1-8: se questo è il cibo, ov'io son preso al laccio

che per gli tempi passati sono stati cibo del mio debole intelletto. marino, 17-30

17-30: del dolce e caro / cibo divin, che l'anima nutriva, /

baleno, / sia dell'anima sua cibo volante, / e da labro mordace

predica... e senza dare niun cibo all'anima loro, la- sceran che

novi modi / imbandir ne'tuoi scritti eterno cibo i ai semplici palati. leopardi,

/ nel costante pensier, sostegno e cibo / esser solea dell'infelice amante.

fame e sete intellettuale e morale un cibo sodo e nutriente. -eucaristia.

: la carne mia veramente egli è cibo, e il sangue mio egli è veramente

. segneri, iii-3-68: di questo cibo divino non può dirsi che, a somiglianza

5. locuz. -caricare di cibo, caricarsi di cibo: dare troppo

locuz. -caricare di cibo, caricarsi di cibo: dare troppo da mangiare, mangiare

misericordia, che costoro m'hanno carico di cibo. f. d'ambra,

, 14: sarebbe errore caricarsi troppo col cibo. -dar cibo all'occhio, all'

errore caricarsi troppo col cibo. -dar cibo all'occhio, all'orecchio: allietarli con

con giocondo e onesto / ragionamento dan cibo all'orecchia. -perdere il cibo:

dan cibo all'orecchia. -perdere il cibo: perder l'appetito. -togliere il

: perder l'appetito. -togliere il cibo: levare l'appetito. boccaccio

(459): intanto che, il cibo e 'l sonno perdutone, per debolezza

fortemente, in tanto che perdé il cibo. sannazaro, 7-1 io: in sì

e dolore intrai, che 'l consueto cibo e 'l sonno perdendone, più ad

tanto ispesso mi toglieva il sonno e il cibo e mi conduceva per il mal cammino

il mal cammino. -prendere il cibo: mangiare. cavalca, 16-1-4

cavalca, 16-1-4: prendendo suo cibo del frutto di quella palma. cellini

(77): volendo pigliare il cibo, mi prese un gran dolore di

nel braccio manco. tasso, 7-4: cibo non prende già, ché de'suoi

, 5-1 io: se non si piglia cibo, si muore; e si muore

ciboso. = deriv. da cibo. cibòzio1, sm. bot

vol. III Pag.118 - Da CICA a CICALA (1 risultato)

diletto che, per esso scordatisi del cibo, inconsideratamente morirono: ma furono da

vol. III Pag.121 - Da CICATRIZZAZIONE a CICCIOTTOLO (3 risultati)

costola bovina. 2. scherz. cibo. -voglia di ciccia: desiderio di

leggermente e aromatizzato, viene servito come cibo o come condimento. soderini, iv-273

') si vendono al popolo: cibo, a dir vero, non molto gentile

vol. III Pag.136 - Da CIGLIOLATO a CIGNO (1 risultato)

e notte porta, / che gustar cibo, e chiuder possa ciglia. monti,

vol. III Pag.139 - Da CILICIO a CILINDRATO (1 risultato)

, geva, un'incannata, / sia cibo [ecc.]. = lat

vol. III Pag.172 - Da CIPOLLA a CIPOLLONE (3 risultati)

delle minestre di fagiuoli con della cipolla, cibo conferente alla mia natura più assai che

11. figur. a indicare un cibo quanto mai semplice e frugale, quindi

per una persona, ripugnanza per un cibo. g. m. cecchi,

vol. III Pag.180 - Da CIRCOLO a CIRCOLO (1 risultato)

tempesta di neve, nel procacciarsi il cibo quotidiano. -circolo latteo: via lattea

vol. III Pag.189 - Da CIRCOSTANZA a CIRCOSTANZIALE (1 risultato)

i circostanti tosto s'invoglino di un tal cibo. g. gozzi, 1-201:

vol. III Pag.195 - Da CISPUGLIO a CISTERNA (1 risultato)

come o per qual mirabile meccanismo il cibo nel ventricolo cangi natura: come frammisto

vol. III Pag.208 - Da CIVADA a CIVETTA (2 risultati)

disus. legumi secchi usati come cibo (fave, ceci, piselli e altri

dal lat. cibàrius * che riguarda il cibo ', il cui neutro plur.

vol. III Pag.211 - Da CIVILE a CIVILE (1 risultato)

tre cose, una il viver col cibo, l'altra con accumular roba, vasi

vol. III Pag.214 - Da CIVILTÀ a CIZZA (1 risultato)

., calabr. civu 'cibo, esca da amo, esca da fuoco

vol. III Pag.230 - Da CLISMA a CLOACA (1 risultato)

e con quello mandava fuori lo strabocchevol cibo. garzoni, 1-158: sotto la

vol. III Pag.233 - Da CLOROSO a CNICO (1 risultato)

in uso per olio e non per cibo. mattioli [dioscoride], i-689:

vol. III Pag.237 - Da COALIZZATO a COATTO (1 risultato)

, lo quale dà a tutti vita e cibo. galileo, 3-1-502: soverchia arditezza

vol. III Pag.247 - Da COCENTEMENTE a COCLEA (2 risultati)

. -anche: la digestione (del cibo). bencivenni [crusca]:

uccelli, e non sono buone da cibo umano, le quali stando nella loro

vol. III Pag.256 - Da CODICILLABILE a CODIFICARE (1 risultato)

, e la formica / porta il cibo del verno alla sua cella, / nel

vol. III Pag.266 - Da COGNITÉZZA a COGNIZIONE (2 risultati)

fin loro, come è la cognizione del cibo, che quando se ne bisogna gli

fine di desiderio, come il fruire esso cibo con unione. machiavelli, 60:

vol. III Pag.274 - Da COLATO a COLAZIONE (1 risultato)

tornerà tardi. 4. ant. cibo, vivanda. pulci, v-65:

vol. III Pag.278 - Da COLICO a COLLA (1 risultato)

tuffandovisi e immergendo- visi per procurarsi il cibo o per sfuggire ai pericoli; sono

vol. III Pag.295 - Da COLLISIONE a COLLO (2 risultati)

e1 collo è la via del cibo, del quale collo il cibo va giù

via del cibo, del quale collo il cibo va giù nello stomaco e poi si

vol. III Pag.300 - Da COLLORA a COLLUTORIO (2 risultati)

: ingrassare (per l'eccesso di cibo). fagiuoli, 1-1-148:

l'erba non fa collottola'; il cibo di erbaggi non fa ingrassare.

vol. III Pag.306 - Da COLOMBINO a COLON (3 risultati)

trofizza, e in seguito con boli di cibo già deglu tito e insalivato

: chi è sazio, trova ogni cibo disgustoso. tramater [s. v

ben pasciuto e sazio, non piace alcun cibo, ha dello svogliato. tommaseo [

vol. III Pag.313 - Da COLORATAMENTE a COLORE (1 risultato)

., iii-111-9: e però vedemo certo cibo fare li uomini formosi e membruti e

vol. III Pag.331 - Da COLTIVATO a COLTO (1 risultato)

(l'abbigliamento, la persona, il cibo). prudenzani, ix-537: per

vol. III Pag.335 - Da COLUBRO a COLURO (1 risultato)

confettare; così chiamata forse perché serve di cibo grato alle colombe. =

vol. III Pag.344 - Da COMBATTEVOLE a COMBATTIVO (1 risultato)

formano, o se tra lor pel cibo han guerra, / e combatton la preda

vol. III Pag.368 - Da COMMESSO a COMMETTERE (2 risultati)

si può mangiare, che serve come cibo. -generi commestibili (anche commestibili,

ant. il cibarsi, il prendere cibo; pasto. iacopone, 12-36

vol. III Pag.376 - Da COMMOTIVO a COMMOZIONE (1 risultato)

, ribelbencivenni, 5-218: quando il cibo si corrompe in esso lione. [

vol. III Pag.387 - Da COMPAGNO a COMPANAZIONE (1 risultato)

a colazione, a merenda); cibo (e indica lo stretto necessario per

vol. III Pag.389 - Da COMPARATO a COMPARE (1 risultato)

aperti per uso dei sacrifizi o del cibo, o anco a posta solamente,

vol. III Pag.394 - Da COMPARTITAMENTE a COMPASSIONARE (1 risultato)

le mense; / e abbondò il cibo compartito. 2. disus.

vol. III Pag.396 - Da COMPASSIONEVOLMENTE a COMPASTORE (2 risultati)

2-204: le galline accorrono vogliolose di cibo: e il gallo offre loro non

: e il gallo offre loro non cibo ma carezze, girando il compasso delle

vol. III Pag.419 - Da COMPONITURA a COMPORRE (1 risultato)

buona coscienza]; / o cibo il qual dio di vertù compone, /

vol. III Pag.441 - Da COMUNE a COMUNE (1 risultato)

una pianta, una bevanda, un cibo, un oggetto qualunque, un modo

vol. III Pag.442 - Da COMUNE a COMUNE (1 risultato)

miseri quelli che con le pecore hanno comune cibo! m. villani, 1-28

vol. III Pag.445 - Da COMUNICARE a COMUNICARE (1 risultato)

, e questo santissimo sacramento gli era cibo dell'anima e del corpo. sacchetti,

vol. III Pag.467 - Da CONCIANTE a CONCIARE (1 risultato)

, salandola); condire (un cibo: in particolare, l'insalata).

vol. III Pag.468 - Da CONCIATESTE a CONCIATURA (1 risultato)

. confezionato con opportuni ingredienti (un cibo, un profumo, ecc.).

vol. III Pag.475 - Da CONCITANTE a CONCITATORE (1 risultato)

ima trattoria, e tentò di prender cibo. gli avventori parlavano concitatamente di tumulti

vol. III Pag.487 - Da CONCORSUALE a CONCREATIVO (2 risultati)

poco e distemperato, risolveva gli umori del cibo mal concotto in ventosità. c

digestione) e la facile concozione di qualsivoglia cibo animale. redi, 16-vii-317: non

vol. III Pag.490 - Da CONCUBINO a CONCUOCERE (4 risultati)

, e mi replica, che sarebbe questo cibo di durissima digestione, e che mai

sian abili qualche poco a concuocere un cibo sodo, qual è quello delle scritture

la particella pronom.). del cibo: essere digerito. marino, vii-258

prima il saggio; indi estenuando il cibo, macinandolo e col suo veloce moto

vol. III Pag.493 - Da CONDANNATA a CONDANNATORIO (1 risultato)

nell'esser condotti al supplizio, ristorarsi con cibo a lor piacimento. pananti, i-17

vol. III Pag.497 - Da CONDIMINARE a CONDISCENDENZA (6 risultati)

il condimento adatto; dare gusto al cibo con op portuni ingredienti appetitosi

frate non siamo contenti di prendere il cibo in quello sapore che sono conditi da

bembo, 1-70: una stessa maniera di cibo, per dolce o amara che di

grandemente. peregrini, xxiv-144: per cibo condire ha da spargersi il sale a pizzichi

dilettevole ne condiscono, che d'altro cibo alle loro anime né prende maraviglia né

uomo, quella che gli condisce ogni cibo. 6. ant. fornire in

vol. III Pag.498 - Da CONDISCENDERE a CONDITORE (2 risultati)

aggiunta di un condimento adatto (un cibo, una vivanda). bandello

. sm. condimento. - anche: cibo condito. cavalca, 16-2-335: disse

vol. III Pag.499 - Da CONDITORE a CONDIZIONARE (1 risultato)

apprestare con i necessari ingredienti (un cibo, una vivanda). 4.

vol. III Pag.507 - Da CONDRALE a CONDROMATOSI (2 risultati)

animali sono propio transito e condotto di cibo, sepoltura d'animali, albergo de'

nel brodo di carne) per ogni cibo. 6. per simil.

vol. III Pag.510 - Da CONDURRE a CONDURRE (1 risultato)

/ ch'a gli affamati augei si restan cibo. vasari, ii-41: dall'altra

vol. III Pag.511 - Da CONDUTTA a CONDUTTORE (1 risultato)

viveri per il viaggio, vettovaglie, cibo, vivande. iacopone, 24-118:

vol. III Pag.514 - Da CONFARREARE a CONFEDERATO (2 risultati)

tornare utile, conferire, giovare (un cibo, un clima, un modo di

2. satollo, sazio per il troppo cibo ingerito. -anche al figur.

vol. III Pag.523 - Da CONFETTARE a CONFETTO (2 risultati)

. { confètto). preparare (un cibo, una bevanda, una medicina)

, sm. ant. chi prepara un cibo, una bevanda, una medicina mescolandovi

vol. III Pag.536 - Da CONFORME a CONFORMITÀ (1 risultato)

, se piglia e manda giù il cibo a le conforme. pulci, 16-50:

vol. III Pag.538 - Da CONFORTATIVO a CONFORTINAIO (1 risultato)

giov. cavalcanti, 144: soccorso di cibo, rimediato dal freddo, e confortato

vol. III Pag.565 - Da CONIELLATORE a CONIGLIO (1 risultato)

. domenichi, 1-261: tengono per ottimo cibo 1 coniglini tratti di corpo alla madre

vol. III Pag.583 - Da CONSAPEVOLE a CONSCIO (1 risultato)

/ nel costante pensier, sostegno e cibo / esser solea dell'infelice amante.

vol. III Pag.592 - Da CONSERVA a CONSERVARE (1 risultato)

-tenere in conserva: mettere un cibo in un luogo o in un recipiente

vol. III Pag.593 - Da CONSERVARE a CONSERVATIVO (1 risultato)

savonarola, iii- 490: il cibo si domanda sano per una qualità e virtù

vol. III Pag.595 - Da CONSERVATORIO a CONSESSUALE (2 risultati)

" poi in realtà non piglia per cibo qualsivoglia materia, ma piglia per cibo

per cibo qualsivoglia materia, ma piglia per cibo tutte quelle solamente che posson per opera

vol. III Pag.596 - Da CONSETTAIOLO a CONSIDERARE (1 risultato)

niuna parte del giorno fusse priva del cibo spirituale. -prendere consideramento: considerare

vol. III Pag.612 - Da CONSOLLE a CONSONANZA (1 risultato)

portate a mano. 3. cibo; viatico. d'annunzio, iii-1-881

vol. III Pag.616 - Da CONSPICUO a CONSUETO (2 risultati)

e dolore intrai, che 'l consueto cibo e 'l sonno perdendone, più ad ombra

le consuete, e oltra alle armi il cibo per due o tre giorni e la

vol. III Pag.618 - Da CONSULENZA a CONSULTARE (1 risultato)

/... / sarà mio caro cibo / germe d'erba infelice / che

vol. III Pag.620 - Da CONSULTORIAMENTE a CONSUMARE (1 risultato)

consumamento, non ebbono forza di pigliare il cibo, e si morirono meschinamente. salvini

vol. III Pag.621 - Da CONSUMARE a CONSUMARE (1 risultato)

1-50: dopo aver consumato il mio cibo con tranquillità, son rimasto perplesso se

vol. III Pag.623 - Da CONSUMATO a CONSUMAZIONE (2 risultati)

doluto. 4. il pigliar cibo o bevanda. e. cecchi,

consumazione abituale è tre whiskies. -il cibo o la bevanda che vengono serviti in

vol. III Pag.630 - Da CONTAMINATO a CONTANTE (1 risultato)

, ho dunque da uccidermi con un cibo che non conferisce alla mia complessione?

vol. III Pag.645 - Da CONTENTATO a CONTENTEZZA (1 risultato)

sì dilettevole ne condiscono, che d'altro cibo alle loro anime né prende maraviglia né

vol. III Pag.682 - Da CONTRARIETÀ a CONTRARIO (1 risultato)

ebreo, 303: se volesse mangiare cibo umano, non bestiale, e fare atti

vol. III Pag.685 - Da CONTRARRLO a CONTRASSEGNO (1 risultato)

: il qual meato, poiché '1 cibo è raunato nello stomaco, si contrae

vol. III Pag.692 - Da CONTREMERE a CONTRIBUTO (1 risultato)

, iv-2-77: una bramosia bestiale di cibo... le dava talvolta alle povere

vol. III Pag.704 - Da CONTROQUERELARE a CONTROSCRIVERE (1 risultato)

equivale alla siesta spagnuola, comincia col cibo, col riposo, col sonno delle persone

vol. III Pag.706 - Da CONTROSTECCA a CONTROVENTO (1 risultato)

di ripugnanza dello stomaco a ricevere qualche cibo; nausea, repellenza, fastidio.

vol. III Pag.713 - Da CONVALESCENZA a CONVEGNO (1 risultato)

languidezza delle forze, la nausea del cibo, e le vigilie proprie di un ammalato

vol. III Pag.728 - Da CONVERTIRE a CONVERTIRE (1 risultato)

-in partic.: assimilare (il cibo). - anche rifl. fra

vol. III Pag.733 - Da CONVITTO a CONVIVENZA (1 risultato)

giammai convito prezioso / quanto è questo cibo dolce e pio, / non sacrificio

vol. III Pag.756 - Da COPRIRE a COPRIRE (1 risultato)

mosse, e in un momento / di cibo rustical coperse il desco, / ed

vol. III Pag.759 - Da CORABILE a CORAGGIO (1 risultato)

1-338: fecer tutti coraggio; e di cibo avidi / già rivolti alla preda,

vol. III Pag.767 - Da CORBONA a CORDA (2 risultati)

, 21-32: el corcoro è erba, cibo degli alessandrini: ha le foglie

in fretta, a rubarle, per cibo della famiglia, qualche erba, di cui

vol. III Pag.773 - Da CORDESCO a CORDIALITÀ (1 risultato)

dico che niun cordiale frutto, niuno sustanzievole cibo si potea trovare, che a me

vol. III Pag.785 - Da CORNEOMA a CORNETTO (2 risultati)

testuggine... gli dava per cibo foglie di verdura, radici e vermi,

di betle, che è il comune cibo loro; certi loro fichi fatti a modo

vol. III Pag.788 - Da CORNIFICARE a CORNO (1 risultato)

elce, / de'verri accovacciati usato cibo. monti, 16-1076: gareggiano /

vol. III Pag.793 - Da CORNUPETE a CORO (2 risultati)

cesta o cassetta in cui si porta il cibo ai cardinali quando si trovano chiusi in

giuno, per troppa fame prendi il tuo cibo dalle frondi e da fogliuti cesti;

vol. III Pag.798 - Da CORONA a CORONA (2 risultati)

452: non à bisogno tanto del cibo suo corporale il quiescente, quanto abisogna

, però che per lo difetto del cibo corporale acquisterà corona, ma per difetto di

vol. III Pag.803 - Da CORPINO a CORPO (1 risultato)

le corpora nostre hanno solamente bisogno del cibo e del bere. dante, inf.

vol. III Pag.804 - Da CORPO a CORPO (1 risultato)

mangiate alla mensa della santissima croce il cibo dell'onore di dio e della salute delle

vol. III Pag.809 - Da CORPOLENTO a CORPORALE (1 risultato)

: non vuole che sia mangiato, questo cibo, altro che in croce, portando

vol. III Pag.810 - Da CORPORALE a CORPORATIVO (2 risultati)

pensate come il corpo non vive sanza cibo corporale, così l'anima non può

dormire, o vero dilatarsi in pigliare del cibo corporale; o veramente l'oziositade

vol. III Pag.821 - Da CORRERE a CORRERE (1 risultato)

amanti, perciò che non hanno altro cibo di che si pascere né altra via da

vol. III Pag.826 - Da CORRERIA a CORRETTO (1 risultato)

da siena, 2-3-399: prendere il cibo a necessità, e non con miserabile

vol. III Pag.830 - Da CORRIDORI a CORRIERE (1 risultato)

da un tra via, se 'l cibo manca, / conven per forza rallentare il

vol. III Pag.844 - Da CORRUTTIBILE a CORRUTTIVO (1 risultato)

, allora ch'egli sotto specie di un cibo corruttibilissimo, dà a gustar velata la

vol. III Pag.846 - Da CORRUZIONE a CORSA (1 risultato)

animali sono propio transito e condotto di cibo, sepoltura d'animali, albergo de'

vol. III Pag.850 - Da CORSO a CORSO (1 risultato)

come a corner tra via, se 'l cibo manca, / conven per forza rallentare

vol. III Pag.855 - Da CORTE a CORTE (1 risultato)

le corti de'nobili, siccome di corporale cibo, si pascono delle novelle che sentono

vol. III Pag.857 - Da CORTEARE a CORTECCIA (3 risultati)

e le radici delli ginepri erano loro cibo. sannazaro, proem., 49:

del corpo suo, el quale è cibo di morte, e cibo de'vermini.

quale è cibo di morte, e cibo de'vermini. michelangelo, io (

vol. III Pag.869 - Da CORVIDI a COSA (1 risultato)

volgar., v-590: egli dà il cibo a'loro animali, e a'figliuoli

vol. III Pag.870 - Da COSA a COSA (2 risultati)

. quanto si prende come alimento, cibo, bevanda. rustico, vi-1-124

, 1-70: una stessa maniera di cibo, per dolce o amara che di

vol. III Pag.878 - Da COSACCHINO a COSACCO (1 risultato)

, di poca importanza, faccenduola; cibo non abbondante e di spicciativa consumazione;

vol. III Pag.918 - Da COTICONE a COTOGNA (1 risultato)

allargo la mia mano: / dammi dolore cibo cotidiano. 2. sm. giornale

vol. III Pag.923 - Da COTTOIA a COTTURA (4 risultati)

. 10. sm. ant. cibo, vivanda cotta. cavalca, 16-2-98

cuocersi; il punto in cui un cibo o un'altra sostanza è compiutamente cotta.

. -di prima cottura: di cibo o sostanza che cuoce rapidamente. -anche

sale della biblioteca. 2. cibo, materiale cotto. -in particolare:

vol. III Pag.927 - Da COVARIANTE a COVIGLIO (1 risultato)

i marciapiedi infranciosando cervelli mezzo intontiti dal cibo, son covigliate e tri- pùdiano.

vol. III Pag.935 - Da CRAVATTAIO a CREANZUTO (1 risultato)

-boccone della creanza: parte di cibo che si lascia nel piatto per esprimere

vol. III Pag.936 - Da CREARE a CREARE (1 risultato)

però ha ordinato che molti animali sieno cibo l'uno de l'altro. della casa

vol. III Pag.959 - Da CRESCERE a CRESCERE (1 risultato)

9-576: sua madre la voleva ingozzare di cibo. ma lei non voleva ingrassare.

vol. III Pag.990 - Da CROBILO a CROCCHIARE (2 risultati)

crepita sgretolandosi sotto i denti (un cibo secco, ben cotto). panzini

in un caso e nell'altro sono un cibo molto saporito ma specialmente molto nutriente e

vol. III Pag.991 - Da CROCCHIARELLA a CROCE (1 risultato)

2. croccante (il pane o altro cibo cotto o secco). tozzi

vol. III Pag.1002 - Da CROCIFORME a CROCORARE (1 risultato)

digiunare per miseria o per mancanza di cibo. i. nelli, 18-1-9:

vol. III Pag.1013 - Da CROSTARE a CROTOFAGA (3 risultati)

esiste uno stomaco atto a triturare il cibo prima del vero stomaco (e sono

. (cròste). fare cuocere un cibo in modo che si formi sulla superficie

che è ricoperto di crosta (un cibo). chiabrera, 499: grassi

vol. III Pag.1017 - Da CRUDELE a CRUDELE (2 risultati)

arrabbiati e le faine crudeli in cerca di cibo ne avessero pietà. 5

17-30: del dolce e caro / cibo divin, che l'anima nutriva, /

vol. III Pag.1018 - Da CRUDELEZZA a CRUDEZZA (1 risultato)

. boccaccio, viii-2-190: il molto cibo vince le forze dello stomaco, intantoché

vol. III Pag.1019 - Da CRUDIGNO a CRUDO (3 risultati)

del sugo nel quale si converte il cibo, se non è atto,

o per la copia d'esso cibo, non potendo la natura cuocere tante

. 4. non digerito (cibo, bevanda). bencivenni [crusca

vol. III Pag.1022 - Da CRULLARE a CRUSCA (2 risultati)

2. pastone di crusca preparato per cibo di suini, pollame, ecc.

di infima qualità. -figur.: cibo scarso e miserabile. segneri, ii-31

vol. III Pag.1027 - Da CUCCAIA a CUCCHIAIERA (1 risultato)

di cucchiaiate scarse, non prese altro cibo. cicognani, 3-79: gli sposi fecero

vol. III Pag.1028 - Da CUCCHIAINO a CUCCIARE (3 risultati)

un bicchierone di limomolto tempo senza altro cibo viveva. manzoni, pr. sp.

. getto come cucchiaio per portare il cibo alla bocca. — stare a

avevamette di raccogliere e portare alla bocca il cibo siami tutto il mondo testimonio, / che

vol. III Pag.1030 - Da CUCCOLO a CUCINA (1 risultato)

sua moglie. 3. ant. cibo cucinato (soprattutto con riferimento alla quantità

vol. III Pag.1031 - Da CUCINABILE a CUCIRE (3 risultati)

cucina e a tavola, allora ogni cibo ci farà buon sangue. -di

agg. preparato e cotto (il cibo). g. del papa

cagione, e ch'ella / al cibo imputerà nel dì venturo. / né al

vol. III Pag.1034 - Da CUCULIATO a CUDÙ (1 risultato)

già grosso e ha bisogno di molto cibo, nel secondo o terzo giorno di vita

vol. III Pag.1039 - Da CULACCINATO a CULICE (1 risultato)

cibo loro, certi loro fichi fatti a modo

vol. III Pag.1050 - Da CUOCERE a CUOCERE (2 risultati)

ix-648: dal pianto che m'è cibo e gioco, / move, con nuovo

e penuria / ci sia d'ogni buon cibo, né si mangino / se non

vol. III Pag.1060 - Da CUORIFORME a CUPIDIGIA (1 risultato)

greggia, che bruta pasce solo nel cibo terreno; né nella pompa dell'usurpata gentilezza

vol. III Pag.1061 - Da CUPIDINE a CUPIDO (3 risultati)

: come la fame e la sete per cibo e poto si quietano. lorenzo de'

, o di divoracità il savio usi cibo prezioso, e lo sciocco con sozza fiamma

con sozza fiamma di gola nel vilissimo cibo [ecc.]. 2

vol. III Pag.1069 - Da CURARICO a CURATELA (1 risultato)

ispesso mi toglieva il sonno e il cibo e mi conduceva per il mal cammino,

vol. III Pag.1078 - Da CURVIMETRO a CUSCINAIO (1 risultato)

querce / ed abborrir dell'irte fiere il cibo. leopardi, 29-22: tu,

vol. III Pag.1088 - Da DA a DA (1 risultato)

loro: io ho da mangiare un cibo, il qual voi non sapete. d

vol. III Pag.1094 - Da DADOFORO a DAGA (2 risultati)

grandi quantità nei laghi, servendo quale cibo a pesci e ad altri animali;

dolci e costituiscono la parte principale del cibo dei pesci d'acqua dolce.

vol. IV Pag.1 - Da DÀHLIA a DALLATO (1 risultato)

a ricrescere; la carne è un cibo pregiato e la pelle è usata per abiti

vol. IV Pag.20 - Da DANZERINA a DAPPOCAGGINE (6 risultati)

lat. dapàlis, da daps dapis * cibo, vivanda '. dape,

letter. vivanda, lauto e abbondante cibo; banchetto; nutrimento. bandello,

2. figur. nutrimento spirituale, cibo del- p anima. dante,

sacrificio ', infine * pasto, cibo '. dapifero, sm. letter

conclave, è incaricato di portare il cibo ai cardinali. d'azeglio, 1-408

dapifer, comp. da daps dapis 'cibo, vivande 'e dal sufi,

vol. IV Pag.27 - Da DARE a DARE (1 risultato)

, e si faccia dare denaro e cibo per le visite. pavese, 1-50:

vol. IV Pag.29 - Da DARE a DARE (2 risultati)

mano; offrire, distribuire (un cibo, una bevanda); porre a

a disposizione; offrire, servire (un cibo, una bevanda, un pasto,

vol. IV Pag.32 - Da DARE a DARE (1 risultato)

addormenta. buonarroti il giovane, 9-205: cibo grosso e fummoso, che dà al

vol. IV Pag.34 - Da DARE a DARE (2 risultati)

del dracone; per che destilo in cibo alli popoli di etiopia. petrarca,

? dilaniare il figlio / e darlo in cibo al padre? g. m.

vol. IV Pag.50 - Da DEBACCANTE a DEBELLATO (1 risultato)

[alla terra] il gusto ad altro cibo. legge generale del sale, 6

vol. IV Pag.54 - Da DEBITO a DEBITO (1 risultato)

[l'anima vegetativa] riceve il cibo, e divide il buon nutrimento dal reo

vol. IV Pag.61 - Da DEBOLEZZA a DEBOLEZZA (1 risultato)

ma più altri, intanto che, il cibo e 'l sonno perdutone, per debolezza

vol. IV Pag.79 - Da DECIMABILE a DECIMAZIONE (1 risultato)

sono molte volte decimati, manca il cibo, difettano le munizioni. deledda, ii-860

vol. IV Pag.82 - Da DECISORE a DECLAMATO (1 risultato)

vedi come s'affanna, e sembra il cibo / obliar declamando. cesarotti, 1-8

vol. IV Pag.87 - Da DECLINATO a DECLINATORIO (1 risultato)

e mangiare poco, e di buono cibo, e declinarsi a quelli ch'hanno ad

vol. IV Pag.98 - Da DECORRIMENTO a DECOTTO (2 risultati)

3. ant. digerito (un cibo). landino, 50: adunque

fame: per la quale appetiamo el cibo: el quale decocto e smaltito si

vol. IV Pag.99 - Da DECOTTORE a DECREPITEZZA (1 risultato)

perché ivi attendano a la decozione del cibo per il nutrimento. 4.

vol. IV Pag.107 - Da DEDALICO a DEDICARE (1 risultato)

filosofica dottrina / trammi a gustar del cibo, onde sì larga / mensa imbandivi al

vol. IV Pag.123 - Da DEFORMEMENTE a DEFORMITÀ (1 risultato)

e simili altre deformità sono il primo cibo, anzi veleno di que'cervellini nascenti.

vol. IV Pag.128 - Da DEGLUTITO a DEGNARE (1 risultato)

meglio; potè deglutire un po'di cibo; borbottare qualche parola. pirandello,

vol. IV Pag.129 - Da DEGNATO a DEGNAZIONE (1 risultato)

cristiano, il quale è pasciuto di cibo celestiale? oh ineffabile grazia! oh

vol. IV Pag.131 - Da DEGNO a DEGRADAMENTO (1 risultato)

un pasto); squisito (un cibo). piovano arlotto, 9:

vol. IV Pag.134 - Da DEH a DEIETTARE (1 risultato)

crudele che mi vogliate lasciar digiuno di quel cibo del quale avete acceso in me tanto

vol. IV Pag.135 - Da DEIETTATO a DEIFICATO (1 risultato)

le creature. pallavicino, 7-367: il cibo sacramentale nel nutrir noi non corrompe noi

vol. IV Pag.142 - Da DELIACO a DELIBERANZA (1 risultato)

, gustare una piccola quantità di un cibo 0 di una bevanda. - anche

vol. IV Pag.148 - Da DELIBRARE a DELICATEZZA (1 risultato)

e troppa dilicanza / fa che 'l cibo comune al corpo è grieve. s

vol. IV Pag.149 - Da DELICATEZZA a DELICATO (2 risultati)

(di una bevanda, di un cibo); raffinatezza di buongustaio. buti

simili delicatezze, sì che nel loro cibo il dolce, il salso, il piccante

vol. IV Pag.150 - Da DELICATO a DELICATO (4 risultati)

scelto, ricercato, squisito (un cibo, una bevanda). fra giordano

tu curerai di pascerla spesso con dilicato cibo. savonarola, iv-430: la manna

, non sapendo, talora mangiano qualche cibo stomacoso e schifo, ma così ben

figur. machiavelli, 3-310: il cibo al corpo più diletta e vale /

vol. IV Pag.152 - Da DELICATURA a DELIMITAZIONE (1 risultato)

oggetti di gusto raffinato, lussuosi; cibo ricercato, squisito, prelibato. nardi

vol. IV Pag.160 - Da DELIZIAIO a DELIZIARE (1 risultato)

te aspettano che a loro doni il cibo nel tempo. foscolo, xiv-14: fra

vol. IV Pag.161 - Da DELIZIATO a DELIZIOSO (1 risultato)

fiamma, 1-179: iddio sarà poi cibo, odore, sapore, concetto, e

vol. IV Pag.163 - Da DELUDIMENTO a DELUSO (1 risultato)

e delusi rimasi, / mirano al cibo su le mense posto / e dell'ottimo

vol. IV Pag.182 - Da DENOTABILE a DENSIMETRO (1 risultato)

ed empiono le celle loro di dolce cibo. tanaglia, 3-401: poco in questo

vol. IV Pag.186 - Da DENTATO a DENTE (2 risultati)

a mordere, lacerare, triturare il cibo (e per la loro forma vengono

masticar con i denti dell'intelligenza il cibo del salmo, e non inghiottirlo saldo,

vol. IV Pag.187 - Da DENTE a DENTE (1 risultato)

, a denti secchi: senza toccar cibo, senza mangiare. -al figur.:

vol. IV Pag.188 - Da DENTE a DENTE (3 risultati)

denti stretti. -al dente: di cibo che è servito a cottura non perfettamente

. -essere, trovare pane, cibo, carne, pasta, pascolo,

, 1-ii-237: ma questo non è cibo dai nostri denti, caro padre francesco;

vol. IV Pag.189 - Da DENTE a DENTE (1 risultato)

: essere insufficiente a sfamare (un cibo) o inadeguato al bisogno. manzoni

vol. IV Pag.190 - Da DENTEDICANE a DENTELLATURA (1 risultato)

amor della casa. gli dava per cibo foglie di verdura, radici e vermi

vol. IV Pag.191 - Da DENTELLIERE a DENTIROSTRI (1 risultato)

cosa simile, col quale si cava il cibo rimaso tra i denti.

vol. IV Pag.201 - Da DEPLORABILMENTE a DEPLORATORE (1 risultato)

poco a poco dismesso di frequentarlo [questo cibo di vita] sino al concilio di

vol. IV Pag.212 - Da DEPOTENZIARE a DEPRAVATO (1 risultato)

capace. balbo, i-276: papa cibo non fu migliore, anzi peggiore del predecessore

vol. IV Pag.214 - Da DEPRECATIVAMENTE a DEPREDARE (1 risultato)

, / per fame a un mostro poi cibo nefando. guicciardini, iii-234: occuparono

vol. IV Pag.219 - Da DEPSIDE a DEPURAZIONE (1 risultato)

è mischiato per gli elementi, è cibo e materia così della generazione, come

vol. IV Pag.235 - Da DESACCOLLERE a DESCO (2 risultati)

tutto ciò ne gli altrui deschi / cibo cercar la meretrice infame, / dovunque

scudo. 2. per metonimia. cibo, pasto, cena, convito.

vol. IV Pag.241 - Da DESERVENTE a DESIATO (1 risultato)

li aspetti disiati / e per trovar lo cibo onde li pasca, / in

vol. IV Pag.244 - Da DESIDERATA a DESIDERATO (1 risultato)

quasi sono li 'mpediti che di questo cibo sempre vivono affamati. bibbia volgar.

vol. IV Pag.253 - Da DESMODO a DESOLARE (1 risultato)

, 1-360: il cane non cercò cibo, bensì con pietoso e continuo ululato

vol. IV Pag.261 - Da DESTARE a DESTARE (1 risultato)

come s'affanna, e sembra il cibo / obliar declamando. cesarotti, i-307:

vol. IV Pag.274 - Da DESTRO a DESUETUDINE (1 risultato)

ècci alcuni che altro che transito di cibo e aumentatori di sterco e riempitori di

vol. IV Pag.282 - Da DETERMINISTA a DETESTAMENTO (1 risultato)

ripugnante, disgustoso, stomachevole (un cibo, una bevanda). soderini,

vol. IV Pag.300 - Da DEVOTAMENTE a DEVOTO (1 risultato)

a'bei pensier devota, / di cibo si nudria dolce e soave. mazzini,

vol. IV Pag.301 - Da DEVOTO a DEVOTO (1 risultato)

alcune monache, vi portano il loro cibo per toccare con esso i muri.

vol. IV Pag.303 - Da DEVOZIONE a DI (1 risultato)

gran guardia di sé, né prendesse cibo altro che per mano fidata. manzoni,

vol. IV Pag.305 - Da DI a DI (1 risultato)

sbarbaro, 1-11: come la vite mi cibo di aridità. moravia, ix-186:

vol. IV Pag.309 - Da DÌ a DÌ (1 risultato)

solo a dì per dì procacciarsi il cibo. b. davanzati, h-1, 71

vol. IV Pag.311 - Da DIABOLISMO a DIACATTOLICO (1 risultato)

firenzuola, 387: lasciando il cibo, del quale io aveva larghissima copia

vol. IV Pag.313 - Da DIACCIO a DIACETILENE (1 risultato)

4. non riscaldato (un cibo, una bevanda). cicognani,

vol. IV Pag.314 - Da DIACETONALCOLE a DIACONICO (1 risultato)

usi diacimino o diatriompipereon, acciò che 'l cibo sia meglio patito. libro della cura

vol. IV Pag.331 - Da DIASPRO a DIATESSARON (1 risultato)

e la diastole non possono triturare il cibo. gioberti, 1-24: il creatore

vol. IV Pag.332 - Da DIATETICO a DIAVOLACCIO (1 risultato)

o dia- triompipereon, acciò che 'l cibo sia meglio patito. redi [tommaseo

vol. IV Pag.334 - Da DIAVOLESCO a DIAVOLO (1 risultato)

agg. figur. molto piccante (un cibo, come i peperoni). -

vol. IV Pag.357 - Da DICIASSETTENNE a DICITORE (1 risultato)

i due rimanenti, a mangiare qualsiasi cibo). giusti, 2-270: eccoli

vol. IV Pag.365 - Da DIESARE a DIETA (5 risultati)

-nel linguaggio comune: astinenza dal cibo per ragioni di salute. pietro

fornelli. 3. astinenza dal cibo, sobrietà; privazione assoluta di cibo

cibo, sobrietà; privazione assoluta di cibo, digiuno, inedia. -far dieta:

e questi e quelle la dieta ed il cibo / creano nella mente di chi dorme

, cioè * vivo 'o 'mi cibo '. e per questo gli scrittori

vol. IV Pag.366 - Da DIETÀ a DIETILTARTRATO (2 risultati)

malattie, 1-41: sieno dietati con lieve cibo, cioè polli, perdice, fagiani

della medicina che considera il metodo di dar cibo agl'infermi, sopratutto di morbi cronici

vol. IV Pag.374 - Da DIFENSITORE a DIFENSIVO (1 risultato)

agli altri animali hae la natura aparechiado cibo e covrimento di pili, deffensione sì corno

vol. IV Pag.379 - Da DIFETTANTE a DIFETTIVO (1 risultato)

sono molte volte decimati, manca il cibo, difettano le munizioni. albertazzi,

vol. IV Pag.382 - Da DIFETTO a DIFETTO (1 risultato)

sia [il vitello] / e del cibo e del ber, ch'ei possa

vol. IV Pag.392 - Da DIFFICILMENTE a DIFFICOLTÀ (1 risultato)

. l'essere raro, ricercato (un cibo). s. girolamo volgar.

vol. IV Pag.393 - Da DIFFICOLTARE a DIFFICOLTOSO (1 risultato)

7. scarsità, penuria (di cibo, di denaro, ecc.:

vol. IV Pag.397 - Da DIFFONDERE a DIFFONDERE (1 risultato)

/ simili il seggio altrui rubano e 'l cibo. -gettare a piene mani

vol. IV Pag.404 - Da DIFTERITE a DIGERIRE (5 risultati)

, compiono la funzione di assumere il cibo e di trasformarlo in modo che venga

mei, 55: dar questi [il cibo animale e il vegetabile] non possono

digestione) e la facile concozione di qualsivoglia cibo animale. beccaria, ii-348: non

. anche digèsto). trasformare il cibo mediante gli appositi organi in modo da

lo stomaco, che non digerisce il cibo e noi distribuisce, non solamente è

vol. IV Pag.405 - Da DIGERIRE a DIGERIRE (2 risultati)

si voglia materia e sempre appetirà nuovo cibo. patini, giorno, i-133: s'

gesù cristo, xxi-1024: venga il cibo dell'opera buona, e del beveraggio;

vol. IV Pag.406 - Da DIGERITO a DIGESTIONE (7 risultati)

alla parte vegetativa facoltà per generare del cibo digerito nello stomaco un giusto squadron volante

ti contorci e divincoli come se non digestibile cibo ti avessi ingollato. =

e chimici, mediante i quali il cibo introdotto nel- l'organismo è trasformato,

carne e la sustanzia: che 'l cibo nel ventre sì hae quattro digestioni. m

fumosità calde e umide che escono dal cibo e dal nutrimento, quando il calor

) e la facile concozione di qualsivoglia cibo animale. goldoni, vii-21: ora per

e dalla digestione. -ant. cibo digerito. torini, 236: questo

vol. IV Pag.407 - Da DIGESTIRE a DIGESTO (3 risultati)

e pure quelli digestiscono più quantità di cibo, che non fanno questi altri.

si nutrisse loro, rendendo digesto il cibo in tutte le parti del corpo questo sangue

cioè sì disposto: imperò che lo cibo digesto si dice disposto al notri- mento

vol. IV Pag.408 - Da DIGESTO a DIGITANTE (1 risultato)

smaltito i fumi del vino, del cibo. cavalca, 9-72: tre ore

vol. IV Pag.409 - Da DIGITARE a DIGIUNARE (3 risultati)

.. cioè non disgiudicando quello celestiale cibo della viltà de'cibi comuni.

. astenersi completamente o in parte dal cibo (o da alcuni cibi particolari, come

, con la lingua sciolta, / qualunque cibo per qualunque luna. boccaccio, dee

vol. IV Pag.410 - Da DIGIUNATO a DIGIUNO (12 risultati)

286: essendo allora la ghianda o cibo ordinario o cibo delicato degli uomini,

allora la ghianda o cibo ordinario o cibo delicato degli uomini, i porchi non

asaggiare: / de sopra ogne altro cibo è delicato, / de tutto 'l mondo

che non si vuole digiunare pure del cibo, che s'intende del peccato de

tutti i peccati, non prendere alcun cibo di malizia, non prendere vivanda alcuna

si astiene completamente o in parte dal cibo per mortificazione o penitenza. fra

digiuno1, agg. che non ha preso cibo da un tempo più o meno lungo

atto / giacea digiuna, non gustando cibo, / bevanda non gustando. manzoni

, ond'egli, amando / il cibo e quella, si rallegra e gode,

e che vuole / augelletto digiun dal cibo amato, / e dal caro ruscel

, che l'aurora piove, / il cibo onde nutriva il carnai manto. boccalini

animali, di star lungo tempo senza cibo. cosa che desiderava solo per poter con

vol. IV Pag.411 - Da DIGIUNO a DIGIUNO (3 risultati)

giovanile. 2. vuoto di cibo (lo stomaco, il ventre, il

: già il piè digiuno e stanco / cibo e riposo brama; / dunque s'

lo sfasciume / de'papiri sudò, cibo recando / filosofico all'anima digiuna.

vol. IV Pag.412 - Da DIGIUNO a DIGIUNO (5 risultati)

). astensione completa o parziale dal cibo e dalle bevande per un periodo determinato

mangio ». 2. mancanza di cibo, scarsità estrema di alimenti; fame

buone i la sete, e il cibo pel digiun s'apprezza: / non conosce

naturale'è l'astinenza assoluta da ogni cibo e bevanda, ed è necessario per accostarsi

in uno, / sì che 'l cibo fu poco al gran digiuno, / e

vol. IV Pag.413 - Da DIGIUNO a DIGNITÀ (4 risultati)

senza aver mangiato, prima di prendere cibo, a stomaco vuoto; primadella colazione del

a mangiare, interrompere un periododi astensione dal cibo. -in partic.: mangiare in

chiesa prescrive di digiunare, prendere un cibo o una bevanda non consentita dai precetti

/ per campagne feconde / di qual cibo più curi. bar etti, 3-173:

vol. IV Pag.414 - Da DIGNITÀ a DIGNITÀ (1 risultato)

fame ha fortuna di poter dar il cibo a molti, quando un ignorante è

vol. IV Pag.420 - Da DIGRIGNATO a DIGROSSATAMENTE (1 risultato)

sì come essi [i cani] pel cibo arricciando i peli del dosso, con

vol. IV Pag.421 - Da DIGROSSATO a DIGUAZZARE (1 risultato)

... queste rimandano su il cibo, per rimasticato tornarlo in giù. e

vol. IV Pag.423 - Da DIISOCIANATO a DILAGANTE (1 risultato)

di te, tu dilacerata sozzamente sarai cibo alle fiere. valerio massimo volgar.,

vol. IV Pag.425 - Da DILANIAMENTO a DILAPIDARE (3 risultati)

attitudini di bruti alle prese con un cibo inconsueto. 2. che provoca

dilaniare il figlio / e darlo in cibo al padre? oh! perigliosa / fòra

dell'egoismo fagico, addentatore dilaniatore del cibo. 2. figur. diffamatore.

vol. IV Pag.430 - Da DILATARE a DILATATO (2 risultati)

, o vero dilatarsi in pigliare del cibo corporale. longo, xviii-3-277: se

quante viti e quante spiche / sono cibo e bevanda al germe umano. d'

vol. IV Pag.432 - Da DILATAZIONE a DILAVARE (1 risultato)

: se pertanto le particelle del nostro cibo si risolvessero nei loro primieri atomi indivisibili

vol. IV Pag.433 - Da DILAVATO a DILEFIARE (1 risultato)

spettacoli, soffrano volentieri la dilazione del cibo. napoli signorelli, xix-4-613: obbligata

vol. IV Pag.439 - Da DILETICO a DILETTANTE (2 risultati)

: più diletta un famelico ogni rozzo cibo, quale si è il pan duro,

di cattivo gusto, a cui il cibo non sa più, se non sopraccarico di

vol. IV Pag.441 - Da DILETTANTISTICAMENTE a DILETTARE (1 risultato)

dilettanza / alla sua gola, il cibo andando ingiue. o. rucellai, 6-1

vol. IV Pag.444 - Da DILETTAZIONE a DILETTEVOLE (1 risultato)

, per confortarci ed animarci a conservar col cibo la vita corporale...,

vol. IV Pag.449 - Da DILETTO a DILETTO (1 risultato)

altezza della terra, e darò per cibo a te la ereditade di iacob tuo padre

vol. IV Pag.456 - Da DILUCIDAZIONE a DILUNGAMENTO (1 risultato)

, col minorare o col diluire il cibo loro. s. manetti, 2-32:

vol. IV Pag.457 - Da DILUNGANTE a DILUNGATO (1 risultato)

ch'e'venga accordato esser [il cibo vegetabile] l'unico possibil mezzo in tutta

vol. IV Pag.461 - Da DILUVIONE a DIMAGRATO (2 risultati)

e perde il consueto / desio del cibo; pallide le labbia / visibilmente;

andare altrove, si dee loro apparecchiar cibo, sì che non sieno costrette solamente di

vol. IV Pag.472 - Da DIMIDIAZIONE a DIMINUIRE (1 risultato)

hanno virtù di diminuire il bisogno del cibo, né di far venire derrate fuor di

vol. IV Pag.478 - Da DIMORANZA a DIMORARE (1 risultato)

il cacciator già stanco, / quando col cibo prenderà ristoro, / e al luogo

vol. IV Pag.479 - Da DIMORATA a DIMORAZIONE (2 risultati)

: se [le more] troveranno cibo preso dinanzi a sé, dimorate in

quello [lo stomaco], resistente il cibo, convertonsi in corruzione, e poco

vol. IV Pag.482 - Da DIMOSTRARE a DIMOSTRARE (2 risultati)

: dimostrò che come il pane è cibo del corpo, così la parola di

, così la parola di dio è cibo dell'anima. boccaccio, dee.,

vol. IV Pag.499 - Da DIO a DIO (2 risultati)

cavalca, iii-73: come il pane è cibo del corpo, così la parola di

, così la parola di dio è cibo dell'anima. bibbia volgar., x-15

vol. IV Pag.518 - Da DIPO a DIPORTO (1 risultato)

sostanze vegetali, che sono il suo cibo. tramater [s. v

vol. IV Pag.523 - Da DIRADICATORE a DIRAMARE (1 risultato)

figur. segneri, iii-3-100: il cibo, quando si è preso, si distribuisce

vol. IV Pag.555 - Da DIROTTO a DIROTTO (1 risultato)

pezzi, tritato, sminuzzato (un cibo per effetto dei movimenti dello stomaco e

vol. IV Pag.560 - Da DISABITATO a DISACCOLARE (1 risultato)

molto, e ha bisogno di molto cibo. -gola disabitata: grande voracità.

vol. IV Pag.564 - Da DISAFFILATO a DISAGGUAGLIANZA (1 risultato)

né studiar qual d'essi bisognasse di cibo, né angustiarli nell'ufficio disagevole.

vol. IV Pag.566 - Da DISAGIATORE a DISAGIO (1 risultato)

quivi guardati bene, e con poco cibo e con molto disagio servati infino a

vol. IV Pag.572 - Da DISANNOIARE a DISAPPLICATEZZA (1 risultato)

appetito; disgustoso, nauseante (un cibo). gigli, 106:

vol. IV Pag.587 - Da DISCADUTA a DISCAPITO (1 risultato)

figur. nettare, liberare da rimasugli di cibo (i denti). bonvesin

vol. IV Pag.589 - Da DISCASSARE a DISCENDENTE (1 risultato)

naturale calore si conforterà, e il cibo meglio si comprenderà. 2.

vol. IV Pag.593 - Da DISCENDERIA a DISCENTRAMENTO (1 risultato)

altra che sopragiongendo la nocte non fussi cibo de altri animali salvatici. leonardo, 2-277

vol. IV Pag.603 - Da DISCIOGLIEVOLE a DISCIOLTO (1 risultato)

, gli rinascono gli altri a più fermo cibo disposti e la favella articolata gli si

vol. IV Pag.612 - Da DISCOLORATO a DISCOMBERE (1 risultato)

infredda, e non può smaltire il cibo, e allora simigliante- mente è tristo

vol. IV Pag.626 - Da DISCORDO a DISCORRERE (1 risultato)

discorrente che stava in cadere, con benigno cibo e be veraggio ricevuti,

vol. IV Pag.644 - Da DISCUTIBILE a DISDEGNO (1 risultato)

il pettirosso guardava, ma disdegnava quel cibo e rivolava via per riapparire ancora come si

vol. IV Pag.645 - Da DISDEGNO a DISDEGNOSO (1 risultato)

alleva, a cui non manchi il cibo, / che suol rapire il pre-

vol. IV Pag.647 - Da DISDIAPASON a DISDIRE (1 risultato)

ingegni peravventura non disdicente a più sodo cibo sì s'avvezzassero. foscolo, v-434:

vol. IV Pag.659 - Da DISERTATO a DISERZIONE (1 risultato)

membra la quiete, allo stomaco il cibo, alle fauci la bevanda; farsi lacerar

vol. IV Pag.665 - Da DISFARE a DISFARE (1 risultato)

casa di gaenati... troveranno cibo e riparo. 27. sgravarsi

vol. IV Pag.666 - Da DISFASCIARE a DISFATTISMO (1 risultato)

risa. -disfarsi in bocca (un cibo): sciogliervisi con facilità destando una

vol. IV Pag.667 - Da DISFATTISTA a DISFATTO (2 risultati)

muli disfatti di magrezza, non è cibo per rifargli che sia più utile [della

per lunga cottura, stracotto (un cibo); ridotto quasi in poltiglia, spappolato

vol. IV Pag.678 - Da DISGOCCIOLANTE a DISGRADARE (1 risultato)

giero sonno disgombrarono la testa de'vapori del cibo. maia materdona, iii-324: or

vol. IV Pag.684 - Da DISGUERNIRE a DISGUSTO (2 risultati)

il gusto, riuscire disgustoso (un cibo, una bevanda). crusca [

[s. v.]: questo cibo mi disgusta; sapori che disgustano lo

vol. IV Pag.685 - Da DISGUSTOSAMENTE a DISILLUSO (1 risultato)

reca disgusto, che dà nausea (un cibo, una bevanda).

vol. IV Pag.697 - Da DISMESTICO a DISMISURATO (1 risultato)

di color rosato. -rifiutare (un cibo). soderini, iv-91: per

vol. IV Pag.718 - Da DISPENNATO a DISPENSA (2 risultati)

. ant. e letter. distribuzione del cibo digerito nei vari organi del corpo,

poco a mensa, / perocché 'l cibo rigido ch'hai preso / richiede ancora

vol. IV Pag.719 - Da DISPENSA a DISPENSARE (1 risultato)

2. assimilazione e digestione del cibo. bencivenni [crusca]: per

vol. IV Pag.720 - Da DISPENSARIALE a DISPENSATORE (1 risultato)

e nientemeno non si gravano di duplicato cibo. f. corsini, 2

vol. IV Pag.721 - Da DISPENSATORE a DISPENSO (1 risultato)

: sii sulla nave il dispensier del cibo, / e bevi e mangia e dormi

vol. IV Pag.725 - Da DISPERATO a DISPERATO (1 risultato)

uomo eterna e disperata pena, fatto cibo d'inestricabile e immortale fiamma.

vol. IV Pag.737 - Da DISPIACEVOLE a DISPICCARE (1 risultato)

: non ci ha mai prescritto un cibo o un liquor dispiacevole. p

vol. IV Pag.743 - Da DISPONIMENTO a DISPORRE (1 risultato)

la tua bellezza è il tuo solo cibo. il resto ti avvelena, ti

vol. IV Pag.748 - Da DISPOSIZIONE a DISPOSIZIONE (1 risultato)

polline, l'ape nel fiore il dolce cibo per le larve. nell'amplesso dei

vol. IV Pag.753 - Da DISPREGIATAMELE a DISPREGIO (1 risultato)

furon d'acqua: e daniello / dispregiò cibo, ed acquistò savere. parini,

vol. IV Pag.755 - Da DISPREZZATAMENTE a DISPREZZO (1 risultato)

ogni fatica, di- sprezzatore d'ogni cibo delicato e d'ogni altra mollizie.

vol. IV Pag.764 - Da DISSECCATIVO a DISSEMINATO (1 risultato)

più giorni, che non prendeva alcun cibo, o tenutolo fra denti, senza inghiottirlo

vol. IV Pag.778 - Da DISSOLUBILE a DISSOLUTO (1 risultato)

alle leggi della bella creanza a servirsi di cibo e di vino soverchio fuori di tempo

vol. IV Pag.779 - Da DISSOLUTORE a DISSOLUZIONE (1 risultato)

: il nutrimento non si cava dal cibo per via di lesso, né d'arrosto

vol. IV Pag.782 - Da DISSOLVERE a DISSOLVERE (1 risultato)

il digiuno e con quello prese alquanto cibo s. zenobio, in segno di

vol. IV Pag.799 - Da DISTESO a DISTESO (1 risultato)

fermando di non prendere al postutto veruno cibo. viviani, 1-23: con distesissime scarpe

vol. IV Pag.801 - Da DISTILLARE a DISTILLARE (1 risultato)

come o per qual mirabile meccanismo il cibo nel ventricolo cangi natura: come frammisto

vol. IV Pag.809 - Da DISTINZIONISTICO a DISTOLTO (1 risultato)

anguillara, 3-175: non la cura del cibo né del sonno / distorre il può

vol. IV Pag.815 - Da DISTRECCIARE a DISTRETTO (1 risultato)

timido e sommesso di prender qualche cibo quando mi ti vedo languire, o

vol. IV Pag.816 - Da DISTRETTO a DISTRETTO (1 risultato)

di'lor ch'ai distretto / questo cibo d'ogni altro è più perfetto.

vol. IV Pag.817 - Da DISTRETTUALE a DISTRIBUIRE (2 risultati)

a destribuire. cavalca, 9-209: cibo della mente è il sermone di dio,

pronom. segneri, iii-3-100: il cibo quando si è preso, si distribuisce

vol. IV Pag.818 - Da DISTRIBUITO a DISTRIBUTORE (1 risultato)

popolo partecipa alla falsa agape mangiando il cibo distribuito dai diaconi. bacchetti, 1-ii-40

vol. IV Pag.840 - Da DISVIATAMELE a DISVILUPPAMELO (1 risultato)

et ho sì l'alma a questo cibo avezza, / ch'a lei piacer non

vol. IV Pag.849 - Da DITTONGAZIONE a DIURNO (1 risultato)

il sostentamento di un giorno (il cibo). tesauro, 2-i-92: una

vol. IV Pag.856 - Da DIVELLIMENTO a DIVENIRE (1 risultato)

e piacevole loro parendo, male dall'usato cibo si sanno diverre. s. maffei

vol. IV Pag.866 - Da DIVIATO a DIVIDERE (1 risultato)

si fa nella bocca, dividendolo [il cibo] con que'primi denti dinanzi,

vol. IV Pag.868 - Da DIVIDERE a DIVIDERE (1 risultato)

un bene materiale (come denaro o cibo, una preda, un bottino,

vol. IV Pag.884 - Da DIVO a DIVORARE (3 risultati)

di cupidità o di divoracità il savio usi cibo prezioso. = deriv. da

più bassa, in quel lento divoramento di cibo, fatto da mascelle di vecchi,

voracità, smodata ricerca o desiderio di cibo (e anche di beni, di

vol. IV Pag.885 - Da DIVORARE a DIVORARE (2 risultati)

. rimpinzarsi, saziarsi, ingozzarsi di cibo. sacchetti, 110-24: dice il

lo stomaco, che non digerisce il cibo e noi distribuisce, non solamente

vol. IV Pag.886 - Da DIVORATO a DIVORATORE (1 risultato)

con voracità, con ingordigia (un cibo, un pasto, ecc.)

vol. IV Pag.887 - Da DIVORAZIONE a DIVULGAMENTO (1 risultato)

405: abiamo ricevuto il desiderio del cibo, ma non di divorazione e di lussuria

vol. IV Pag.904 - Da DOLCE a DOLCE (1 risultato)

avere simili delicatezze, sì che nel loro cibo il dolce, il salso, il

vol. IV Pag.906 - Da DOLCE a DOLCE (1 risultato)

, /... sostegno e cibo / esser solea dell'infelice amante.

vol. IV Pag.907 - Da DOLCE a DOLCEMENTE (2 risultati)

scarso di sale, scipito (un cibo). note al malmantile, 2-76

. dólce *, sm. cibo confezionato con ingredienti dolci, e cotto

vol. IV Pag.912 - Da DOLCIPOMIFERO a DOLENTE (2 risultati)

. del papa, 1-2-172: semplicità di cibo e di bevanda,...

(dolzura), sf. letter. cibo di sapore molto dolce (e alquanto

vol. IV Pag.919 - Da DOLORIFERO a DOLOROSO (1 risultato)

. -sgradevole, disgustoso (il cibo). g. m. cecchi

vol. IV Pag.924 - Da DOMANDASSERA a DOMANI (1 risultato)

diletto compiuto, e non pensa del cibo di domane. angiolieri, 76-10:

vol. IV Pag.931 - Da DOMESTICO a DOMESTICO (3 risultati)

, / o a qualche ospite umìl gradito cibo. leopardi, i-97: qualunque domestico

addestrato al lavoro, fornendogli aiuto, cibo e altre materie utili. -per estens.

restante del mondo, perché servano per cibo degli uomini, poiché non v'ha

vol. IV Pag.942 - Da DONARE a DONATISTA (1 risultato)

donar voi anco / pochi momenti al cibo. 12. ascrivere, imputare.

vol. IV Pag.946 - Da DONDOLARE a DONDOLO (1 risultato)

di veglia e di sonno, di cibo, di tutto. savinio, 1-153:

vol. IV Pag.963 - Da DORATO a DORATURA (1 risultato)

frullate in vista della friggitura (un cibo); rosolato. -pane dorato:

vol. IV Pag.966 - Da DORMENTATO a DORMIENTE (1 risultato)

, 5- 148: dopo un cibo un po'grave / dormicchio sulla sedia.

vol. IV Pag.967 - Da DORMIGLIARE a DORMIRE (1 risultato)

che dio / ti porti al nido per cibo la manna, / ché tal pensiero

vol. IV Pag.979 - Da DOTTORAGGINE a DOTTORARE (1 risultato)

, ricercato, molto manipolato (un cibo, una vivanda). pindemonte,

vol. IV Pag.986 - Da DOVECCHÉ a DOVERE (1 risultato)

le corpora nostre hanno solamente bisogno del cibo e del bere, e dove è pane

vol. IV Pag.996 - Da DRAGAGGIO a DRAGO (1 risultato)

di quel lago / ch'odio più il cibo che toccare un drago. fr occhia

vol. IV Pag.1011 - Da DROMIA a DRUDO (1 risultato)

.. provocare il sudore avanti al cibo, e parimente dapoi: et applicare a

vol. IV Pag.1020 - Da DUBITATAMENTE a DUBITATIVO (2 risultati)

la possanza, non dubitatamente rifiutoe il cibo che 'l maestro degli inganni gli

* forse qual diede ad èva il cibo amaro ', dice dubitativamente che era quello

vol. IV Pag.1023 - Da DUCALE a DUCE (1 risultato)

in disparte / degli altri a prender cibo insieme unissi. tasso, 1-12:

vol. IV Pag.1030 - Da DUO a DUOLO (1 risultato)

; vi ha inizio la chilificazione del cibo). garzoni, 1-306:

vol. IV Pag.1032 - Da DUPLICATAMENTE a DUPLICAZIONE (1 risultato)

e nientemeno non si gravano di duplicato cibo. bibbia volgar., v-452: generalmente

vol. IV Pag.1036 - Da DURARE a DURARE (2 risultati)

a lungo fresco, commestibile (un cibo). palladio volgar., 4-20